DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi – Piscina priva di rivestimento interno – Condono edilizio – Esclusione – Momento dell’ultimazione dell’opera – Concreta utilizzabilità – Art. 31, c.2, L. 47/1985 – Costruzione di spogliatoio, solarium e due wc – Qualificazione come opere di completamento (interventi di minore rilevanza), afferenti alla manutenzione straordinaria o al restauro – Esclusione – Qualifica di opere nuove – Legge n. 326/2003 – Fattispecie: opere abusive consistenti in una piscina natatoria e relative pertinenze.

Per leggere il contenuto completo di questo articolo devi ACCEDERE AL SITO o REGISTRARE UN ACCOUNT. Consulta la pagina Abbonamenti per maggiori dettagli.

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!