Archivio Giurisprudenza per:
Tag: Diritto processuale penale


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 2^, 7 luglio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Appalti, Diritto processuale penale, Rifiuti, 231

231 – Responsabilità da reato degli enti e persone giuridiche – Responsabilità da illecito amministrativo – Elementi identificativi dell’ente – Truffa ex art. 640 bis cod.pen. – Sequestro e confisca – Nozione di c.d. fumus allargato – Criteri alternativi e concorrenti di imputazione oggettiva (interesse o vantaggio) – Distinzione tra impresa criminosa stabilmente dedita alla commissione di reati ed impresa dedita ad attività imprenditoriale lecita – Profitto confiscabile – Categorie del reato-contratto e reato-in contratto – Natura sinallagmatica – Sequestro preventivo finalizzato alla confisca – Fattispecie: delitto di truffa aggravata e conseguimento di erogazioni pubbliche non dovute – Artt. 5, 6, 7, 19, 25 undecies, 35, 36, 39, 53, 55 d. Lgs. 231/2001 – Art. 240 cod.pen, Art. 324 cod.proc.pen. – APPALTI – Esecuzione di lavori appaltati in assenza di contestazioni – RIFIUTI – Discarica dismessa – Area di stoccaggio – Lavori di riallocazione dei rifiuti insistenti – Drenaggio e convogliamento del percolato nelle vasche di raccolta e biostabilizzazione dei rifiuti – Art. 256, c.3, d.Lgs 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Accertamenti tecnici irripetibili – Omissione dell’avviso all’indagato – Effetti – Art. 360, cc.4, 4-bis e 5, cod. proc. pen. – Sequestro – Procedimento di riesame e potere di annullamento del tribunale – Ordinanze in materia di sequestro preventivo o probatorio – Ricorso per cassazione – Violazione di legge.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 5 luglio 2022, Sentenza n.25647

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Beni culturali ed ambientali, Diritto processuale penale

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Tensostrutture e similari su immobili dichiarati di particolare interesse storico – Realizzazione di gazebo su area pertinenziale esterna – D.I.A. con successiva formazione del c.d. silenzio-assenso (c.d. autorizzazione surrogatoria) – Insufficiente – Mancanza di un titolo abilitativo – Art. 44 D.P.R. n. 380/2001 (T.U.E.) – Artt. 136, 142-146, 169, 181 d. L.vo n.42/2004 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Misure cautelari reali – Sequestro preventivo o probatorio – Procedimento di riesame – Ricorso per cassazione – Limiti – Art. 324 cod. proc. pen..


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 5 luglio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto venatorio e della pesca

DIRITTO VENATORIO – CACCIA – Uccisione di un cinghiale nel periodo di divieto generale di caccia – Art. 30 c.1 lett. a) L. 157/92 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Richiesta di applicazione della fattispecie ex art. 131 bis cod. pen. e dei benefici di legge – Motivazione circa l’esclusione – Necessità.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 5 luglio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Rifiuti

RIFIUTI – Deposito “temporaneo” dei rifiuti – Definizione di deposito temporaneo nella vecchia e vigente normativa – Autocarrozzeria – Effetti del sopralluogo effettuato dalla polizia giudiziaria – Fattispecie: accumulo di rifiuti superiore all’anno – Artt. 183, 185-bis, 256, d.lgs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Concessione delle circostanze attenuanti generiche – Insufficiente lo stato di incensuratezza dell’imputato – Presunzione di non meritevolezza.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 24 giugno 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Beni culturali ed ambientali, Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Valutazione della consistenza dell’intervento abusivo – Tutela della pubblica incolumità dal rischio sismico – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Valutazione del bene giuridico protetto e dell’interesse tutelato – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Reati urbanistici o paesaggistici – Causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto – Parametri di valutazione ai fini della applicabilità dell’art. 131 bis cod. pen. – Artt. 44, 83, 93 e 95 del d.P.R. n. 380/2001 – Art. 181, d.lgs. n.42/2004.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 24 giugno 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Inquinamento acustico

INQUINAMENTO ACUSTICO – Disturbo della quiete pubblica – Schiamazzi provocati dagli avventori in sosta davanti al locale – Responsabilità del gestore di un pubblico esercizio – Obbligo giuridico di controllare – Ricorso allo ius excludendi o all’Autorità – Differenza tra 1° e 2° c. dell’art. 659 cod. pen. – Professione c.d. “rumorosa” – Rumori che superino la normale tollerabilità – Rilevanza della condotta produttiva di rumori – Incidenza sulla tranquillità pubblica – Natura di reato eventualmente permanente – Consumazione con un’unica condotta rumorosa o schiamazzo – Inottemperanza all’obbligo di controllo – Danno alla tranquillità pubblica – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Prescrizione del reato in data successiva alla pronuncia di secondo grado – Inammissibilità del ricorso per cassazione – Effetti – Cause di non punibilità a norma dell’art. 129 cod. proc. pen. – Preclusione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 2^, 23 giugno 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Rifiuti

RIFIUTI – Reato di combustione illecita di rifiuti – Configurabilità – Appiccamento del fuoco a rifiuti abbandonati o depositati in maniera incontrollata – Artt. 183, 256 bis, 318 ter e ss., d. Lgs. n. 152/2006 – Reati ambientali – Prescrizioni – Effetti – Compiti della polizia giudiziaria ex artt. 318-bis e ss. T.U.A. – Oblazione in sede amministrativa – Procedura di estinzione delle contravvenzioni in materia ambientale – Gestione dei rifiuti – Nozione di rifiuto – Accertamento della natura di un oggetto quale rifiuto – Giurisprudenza della Corte di Giustizia – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto – Elementi di valutazione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 21 giugno 2022, Sentenza n.23852

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia


DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Sequestro (per lavori edilizi in assenza delle necessarie autorizzazioni urbanistiche e paesaggistiche) – Diritto alla restituzione del bene – Posizione giuridicamente qualificata sul piano dei diritti soggettivi – Necessità – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Interesse concreto ed attuale all’impugnazione – Art. 322 cod. proc. pen..


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 16 giugno 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Beni culturali ed ambientali, Danno ambientale, Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Casetta di legno realizzata in zona vincolata senza previa autorizzazione paesaggistica – C.d. “abusi minori” – Autorizzazione paesaggistica postuma (c.d. condono ambientale) – Presupposti e limiti – Effetti amministrativi e penali – Art. 146, 149, 167, 181, 181-ter, D.Lgs. 42/2004 – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi – Interventi realizzati in assenza (o in difformità) del permesso di costruire – Presupposti per il rilascio del titolo in sanatoria – C.d. “doppia conformità” – C.d. “sanatorie condizionate” – Artt. 3, 10, 31, 36, 44, 45, DPR 380/2001 – Tutela del paesaggio – Autorizzazione paesaggistica postuma esclusa per legge – C.d. “creazione di superfici utili” – Effetti – DANNO AMBIENTALE – Danno urbanistico/ambientale – Emissione dell’ordine di rimessione in pristino – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto – Criteri di valutazione – Artt. 131-bis e 133 cod. pen.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 13 giugno 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Cave e miniere, Diritto processuale penale, Inquinamento atmosferico, Rifiuti

RIFIUTI – Scarico delle acque meteoriche e reflue industriali – CAVE E MINIERE – Lavorazione e segagione delle pietre estratte da cava di calcare – INQUINAMENTO ATMOSFERICO – Emissioni in atmosfera – Presenza di un sistema di depurazione ed abbattimento ad acqua – Autorizzazione – Necessità – Artt. 136, 137, 256, 268, 269 d. Lgs. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Attenuanti generiche – Decisione sulla concessione o sul diniego – Discrezionalità del giudice di merito.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 8 giugno 2022, Sentenza n.22181

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Beni culturali ed ambientali, Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Violazioni urbanistiche e paesaggistiche – Valutazione della consistenza dell’intervento abusivo e particolare tenuità del fatto – Esclusione dell’esiguità del danno o del pericolo – Causa di non punibilità di cui all’art. 131-bis cod. pen. – Art. 44, 64-72 d.P.R. n. 380/2001 – Reati edilizi e paesaggistici applicabilità della particolare tenuità del fatto – Valutazione del giudice in presenza di reato permanente – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Controllo di legittimità sul vizio di motivazione – Sentenza di appello – Adozione degli stessi criteri utilizzati nella valutazione delle prove – Cd. “doppia conforme” – Unico complessivo corpo decisionale – La prescrizione a seguito dell’emergenza pandemica da Covid-19 – Disciplina – Prescrizione maturata prima della sentenza impugnata ed erroneamente non dichiarata dal giudice di merito – Ricorso per cassazione – Fattispecie.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 7 giugno 2022, Sentenza n.21910

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Lottizzazione abusiva – Confisca – Prescrizione del reato – Giurisprudenza (sovranazionale – Corte EDU – ed interna) – Destinazione incompatibile dell’area – Dolosa parcellizzazione delle richieste di autorizzazione – Art. 44, c.2°, D.P.R. n. 380/2001 (T.U.E.) – Art. 578-bis cod. proc. pen. – Zone di nuova espansione o scarsamente urbanizzate – Riserva pubblica di programmazione territoriale – Natura di contravvenzione a consumazione anticipata – Reato a consumazione alternativa – Convenzione di lottizzazione con accollo di parte delle opere di urbanizzazione primarie e secondaria – Effetti – Lottizzazione c.d. negoziale e reato tentato – Elementi per la configurabilità – Differenza tra lottizzazione negoziale e materiale – Compendio probatorio indiziario – Accertamenti e verifiche del giudice – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Giudice d’appello – Riforma in senso assolutorio sentenza di condanna di primo grado – Motivazione e sviluppo argomentativo – Necessità.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^, 3 giugno 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Pubblica amministrazione, Rifiuti

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Configurazione del reato di peculato – Nozioni di “pubblico ufficiale” e di “incaricato di pubblico servizio” – Soggetti inseriti nella struttura organizzativa e lavorativa di una S.p.A. – Definizione di “pubblica funzione amministrativa” – Manifestazione della volontà della pubblica amministrazione o modalità di esercizio – Concetto di poteri “autoritativi” e concetto di “poteri certificativi” – Esercizio di fatto della pubblica funzione – Presupposti acquiescenza, tolleranza o consenso anche tacito – Definizione e qualifica di “incaricato di un pubblico servizio” attraverso organismi privati – Realizzazioni di finalità pubbliche – Mancanza dei poteri tipici deliberativi, autoritativi o certificativi – Regolamentazione di natura pubblicistica – Vincolo dell’operatività dell’agente – Disciplina la discrezionalità in coerenza con il principio di legalità – Qualifica di pubblici ufficiali o di incaricati di un pubblico servizio “agli effetti della legge penale” – Natura dell’attività effettivamente espletata dall’agente – Artt. 357 e 358 cod. pen. – RIFIUTI – Fattispecie: attività di raccolta rifiuti – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Integrazione reato di associazione di tipo mafioso – Mafie c.d. “tradizionali” e mafie c.d. “atipiche” – Art.416-bis cod. pen..


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 30 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto demaniale, Diritto processuale penale

DIRITTO DEMANIALE – Esercente una struttura cantieristica – Occupazione di sedime demaniale marittimo – Artt. 54 e 1161 cod. nav. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Richiesta di applicazione dei benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna – Motivazione del concreto esercizio positivo o negativo – Potere-dovere del giudice – Fattispecie.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 2^, 27 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Appalti, Diritto processuale penale, Pubblica amministrazione, Rifiuti

RIFIUTI – Bonifica e messa in sicurezza dell’ex discarica comunale – APPALTI – Esecuzione dell’appalto – Opere non correttamente eseguite dall’impresa appaltatrice – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Responsabilità del RAT del Comune – Artt. 356, 452-terdecies, 479 e 640-bis cod. pen. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Misure interdittive revocate o divenuti inefficaci – Interesse dell’indagato a ricorrere per l’annullamento dei provvedimenti – Esclusione – Fattispecie.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^, 27 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Appalti, Diritto processuale penale, Procedimento amministrativo, Pubblica amministrazione

APPALTI – Reato di turbata libertà degli incanti ex art. 353 c.p. – Procedure di affidamento diretto di contratti sottosoglia – Art. 36, c.1, lett. a), d.lgs. n. 50/2016 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Criteri di selezione e di presentazione delle offerte – Individuazione del contraente mediante gara – Assenza di formalità – Qualificazione penale di «gara» – Ininfluenza del nomen iuris – Condotta di «induzione all’autoesclusione» – Ricorso a «mezzi fraudolenti» con qualsiasi artificio, inganno o mendacio – Impedimento della gara o dall’allontanamento degli offerenti – Turbata libertà degli incanti – Reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche – Accordo corruttivo (omesse segnalazioni e controlli) – Concorso con il reato di corruzione – Fattispecie: c.d. emergenza nevePROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Adozione di atti del procedimento amministrativo – Erogazioni pubbliche – Truffa aggravata – Ente erogatore – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Diniego della concessione delle attenuanti generiche – Assolvimento dell’obbligo della motivazione – Indicazione delle ragioni ostative – Giudice di legittimità – Rilettura degli elementi di fatto – Preclusione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 25 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto demaniale, Diritto processuale penale

DIRITTO DEMANIALE – Nuove opere in prossimità del demanio marittimo – Abusiva occupazione di spazio demaniale e inosservanza di limiti alla proprietà privata – Accesso al mare dei fondi retrostanti – Opere di scavo ricadenti nella fascia di rispetto di trenta metri lineari dal demanio marittimo – Artt. 55 e 1161 cod. nav. – Art. 6, dPR n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Impugnazioni avverso i provvedimenti cautelari reali – Ricorso per cassazione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 20 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Rifiuti

RIFIUTI – Distinzione tra il reato di deposito incontrollato di rifiuti e quello di realizzazione di discarica non autorizzata – Artt. 192, 256, 318-bis ss. d.lgs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Ricorso in cassazione su questione non prospettata in appello – Esclusione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 19 maggio 2022, Sentenza n.19665

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Rifiuti

RIFIUTI – Gestione abusiva dei rifiuti – Attività organizzate per il traffico di rifiuti – Rilevanza della condotta – Art. 260 d.lgs. n. 152/2006 oggi art. 452-quaterdecies cod. pen. – Continuità normativa – Ecoreati – Attività organizzate per il traffico di rifiuti e associazione per delinquere – Concorso nel reato – Presenza degli elementi costitutivi di entrambe le fattispecie – Concetto di “gestione” di una discarica abusiva – Qualifica del fatto-reato strutturalmente permanente – Artt. 416, 452-quaterdecies, 484, 512-bis, cod.pen – Art. 416 cod. pen. – Art. 256, T.U.A. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Concorso nel reato – Durata limitata della partecipazione al sodalizio e scioglimento dello stesso – Pactum sceleris “a tempo” – Associazione per delinquere – Ruolo di promotore – Iniziatore dell’associazione provocando l’adesione di terzi – Funzioni decisionali – Reato continuato – Reati satellite – Determinazione della pena – Effetti individuati e limitati dalla norma – Obbligo di motivazione.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 18 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere di scavo sbancamento e livellamento del terreno finalizzate ad usi diversi da quelli agricoli – Titolo abilitativo edilizio – Necessità – Fattispecie – Art. 44, d.P.R. n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Nozione di “violazione di legge” – Sindacato di legittimità – Limiti – Artt. 325 e 606 cod. proc. pen..


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 12 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Acqua - Inquinamento idrico, Diritto processuale penale

ACQUA – INQUINAMENTO IDRICO – Liquami derivanti dalla lavorazione olearia – Scarico non autorizzato – Utilizzazione agronomica di acque di vegetazione di frantoi oleari – Presupposti e limiti – Concentrazione del parametro C.O.D. e del parametro grassi e olii animali/vegetali non conformi ai limiti – Art. 137 d. Lgs. n. 152/2006 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Qualificazione giuridica diversa del fatto contestato – Effetti – Art. 521 cod. proc. pen – Fattispecie.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^, 12 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto demaniale, Diritto processuale penale

DIRITTO DEMANIALE – Occupazione illegittima di un’area demaniale marittima – Opere finalizzate alla gestione dell’attività balneare – Inibizione abusiva al pubblico uso al di fuori del periodo autorizzato – Posizionamento e mantenimento di una recinzione perimetrale di pali di legno con all’interno una struttura prefabbricata – Obbligo di rimozione – Art. 1161 cod. nav. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Diniego o concessione delle attenuanti generiche – Poteri del giudice – Art. 133 cod. pen. – Giudizio di cassazione – Preclusioni del giudice di legittimità.


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 6 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Beni culturali ed ambientali, Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI – Tutela dei beni paesaggistici – Demolizione e rimessione in pristino – Tempestivo recupero dell’area sottoposta al vincolo – Causa estintiva e funzione premiale – Limiti – Fattispecie – Art. 181 d. Lgs. n. 42/2004 – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Consistenza dell’intervento abusivo – Applicabilità o meno dell’art. 131 bis cod. pen. – Criterio e valutazioni – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Rinnovazione della istruttoria dibattimentale – Limiti – Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto – Giudizio sulla tenuità dell’offesa – Artt. 131 bis e 133 cod. pen..


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.1^, 5 maggio 2022, Sentenza n.18002

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto sanitario

DIRITTO SANITARIO – Reato di commercio o somministrazione di medicinali guasti – Mera detenzione per la somministrazione – Esposizione a pericolo del bene giuridico – Tentativo – Consapevolezza del guasto o della imperfezione del medicinale – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Correlazione fra imputazione e sentenza – Mutamento del fatto – Trasformazione radicale – Mutamento del fatto occorre una trasformazione radicale. (massima a cura di Francesco Camplani)


CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^, 2 maggio 2022, Sentenza n.

Autorità: Corte di Cassazione | Tags: Diritto processuale penale, Diritto urbanistico - edilizia

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi – Prova della proprietà – Rilevanza delle risultanze catastali – Art. 192, cod. proc. pen. – Diritto reale sull’area di sedime o sull’immobile abusivamente – Limiti della responsabilità del proprietario non committente – Posizione di garanzia – Responsabilità omissiva per difetto di vigilanza – Identificazione del committente – Costruzione abusiva – Responsabilità del proprietario ricostruita sulla base di indizi e presunzioni gravi, precise e concordanti – Diritto reale sull’immobile – Comproprietario non committente – Qualifica dei reati edilizi – Qualifiche soggettive specificate all’art. 29 TUE – Art. 40, c.2°, cod. pen. – Artt. 29, 44, 64-72, 93, 95 D.P.R. n. 380/2001 – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Vizio di motivazione – Travisamento della prova – Cd. “doppia conforme” – Principio di autosufficienza del ricorso – Specifica indicazione degli “altri atti del processo” – Criteri – Art. 165-bis disp. att. cod. proc. pen.


Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!