Decreto 2 aprile 2014

Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Abrogazione dei decreti del 31 gennaio 2013 recanti il sesto elenco aggiornato dei siti di importanza comunitaria (SIC) relativi alla regione alpina, continentale e mediterranea. (GU Serie Generale n.94 del 23-4-2014)

Tipo: 

Categoria: 

CORTE COSTITUZIONALE – 10 aprile 2014, n. 86

ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO - Piccole derivazioni a scopo idroelettrico – Formulazione originaria dell’art. 25, c. 1, L. prov. Trento n. 20/2012 – Illegittimità costituzionale – Contrasto con l’art. 12-bis del r.d. n. 1775/1933, come modificato dall’art. 96, c. 3, d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 29 Luglio 2013 Sentenza n. 32797

RIFIUTI - Gestione illegale discariche - Smaltimento non autorizzato di rifiuti - Modifica normativa che escluda un prodotto dal novero dei rifiuti - Effetti giuridici - Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n.152 - Discarica abusiva - Fase post operativa - Gestore subentrato a quello che ha curato la fase dei conferimenti - Controlli, precauzioni e ripristino ambientale - Disciplina autorizzatoria e responsabilità - Reati connessi allo smaltimento non autorizzato di rifiuti - Art.51, c. 3 e 4 d.lgs. n.22/1997 ora art.256, c. 3 e 4, in relazione all'art.186 d.lgs. n.152/2006 - Materiali da scavo - Rocce e terre da scavo e sostanze inquinanti - Modifiche normative e disciplina applicabile - Piano di Utilizzo - Limiti - Conferibilità o esclusione in discarica di un prodotto - Successione di leggi penali - Effetti - Gestione illecita dei rifiuti - Gestione post-operativa - Omissione delle condotte di controllo e vigilanza successive alla cessazione dei conferimenti - Effetti - Fase post-operativa della discarica - Bonifica e concetto di "degrado" dell'area - Discarica - Gestione post-operativa - Cessazione della permanenza del reato - Individuazione - Giurisprudenza - Disciplina degli interventi di bonifica - Procedura di caratterizzazione del sito  - Concentrazione soglia di contaminazione (CSC) - Concentrazione soglia di rischio (CSR) - Obbligo di segnalazione e di attivazione  - Interessati non responsabili - Artt. 239, 240, 242 e 245 d.lgs. n.152/2006 - Rifiuto e sottoprodotto - Regola generale e deroghe - Interpretazione restrittiva - Art.174, c.2, del Trattato CE - ACQUE  - INQUINAMENTO IDRICO - Sistema di acque superficiali - Reato di danneggiamento  temporaneo - Artt. 77, 183, 184 bis, 185, 192, 255, 256 e 257del d.lgs. 3 aprile 2006, n.152 - Sistema di acque superficiali - Danneggiamento - Mancata quantificazione da parte del perito - Danno desunto - Omesso intervento riparatore - DANNO AMBIENTALE - Reato di danneggiamento - Natura di reato istantaneo - Condotta tipica - Termine di prescrizione - ASSOCIAZIONE E COMITATI - Risarcimento dei danni - Legittimità della costituzione degli enti territoriali e delle associazioni ambientaliste - Danno risarcibile ex art.2043 cod. civ. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - POLIZIA GIUDIZIARIA - Poteri d'indagine della polizia giudiziaria nella fase successiva alla trasmissione della notizia di reato e alla sua presa in carico da parte del Pubblico ministero - Art. 348 c.3 cod. proc. pen. mod. dalla L. n. 128/2001 - Corretta applicazione della legge - Giudizio di legittimità - Strumento di controllo - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Atti aventi natura meramente amministrativa - Commissione del reato e successione di leggi penali e extrapenali. 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 11/02/2014 Sentenza n.6381

DIRITTO URBANISTICO - Unica unità immobiliari - Opera di frazionamento in due unità - Aumento del carico urbanistico - Svolgimento dei lavori - Responsabilità del proprietario e del direttore dei lavori - Falsa attestazione - Conformità dello stato dei luoghi - Fattispecie - Artt. 44/b, 93 e 95 D.P.R. n.380/01 - Art. 481 c.p..

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 2 aprile 2014

* RIFIUTI – Spedizioni transfrontaliere – Art. 13, c. 3 reg CE 1013/06 – Approvazione della notifica generale – Informazioni e documenti aggiuntivi – Catalogo chiuso e tassativo – Esclusione– Regolamento CE 1013/06 – Protezione dell’ambiente – Regione – Autorità competente di spedizione – Poteri di vigilanza – Prescrizioni strettamente strumentali – Esempi.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO 2 aprile 2014

* RIFIUTI – Rifiuti oleosi composti solo parzialmente da oli usati – Disciplina degli oli usati – Art. 1, c. 2 d.lgs. n. 95/1992 – Art. 216 bis, c. 8 d.lgs. n. 152/2006 – Spedizione transfrontaliera – Codci 130501, 130502, 130899 – Autorizzazione – Diniego - Art. 216 bis, cc. 2 e 4 – Pluralità di ragioni – Rinvio generico ai commi 2 e 4 – Specifica indicazione della ipotesi rispetto alla quale la spedizione risulti in contrasto.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.10^ 10/04/2014 Sentenza C‑85/13

INQUINAMENTO IDRICO - ACQUE - Trattamento delle acque reflue urbane - Trattamento secondario e trattamento equivalente - Progettazione, costruzione, gestione e manutenzione degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane - Aree sensibili ai sensi della dir. 91/271 e reg. n. 1137/2008 - Articoli da 3 a 5 e 10 All. I, sez. A e B direttiva 91/271/CEE - Inadempimento di uno Stato (Italia).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.2^ 3/04/2014 Sentenza C‑301/12

TUTELA DELL’AMBIENTE - FAUNA E FLORA - Siti di importanza comunitaria - Conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche - Fenomeni di inquinamento o di degrado ambientale - Declassamento di un sito iscritto nell’elenco dei siti di importanza comunitaria - Istanza motivata - Normativa nazionale che non prevede la possibilità, per i soggetti interessati, di chiedere la revisione dello status - Avvio d’ufficio la procedura di revisione - Enti locali territoriali - Adattamento dell’elenco dei siti di importanza comunitaria - Normativa nazionale - Attribuzione, competenza e limiti -Attribuzione alle autorità nazionali competenti di un potere discrezionale di avviare d’ufficio una procedura di revisione di detto status - Direttiva 92/43/CEE.

Categoria: 

Autorità: 

Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231

Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231: Disciplina della responsabilita' amministrativa delle persone giuridiche, delle societa' e delle associazioni anche prive di personalita' giuridica, a norma dell'articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300. (GU n.140 del 19-6-2001). Testo coordinato con dottrina e giurisprudenza aggiornato al DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2014, n. 39 (Entrata in vigore del provvedimento: 06/04/2014)

Tipo: 

Categoria: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 3/03/2014 Sentenza n.10034

INQUINAMENTO IDRICO - Depuratore comunale - Scarico in mare con mutevole colorazione dell'acqua causata dai reflui - Presupposti per la configurabilità dell’art 674 cod. pen. - Fattispecie.  - Getto pericolose di cose - Natura di reato di pericolo - Presupposti per configurabilità del reato - Concetto di "molestia"- Necessità dell’effettivo nocumento - Esclusione - Attitudine delle stesse ad offendere, imbrattare o molestare persone - Sufficienza - Deturpamento delle bellezze naturali - Artt. 674 e 734 c.p. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Configurabilità di un vizio motivazionale - Difetto della motivazione - Illogicità manifesta - Specifico e autonomo motivo di ricorso - Art. lett. e) 606 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.4^ 23/01/2014 Sentenza C‑537/11

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Trasporto marittimo e inquinamento atmosferico causato da navi - Convenzione Marpol 73/78 - Navi di linea e da crociera - Servizi di linea - Tenore massimo di zolfo nei combustibili per uso marittimo - Applicazione - All.VI Direttiva 1999/32/CE mod. Dir. 2005/33 Artt. 295 e 296 decreto legislativo n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 24/02/2014 Sentenza n.8676

MALTRATTAMENTO ANIMALI - FAUNA E FLORA - Tutela degli animali - Reato di abbandono di animali - Requisiti per la configurabilità e concetto di gravità della sofferenza - Art. 727 cod. pen. - L. n. 189/04 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato di legittimità e concetto di illogicità manifesta - Nozione di contraddittorietà della motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE Sezioni Unite Penali 5 Marzo 2014 Sentenza n.10561

DIRITTO DEL LAVORO - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato tributario commesso da organi della PERSONA GIURIDICA - Denaro non corrisposto all’erario (a titolo IVA) utilizzato per pagare i dipendenti - Sequestro finalizzato alla confisca diretta del profitto nei confronti della societa' - Ammissibilita' - Condizioni - Responsabilità amministrativa da reato - Rappresentanti dell'ente - Confisca del profitto di reato anche nella forma per equivalente - C.d. confisca-sanzione - Violazioni finanziarie commesse dal legale rappresentante - Sequestro e confisca - Reati fiscali - Limiti - Artt.6 c.5, 19 e 24 e ss., d. Lgs. n.231/2001 - Reati Tributari - Nozione di "profitto" confiscabile anche nella forma per equivalente - Confisca diretta del profitto di reato - Profitto del reato di concussione e sequestro preventivo di disponibilità di conto corrente ovvero investito in titoli - Condizioni - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Beni costituenti profitto illecito - Sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente - Presupposti - Sequestro preventivo - Nozione di profitto funzionale alla confisca - Trasformazione del denaro profitto del reato in beni di altra natura, fungibili o infungibili - Art. 321 c.2, cod. proc. pen. - Sostituto d'imposta - Reato di omesso versamento - Ritenute operate sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti - Crisi economica o l'inadempimento di terzi - Integrano lo stato di necessità - Esclusione - Fattispecie: destinazione ad altro impiego di somme incassate a titolo di I.V.A. - Art. 1, c.414, L. n.311/2004 - CONTABILITA' DEGLI ENTI - Reati tributari - Riduzione simulata o fraudolenta del patrimonio - Profitto individuazone - Sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente - Pericolosità individuale del soggetto - Art. 240 e 322-ter cod. pen. - Art.321 c.2, cod. proc. pen. - Art. 11 d.lgs. n. 74/2000 - Art.1 c.143, L. n.244/2007.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 27/02/2014 Sentenza n.

RIFIUTI - VIA - Autorizzazioni integrate ambientali (AIA) - Reato di cui all'art. 29-quattuordecies, c.2, d.lgs. n. 152/2006 e art. 16, c.2, d.lgs. n. 59/2005 - Continuità normativa fra le due fattispecie di reato - Verifiche delle prescrizioni imposte nell'autorizzazione - Ruolo e responsabilità del presidente del consiglio di amministrazione di un ente consortile. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.2^ 8/01/2014 Sentenza n.326

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - APPALTI - Responsabilità da reato degli enti  -  D.Lgs. n. 231/2001 - Sistema punitivo a carattere prettamente preventivo – Fattispecie: enti locali danneggiati dall’attività di corruzione - Responsabilità degli enti e 231 - Revoca delle sanzioni interdittive - Presupposti - Determinazione del danno - Criterio - Fattispecie: misura della somma determinata unilateralmente - Integralità del risarcimento - Determinazione – Fattispecie: delitto di turbata libertà degli incanti - D.Lgs. n. 231/ 2001, art. 5, c.1, lett. a), artt. 21 e 25 correlato ai reati di cui agli artt. 81 cpv., 110, 319, 319 bis e 321 c.p. -  DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione per violazione di legge ai sensi dell’art. 52, c.2 D.Lgs. n. 231/2001 – Presupposti e limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 13/03/2014 Sentenza n.11993

DIRITTO URBANISTICO - Manufatto abusivo - Affidamento all'amministrazione comunale da parte del Pubblico Ministero l'intervento demolitorio - Legittimità del provvedimento - Artt. 61 e 62 d.P.R. n.115/2002 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nozione di interesse ad impugnare - Interesse concreto ed attuale - Necessità - Art. 568, c.4 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 19/02/2014 Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - Reati urbanistici - Rilascio del titolo abilitativo illegittimo - Concorso del funzionario - Artt. 29 e 44, lett. a), d.P.R. n. 380/2001 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato edilizio- Rilascio dell'atto abilitativo illegittimo - Responsabilità penale a titolo di concorso dei funzionari pubblici - Configurabilità - Attività di carattere istruttorio dolosamente infedele - Concorso del funzionario pubblico nel reato edilizio - Corresponsabilità del funzionario in relazione a condotte meramente colpose - Configurabilità – C.d. posizione di garanzia. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/02/2014 Sentenza n.

 * RIFIUTI - INQUINAMENTO ARIA - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Fanghi provenienti da trattamento delle acque di scarico in agricoltura - Irregolare spandimento sul terreno - Getto pericoloso di cose - Fattispecie - Art.674 cod. pen. - Art.16, c.5, d.lgs. n.99/1992.

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE DI NAPOLI Sez.5^ 01.02.2014 Sentenza n.16316

RIFIUTI - APPALTI - Emergenza rifiuti in Campania - Servizi di trasporto - Violazione del divieto di subappalto - Assenza di prova certa - Fattispecie - Art. 18 D.L. 17.3.1995 n.157 in rel. all'art. 18 L. 19.3.1990 n.55 - Certificazione - Omissione di un dato - Reato di falsa "certificazione" - Configurabilità - Dolo generico - Necessità - Artt 110, 479 cp. - Traffico illecito di rifiuti - Attività organizzata di gestione dei rifiuti - Elementi - Codici CER utilizzati per lo smaltimento - Reale trattamento del rifiuto - Art. 260 Dlgs n.152/06 - Attività di recupero soggette a procedura semplificata - Art. 214 d.lgs. n.152/06 - Gestione dei Rifiuti - Trasferimento di CDR e di altri residui - Concorso nel reato con condotte successive - Imprese iscritte all'albo nazionale speciale - Necessità - Rifiuto combustibile - CDR conforme al DM 5\2\1998, o non conforme - Regime autorizzativo - Incenerimento rifiuti - Potere calorifico all'incenerimento - Direttiva europea 2000/76/CEE e d.L.vo n.133/05 -  Termovalorizzatore di Acerra e Santa Maria la Fossa - Realizzazione dei termovalorizzatori - Recupero energetico del CDR prodotto nelle more della costruzione - Smaltimento di rifiuti - C.d. eco balle - Definizione del temine "ambientalizzazione" - Responsabilità dell'appaltatore - Limiti - Uso di cementifici - APPALTI - Contratti di appalto di servizi - Violazione degli obblighi assunti - Inadempimento di un contratto con la Pubblica Amministrazione - Frode nelle pubbliche forniture - Elementi per la configurabilità - Natura - Giurisprudenza - Inadempimento di un contratto e frode nelle pubbliche forniture - Natura civile e penale dell'inadempimento - Elementi per la configurabilità - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Clausole generali di buona fede - Prestazione divenuta inesigibile - Artt. 1175, 1256, 1218 e 1375 c.c.- Contratto di appalto e quello di trasporto - Differenze - Responsabilità Amministrativa da reato - Illeciti amministrativi - Responsabilità degli enti collettivi - D. L.vo n.231/2001 - Reato di abuso d'ufficio - Elementi per l'integrazione - C.d. "doppia ingiustizia" - Abuso d'ufficio - Svolgimento della funzione amministrativa del pubblico ufficiale - Artt. 323 e 110 cp. - DANNO AMBIENTALE - Profitto del reato - Sequestro preventivo funzionale alla confisca - Artt. 19 e 53 del Dlgs n.231/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Restituzione del bene sequestrato a favore dell'avente diritto - Soggetto diverso al quale il bene è stato sequestrato.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Lecce, Sez. 1^ - 10 marzo 2014, n. 717

DIRITTO DELL’ENERGIA – Art. 12, c. 3 d.lgs. n. 387/03 – Tipologie di impianti – On e off shore – Categoria "near-shore" – Realizzazione di cavidotti sulla terraferma – Opere connesse e infrastrutture indispensabili - Conferenza di servizi – Impianto ricadente in area SIN - Mancata acquisizione dell’autorizzazione ex art. 252 d.lgs. n. 152/2006 – Conseguenze – Principi di conservazione degli atti giuridici e di economia dell’attività amministrativa (SI ringrazia per la segnalazione l'avv. Marcello Astolfi)

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 5 marzo 2014

* PROCESSO AMMINISTRATIVO – Perizie tecniche di parte – Mezzi di prova – Divieto di ammissione in appello di nuovi mezzi di prova – Requisito della indispensabilità della nuova prova – Limiti - RIFIUTI – Impianti di trattamento di rifiuti solidi urbani – Provvedimenti di approvazione dei relativi progetti – Comuni nel cui territorio devono essere allocati gli impianti – Legittimazione all’impugnazione.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 10 marzo 2014

* ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – BENI DEMANIALI – Laguna di Venezia – Appartenenza al demanio idrico delle acque pubbliche – Esclusione – Giurisdizione del TSAP – Inconfigurabilità – DIRITTO DELL’ENERGIA – Attingimento di acqua marina per la refrigerazione degli impianti di una centrale termoelettrica – Quantificazione del canone – Applicazione dei criteri stabiliti per le utenze delle acque pubbliche del demanio idrico – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 10 marzo 2014

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – D.I.A. – Art. 23, c. 1 d.P.R. n. 380/2001 - Mancata indicazione delle opere da realizzare nell’asseverazione del progettista – Rappresentazione negli elaborati progettuali – Insufficienza – Scadenza del termine ex art. 23, c. 6 d.P.R. n. 380/2001 – Poteri di vigilanza e sanzionatori- Opere eseguite su immobili compresi nelle zone omogenee A – Scelta tra la riduzione in pristino e la sanzione pecuniaria – Mancata espressione del parere della Soprintendenza – Irrilevanza.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO 10 marzo 2014

* DIRITTO DELL’ENERGIABENI CULTURALI E AMBIENTALI - Produzione di energia da fonti rinnovabili – Disciplina legislativa speciale – Principi di semplificazione e concentrazione – Art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Modulo procedimentale ordinario – Conferenza di servizi – Rinvio alla L. n. 241/1990 – Dissenso espresso da amministrazioni preposte alla tutela ambientale, paesaggistico territoriale, del patrimonio storico artistico – Superamento del dissenso – Deliberazione del Consiglio dei Ministri – Sostanziale pretermissione delle prerogative delle amministrazioni preposte alla tutela paesaggistica e ambientale – Nullità dell’autorizzazione – Effetto devolutivo di cui all’art. 14 quater L. n. 241/1990 – Dissenso irrituale – Principio di leale collaborazione – Convocazione di un’altra riunione della conferenza di servizi – Impianto eolico – Opere infrastrutturali di grande impatto visivo – Paesaggio – Lata accezione – Linee guida nazionali di cui al D.M. 10/09/2010 – Aree contermini a quelle espressamente vincolate.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 6^ 24/01/2014 Sentenza n.3635

RIFIUTI - Reati ambientali ex D. L.vo n. 231/01 - Responsabilità degli enti collettivi - Confisca di valore, cd. “profitto da risparmio” - Fattispecie - Artt. 2, 5, 19 24-ter, c.2, 30, 39 e 53 D. Lgs. n. 231/01 - Art. 29-bis ss. del D. Lgs. n. 152/2006 - Responsabilità sanzionatoria degli Enti - Nozione di profitto aggredibile con una misura ablativa - Correlazione diretta del profitto col reato - Necessità - Confisca del profitto del reato - Confisca per equivalente - Nozione di risparmio di spesa - Profitto assoggettabile a sequestro e poi a confisca - Individuazione - Mancata esecuzione di opere di risanamento ambientale - Reale accrescimento patrimoniale - Nesso di causalità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Istituto della confisca per equivalente - Natura, utilizzabilità, finalità e limiti - Sequestro e confisca cd. di proprietà - Principio di tassatività delle sanzioni - Sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente - Funzione nei reati tributari - Giurisprudenza - Ricorso per cassazione - Presentazione di motivi nuovi - Limiti - Istituto della confisca ex art. 19 D. Lgs. n. 231/01 - Delimitazione temporale - Principio di legalità - Data di realizzazione delle condotte costituenti reato - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia 26 febbraio 2014

* DIRITTO DELL’ENERGIA – VIA, VAS E AIA – Impianto di produzione di energia elettrica da combustione di reflui zootecnici - Verifica preventiva dell’assoggettabilità a VIA – Future e ipotetiche iniziative – Irrilevanza – Rilascio dell’autorizzazione unnica ex art. 12 d.lgs. n. 387/2003 – Adeguamento automatico dello strumento urbanistico – Profili urbanistici – Parametri edilizi – Regione Lombardia – Art. 29 bis, c. 7 l.r. n. 26/2003 – Infrastrutture elettriche non facenti parte della Rete di Trasmissione Nazionale contestuali e funzionali agli impianti – Autorizzazione con procedimento unico.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma 26 febbraio 2014

* DIRITTO DELL’ENERGIA – VIA, VAS E AIA – Centrali termoelettriche - Art. 5, c. 2, lett. c-bis, L. n. 400/88 – Procedura di VIA – Valutazioni contrastanti emerse da amministrazioni a diverso titolo coinvolte nella procedura – Superamento del dissenso - Deferimento della decisione al Consiglio dei Ministri – Procedimento di VIA – Fase endoprocedimentale del procedimento di autorizzazione unica – Partecipazione della Regione – Rifiuto dell’intesa – Limiti – Centrali termoelettriche alimentati con carbon fossile di nuova generazione allocati in impianti industriali dismessi – Concetto di “dismissione”.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine