DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Prescrizione del reato e confisca – Doveri del giudice d’appello e la Corte di cassazione – Beni appartenenti a soggetti terzi – Art. 578-bis c.p.p. – Confisca dei terreni abusivamente lottizzati e delle opere abusivamente costruite appartenenti a terzi – Ricorso per cassazione – Difetto dell’allegazione di uno specifico interesse concreto ed attuale – Inammissibilità – Persona giuridica che sia rimasta estranea al giudizio – Partecipazione della persona giuridica al procedimento di esecuzione – Autorizzazione a lottizzare emessa successivamente – Approvazione di un piano di recupero urbanistico – Effetti – Reato di lottizzazione abusiva – Integrazione anche solo a titolo di colpa – Lottizzazione “mista” (negoziale, “cartolare” o “giuridica”) – Artt. 30 e 44 d.P.R. n. 380/2001 – Reato di lottizzazione abusiva materiale – Configurabilità – Reato progressivo nell’evento lesivo – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Nuovo reato di abuso d’ufficio – Pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio – Presupposti – C.d. “doppia ingiustizia” – Danno (ingiusto) o vantaggio patrimoniale (parimenti ingiusto) e dolo intenzionale – Art. 323 C.P – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Scusabilità dell’ignoranza della legge penale – Presupposti e limiti.

Per leggere il contenuto completo di questo articolo devi ACCEDERE AL SITO o REGISTRARE UN ACCOUNT. Consulta la pagina Abbonamenti per maggiori dettagli.

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!