CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/06/2019, Sentenza n.28175

RIFIUTI - Discarica abusiva - Confisca dell'area - Potere di ordinare la bonifica ed il ripristino dello stato dei luoghi - Natura di sanzione amministrativa irrogata dal giudice penale - Attribuzione di funzioni speciali aventi carattere amministrativo - Giurisprudenza - Artt. 152, 240, 242, 256, 257, d.lgs n.152/2006 - Patteggiamento ex art. 444 cod.proc.pen. - Riserva di legge - Art. 23 Cost. - INQUINAMENTO DEL SUOLO - DANNO AMBIENTALE - Eliminazione delle conseguenze del danno ambientale - Poteri del giudice - Subordine della sospensione condizionale della pena alla bonifica del sito - Controllo dell'autorità giudiziaria o di un organo tecnico appositamente delegato. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/06/2019, Sentenza n.28181

RIFIUTI - Disciplina delle terre e rocce da scavo - Applicabilità della normativa speciale - Limiti - Giurisprudenza - Presenza di materiali non rappresentati unicamente da terriccio e ghiaia - Artt. 152 e 256 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Mancanza di specificità del motivo - Criteri di valutazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/07/2019, Sentenza n.29963

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di muro perimetrale di recinzione - Modifica dell'assetto urbanistico del territorio per struttura ed estensione - Permesso di costruire - Necessità - Artt. 3, 6, 9, 31, 44, 45, D.P.R. n. 380/2001 - Natura pertinenziale di una piscina - Presupposti e limiti - Piazzale - Pavimentazione di una vasta area in cemento - Assenza di permesso di costruire - Configurabilità del reato ex art. 44, lett. b), d.P.R. n. 380/2001 - Interventi di urbanizzazione e destinazione di zona prevista dal piano regolatore generale - Regime dell'attività edilizia libera - Reati edilizi - Attività edificatoria abusiva - Valutazione dell'opera nella sua unitarietà - Reati urbanistici - Rilascio del permesso in sanatoria - Estinzione del reato - Subordine della demolizione delle opere alla sospensione condizionale della pena. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari – 30 luglio 2019, ordinanza n. 315

INQUINAMENTO DEL MARE – Inquinamento da plastica - Contenitori in plastica monouso – Divieto di utilizzo sulle aree demaniali marittime pugliesi – Direttiva Ue 2019/904 – Termine di recepimento – Misure spettanti allo Stato – Natura self executing della direttiva – Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 02/07/2019, Sentenza n.28570

INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo alle occupazioni o al riposo delle persone - Momento consumativo del reato - Unica condotta rumorosa o di schiamazzo - Configurabilità - Natura di reato eventualmente permanente - Art. 659, comma primo, cod.pen. - Giurisprudenza - Responsabilità del gestore di un pubblico esercizio - Schiamazzi provocati degli avventori - Qualità di titolare della gestione dell'esercizio pubblico - Obbligo giuridico di controllare - DANNO AMBIENTALE - Risarcimento del danno - Liquidazione definitiva al risarcimento del danno - Ricorso per cassazione - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/07/2019, Sentenza n.29417

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Ecodelitti - Contaminazione delle acque di falda sotterranee - Inosservanza delle prescrizioni imposte in un progetto di bonifica - Requisito della «abusività» della condotta - Configurabilità - Malfunzionamenti/rotture/inadeguatezze degli impianti di recupero e trasferimento delle acque inquinate - Ecoreati - Concetti di «compromissione» e «deterioramento» - Alterazione significativa e misurabile - Inquinamento e disastro ambientale - Situazione di macroscopica evidenza -  Responsabile dell'inquinamento - Obblighi di bonifica - Realizzazione di barriera idraulica - Attività di messa in sicurezza di emergenza (cd. MISE) - Inidoneità e/o insufficienza degli interventi di MISE - Amministratore delegato - Omissione di un obbligo di attivarsi - Art. 242, 244, Dlgs. n.152/06 - Dlgs. n. 231/2001 - Artt. 452 bis e 452-quinquies cod. pen. - Fattispecie: Contaminazione dell'acqua industriale e dell'acqua destinata al consumo umano - Sequestro preventivo (termovalorizzatore) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione contro ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo o probatorio - Limiti -  "Errores in iudicando" o "in procedendo" - Giurisprudenza.  

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo - 10 luglio 2019

APPALTI – Provvedimenti di esclusione – Espressa comminatoria di esclusione – Principi di tassatività e di tipicità – Art. 46, c. 1 bis d.lgs. n. 50/2016 – Possesso del requisito di qualità – Clausole della lex specialis – Obbligo di certificazione sin dal momento della presentazione della domanda – Illegittimità – Clausola impositiva dell’obbligo di produrre in originale la certificazione – Illegittimità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 19 luglio 2019

RIFIUTI – Controversie attinenti all’azione complessiva di gestione dei rifiuti – Art. 133, c. 1, lett. p) c.p.a. - Giurisdizione amministrativa esclusiva – Liti in cui non viene in rilievo l’esercizio di un pubblico potere – Aspetti meramente patrimoniali – Giurisdizione ordinaria – Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari - 17 luglio 2019

* APPALTI – Suddivisione in lotti – Lex specialis – Previsione secondo cui l’operatore economico che intende partecipare a più lotti, è tenuto a presentarsi sempre nella medesima forma – Legittimità – Conformità agli artt. 48 e 51 d.lgs. n. 50/2016 – Mancata indicazione, nel bando, dell’obbligo di indicare il costo della manodopera – Effetto di eterointegrazione delle disposizione di carattere imperativo di cui all’art. 95, c. 10 d.lgs. n. 50/2016.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 16/07/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati urbanistici - Demolizione disposta con la sentenza irrevocabile di condanna e prosecuzione di lavori eseguiti su un manufatto originario - Rapporto di pregiudizialità - Esclusione - Autonomia dei due procedimenti oggetto di violazioni distinte - Aggiunte o modifiche successive all'esercizio dell'azione penale e/o alla condanna - Opere accessorie e complementari o superfetazioni successive - Effettive incertezze in ordine all'esatta individuazione delle parti da demolire - Competenza del giudice dell'esecuzione - Artt. 44 e 98 d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 2^, 04/07/2019 Sentenza n.

* RIFIUTI – Nozioni di “spedizioni di rifiuti” e di “rifiuto” – Confezione originaria non aperta - Partita di beni inizialmente destinati alla vendita al dettaglio, restituiti dai consumatori o divenuti eccedenti nell’assortimento del venditore – Spedizioni dei rifiuti verso un paese terzo (apparecchiature elettriche ed elettroniche) – Regolamento (CE) n. 1013/2006 - Direttiva 2008/98/CE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 1^, 10/07/2019 Sentenza C-649/17

TUTELA DEI CONSUMATORI – Amazon EU - Obblighi d’informazione riguardanti i contratti a distanza e i contratti negoziati fuori dei locali commerciali – Obbligo per il professionista di indicare il suo numero di telefono e il suo numero di fax “ove disponibili” – Mezzi di comunicazione alternativi - Necessità - Art. 6, par.1, lett. c) Direttiva 2011/83/UE – Portata – Rinvio pregiudiziale. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 10^, 11/07/2019 Sentenza n.

DIRITTO DELL'ENERGIA - Produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici - Riduzione o soppressione delle tariffe incentivanti in precedenza stabilite - Uso dell’energia da fonti rinnovabili – Modifica di un regime di sostegno - Principi di certezza del diritto e di tutela del legittimo affidamento – Articolo 3, paragrafo 3, lett. a) Direttiva 2009/28/CE – Abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE - Rinvio pregiudiziale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 25/06/2019, Ordinanza n.27918

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa dell'ordine della demolizione - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Poteri e doveri del giudice - Giurisprudenza europea e integrazione con il diritto italiano - Artt. 31 e 44, D.P.R. n. 380/2001 - Reato urbanistico - Natura amministrativa dell'ordine di demolizione disposta dal giudice penale con sentenza di condanna - Potere attribuito al giudice, potestà residuale e sanzione del sindaco/Dirigente - Effetti - Istanza amministrativa ed istanza giurisdizionale - Coordinamento amministrativo e penale - Inosservanza di una circolare ministeriale in sede di giudizio di legittimità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimenti cautelari reali - Procedimento di misure di prevenzione e di impugnazione delle ordinanze - Difetto di legittimazione all'impugnazione da parte del difensore per mancanza di apposita procura speciale - Inapplicabilità - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/06/2019, Sentenza n.25993

DIRITTO DEMANIALE - Titolarità di una concessione demaniale valida ed efficace - Presupposti - Rinnovi o proroghe automatiche delle concessioni demaniali - Esclusione - Occupazione del demanio marittimo - Violazione del diritto di stabilimento e di tutela della concorrenza - Direttiva n. 123/2006 (cd Direttiva Bolkestein) - Art. 49 del T.F.U.E  - Art. 1161 codice della navigazione - Art. 117, 1° c., Cost. - Giurisprudenza - APPALTI - Rilascio delle concessioni demaniali marittime e lacuali - Gara pubblica - Esclusione della proroga automatica per attività turistico ricreative - Giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea - Artt. 49, 56 e 106 del TFUE - CGUE. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR CALABRIA, Catanzaro - 11 luglio 2019

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Ordinanza di demolizione – Mancata notifica al comproprietario dell’immobile abusivo – Censura – Legittimazione del solo soggetto nel cui interesse la comunicazione è posta – Art. 31. c. 4 bis d.p.r. n. 380/2001 – Mancata ottemperanza all’ordine di demolizione – Disvalore sanzionato – Individuazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 6^ 04/06/2019, Sentenza n.

* APPALTI - Informativa antimafia prefettizia attestante la mafiosità dell'impresa - Revoca dell'aggiudicazione - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Informativa non sindacabile da parte dell'Amministrazione - Recesso - Atto necessitato - Scelta di proseguire nel rapporto contrattuale - Interesse pubblico - Prudente e motivato apprezzamento discrezionale - Eccezione - Art. 94, d. L.gs n. 159/2011 - RIFIUTI - Fornitura del servizio di raccolta dei rifiuti - Emissione dell'ordinanza sindacale contingibile ed urgente di affidamento diretto del contratto - Sostituibilità in tempi rapidi del contraente - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Ordinanza contingibile e urgente che il Sindaco può emanare in materia di smaltimento dei rifiuti - Presupposti e limiti - Motivazione adeguata - Art. 191 d.lgs n. 152 del 2006 - Ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti anche in deroga - Giurisprudenza - Normativa antimafia - Codice degli appalti pubblici - Codice dell'Ambiente - Disciplina applicabile - Turbamento di gara - Condotta sanzionata - Nozione di collusione - Accordo clandestino diretto ad influenzare il normale svolgimento delle offerte - Mezzo fraudolento o anomalie procedimentali - Danno immediato ed effettivo e danno mediato e potenziale - Contratti pubblici - Revoca o di recesso dal contratto di appalto per infiltrazione mafiosa - Stazione appaltante - Divieto di stipulare o approvare i contratti e i subcontratti - Esecuzione del contratto - Causa di decadenza e nuovo contraente. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2019, Sentenza n.27692

RIFIUTI - Realizzazione o gestione di una discarica in assenza di autorizzazione - Condotte prodromiche al conferimento di un rifiuto in discarica - Valutazione - Artt. 183, 256 d.lgs. n.152/2006 - Abbandono - Mera occasionalità - Differenze - Modalità della condotta - Discarica - Condotta abituale o un'unica azione strutturata - Realizzazione e gestione di discarica non autorizzata commessi da terzi - Responsabilità del proprietario di un terreno - Limiti - Condotta attiva - Compimento di atti di gestione o movimentazione dei rifiuti - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Terreno agricolo trasformato in maniera permanente e sottratto alla sua originaria destinazione - Reato edilizio - Artt. 3, 10, 23 ter, 44 lett. b) d.P.R. n.380/2001 - Confisca dell'area - Sentenza di condanna o sentenza emessa in sede di patteggiamento - Articolo 444 codice di procedura penale - Obblighi di bonifica o di ripristino dello stato dei luoghi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Effetti dell'inammissibilità del ricorso - Atti in sede di esecuzione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 19 giugno 2019

* INQUINAMENTO DEL SUOLO – Procedimento di bonifica – Osservazioni presentate dal soggetto interessato alla bonifica – Mancata sottoscrizione da parte di un tecnico – Irrilevanza – Art. 10 l. n. 241/1990 – Obbligo dell’amministrazione di prenderle in considerazione – Parti coinvolte nel procedimento - Amministrazione – Non può avvalersi della collaborazione dei tecnici incaricati dal soggetto responsabile dell’inquinamento.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE - 20 giugno 2019

* PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO –  Art- 21 quinquies l. n. 241/1990 – Esercizio del potere di revoca - Rispetto di un termine ragionevole o dell’affidamento del provato – Non è previsto – Applicazione del termine dettato per l’esercizio del potere di annullamento d’ufficio, di cui all’art. 21 nonies – Esclusione – APPALTI - Indennizzo per il ristoro dei pregiudizi provocati dalla revoca – Art. 21 quinquies l. n. 241/1990 – Project financing – Inapplicabilità – Disciplina speciale di aui all’art. 183, cc. 12 e 15 d.lgs. n. 50/2016.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma - 11 luglio 2019

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIO  - Impianto industriale - Realizzazione di opere ai fini di adeguamento alle norme in materia sanitaria, di sicurezza o ambientali – Rispetto del regime edilizio e urbanistico – Necessità - BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Termine di 90 giorni previsto dall’art. 167, c. 5 d.lgs. n. 42/2004 – Superamento – Perdita del relativo potere – Inconfigurabilità – Nozione urbanistica di pertinenza – Art. 31 d.P.R. n. 380/2001 – Acquisizione del bene abusivo e dell’area di sedime – Acquisizione di un’area ulteriore – Natura di sanzione – Limite del decuplo della complessiva superficie utile abusivamente costruita –  Calcolo della superficie occorrente – Obbligo motivazionale.

Autorità: 

Pagine