DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA – Reati edilizi e volontaria sospensione dei lavori – Opere edilizie realizzate in assenza o in difformità – Dimostrazione della desistenza dalla prosecuzione dell’intervento edilizio  – Nuova giurisprudenza – Permanenza del reato di edificazione abusiva – Individuazione del momento di cessazione dei lavori – Determinazione della decorrenza della prescrizione del reato edilizio – Onere probatorio – Estinzione dei reati per decorso del termine massimo – Momento della desistenza definitiva dei lavori – Nozione di “assenza” o “in difformità” – Fattispecie: nozione di desistenza ed effetti reali della presentazione di una domanda di sanatoria – Artt. 34, 44, 93 e 94 d.P.R. n. 380/2001.

Per leggere il contenuto completo di questo articolo devi ACCEDERE AL SITO o REGISTRARE UN ACCOUNT. Consulta la pagina Abbonamenti per maggiori dettagli.

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!