RIFIUTI – Gestione di rifiuti in assenza di autorizzazione – Natura di reato comune – Chiunque svolga attività di gestione rifiuti di fatto o in modo secondario, purché non del tutto occasionalmente – Art. 256, d.lgs n. 152/2006 – Sequestro preventivo emesso dal GIP – Condizioni di legittimità della misura cautelare – Sufficiente la sussistenza del fumus commissi delicti – Doveri del giudici – Reato di ricettazione ex art. 648 c.p. – Art. 321 cod.proc.pen. – DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Trasmissione di atti per ragioni di competenza – Incidenza sull’efficacia delle misure cautelari in corso di applicazione – Effetti – Art. 27 cod. proc. pen. – Fattispecie. sequestro di un capannone industriale costituito da ingenti quantitativi di rifiuti pericolosi e non pericolosi.

Per leggere il contenuto completo di questo articolo devi ACCEDERE AL SITO o REGISTRARE UN ACCOUNT. Consulta la pagina Abbonamenti per maggiori dettagli.

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!