TAR CAMPANIA, Salerno - 19 febbraio 2019

DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Lastrico solare già accessibile – Posa della pavimentazione – Non costituisce intervento di trasformazione in terrazzo, se non accompagnata da altri manufatti – Lastrico solare – Terrazza – Differenza – Cambio di destinazione d’uso da solaio di copertura a terrazzo – Permesso di costruire.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/02/2019, Sentenza n.4973

RIFIUTI - Operazioni di deposito delle terre e delle rocce da scavo - Mancanza di autorizzazione e del controllo amministrativo preventivo - Inosservanza delle prescrizioni - Procedura di conformità "end of wast" - Potenziali danni per l'ambiente - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Natura di reato di pericolo - Principio della personalità della responsabilità penale - Verifiche e compiti del giudice di merito. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 1^, 23/01/2019 Sentenza C-419/17 P

DIRITTO SANITARIO - Regolamento (CE) n. 1907/2006 (regolamento REACH) – Definizione di un elenco di sostanze soggette ad autorizzazione – Iscrizione nell’elenco di sostanze candidate all’eventuale inclusione nell’allegato XIV – Aggiornamento di detto elenco con inclusione della sostanza ftalato di bis (2-etilesile) (DEHP) – Errori d’interpretazione e di applicazione del regolamento REACH e del principio della certezza del diritto – Snaturamento dei fatti e degli elementi di prova - Effetti del DEHP sulla salute umana e non sull’ambiente - Studi sui pesci relativi alle perturbazioni del loro sistema endocrino a seguito di esposizione al DEHP - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Elementi dell’impugnazione - Regolamento di procedura - Principio di certezza del diritto - Principio della tutela del legittimo affidamento - Operatore economico prudente ed accorto - Istituzione che abbia fatto sorgere fondate aspettative - Effetti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 8^, 07/02/2019 Sentenza C-231/18

AGRICOLTURA E ZOOTECNIA – Trasporti su strada di animali vivi – Deroga per i veicoli utilizzati per il trasporto di animali vivi dalle fattorie ai mercati locali o viceversa, o dai mercati ai macelli locali - Regolamento (CE) n. 561/2006 – Regolamento (UE) n. 165/2014 – Obbligo di utilizzo del tachigrafo – Rinvio pregiudiziale. 

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE UE Sez. 3^, 05/02/2019 Sentenza T-177/16

AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Ritrovati per la varietà vegetale Braeburn 78 – Momento della maturazione ottimale per il consumo - Domanda di privativa comunitaria – Designazione di un altro ufficio d’esame – Portata dell’esame che la commissione di ricorso deve effettuare – Obbligo di motivazione - Protocollo UCVV-TP/14/2 - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Decisioni dell’UCVV - Obbligo di motivazione - Tutela dei diritti - Verifica della legittimità della decisione - Articolo 296 TFUE - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 3^, 23/01/2019 Sentenza C-430/17

TUTELA DEI CONSUMATORI – Protezione dei consumatori – Contratti a distanza – Obbligo di informazione sul diritto di recesso – Contratto concluso mediante un mezzo di comunicazione a distanza che consente uno spazio o un tempo limitato per visualizzare le informazioni – Nozione di «spazio o (…) tempo limitato per visualizzare le informazioni» – Opuscolo incluso in un periodico – Cartolina postale di ordine contenente un collegamento ipertestuale che rinvia alle informazioni sul diritto di recesso – Rinvio pregiudiziale – Direttiva 2011/83/UE. 

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 11 febbraio 2019

* APPALTI – Rito superaccelerato – Art. 120, c. 2-bis c.p.a. - Presupposto della pubblicazione dei provvedimenti di ammissione secondo le modalità di cui all’art. 29 d.lgs. n. 50/2016 – Presenza del legale rappresentate della società ricorrente alla seduta di gara in cui sono state disposte le ammissioni – Irrilevanza ai fini della decorrenza del termine di impugnazione – Carattere tassativo delel previsioni di cui agli art. 120 c.p.a. e 29 d.lgs. n. 50/2016.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3579

RIFIUTI - Rifiuti speciali prodotti da terzi - Attività di raccolta e trasporto senza autorizzazione svolta in maniera non professionale o in forma non imprenditoriale - Illecita gestione di rifiuti - Elemento psicologico del reato - Buona fede - Onere della prova - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Reati necessariamente abituali e quelli eventualmente abituali - Inapplicabilità -  Art. 131-bis cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Concessione delle attenuanti generiche - Elementi e circostanze - Valutazione del giudice - Limite all'onere di motivazione del diniego. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3578

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Beni culturali allo stato - Impossessamento illecito - Effetti della declaratoria di estinzione del reato per amnistia o prescrizione - Onere di dimostrare di averli legittimamente acquistati in epoca antecedente all'entrata in vigore della L. n. 364/1909 - Art. 176 d.lgs n. 42/2004 - Sequestro preventivo - Prova della legittimità del possesso davanti al giudice dell'esecuzione - Art. 323 cod.proc.pen. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/12/2018, Sentenza n.58448

RIFIUTI - Reato di attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Nozione e configurabilità del reato - Elementi e presupposti - Conseguimento di un ingiusto profitto - Art. 260, D.L.vo 152/2006 oggi art. 452-quattuordecies cod. pen. - Cconfigurabilità del reato di cui all'art. 452-quaterdecies cod. pen. - Natura di reato abituale - Elementi tipici - Consumazione del reato - DANNO AMBIENTALE - Pregiudizio o pericolo per l'ambiente - Esclusione - Giurisprudenza - Fattispecie - APPALTI - Esecuzione di un contratto di appalto - Configurabilità del delitto di frode in pubbliche forniture o nell'adempimento degli altri obblighi contrattuali - Reato in concorso - Principio di buona fede nell'esecuzione del contratto - Violazione - Art. 356 cod. pen. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Differenza tra art. 356 cod. pen. (frode in pubbliche forniture) e art. 355 cod. pen. (Inadempimento di contratti di pubbliche forniture) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità sulla motivazione - Presupposti e limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/12/2018, Sentenza n.58302

RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti da demolizione utilizzati per riempimento di cava - Responsabilità del proprietario del terreno e dell'esecutore dei lavori - Artt. 183, 184 bis, e 256 d.l.vo n.152/2006 - Terre e rocce da scavo - Sottoprodotto - Requisiti - Disciplina eccezionale e derogatoria - Onere della prova.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3582

RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti costituiti da materiale inerte - Trasporto, deposito e abbandono in modo incontrollato sul terreno di terzi - Disciplina normativa dei rifiuti ed emergenziale - Criteri di applicazione - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Emergenza rifiuti - Questione di legittimità costituzionale - Disciplina eccezionale e temporanea - Principio della riserva di legge - Art. 6, D.L. n. 172/2008 - Giurisprudenza - Stato di emergenza e adozione di norme derogatorie nel settore dei rifiuti - Criteri e presupposti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Diniego della causa di non punibilità - Parametri di valutazione - Natura e struttura oggettiva - Gravità della condotta - Allarme sociale - Fattispecie: scarico di rifiuti su terreni altrui - Art. 131 bis cod.pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/12/2018, Sentenza n.58324

RIFIUTI - Trasporto non autorizzato di rifiuti - Albo Gestori - Procedure disciplinari - Sequestro preventivo degli autocarri utilizzati per la consumazione del reato - Sussistenza indiziaria - Necessità di impedire l'ulteriore prosecuzione del reato - D.M. 120/2014 - Art. 256 c.2 d.lgs. n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Adozione dei provvedimenti cautelari reali - Esigenze cautelari e degli indizi di reato - Autonoma valutazione - Motivazione per relationem o alla tecnica del copia-incolla. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/12/2018, Sentenza n.58001

RIFIUTI - Nozione di rifiuto - Beni destinati al riuso - Individuablità  e limiti - Fattispecie: Materiale corroso e totalmente ricoperto dalla vegetazione, riversato all’esterno di un capannone in seguito ad alluvione - Art. 256 c.2 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Accertamento peritale - Discrezionalità  del giudice - Artt. 495 c.2 e 606, c.1, lett. d), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/12/2018, Sentenza n.56101

RIFIUTI - Terre e rocce da scavo (materiale tufaceo e terreno vegetale) - Attività organizzate per traffico illecito e gestione illecita di rifiuti - Differenze - Configurabilità del reato - Compimento di più operazioni e l'allestimento di mezzi e attività continuative organizzate - Nozione di condotta abusiva - Soglia minima di rilevanza penale della condotta - Ulteriori requisiti e azioni propedeutiche - Definizione di "finalità di ingiusto profitto" - Artt. 186, 256 e 260 d.lgs. n.152/2006 - Art. 452-quaterdecies c.p. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 07/12/2018, Sentenza n.54702

RIFIUTI - Materiali provenienti da demolizione - Regime giuridico applicabile - Deposito temporaneo o sottoprodotto - Requisiti - Inosservanza anche di una sola delle condizioni - Illecita gestione dei rifiuti o in abbandono di rifiuti - Grava sul produttore dei rifiuti l'onere della prova - Artt. 183 e 256, D. L.vo n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità sulla motivazione - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR BASILICATA - 4 febbraio 2019

* APPALTI – ATI di tipo misto – Art. 92 c. 2 DPR 270/2010 – Esecuzione di una categoria scorporabile da parte di una o più imprese mandanti – Esecuzione della categoria prevalente in misura maggiore dalla mandataria – ATI di tipo misto – Unica mandataria – Responsabilità per i lavori eseguiti dalle mandanti  - Categoria scorporata – Indicazione, da parte di due mandanti, di quote uguali di esecuzione – Criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa – Opere aggiuntive – Punteggio – Elementi qualitativi.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^ 29/01/2019, Sentenza n.4462

INQUINAMENTO ACUSTICO - Rumori idonei ad arrecare disturbo o a turbare la quiete pubblica - Schiamazzi e rumori molesti - Emissioni sonore - Elementi probatori - Art. 659 cod. pen.. Fattispecie: disturbato di notte del riposo delle persone, cantando a squarciagola e tenendo alto il volume della radio e dell'autovettura parcheggiata sulla pubblica via - RISARCIMENTO DEL DANNO - Liquidazione del danno morale in relazione a lesioni refertate - Correlazione tra la gravità effettiva del danno e l'ammontare dell'indennizzo. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 07/12/2018, Sentenza n.54704

RIFIUTI - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Rifiuti contenenti olio - Trasporto non autorizzato di olio contenuto in bidoni - Attività reiterata nel tempo non occasionale - Art. 6, c.1, lett. d), d.l. n. 172/2008, conv. con mod., dalla L. n.210/2008 - Reato di trasporto abusivo di rifiuti pericolosi - Configurabilità - Art. 256 e All. D d.lgs. n. 152/2006 - Condotte illecite di gestione dei rifiuti - Provvedimento dichiarativo dello stato di emergenza - Calabria - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Corte di cassazione - Preclusione  della rilettura degli elementi di fatto. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/01/2019, Sentenza n.4250

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissioni di fumi in atmosfera - Sequestro dell'impianto - Contravvenzione di cui all'art. 279 c.1 d.lgs. n.152/2006 - Natura di reato permanente - Requisiti della concretezza ed attualità del pericolo - Esercizio o istallazione di impianto in assenza di autorizzazione - Natura di reato permanente - Consumazione e termine della permanenza - Verifiche della pubblica amministrazione. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari - 25 gennaio 2019

* APPALTI – Servizi analoghi – Ricerca degli elementi di similitudine tra i servizi oggetto di appalto e le prestazioni indicate dai concorrenti – Confronto in concreto – RIFIUTI – Iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali – Art. 90 d.lgs. n. 50/2016 – DGUE – Operatori economici in possesso di certificazione rilasciata da organismi accreditati – Compilazione della Parte IV Sezioni B e C del DGUE – Non è necessaria.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Bari - 4 febbraio 2019

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Opere di urbanizzazione - Realizzazione diretta a scomputo – Iniziativa subordinata alla valutazione discrezionale del Comune – Individuazione dettagliata delle opere – Computo estimativo – Insufficienza – Pagamento degli oneri di urbanizzazione – Diritto alla realizzazione delle opere interessanti la costruzione oggetto del titolo – Inconfigurabilità – Ragioni – Realizzazione di opere di urbanizzazione in misura superiore al dovuto – Azione di arricchimento senza causa – Giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo – Dubbio sulla qualificazione di un intervento come opera di urbanizzazione primaria – Criterio interpretativo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/12/2018, Sentenza n.54167

RIFIUTI - Gestione non autorizzata di rifiuti - Promessa di vendita del terreno (anticipata dal possesso) - Concorso del proprietario del terreno - Artt. 212, 256, 266, d. Lgs. n.152/2006 - Giurisprudenza - Fattispecie: responsabilità del proprietario del terreno in concorso con l'esecutore materiale delle condotte - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di Cassazione - Rilettura degli elementi di fatto - Preclusione - Motivi di ricorso per Cassazione - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/01/2019, Sentenza n.4237

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Destinazione urbanistica di zona - Disposizioni di pianificazione - D.lgs. 23/05/2011, n. 79, noto come Codice del Turismo - Funzioni amministrative in materia di turismo - Artt. 44, 64, 65, 71, 72, d.P.R. n.380/2001 - Art. 146 e 181, d.lgs. n.42/2004 - Art. 734 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Revoca della misura cautelare reale - Nozione di motivazione meramente apparente - Inidoneità a delineare l'itinerario logico - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 03/12/2018, Sentenza n.53978

RIFIUTI - Gestione non autorizzata di rifiuti "pastazzo" di agrumi" e  reflui di lavorazione - Smaltimento in discariche abusive o comunque in luoghi non autorizzati - Impresa di trasporto in amministrazione giudiziaria e azienda produttrice del rifiuto - Responsabilità in concorso - Artt. 256 e 260 D.L.vo 152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/01/2019, Sentenza n.4238

RIFIUTI - Reati ambientali - Particolarità degli accertamenti - Corretta classificazione - Contemperamento delle garanzie di difesa e esigenze investigative - Qualificazione di un rifiuto come pericoloso - Artt. 127, 83, 188, 260 d.lgs. n.152/06 - Giurisprudenza - Fertilizzanti e ammendanti - Definizione di compost di qualità - Compostaggio di rifiuti organici raccolti separatamente - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Fanghi di depurazione destinati all'agricoltura - Reflui assimilabili a quelli civili - Disciplina applicabile e limiti - Cicli di lavorazione e processi di depurazione - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Gestione dei fanghi di depurazione - Utilizzo in agricoltura - Novità legislativa - D.L. 28/09/2018, n. 109 - Ricerca dei marker di cancerogenicità - Situazioni di criticità - Limiti specifici per gli idrocarburi. 

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 1 febbraio 2019

* APPALTI – Certificati della P.A. prodotti dai concorrenti – Stazione appaltante – Valutazione sul merito della veridicità dell’attestazione – Non è richiesta – ATI – Corrispondenza tra la qualificazione di ciascun operatore e la quota della prestazione – Lex specialis – Possesso dei requisiti per tutta la durata della procedura, sino all’esecuzione dell’appalto – Requisiti relativi al dato esperenziale – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Napoli - 2 febbraio 2019

* DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – BENI CULTURALI E AMBIENTALI – Muro di contenimento – Natura di costruzione – Esclusione per la parte compresa tra le fondamenta e il livello del fondo superiore – Assoggettamento alla disciplina giuridica propria delle costruzioni per la parte che si eleva oltre il piano del fondo soprastante – Tutela paesaggistica – Irrilevanza della distinzione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/11/2018, Sentenza n.53648

RIFIUTI - Terre e rocce da scavo - Definizione di "gestione" e  "trattamento" - Raccolta, trasporto, recupero e smaltimento - Sottoprodotto - Test di cessione - Provvedimento di autorizzazione - Necessità - Art. 260 d.lgs. n. 152/2006 oggi trasfuso nell'art. 452-quaterdecies cod. pen. - Artt. 183, 184 bis, 208 d.lgs. 152/2006 - Illecita gestione dei rifiuti - Ingiusto profitto - Organizzazione professionale (mezzi e capitali) - Pluralità delle azioni - Natura di reato abituale - Integrazione dell'art. 452-quaterdecies cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

Pagine