TAR PUGLIA, Bari, Sez. 1^ - 11 gennaio 2018, n. 47

DIRITTO DELL’ENERGIA - Procedimento di autorizzazione ex art. 12 d.lgs. n. 387/2003 - Parere ARPA - Atto meramente endoprocedimentale - Carattere di immediata ed autonoma lesività - Assenza - Impianti eolici - Plurimi impianti sottosoglia - Unicità del centro di imputazione - Applicazione della normativa in materia di VIA - Art. 5, c. 10 l.r. Puglia n. 25/2012.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 11/01/2018 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Natura permanente - Lavori abusivi - Prescrizione - Termini - Inizio e fine della decorrenza e cessazione della permanenza - Sequestro preventivo - Art. 44 d.p.r. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Comparizione in giudizio dell'imputato già dichiarato contumace - Obbligo di notificare il verbale di udienza contenente la modifica dell'imputazione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LIGURIA - 11 gennaio 2018

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ristrutturazione edilizia - Requisito dell’identità di sagoma - Novella di cui all’art. 30 d.l. n. 69/2013 - Normativa locale - Possibilità di disciplinare diversamente la specifica materia - Esclusione - Artt. 1, 2 e 3 d.P.R. n. 380/2001 - Distanza - Metodo di misurazione - Modo radiale (veduta) e metodo lineare (distacchi tra edifici).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. Un. 29/12/2017, Sentenza n.31240

VIA VAS AIA - DANNO AMBIENTALE - Autorizzazione integrata ambientale (AIA) - Impianto denominato "termovalorizzatore ed impianto di trattamento rifiuti liquidi - Autorizzazione allo scarico - Danni sull'ambiente  - Competenza giurisdizionale - Art. 29-quater d.lgs. n. 152/2006 - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Acque pubbliche - Autorizzazione integrata ambientale - Competenze del Tribunale superiore delle acque pubbliche - Esclusione - Incidenza diretta - Limiti - Giurisdizione del TAR- Consiglio di Stato - DIRITTO DEMANIALE - RIFIUTI - Divieto di utilizzazione come discarica di un'area di proprietà del demanio idrico - Impugnazione di un'ordinanza comunale - Competenze del Tribunale superiore delle acque pubbliche - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Controllo della Corte di cassazione sulle pronunce giurisdizionali del Consiglio di Stato - Presupposti e limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR VENETO - 9 gennaio 2018

* CACCIA E PESCA  - Vigilanza volontaria in materia venatoria - Province - L. n. 157/1992 - Attribuzione della funzione di coordinamento - Regolamento che elabora indirizzi unitari in materia - Legittimità - Guardie volontarie delle associazioni venatorie - Qualifica di agente di polizia giudiziaria - Non compete - Ragioni - Art. 27 l. n. 157/1992.

Categoria: 

Autorità: 

TAR SICILIA, Palermo - 8 gennaio 2018

* APPALTI - RIFIUTI - Servizio di locazione e pulizia/spurgo bagni mobili - Ditte offerenti - obbligo di possedere un proprio impianto di smaltimento rifiuti - Inconfigurabilità - Disciplina sui rifiuti - Distinzione delle diverse fasi della gestione - Svolgimento da parte di imprese diverse - Subappalto o avvalimento - Non sono integrati - Pubblicazione della fase di ammissione - Art. 29, c. 1 d.lgs. n. 50/2016 - Finalità processuali - Omissione - Ulteriori operazioni e aggiudicazione - Legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.4^ 20/12/2017 Sentenza C-664/15

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO – Ambiente  - Obblighi di impedire il deterioramento dello stato dei corpi idrici - Promozione della partecipazione attiva di tutte le parti interessate all’attuazione della direttiva – Convenzione di Aarhus – Partecipazione del pubblico al processo decisionale e accesso alla giustizia in materia ambientale – ASSOCIAZIONI E COMITATI - Organizzazioni per la tutela dell’ambiente e diritto di partecipazione e impugnazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Politica dell’Unione europea in materia di acque – Articolo 47 Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea – Diritto a una tutela giurisdizionale effettiva – Progetto che può avere un impatto sullo stato delle acque – Procedimento amministrativo di autorizzazione – Organizzazione per la tutela dell’ambiente – LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Domanda diretta a ottenere la qualità di parte nel procedimento amministrativo – Possibilità di far valere diritti conferiti dalla Direttiva 2000/60/CE – Perdita della qualità di parte nel procedimento e del diritto di ricorso nel caso in cui tali diritti non siano stati fatti valere in tempo utile nel corso del procedimento amministrativo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.4^ 20/12/2017 Sentenza C-677/15 P

APPALTI – Appalti pubblici di servizi - Impugnazione – Prestazione di servizi esterni per la gestione di programmi e progetti nonché per la consulenza tecnica nel settore delle tecnologie dell’informazione – Procedura a cascata – Ponderazione dei sottocriteri nell’ambito dei criteri di aggiudicazione – Principi di pari opportunità e di trasparenza – Errori manifesti di valutazione – Vizi di motivazione – Perdita di un’opportunità – Responsabilità extracontrattuale dell’Unione europea – Domanda di risarcimento - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Appalti - Candidatura o offerta non accettata - Comunicazione dei motivi - Sintesi minuziosa - Esclusione - Amministrazione aggiudicatrice - Copia completa della relazione di valutazione - Limiti - Regolamento finanziario. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.5^ 20/12/2017 Sentenza C-226/16

DIRITTO DELL'ENERGIA – Energia – Settore del gas – Sicurezza dell’approvvigionamento di gas – Regolamento (UE) n. 994/2010 – Obbligo per le imprese di gas naturale di adottare misure dirette a garantire l’approvvigionamento di gas dei clienti protetti – Nozione di “clienti protetti ” – Obbligo supplementare – Possibilità per le imprese di gas naturale di soddisfare il loro obbligo a livello regionale o dell’Unione – Normativa nazionale che impone ai fornitori di gas un obbligo supplementare di stoccaggio di gas il cui ambito di applicazione include clienti che non rientrano tra i clienti protetti ai sensi del regolamento n. 994/2010 – Obbligo di stoccaggio che deve essere soddisfatto per l’80% nel territorio dello Stato membro di cui trattasi - Rinvio pregiudiziale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.2^ 20/12/2017 Sentenza C-393/16

AGRICOLTURA – Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli – Tutela delle denominazioni di origine protetta (DOP) – DOP “Champagne” utilizzata nella denominazione di un prodotto alimentare – Denominazione “Champagner Sorbet” – Prodotto alimentare che contiene champagne come ingrediente – Ingrediente che conferisce al prodotto alimentare una caratteristica essenziale - Regolamento (CE) n. 1234/2007 – Regolamento (UE) n. 1308/2013 – Ambito di applicazione - Rinvio pregiudiziale - TUTELA DEI CONSUMATORI – Sfruttamento della notorietà di una DOP – Usurpazione, imitazione o evocazione di una DOP – Indicazione falsa o ingannevole.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.4^ 20/12/2017 Sentenza C-268/16 P

DIRITTO DEGLI ALIMENTI - TUTELA DEI CONSUMATORI - Produzione ed etichettatura dei prodotti biologici – Regolamento (CE) n. 889/2008 – Regolamento di esecuzione (UE) n. 1358/2014 – Interesse ad agire – Nozione di “vantaggio personale” - Impugnazione – Regolamento (CE) n. 834/2007.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 19/10/2017, Sentenza n.48196

OGM - AGRICOLTURA - INQUINAMENTO DEL SUOLO - TUTELA DEI CONSUMATORI - Mais OGM MON 810 - Sequestro di un terreno - Necessità di valutazioni scientifiche sui rischi per la salute umana o degli animale o per l’ambiente- Necessità - Principio di precauzione - Limiti - Principio di legalità - Grave rischio per la salute umana - Giurisprudenza Corte di giustizia - Sequestro - Verifica dell'attuale permanenza delle esigenze cautelari.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 8 gennaio 2018

* RIFIUTI - Regione Veneto - Piano regionale di gestione dei rifiuti - Adozione in regime di prorogatio - Legittimità - Atto costituente adempimento di impegni derivanti dall’appartenenza all’Unione europea - Impianti di recupero aerobico e anaerobico - Distanza non inferiore a 500 metri da edifici pubblici e abitazioni - Illegittimità - Mancanza di adeguata istruttoria.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 8 gennaio 2018

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di una tettoia - Intervento di nuova costruzione - Permesso di costruire - Rispetto della disciplina urbanistica ed edilizia vigente - Distanze - Art. 907, c. 1 c.c. - Norme sulle distanze legali tra edifici di origine codicistica - Nozione di costruzione - Individuazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^ 8/01/2018 Sentenza n.190

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Sequestro di edificio scolastico e normativa antisismica - Inadeguatezza minima rispetto ai vigenti parametri costruttivi antisismici - Adozione del sequestro preventivo di cui all'art. 321, comma 1, cod. proc. pen., nella non prevedibilità dei terremoti - Revocato del sequestro preventivo disposto dal G.i.p. da parte del Sindaco - Reato di cui all'art. 328 cod. pen., (omissione di atti di ufficio) - Configurabilità - possibili conseguenze sulla incolumità dei terzi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Presupposti per il periculum rilevante - Requisiti della concretezza e della attualità - Requisito della pertinenzialità del bene sequestrato. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 21/12/2017, Sentenza n.57118

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Particolare tenuità del fatto e ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa accessoria dell'ordine di demolizione - Art. 131 bis c.p. - Artt. 27, 31, 44, 93, 94 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Reati edilizi legati dal vincolo della continuazione - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto ex art. 131-bis cod. pen. - Effetti - Valutazione condotta ed esiguità del danno o del pericolo - Violazioni edilizie e ordine di demolizione del manufatto abusivo anche a seguito dell'estinzione della sanzione penale - Natura di sanzione amministrativa di carattere ripristinatorio - Istanze e regole distinte - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Costruzione abusiva - Presenza/assenza di pronunzia di condanna o di patteggiamento - Potere e obblighi del P.M. - Fattispecie collocata nel corpus normativo che agli artt. 27 e 31, d.p.r. n. 380 del 2001 -  Applicazione sanzione amministrativa della demolizione - Estinzione del reato per prescrizione o per fatto non punibile per la sua tenuità - Art. 444 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 08/01/2018, Sentenza n.164

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Manufatto abusivo in area vincolata - Ordine di demolizione delle opere abusive - Istanza di revoca o sospensione - C.d. "abusi minori" - Parere favorevole da parte della Sovrintendenza - Necessità - Art. 734 cod.pen. - Art. 39 L. n. 724/1994 - Art. 32 L. n. 326/2003. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 18/12/2017, Sentenza n.

* RIFIUTI - Materiale vegetale bruciato - Requisiti per l'esclusione dalla disciplina sui rifiuti - Luogo di produzione - Reimpiego come concime o ammendante - Attività di raggruppamento trasporto illecito di rifiuti e combustione del materiale - Mera eliminazione del rifiuto - Assenza di valido titolo abilitativo - Art. 444 cod. proc. pen. - Artt. 182, 184, 255, 256,  256-bis e 259 d.lgs. n.152/06.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 18/12/2017 Sentenza n.56281

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Impianti produttivi di emissioni - Emissioni in atmosfera in assenza della prescritta autorizzazione - Artt.103, 279, 269 d.lgs. n.152/06 - CODICE DELL'AMBIENTE - Tutela ambientale - Funzione abilitativa e di controllo dell'autorizzazione - Valutazione e monitoraggio ecologico della P.A. - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Scarichi a suolo - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Omessa indicazione degli articoli di legge nell'imputazione - Limiti alla compressione dell'esercizio del diritto di difesa - Puntuale indicazione del fatto.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano - 4 gennaio 2018

* RIFIUTI - Iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestri Ambientali - Applicazione delle informative interdittive antimafia - Superamento del sistema basato sulla rigida bipartizione tra comunicazioni e informative antimafia - L. n. 136/2010 - Art. 89 bis d.lgs. n. 159/2011 - Art. 10 d.m. n. 120/2014 - Interpretazione conforme alla disciplina di rango primario - Elenco dei requisiti per l’iscrizione e delle cause di cancellazione dall’Albo - Carattere non tassativo.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano - 5 gennaio 2018

* APPALTI - Esclusione di un’impresa priva dei requisiti di partecipazione - Diverse fasi di gara - Fattispecie - Subappalto - Limite del 30 per cento dell’importo complessivo del contratto - Art. 105 d.lgs. n. 50/2016 - Nozione di importo complessi del contratto - Riferimento all’importo a base di gara - Proposizione della questione pregiudiziale - Lettera di invito - Atto concorrente a formare la lex specialis della procedura.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 21/12/2017, Sentenza n.57111

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Nozione di spostamento e rimozione - Interventi soggetti ad preventiva autorizzazione - Fattispecie - Artt. 21, 169 e 176 del dlgs n. 42/2004 - Giurisprudenza - Opere illecite su beni protetti - Natura di reato formale di pericolo - Concreta lesione del valore storico-culturale della res - Criteri e presupposti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Mancata trascrizione delle dichiarazioni fonoregistrate rese dai testimoni - Violazione del diritto di difesa - Nullità d'ordine generale della sentenza - Ricorso per cassazione - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 22 dicembre 2017

* LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Comitati - Perseguimento di obiettivi di tutela ambientale in modo occasionale - Mera proiezione degli interessi dei soggetti che ne fanno parte - Legittimazione ad agire innanzi al giudice amministrativo - Difetto - VIA, VAS E AIA - Tematiche ambientali - Individuazione della lesione fondante l’impugnazione - Approccio non restrittivo - Legittimazione partecipativa - Impianto a biogas - Potenza termica inferiore alla soglia prevista dalla legislazione regionale - Mancata sottoposizione a VIA - Conflitto con la normativa europea - Disapplicazione della norma interna - Valutazione di impatto ambientale - Carattere preventivo - VIA postuma - Sentenza Corte di Giustizia UE, 26/7/2017, cause C-196/16 e C-197/16 - Condizioni necessarie per l’espletamento della VIA in sanatoria.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 06/10/2017, Sentenza n.45943

RIFIUTI - Smaltimento non autorizzato di rifiuti frantumando inerti da demolizione - Operazioni di livellamento - Natura di deposito temporaneo - Esclusione - Artt. 183 e 256 D. Lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice di legittimità - Controllo sulla motivazione - Limiti - Art. 606, 1°c., lett.e), cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/12/2017, Sentenza n.55510

CODICE DELL'AMBIENTE - Inquinamento ambientale (c.d. Ecoreati) - Compromissione e deterioramento ambientale - Necessità - RIFIUTI - Fattispecie: fosse Imhoff e illecito deposito e smaltimento di reflui liquidi - Artt. 674 e 452 bis cod. pen. - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Criteri per l'applicazione della disciplina su gli scarichi o su i rifiuti - Artt. 124, 137 e 256 del d.lgs. n. 152/2006 - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Getto pericoloso di cose - Mancanza di elementi fattuali - Esclusione della configurabilità dell'art. 674 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 05/10/2017, Sentenza n.45739

RIFIUTI - Deposito temporaneo - Criterio quantitativo e/o temporale - Deposito incontrollato sul suolo di rifiuti pericolosi e non - Illecita gestione di rifiuti - Artt. 183, 192 e 256 D.lgs. n.152/06 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Diniego della concessione delle attenuanti generiche - Reati in materia ambientale e giudizio prognostico sfavorevole in capo al reo - Ipotesi di sostanziale "doppia conforme" - Verifiche e limiti del ricorso in cassazione - Ragionamento probatorio e  giustificazione della decisione del giudice di merito.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 16/10/2017, Sentenza n.47591

RIFIUTI - Reato di illecita attività di gestione di rifiuti - Autofficina - Registro di riparazione - Sequestro dei mezzi - Pessimo stato di conservazione - Integrale bonifica del sito - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Concessione della circostanza attenuante Necessità di valutazione - Art. 256 d. lgs n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Salerno, Sez. 2^ - 3 gennaio 2018, n. 24

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Posa di pavimentazione su lastrico solare - Assenza di altri manufatti che ne evidenzino la destinazione alla presenza stabile di persone - Natura - Manutenzione straordinaria - Lastrico solare - Terrazzo - Differenza - Cambio di destinazione d’uso - Trasformazione di un solaio di copertura in terrazzo - Permesso di costruire - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA - 2 gennaio 2018

* APPALTI - Comunicazione di avvenuta aggiudicazione - Art. 76, c. 5, d.lgs. n. 50/2016 - Garanzia di “completezza dell’informazione” - Difetto - Principio di effettività della tutela processuale - Accesso documentale nel settore delle gare pubbliche - Disciplina - Norme ordinarie in materia di accesso - Principio di correttezza e leale collaborazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 24/07/2017, Sentenza n.36662

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Impianto di autolavaggio - Reato di scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione - Successivo rilascio dell'autorizzazione - Circostanza attenuante del danno patrimoniale di speciale tenuità - Esclusione - Reato ambientale e condotta - Art. 137 D.Lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Determinazione della pena al di sotto della media edittale - Specifica e dettagliata motivazione da parte del giudice - Necessità - Esclusione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 15/12/2017, Sentenza n.56065

RIFIUTI - Reato di getto pericoloso di cose attraverso lo sversamento di liquami - Configurabilità - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Sversamento sui terreni per la concimazione di liquami - Art. 674 c.p. e valutazione della ricorrenza di reati ambientali ai sensi del d. Lgs. 152/2006 - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine