TAR TOSCANA - 17 luglio 2018

* APPALTI - Raggruppamenti di imprese - Principio di necessaria corrispondenza tra quote di partecipazione e quote di esecuzione - E’ venuto meno - Volontà legislativa di privilegiare il dato sostanziale dell’effettivo possesso dei requisiti - Erronea ripartizione tra le imprese raggruppate - Soccorso istruttorio - Applicabilità - Soccorso istruttorio - Art. 83, c. 9 d.lgs. n. 50/2016 - Inapplicabilità agli elementi relativi all’offerta economica e all’offerta tecnica - Interpretazione.

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 17 luglio 2018

* APPALTI - Falso innocuo - Nozione - Inapplicabilità alla materia degli appalti pubblici - Ragioni - Sentenze di applicazione della pena su richiesta - Dichiarazione di estinzione del reato - Decorso del tempo - Esonero dell’obbligo dichiarativo nelle procedura di affidamento di appalti pubblici - Presupposti - Art. 80, c. 3 d.lgs. n. 50/2016.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/07/2018, Sentenza n.

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Ordine di demolizione delle opere e rimessione in pristino dello stato dei luoghi a spese del condannato - Effetti della declaratoria di estinzione del reato per prescrizione -  Artt. 44, 65, 71, 72, 83 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Lavori abusivamente realizzati in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Sussistenza del delitto di cui all'art. 181, comma 1-bis, d.lgs. n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Denuncia di violazioni di legge non dedotte con i motivi di appello - Questioni rilevabili di ufficio in ogni stato e grado del giudizio o che non sarebbe stato possibile dedurre in precedenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/07/2018, Sentenza n.30062

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Omessa denuncia degli atti di atti traslativi aventi ad oggetto un cd "bene culturale" - Inadempimento all'obbligo di agire - Scadenza del termine - Natura di reato omissivo proprio permanente - Artt. 13, 14, 59, 173, 174 e 178 d. lgs. n. 42/2004 - Mancata denuncia degli atti di atti traslativi di beni protetti - Persistente condotta volontaria del soggetto attivo - Adempimento tardivo dell'atto - Effetti - Cessazione della permanenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto di sequestro probatorio - Durata e rapporto di proporzionalità fra mezzo impiegato (spossessamento del bene) e fine endoprocessuale perseguito (accertamento del fatto reato).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/07/2018, Sentenza n.

* PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato di abuso d'ufficio - Responsabile dell'Ufficio Tecnico - Art. 323 c.p. - Violazione dell'art. 31 del d.P.R. 380/2001 - Modifica del piano particolareggiato - Carenza probatoria relativa al dolo specifico del reato - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordinanza di demolizione emessa dal Comune ineseguita - Attivazione delle procedure di demolizione - Gare andate deserte per mancanza di offerenti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in cassazione sulla motivazione della sentenza di non luogo a procedere - Valutazione di effettiva consistenza del materiale probatorio posto a fondamento dell'accusa da parte del G.U.P. - Prova della colpevolezza e impossibilità di sostenere l'accusa in giudizio - Prognosi dell'inutilità del dibattimento in ordine alla completabilità degli atti di indagine sulla prova positiva dell'innocenza o mancanza di prova della colpevolezza - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/07/2018, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere abusive e presenza di una causa di estinzione del reato - Fattispecie: reati edilizi estinti per prescrizione e revoca dell'ordine di demolizione - Artt. 44 lett. b) dpr n. 380/2001 (capo a), 71 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Notificazione all'imputato del decreto di citazione in appello eseguita presso il difensore d'ufficio - Omessa notificazione del decreto di citazione per il giudizio di appello al difensore di fiducia - Nullità d'ordine generale insanabile.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/07/2018, Sentenza n.30626

RIFIUTI - Classificazione dei rifiuti - L'analisi disposta dal giudice non è sempre necessaria - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Sversamento incontrollato al suolo di rifiuti pericolosi -  Reflui provenienti da impianto fognario civile - Osservazione diretta degli operanti di P.G. - Art. 256, comma 1, lettera B), d. lgs. 152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Chiusura della fase istruttoria senza che sia stata assunta una prova in precedenza ammessa con acquiescenza delle parti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 22/06/2018, Ordinanza n.

* ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Utilizzazione delle acque di produzione del frantoio oleario al di fuori dei casi previsti dalla normativa vigente - Autorizzazione allo spandimento delle acque - Eccezionale piovosità - Condizione impeditiva allo spandimento - AGRICOLTURA - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Accumulo idro-agricolo e stoccaggio temporaneo - Spandimento su terreno inidoneo - Responsabilità del legale rappresentante - Sussiste - Reato di cui all'art. 137, c.14, d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 03/07/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Sottoprodotti di origine animale (SOA) - Smaltimento e riciclaggio di carcasse e residui animale mediante incenerimento da parte di terzi - Autorizzazione ambientale integrata - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Lavorazione dei SOA di categoria 3 -  Esalazioni maleodoranti - Reati di cui agli artt. 184, 184 bis, 185 208, 256, 269, d. lgs. 152/2006, 674, cod. pen. - SICUREZZA SUL LAVORO - Contravvenzioni in materia di sicurezza sul lavoro - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro probatorio e preventivo - Ricorso per cassazione unicamente per motivi di violazione  - Sequestro emesso dopo la scadenza del termine delle indagini preliminari - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 8/06/2018, Ordinanza n.

RIFIUTI - Raccolta e trasporto abusivo di rifiuti speciali non pericolosi con mezzi propri - Assenza di autorizzazione - Condotta occasionale - Reato ha natura istantanea - Albo nazionale dei gestori ambientali - Iscrizione - Necessità - Artt. 256 d.lgs. 152/2006, in relazione all'art. 6 L. 210/2008  - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità originaria del ricorso - Effetti - Causa di estinzione del reato intervenuta successivamente alla decisione impugnata - Preclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/06/2018, Sentenza n.

* ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Spargimento incontrollato di liquami provenienti da allevamento - Obbligo di raccolta e smaltimento corretto - Spargimento incontrollato di liquami da parte di terzi - Responsabilità del titolare dell’impresa - Obbligato di vigilanza sul terzo - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento - Creazione di abbondanti ristagni - Art. 137, c.14, d.lgs. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/07/2018, Sentenza n.31380

AREE PROTETTE - DIRITTO VENATORIO - Caccia in aree naturali protette - Differenza tra mancanza di tabellazione e regolare tabellazione - Presunzione di conoscenza a carico del trasgressore - Consapevolezza del divieto - Normale diligenza - Reato di cui 21 c.1 lett. c) e 30 c.1 lett. d) L n. 157/1992 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.28736

AREE PROTETTE - Aree protette e sequestro preventivo - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Danneggiamento del patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale e distruzione o deturpamento di bellezze naturali - Concorso tra i reati sanzionati dalla legge quadro e le due contravvenzioni contenute nel codice penale - Art. 30, c.3 L. n.394/1991 - Artt. 733 e 734 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Tribunale del riesame - Ruolo di garanzia - Valutazione delle allegazioni probatorie e delle confutazioni - Allegazioni di immediata evidenza ed oggettivamente determinante in relazione al "fumus commissi delicti" - Sequestro preventivo - Periculum in mora - Criteri per l'individuazione - Caratteri della concretezza e della attualità - Probabilità di danno futuro - Art. 321 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 4^ 06/06/2018, Sentenza n.

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO E DEL SUOLO - Natura del reato di avvelenamento - Differenza tra reato istantaneo ad effetti permanenti e reato istantaneo a condotta perdurante - Momento della consumazione del reato - Art. 439 cod. pen. - Art. 674 cod. pen. - Artt. 101, 103, 104, 256 e 257 d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Avvelenamento di acque o di sostanze alimentari - Condotte di "inquinamento" e configurabilità del delitto di avvelenamento di acque o di sostanze alimentari - Qualità e quantità dell'inquinante - Valutazione del giudice di merito - Pericolo presunto per la salute pubblica potenzialmente idoneo a produrre effetti tossico-nocivi - Mero superamento di "limiti - soglia" - Valenza precauzionale - Nozione di pericolosità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso a competenze specialistiche con l'obiettivo di integrare i saperi del giudice - Conferimento dell'incarico a periti e consulenti e procedimentalizzazione di atti - Impiego della prova scientifica e affidabilità delle informazioni - Ricorso in cassazione e limiti del giudice di legittimità - Valutare della correttezza metodologica dell'approccio del giudice di merito al sapere tecnico-scientifico - Onere della compiuta motivazione del giudice di merito - Contrapposte teorie scientifiche - Esamina delle argomentazioni del perito o consulente da parte del giudice di merito - Motivazione sull'interpretazione dei dati fattuali disponibili - Fattispecie - Immediata dichiarazione di una causa di non punibilità e proscioglimento nel merito - Presenza della parte civile - RISARCIMENTO DEL DANNO - Valutazione del compendio probatorio ai fini delle statuizioni civili - Il giudice di secondo grado deve procedere ad esaminare funditus i motivi di doglianza senza limitarsi al criterio di economia processuale ex art. 129, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

TAR CALABRIA, Catanzaro – 29 giugno 2018

* PROCESSO AMMINISTRATIVO – Processo amministrativo telematico – Deposito – Ultimo giorno utile – Termine delle ore 12.00 – Termine di garanzia del contraddittorio e della corretta organizzazione del lavoro del collegio giudicante – APPALTI - Integrazione del DGUE – Documento redatto in forma analogica, sottoscritto e corredato da copia della carta di identità e trasformato in pdf - Conformità al disposto degli artt. 38, cc. 1, 2 e 47 e c. 1 d.P.R. n. 445/2000 e 65, c. 1 lett. c) d.lgs. n. 82/2005.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/06/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Terra e rocce da scavo di provenienza da altro cantiere - Conferimento in discarica di rifiuti non pericolosi - Assenza della documentazione autorizzativa dello scarico nel cantiere di arrivo - Formulario di identificazione per trasporto rifiuti su strada - Art.256, c.1, lett. a) d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in cassazione e conversione della impugnazione - Principio di conservazione degli atti - Requisiti di sostanza e forma stabiliti ai fini della impugnazione che avrebbe dovuto essere proposta - Art. 568, comma 5, cod. proc.pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 3^, 21 giugno 2018 Sentenza C-557/15

FAUNA E FLORA - Conservazione degli uccelli selvatici - CACCIA - Cattura e detenzione di esemplari vivi - Specie appartenenti alla famiglia dei fringillidi - Divieto - Regime derogatorio nazionale - Potere di deroga degli Stati membri - Presupposti - Direttiva 2009/147/CE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 4^, 4 luglio 2018 Sentenza C-626/16

RIFIUTI - Discariche di rifiuti - Discariche preesistenti - Decisione definitiva sul proseguimento o meno delle operazioni - Procedura di chiusura - Sentenza della Corte che constata un inadempimento - Mancata esecuzione - Articolo 260, paragrafo 2, TFUE - Sanzioni pecuniarie - Penalità e somma forfettaria - Inadempimento di uno Stato – Ambiente - Direttiva 1999/31/CE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. 1^, 27 giugno 2018 Sentenza C-90/17

DIRITTO DELL'ENERGIA - Tassazione dei prodotti energetici e dell’elettricità - Entità che produce elettricità per uso proprio - Piccoli produttori di elettricità - Distributore indipendentemente dalla sua importanza - Prodotti energetici utilizzati per produrre elettricità - Obbligo di esenzione - Rinvio pregiudiziale - Direttiva 2003/96/CE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/07/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Qualificazione giuridica di un rifiuto come pericoloso - Criteri - Carattere della pericolosità - Preventiva analisi da parte dell'ARPA - Esclusione - Codice CER Fattispecie: accertamento da parte della polizia giudiziaria - Conferimenti abusivi - Accettazione e ricezione di rifiuti in violazione delle prescrizioni autorizzative e dei requisiti d'ammissibilità - Responsabilità del gestore della discarica - Gestione di discarica abusiva o irregolare nella fase post-operativa - Permanenza del reato - Disponibilità dell'area il gestore - Momento della cessazione della permanenza -  Art. 256, co. 3, d. lgs. n. 152 del 2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione e vizio di travisamento della prova - Ricorso per cassazione e rilettura degli elementi di fatto posti a fondamento della decisione - Preclusione - Ricorso per cassazione e vizio di "travisamento della prova" - Ricorso per cassazione e aspecificità dei motivi.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione - Sentenza irrevocabile - Revoca o sospensione - Istanza di condono o di sanatoria - Onere del giudice dell'esecuzione - Definizione del procedimento amministrativo - Sospensione dell'esecuzione solo in prospettiva di un rapido esaurimento - Art. 31 del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - Ordine di demolizione adottato dal giudice - Natura di provvedimento giurisdizionale - Organo promotore dell'esecuzione - Pubblico ministero - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Circolare interpretativa - Natura di atto interno alla pubblica amministrazione - Non esplica alcun effetto vincolante - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Pubblico ministero - Status di indipendenza esterna.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018 (Ud. 15/05/2018), Sentenza n.28770

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio di tassatività delle impugnazioni - Atti soggetti a tale strumento di verifica - Decreto di perquisizione da parte del P.M. - Limiti - Inosservanza da parte dell'autorità giudiziaria o della polizia giudiziaria - Effetti - Fattispecie: ispezione di immobili.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Mutamenti di destinazione d'uso senza opere - Stessa categoria urbanistica DIA (ora Cila) - Trasformazione di un immobile destinato ad uso non residenziale in immobile residenziale - Passaggio di categoria o cambio d'uso eseguito nei centri storici - Art. 23-ter del dPR n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.28747

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Illecito edilizio - Procedura di fiscalizzazione - Interventi eseguiti in minima difformità dal permesso di costruzione - Permesso di costruire a sanatoria ai sensi dell'art. 34, c.2 D.P.R. 380/01 - Disciplina antisismica - Autorizzazione sismica in sanatoria - Efficacia estintiva delle violazioni - Esclusione - Recupero degli interventi abusivi conformi agli strumenti urbanistici generali e di attuazione - Giurisprudenza - Demolizione con pregiudizio della parte eseguita in conformità - Differenza e limiti della sanatoria edilizia e fiscale - Art. 34, 36 e 45 D.P.R. 380/01 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorsp per cassazione per difetto di motivazione - Mancanza dei requisiti minimi di coerenza, di completezza e di ragionevolezza.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 6 luglio 2018

* APPALTI – Commissione di gara – Composizione del collegio – Numero dispari di componenti – Non costituisce principio generale – Costituzione di un collegio avente un numero pari di componenti – Legittimità – Commissione di gara – Natura – Collegio perfetto – Attività delegabile o affidabile a sottocommissioni – Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 3^ 28/06/2018, Sentenza n.17045

DANNO AMBIENTALE - Risarcimento del danno e responsabilità ex 2051 - Inquinamento delle risorse ambientali - Diffusione incontrollata degli inquinanti - Proprietario che non era autore della violazione - Art. 17 del d.lgs. 22 del 1997 e d.lgs 2 aprile 2006, n. 152 - Nesso di causalità - Principio "chi inquina paga" - Carattere retroattivo - Esclusione - Giurisprudenza - RIFIUTI - Sito contaminato - INQUINAMENTO - Danno ambientale - Giurisprudenza comunitaria - Interventi di bonifica ed esclusione di responsabilità in capo ai proprietari incolpevoli.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.28784

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Opere realizzate in assenza di titolo abilitativo - Insanabilità degli immobili - Verifica della doppia conformità - Sanatoria giurisprudenziale o impropria - Esclusione - Giurisprudenza - Effetti sulle opere - La positiva valutazione dell'amministrazione non produce effetti estintivi del reato ma impedisce la confisca dei terreni abusivamente lottizzati - Artt. 30, 36 d.P.R. 380/01 - Fattispecie: successiva modifica dello strumento urbanistico.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 03/07/2018, Sentenza n.29894

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Decreto di sequestro preventivo di un cane - Art. 544 ter, cod. pen. - Maltrattamento di animali - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo o probatorio - Ricorso per Cassazione  - Limiti - Fumus commissi delicti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA, Salerno - 4 luglio 2018

* APPALTI – Effettivo possesso dei requisiti – Termine iniziale – Scadenza per la presentazione delle domande – Interpretazione del bando – Regole di cui agli artt. 1362 e ss. c.c. – Interpretazione letterale – Interpretazione di buona fede – Disciplina della gara – Oscurità o erroneità della lex specialis attribuibile alla stazione appaltante – Affidamento degli interessati in buona fede.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.

* RIFIUTI - Illecito smaltimento di rifiuti - Fase di raccolta e finale - RESPONSABILITA' 231 - Ecodelitti - Sequestro delle aziende e dei beni strumentali all'attività di impresa - Rapporto di pertinenzialità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Costituzione nel procedimento - Rappresentati legali indagati del reato presupposto e nomina del difensore di fiducia dell'ente - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Responsabilità dei legali rappresentanti di una società e legittimazione processuale - Artt. 321, c.2 cod. proc. pen., 260 d.lgs. 152/06 e 452-undecies cod. pen. - Artt. 39, 43 e 57 d.lgs. 231/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Condono edilizio frazionando l'unità immobiliare in plurimi interventi edilizi - Inammissibilità - Realizzazione di un unico manufatto - Violazioni urbanistico-edilizie - Responsabilità per abuso del committente, del titolare del permesso di costruire, del direttore dei lavori e del costruttore - Titolo abilitativo (anche in sanatoria) in violazione di legge o degli strumenti urbanistici - Art. 29 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2018, Sentenza n.28751

RIFIUTI - Discarica abusiva di rifiuti pericolosi e non - Confisca dell'area in comproprietà - Diritti del comproprietario non responsabile - Individuazione della quota anche mediante divisione - Art. 256 d.lgs n. 152/2006 - Contestazione dell'accusa - Mancata o errata indicazione degli articoli di legge violati - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Misura di sicurezza - Sequestro in via cautelare e confisca - Confisca di beni in comproprietà indivisa - Riforma del Codice Antimafia - Quote indivise di beni immobili appartenenti all'imputato condannato - Comproprietario terzo estraneo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 03/07/2018, Sentenza n.29901

DANNO AMBIENTALE - Ecodelitti - Disastro ambientale - Ampia accezione della nozione di ambiente - Artt. 452-bis, 452-quater, 452-quinquies - Requisito del disastro ambientale - Ambiente come "sistema" - Condotta "abusiva" - Violazione di leggi statali, regionali o prescrizioni amministrative - Delitto di disastro ambientale e disastro innominato (di cui all'art. 434 cod. pen.) - Differenza - Oggetto di tutela la integrità dell'ambiente - Tutela della pubblica incolumità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia - 4 luglio 2018

* CAVE E MINIERE – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – RIFIUTI – Lavorazioni di inerti all’interno di un ambito estrattivo – Natura complementare - Assenza di espressi divieti del piano cave provinciale – Conformità urbanistica – Attività complementari – Natura intrinsecamente provvisoria – Aspettativa tutelata a ottenere una destinazione che consolidi i cantieri esistenti – Insussistenza – Strumenti urbanistici comunali – Modifica della zonizzazione o individuazione di fasce di rispetto – Riduzione della superficie disponibile per l’attività di scavo e la lavorazione degli inerti – Limiti – Esaurimento dell’attività estrattiva – Riappropriazione della funzione pianificatoria degli strumenti urbanistici comunali.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine