CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/03/2017 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Manufatti leggeri - Assenza del permesso di costruire - Contravvenzioni edilizie ed urbanistiche - Configurabilità - Artt. 3,6,10 e 44 dpr n. 380/2001 e 20 l.reg. Sicilia n. 3/24 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Prescrizione del reato e giudizio di cassazione - Non è rivelabile la nullità di ordine generale né i vizi di motivazione della decisione impugnata.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/02/2017 Sentenza n.9133

RIFIUTI - Concorso tra il delitto di truffa e quello di attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Differenza e tutela dei due reati - Attribuzione di un codice CER non corrispondente - Art. 260 d.lgs. n.152/06 - Attività organizzata di gestione dei rifiuti - Attività «c.d. clandestina» - Natura e individuazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rinnovazione dell'istruzione dibattimentale necessaria - Giurisprudenza - Ricorso in cassazione - Controllo sulla motivazione - Limiti - Preclusione della rilettura degli elementi di fatto - Illogicità evidente della motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/02/2017, Sentenza n.

* RIFIUTI - Regime semplificato - Inosservanza delle prescrizioni - Recupero di rifiuti non pericolosi - Funzione della comunicazione di inizio attività - Autorizzazione unica per i nuovi impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti - Contenuto dell'autorizzazione e controlli della pubblica amministrazione - Principio di offensività - Natura di reato di mera condotta - CODICE DELL'AMBIENTE - 231 REATI AMBIENTALI - Responsabilità degli amministratori - Gestione del ciclo dei rifiuti - Soggetti coinvolti a qualsiasi titolo - Persona giuridica direttamente responsabile - Esercizio della delega - Requisiti - Art. 178, 183, 190, 208, 214, 216, 256 e 258 d.lgs. n. 152/2006 - Art. 25-undecies, c.1, lett. a), e c.6, d.lgs. n. 231/2001.

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA - 22 marzo 2017

* VIA, VAS E AIA – RIFIUTI – Verifica di assoggettabilità a VIA - Art. 20, c. 2 d.lgs. n. 152/2006 – Pubblicazione del progetto preliminare sul sito web dell’autorità competente – Regione Basilicata – Applicazione diretta del d.lgs. n. 152/2006, in mancanza di adeguamento dell’ordinamento regionale – Impianti di smaltimento e recupero con capacità inferiore a 100 tonnellate giornaliere – Verifica di assoggettabilità a VIA – Criteri indicati nell’allegato V alla Parte II del d.lgs. n. 152/2006 – Autorizzazione ex art. 208 d.lgs. n. 152/2006 – Fase istruttoria del procedimento - Violazione del termine di 150 giorni – Effetti – Nuovi impianti di trattamento e/o recupero di rifiuti - Allegazione di un progetto definitivo conforme a quello contenuto nell’art. 23, c. 7, del codice degli appalti

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA - 22 marzo 2017

* APPALTI – Procedure negoziate – Art. 53, c. 2 , lett. b) d.lgs. n. 50/2016 – Differimento dell’accesso all’elenco dei soggetti che hanno fatto richiesta di invito fino alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte – Finalità – Sorteggio degli offerenti da invitare – Seduta pubblica – Modalità – Punti 4.1.5 e 4.2.3 delle Linee Guida ANAC n. 4 del 26.10.2016

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/02/2017 Sentenza n.9126

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere edilizie in zone sismiche - Natura precaria o permanente dell'intervento - Ambito di applicazione della disciplina antisismica - Sicurezza e pubblica incolumità - Controllo preventivo da parte della pubblica amministrazione - Artt. 83, 93, 94 e 95 D.P.R. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE – 24 marzo 2017, n. 59

ACQUA E INQUINAMENTO IDRICO – DIRITTO DELL’ENERGIA – Canoni idroelettrici – Riparto di competenze tra Stato e Regioni – Criteri generali condizionanti la determinazione dei canoni – Mancata adozione del decreto ministeriale – Competenze delle Regioni – Art. 1, c. 2, lett. b) l.r. Abruzzo n. 36/2015 e art. 11, c. 6 l.r. Abruzzo n. 5/2016 –  Art. 1, c. 1, lett. a), b), c) e d) l.r. Abruzzo n. 11/2016 – Illegittimità costituzionale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE – Sezioni Unite Civili – 22 marzo 2017

* APPALTI – PROCESSO AMMINISTRATIVO – Art. 122 c.p.a. – Annullamento dell’aggiudicazione definitiva –Declaratoria di inefficacia del contratto – Vizio di eccesso di potere giurisdizionale – Inconfigurabilità – Ragioni – Necessità di rinnovare la gara a seguito dell’annullamento dell’aggiudicazione – Conseguenze in punto di declaratoria giudiziale di inefficacia del contratto – Interpretazione preferibile.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/02/2017 Sentenza n.8693

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Costruzione di un muro di recinzione - Modifica dell'assetto urbanistico - Interventi di nuova costruzione - Permesso di costruire - Necessità - Giurisprudenza - Art. 5 L. Regione Sicilia n.37/1985 - Artt. 3, 44, 64, 65, 71, 72, 93, 94 e 95 d.P.R. 380/2001 - Parziale demolizione delle opere abusive o parziale rimessione in pristino - Estinzione degli illeciti urbanistici - Esclusione - Inapplicabilità analogica della disciplina sui reati paesaggistici - Recupero degli illeciti minori - Art. 181, c.1 quinquies, d.lgs. n. 42/2004.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia – 7 marzo 2017

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Sanzione ex art. 38, c. 1 d.P.R. n. 380/2001 – Relazione descrittivo-estimativa dell’Agenzia delle Entrate – Atto endoprocedimentale – Obbligo di versamento della sanzione – Provvedimento comunale – Agenzia delle Entrate – Calcolo del valore di mercato dell’immobile abusivo – Riferimento alla data della richiesta del Comune – Ipoteche a garanzie di mutui o aperture di credito – Limitazioni imposte da atti amministrativi – Compensazione con le somme versate ex art. 36 d.P.R. n. 380/2001 – Possibilità – Compensazione con le somme versate ex art. 167 d.lgs. n. 42/2004 – Impossibilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/02/2017 Sentenza n.7964

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Intervento di manutenzione straordinaria - Mutamento d'uso urbanisticamente rilevante - Passaggio a diversa categoria funzionale - Permesso di costruire - Necessità - Fattispecie: da uso residenziale a quella turistico - ricettiva - Artt. 22, 23 e 44 d.P.R. 380/2001 - Art. 181 d.lgs. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Misure cautelari reali - Ricorso per cassazione - Nozione di violazione di legge - Giurisprudenza - Art. 125  e 325, c.1, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 22 marzo 2017

* RIFIUTI – Materiali residuali rispetto a procedimenti di lavorazione – Rifiuti e non rifiuti – Sottoprodotti, materie prime secondarie e End of waste – Sottoprodotti – Destinazione al riutilizzo – Altre condizioni previste dall’art. 184 bis d.lgs. n. 152/2006 – Dimostrazione da parte di chi intende qualificare il materiale come sottoprodotto – Fanghi e limi di lavaggio degli inerti di cava – Disciplina applicabile - Art. 185 d.lgs. n. 152/2006 – Riconducibilità alla nozione di sottoprodotto – Limiti e fanghi trattati con flocculanti contenenti poliacrilamide – Qualifica come sottoprodotti – Condizioni – Residuo di acrilamide inferiore allo 0,1% - Regolamento UE n. 366/2011.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO - 7 marzo 2017

* APPALTI – Concessione di servizi – Bando – Indicazione del valore della concessione – Art. 167 d.lgs. n. 50/2016 – Indicazione essenziale e obbligatoria – Soglie minimi di applicabilità – Non sono previste- Indicazione del valore stimato in termini monetari – Surroga con altri criteri di valutazione – Non è consentita.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO - 20 marzo 2017

* APPALTI – Procedura di scelta del contraente - Volontaria applicazione del d.lgs. n. 50/2016 da parte di una società non tenuta – Giurisdizione amministrativa  – Esclusione – Art. 25 Cost – Procedure ad evidenza pubblica – Soggetti obbligati – Art. 3, c. 1, lett. d) d.lgs. n. 50/2016 – Organismo di diritto pubblico – Nozione – Requisiti – Carattere cumulativo – Requisito di cui all’art. 3, c. 1, lett. d), n. 3 del d.lgs. n. 50/2016 – Generico esercizio dell’attività di vigilanza e controllo esercitato dalle pubbliche autorità nei mercati regolati  - Insufficienza – Società concessionaria autostradale  - Natura di organismo di diritto pubblico – Requisito dell’influenza dominante dei pubblici poteri – Art. 177 d.lgs. n. 50/2016 – Obbligo di indire procedure di evidenza pubblica per i contratti di servizi e forniture dal 2018.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO – 8 marzo 2017

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Messa in sicurezza del sito – Misura di prevenzione dei danni – Precauzione gravante sul proprietario o detentore del sito – Accertamento del dolo o della colpa – Non è richiesto – Principio “chi inquina paga” – Accezione comunitaria – Direttiva 2004/35/CE – Disposizioni nazionali che non facciano espresso riferimento al dolo o alla colpa.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/02/2017 Sentenza n.7950

RIFIUTI - Trasporto con formulario incompleto o inesatto - Parziale depenalizzazione - Differimento - Nuovo sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) - Art. 258 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Soggetto legittimato ad impugnare il provvedimento del GIP - Pubblico ministero.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO – 17 marzo 2017

* APPALTI – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Accesso agli atti relativi a procedure di evidenza pubblica – Art. 53 d.lgs. n. 50/2016 – Esigenza di riservatezza degli offerenti – Fisiologica dinamica dell’accesso a procedura conclusa – Riferimento al segreto commerciale – Tutela della riservatezza commerciale ex art. 24 l. n. 241/1990 – Differenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/03/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Lavori abusi edilizi in corso (in zona vincolata) - Informazione di polizia giudiziaria - Ordine di sospensione - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Pubblico ufficiale - Rilascio sanatoria - Illegittimità dell'atto - Elemento soggettivo del reato di abuso di ufficio - Prova della collusione del pubblico ufficiale con i beneficiari dell'abuso - Esclusione - Artt. 167 e 181 d.lgs. n. 42/2004 - Art. 36, d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/03/2017 Sentenza n.12392

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazioni edilizie - Privato cittadino direttamente danneggiato dall'edificazione non consentita - Mancata comunicazione della richiesta d'archiviazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Azione civile nel processo penale - Opposizione alla richiesta di archiviazione - Limiti - Compete unicamente alla persona offesa - Differenza tra persone offese e quelle danneggiate - Artt. 42 cod. pen., 408 c.2 cod. proc. pen. 44, d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 08/03/2017 Sentenza n.11050

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Zona sottoposta a vincolo - Realizzazione di opere edili - Trasformazioni urbanistiche del territorio - Condotta protratta nel tempo - Natura permanente del reato - Esaurimento totale dell'attività o cessazione della condotta - Art.181 d.l.vo n.42/2004 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Dichiarazione di estinzione del reato per prescrizione - Prevalenza sulla causa di non punibilità per la particolare tenuità del fatto - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 08/03/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Falsificazione della dichiarazione di inizio attività (DIA) - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Falsità ideologica in certificati - Falsificazione della relazione di accompagnamento (DIA) - Principio dell'autoresponsabilità dell'amministrato - Atto fidefaciente a prescindere dal controllo della P.A. - Art.481 cod.pen. - Artt. 31 e 44 lett.b) DPR 380/2001 - Giurisprudenza - Reato di costruzione abusiva - Ordine di demolizione dell'opera - Prescrizione - Revoca dell'ordine indipendente da una espressa statuizione di revoca - RISARCIMENTO DEL DANNO - Violazione delle norme di edilizia e di tutela ambientale - Diritto al risarcimento del danno - Privati confinanti - Fonte di responsabilità risarcitoria - C.d. diritto soggettivo perfetto - Art.872 c.2 cod.civ. -  DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Reati urbanistici - Costituzione di parte civile - Domanda risarcitoria - Nesso tra il reato contestato e la pretesa risarcitoria - Abusi edilizi e risarcimento del danno - Proprietario confinante legittimato all'azione civile - Costituzione parte civile nei procedimenti penali - Artt.873, 872 cod.civ. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sospensione del procedimento con la messa alla prova - Giudizio di appello - Esclusione - Art.168-bis cod.pen..

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 13 marzo 2017

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Omesso pagamento degli oneri relativi al contributo di costruzione – Sanzione pecuniaria – Omessa escussione della garanzia fideiussoria – Sent. Adunanza plenaria n. 24/2016 – Sanzioni pecuniarie comminate per abusi edilizi – Carattere speciale rispetto alla l. n. 689/1991 – Trasmissibilità agli eredi – Ragioni.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 8 marzo 2017

* APPALTI – Aggiudicazione al prezzo più basso – Criteri di calcolo della soglia di anomalia – Art. 97, c. 2, lett. b) d.lgs. n. 50/2016 – Meccanismo del taglio delle ali – Individuazione della prima cifra dopo la virgola della somma dei ribassi – Calcolo della media – Interpretazione preferibile.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MOLISE - 15 marzo 2017

* DIRITTO DELL’ENERGIA – Minieolico – Autorizzazione - Procedimento semplificato di cui all’art. 6 d.lgs. n. 28/2011 – Inapplicabilità della previsioni di cui all’art. 12 d.lgs. n. 387/2016 e della Linee Guida – Estensione dei poteri del MIBACT agli impianti ricadenti in zone contermini rispetto ad un bene paesaggistico sottoposto a vincolo ex lege – Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 08/03/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Ordine di demolizione - Onere di allegazione a carico del soggetto che invochi  la sospensione o revoca - Accertamenti - Compito dell'autorità giudiziaria - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordine di demolizione emesso dal giudice penale - Esecuzione nelle forme previste da codice di procedura penale - Provvedimento giurisdizionale ancorché applicativo di sanzione amministrativa - Spetta al pubblico ministero e al giudice dell'esecuzione dare attuazione all'ordine di demolizione.

Categoria: 

Autorità: 

Decreto 3 marzo 2017

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Attuazione delle direttive delegate della Commissione europea 2016/585/UE del 12 febbraio 2016 nonche' 2016/1028/UE e 2016/1029/UE del 19 aprile 2016 di modifica del decreto 4 marzo 2014, n. 27, sulla restrizione di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. (GU n.62 del 15-3-2017)

Tipo: 

Categoria: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 08/03/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati edilizi - Ordine di demolizione o di riduzione in pristino - Zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Presupposti per la revoca - Verifiche del giudice dell'esecuzione - Artt. 31 e 44  d.P.R. 380/2001 - Art. 181 d.lgs. 42/2004 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Natura sostanzialmente amministrativa di tipo ripristinatorio - Patteggiamento - Effetti della sentenza ex art.444 cod.proc.pen. - Irrilevanza della estinzione del reato conseguente al decorso del termine - Giurisprudenza CEDU - Provvedimenti per eliminare l'abuso edilizio - Poteri del giudice - Garante della legislazione urbanistica - Attribuzione di un autonomo potere di emettere provvedimenti ripristinatori specifici.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 17/02/2017 Sentenza n.7660

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati edilizi - Demolizione dell'opera abusiva - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sospensione condizionale della pena come condizione per la fruizione del beneficio - Fattispecie - Artt. 36, 44 lett. c), 93, 94 e 95 d.P.R. 380/2001 - Art. 142, lett. a), d.lgs. 42/2004 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/02/2017 Sentenza n.7150

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Inquinamento delle acque e del fondale marino - DANNO AMBIENTALE - Danneggiamento aggravato  - Piattaforma continentale e fondo/sottofondo marini - Cose destinate a pubblica utilità - Compromissione delle acque e del biota marino - Fattispecie: inquinamento acque marine, lavaggio inquinante con presenza di metalli pesanti (cromo, nichel, vanadio) e IPA (idrocarburi policiclici aromatici) e immissione nell'atmosfera di polveri di pet-coke - Artt. 137, c.1- 9 e 300, d.lgs.152/2006, nonché 674 cod. pen. e 635 cod. pen - Danneggiamento aggravato (di cose mobili o anche immobili) - Ininfluenza della natura mobiliare o meno del bene - Rilevanza della destinazione del bene - Art 822 cod. civ. - Elemento psicologico del reato di danneggiamento - Configurabilità del reato di danneggiamento - Danno meramente temporaneo - Sufficiente - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità originaria dei ricorsi - Effetti - Esclusione della eventuale prescrizione verificatasi successivamente alla sentenza di secondo grado - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine