Giurisprudenza: Giurisprudenza Sentenze per esteso massime | Categoria: Maltrattamento animali Numero: | Data di udienza:

 MALTRATTAMENTO DI ANIMALI – Tentato delitto di uccisione di animali – Lancio di polpetta avvelenata – Configurabilità – Fattispecie – Artt. 56, 544 bis c.p..


Provvedimento: Sentenza
Sezione:
Regione: Lombardia
Città: Milano
Data di pubblicazione: 3 Aprile 2012
Numero:
Data di udienza:
Presidente: Rizzardi
Estensore:


Premassima

 MALTRATTAMENTO DI ANIMALI – Tentato delitto di uccisione di animali – Lancio di polpetta avvelenata – Configurabilità – Fattispecie – Artt. 56, 544 bis c.p..



Massima

 

 

TRIBUNALE DI MILANO, 3 aprile 2012 

MALTRATTAMENTO DI ANIMALI – Tentato delitto di uccisione di animali – Lancio di polpetta avvelenata – Configurabilità – Fattispecie – Artt. 56, 544 bis c.p..
 
Configura il tentato delitto di uccisione di animali qualora la morte dell’animale non si verifichi grazie al pronto intervento di terzi. Nel caso di specie, a venire in rilievo e un fatto realizzato in un contesto di vicinato. Fatto, realizzato per crudeltà e senza necessità, con il lancio di polpette di carne avvelenata in direzione di un cane che si trovi al di la di una recinzione, (per far smettere di abbaiare l’animale, ritenuto molesto). 
 
Giud. Rizzardi – G.


Allegato


Titolo Completo

TRIBUNALE DI MILANO, 3 aprile 2012

SENTENZA

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!