PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Peculato – Appropriazione di fondi pubblici – Spese di rappresentanza prive di giustificativi – Finanziamento delle attività dei Gruppi consiliari – Differenza tra gruppi consigliari e partiti politici – Limiti alle spese rimborsabili – Giurisdizione della Corte dei conti in materia di responsabilità erariale – Attività di rappresentanza – Soggetti autorizzati per legge o per statuto – Nozione di spesa di rappresentanza – Elementi sostanziali e formali – Presupposti e limiti – Scopo promozionale per l’ente – Immagine o attività dell’ente – Criteri di ragionevolezza e sobrietà – Caratteri dell’ufficialità e dell’eccezionalità – Vantaggi correlati alla conoscenza dell’attività amministrativa – Principi di trasparenza e del generale obbligo di motivazione – Spese rendicontate analiticamente nei modi e tempi di erogazione – Responsabilità penale e della condotta di appropriazione – C.d. spese ambivalenti – Documentazione originaria muta od opaca – Onere della prova – Giurisprudenza.

Per leggere il contenuto completo di questo articolo devi ACCEDERE AL SITO o REGISTRARE UN ACCOUNT. Consulta la pagina Abbonamenti per maggiori dettagli.

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!