Archivio Giurisprudenza per:
Tag: Diritto venatorio e della pesca


TAR PUGLIA, Bari – 3 settembre 2020

Autorità: T. A. R. | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA E PESCA – AREE PROTETTE – Calendario venatorio – ISPRA – Natura – Amministrazione regionale – Determinazioni difformi rispetto al parere dell’organo tecnico – Presupposti e limiti – Aree contigue ai parchi naturali – Esercizio del prelievo venatorio – Divieto – Insussistenza – Regione Puglia – Attività venatoria nelle ZPS e nelle zone SIC – Disciplina.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 05 agosto 2020, Sentenza n.23583

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Aree protette, Armi, Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO – Caccia – AREE PROTETTE – Attività venatoria in area protetta – ARMI – Sequestro dell’arma – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Reiezione dell’istanza dì revoca del sequestro probatorio del corpo del reato – Art. 21, c.1, lett. b), L. n. 157/1992 – Art. 30, L. n. 394/1991.


TAR VENETO – 23 luglio 2020

Autorità: T. A. R. | Tags: Diritto venatorio e della pesca, Procedimento amministrativo

PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Silenzio inadempimento – Interesse legittimo – Potestà pubblica – autoritativa – Competenza – Giudice amministrativo – PESCA – Diritti esclusivi di pesca – Diritti soggettivi perfetti – Carattere patrimoniale – Beni disponibili – Atti di godimento – Diritto privato – Diritto patrimoniale di natura privatistica – Godimento a terzi – Pagamento di un canone annuale (massima a cura di Camilla Della Giustina).


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 4^, 25 giugno 2020, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO – Attività venatoria di gruppo – Battuta di caccia al cinghiale – Omicidio colposo – Rapporto di causalità tra la condotta colposa e l’evento lesivo – Esercizio della caccia con fucile costituisce attività pericolosa – Regole cautelari prudenziali – Sufficiente libertà e sicurezza del campo di tiro – Traiettoria del proiettile – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Omesso avviso del rinvio dell’udienza all’imputato non comparso – Effetti – Nullità di ordine generale a regime intermedio.


TAR PIEMONTE, Sez. 2^ – 25 maggio 2020, n. 320

Autorità: T. A. R. | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA E PESCA – Calendario venatorio – Esenzione dall’annotazione dei capi abbattuti per le spese oggetto di incentivazione faunistica, ungulati e tipica fauna alpina approvati dalla Giunta regionale – Illegittimità – Contrasto con l’art. 12, c. 12 bis, l. n. 157/1992.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 11 Maggio 2020, Sentenza n.14246

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Aree protette, Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca

AREE PROTETTE – Concetto di “aree naturali protette” – Classificazione ZPS e ZSC come aree protette – Siti di Natura 2000 – Fattispecie: esercizio di caccia in area protetta – DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – Esercizio venatorio in zona destinata a riserva naturale o di un’oasi di protezione o di una zona di ripopolamento regionale – Divieto per i privati di introdurre «armi, esplosivi e qualsiasi mezzo distruttivo o di cattura, se non autorizzati – Art.o 30 Legge 11 n.157/1992 – CACCIA – Divieto – Perimetrazione dell’area – Sussistenza dell’elemento soggettivo del reato – Funzione della tabellazione – Presunzione della conoscenza del divieto di caccia – Mancanza della tabellazione – P.M onere della prova – Fattispecie: pubblicazione della cartografia sul sito Internet e richiamata nel piano venatorio faunistico regionale – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Caccia – Decreto di sequestro probatorio e di convalida – Motivazione – Finalità perseguita per l’accertamento – Prova dell’esercizio venatorio anche a prescindere dall’uso delle armi.


CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez.1^, 23 Aprile 2020, Sentenza C‑217/19

Autorità: Corte di Giustizia UE | Tags: Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – CACCIA – Conservazione degli uccelli selvatici – Autorizzazioni di caccia primaverile di esemplari maschili della specie di uccelli “edredone” (Somateria mollissima) nella provincia di Åland (Finlandia) – Nozioni di “impiego misurato” e di “piccole quantità” – Ricorso per inadempimento – Art. 7, par. 4, e art. 9, par.1, lett. c) – Direttiva 2009/147/CE – Repubblica di Finlandia – Condanna alle spese.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 2 Aprile 2020, Sentenza n.11250

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – Periodi di caccia di selezione – Funzione di gestione del territorio – Caccia generalizzata – Esclusione – Quadro codificato di doveri e comportamenti – Caccia di selezione al capriolo in ATC diverso da quello di assegnazione – Legge n.157/1992 – Art. 11- quaterdecies, c.5, L. n. 248/2005.  (Segnalazione a cura di Augusto Atturo, Genova)


TRIBUNALE UE Sez. 1^, 10 marzo 2020 Sentenza T‑251/18

Autorità: Tribunale UE | Tags: Associazioni e comitati, Diritto venatorio e della pesca, Legittimazione processuale

PESCA – Conservazione delle risorse biologiche marine – Misure relative alla pesca della spigola (Dicentrarchus labrax) – ASSOCIAZIONI E COMITATI – Ricorso di annullamento proposto da un’associazione – Atto regolamentare che non comporta misure di esecuzione – Incidenza diretta sui membri dell’associazione – Ricevibilità – Competenza dell’Unione per disciplinare la pesca ricreativa – Certezza del diritto – LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE – Tutela del legittimo affidamento – Parità di trattamento – Principio di non discriminazione – Proporzionalità – Principio di precauzione – Libertà di associazione e d’impresa – Regolamento (UE) 2018/120 – Articolo 263 TFUE


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 6 Marzo 2020, Sentenza n.9080

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Aree protette, Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca, Fauna e Flora

PESCA – Pesca subacquea – FAUNA E FLORA – AREE PROTETTE – Ecoreati – Tutela dell’ecosistema marino – Asportazione di corallo in assenza di titolo abilitativo – Deterioramento significativo e misurabile dell’ecosistema marino – Inquinamento ambientale – Fattispecie: compromissione e deterioramento ambientale dovuto alla pesca abusiva di corallo rosso mediterraneo – Art. 452-bis c.p. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Misura cautelare personale – Applicabilità – Qualificata probabilità di commissione di delitti analoghi – Requisito del pericolo “attuale” di reiterazione del reato – Valutazione della condotta criminosa – Personalità del soggetto e contesto socio-ambientale.


CORTE COSTITUZIONALE – 6 marzo 2020, n. 40

Autorità: Corte Costituzionale | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA – Limiti orari nei quali è consentita l’attività venatoria – Derogabilità in peius da parte delle regioni – Esclusione – Art. 34, c. 7-bis, ultimo periodo – L. r. Liguria n. 29/1994 – Illegittimità costituzionale – Annotazione degli abbattimenti – Art. 12, c. 12 bis l. n. 157/1992 – Finalità – Art. 38, c. 8 l.r. Liguria n. 29/1994 – Questione di legittimità costituzionale – Infondatezza.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 11 Marzo 2020, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Danno ambientale, Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca, Fauna e Flora

FAUNA E FLORA – Tutela dell’ambiente – Deterioramento o compromissione del bene – DIRITTO DELLA PESCA – Pesca abusiva di coralli – DISASTRO AMBIENTALE – Inquinamento ambientale – Carattere di “significatività” – Sommatoria di una pluralità di condotte – Configurabilità – Decorrenza del termine di prescrizione – Fattispecie – Artt. 452-bis, e 452-quater cod. pen. – DANNO AMBIENTALE – Nozione di “compromissione” e “deterioramento” – Giurisprudenza – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Requisito dell’attualità del pericolo di reiterazione del reato – Presupposti – Continuità ed effettività del pericolo di reiterazione – Presenza di elementi indicativi idonei – Condotta criminosa del tutto sporadica ed occasionale – Pericolo di recidivanza – Esclusione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, 11 dicembre 2019, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – Caccia – Esercizio dell’attività venatoria utilizzando richiami acustici a funzionamento elettromagnetico – Esame del complesso probatorio – Aspecificità del ricorso in cassazione – Semplice critica della ricostruzione fattuale operata dal tribunale – Ininfluenza ai fini della compattezza logica dell’impianto argomentativo della motivazione – Artt. 21 e 30 L. 157/1992 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Erronea attribuzione del nomen jurís – Poteri-doveri del giudice – Riqualificazione del gravame – Giurisprudenza.


TAR LIGURIA, Sez. 2^ – 26 novembre 2019, n. 901

Autorità: T. A. R. | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA – Abbattimenti selettivi di cinghiali – Materia compiutamente disciplinata dall’art. 36 l.r. Liguria n. 29/94 – Ricorso allo strumento delle ordinanze contingibili e urgenti ex artt. 50 e 54 d.lgs. n. 267/2000 – Illegittimità.


TAR MARCHE – 18 novembre 2019

Autorità: T. A. R. | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA E PESCA – Ambito territoriale di caccia – Natura di associazione di diritto privato – Svolgimento di funzioni pubbliche mediante esercizio di poteri autoritativi – Impugnativa di atti del comitato di gestione – Giurisdizione del giudice amministrativo.


TAR SICILIA, Palermo, Sez. 2^ – 16 novembre 2019, n. 2647

Autorità: T. A. R. | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA E PESCA – Schema di calendario venatorio – Parere dell’ISPRA – Atto obbligatorio ma non vincolante – Regione – Scelte difformi – Motivazione – Attività di monitoraggio effettuata con rigore scientifico – Generici e non meglio documentati riferimenti a “tradizioni locali” – Insufficienza.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 30/10/2019, Sentenza n.44279

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO E DELLA PESCA – Caccia da natante (o autoveicolo o aeromobile) – Abbattimento e l’impossessamento di specie cacciabili – Nozione di attività e condotta di caccia – Recupero della preda – Artt. 21, e 30 I. n.157/1992.


CORTE DI GIUSTIZIA UE, Sez. 2^, 10/10/2019 Sentenza C‑674/17

Autorità: Corte di Giustizia UE | Tags: Diritto processuale europeo, Diritto venatorio e della pesca, Fauna e Flora

DIRITTO VENATORIO – Caccia di gestione – Deroghe al divieto di uccisione deliberata del lupo – Presupposti – FAUNA E FLORA – Conservazione degli habitat naturali e della flora e della fauna selvatiche – Regime di rigorosa tutela delle specie animali – Canis lupus (lupo) – Valutazione dello stato di conservazione delle popolazioni della specie interessata – Direttiva 92/43/CEE – DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO – Competenza – Giudice del rinvio.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. UNITE, 04/10/2019, Sentenza n.40847

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca, Maltrattamento animali

MALTRATTAMENTO ANIMALI – Uccelli detenuti in isolamento per essere utilizzati come richiami – Mantenimento del vincolo del sequestro – Delitto di maltrattamenti di cui all’art. 544-ter cod. pen. – Art. 727 cod. pen. – DIRITTO VENATORIO – Violazione della legge sulla caccia – Richiami vivi – Confisca obbligatoria contemplata da una previsione speciale – Legge n. 356/1992 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Misure cautelari reali – Sequestro penale – Procedimento di riesame – Disciplina – Sdoppiamento in probatorio e preventivo – Artt. 324, 354 , cod. proc. pen. – Giurisprudenza Cass. Sez. Unite – Sequestro preventivo, probatorio e conservativo – Pronuncia di condanna – Confisca del prezzo o del profitto del reato – Leggi speciali – Corpus normativo di riferimento – Decreto penale di condanna – Confisca ordinata dal giudice o restituzione delle cose sequestrate – P.M. nuovo sequestro – Procedimento di riesame – Revoca del provvedimento di sequestro – Presupposti e limiti – Rinnovata disponibilità del bene per la protrazione dell’illecito – Cose suscettibili di confisca obbligatoria.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 17/09/2019, Sentenza n.38470

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Armi, Diritto urbanistico - edilizia, Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO – CACCIA – Caccia alla volpe a distanza inferiore ai centocinquanta metri in direzione di fabbricati – Intento ad attività venatoria – C.d. atto tipico della caccia – Irrilevante l’uccisione di animali – L. n. 157/1992 – Reato di accensione ed esplosioni pericolose – Art. 703 cod. pen. – Configurabilità del reato – GIURISPRUDENZADIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Nozione di via pubblica – Strada aperta al pubblico passaggio – Vie di comunicazione tra fondi liberamente percorribili – Inclusione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/07/2019, Sentenza n.30698

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO – CACCIA – Nozione di esercizio o attività di caccia – Mezzi destinati a tale scopo o in attitudine di ricerca della fauna o di attesa – Interpretazione legislativa – Accertamento dell’esercizio venatorio – Giudizio di fatto – Artt.12, 13, 21, 30, 31 L. n.157/1992 e ss.mm.. – Parco o area protetta regionale – Divieti di esercizio venatorio e di ingresso con armi – Presupposti – Efficacia e limiti della L. 6/12/1991, n. 394.


CORTE COSTITUZIONALE – 10 luglio 2019, n. 171

Autorità: Corte Costituzionale | Tags: Diritto venatorio e della pesca

CACCIA  – Art 13, c. 1 l.r. Piemonte n. 5/2018 – Individuazione delle specie cacciabili e dei periodi di caccia – Questione di legittimità costituzionale – Infondatezza.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/05/2019, Sentenza n.19653

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO – Nozione di "atteggiamento di caccia" – Necessità d’insieme di elementi – Attività prodromica o preliminare – Fattispecie: cani e richiami senza armi o altri strumenti per la cattura dell’uccellagione  – Artt. 12, 21, 30, L. n. 157/1992. 


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19224

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Aree protette, Danno ambientale, Diritto venatorio e della pesca

AREE PROTETTE – Aree protette marine – Cattura di esemplari – Soglia di punibilità – Tutela anticipata – Condotte potenzialmente idonee – DANNO AMBIENTALE – Atti prodromici al danno ambientale – L. n.394/91 – DIRITTO DELLA PESCA – Attività di pesca subacquea nell’area marina protetta – Atteggiamento colposo – Condotte vietate – Elencazione non tassativa ma esemplificativa – Evitare comunque il nocumento al bene giuridico protetto – C.d. anticipazione della soglia penale da comportamenti concretamente lesivi dell’assetto floro-faunistico – Giurisprudenza. 


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17691

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto venatorio e della pesca, Maltrattamento animali

MALTRATTAMENTO ANIMALI – Impiego di piccioni come esca – Sevizia e rilevanti sofferenze – Mancanza del requisito della necessità – DIRITTO DELLA PESCA – Pesca del pesce siluro – Sofferenza provocate all’esca e non giustificate dall’esigenza della pesca – Artt. 544-ter e 727 cod. pen. – Tutela degli animali ed esclusione dell’applicabilità delle norme penali – Ratio ispiratrice della norma n.189/2004 – Giurisprudenza – Titolo IX bis del libro secondo del codice penale.


Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!