Giurisprudenza: Giurisprudenza Sentenze per esteso massime | Categoria: Diritto del lavoro Numero: 457 | Data di udienza:

DIRITTO DEL LAVORO – Cessazione del rapporto di fiducia – Licenziamento per giusta causa – Impossibilità oggettiva della prosecuzione del rapporto – Proroghe per malattia del lavoratore – Esclusione – Apprezzamento di fatto riservato al Giudice di merito.


Provvedimento: Sentenza
Sezione: Sez. Lavoro
Regione:
Città:
Data di pubblicazione: 16 Gennaio 2012
Numero: 457
Data di udienza:
Presidente:
Estensore:


Premassima

DIRITTO DEL LAVORO – Cessazione del rapporto di fiducia – Licenziamento per giusta causa – Impossibilità oggettiva della prosecuzione del rapporto – Proroghe per malattia del lavoratore – Esclusione – Apprezzamento di fatto riservato al Giudice di merito.



Massima

 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. Lavoro 16 gennaio 2012, Sentenza n. 457

DIRITTO DEL LAVORO – Cessazione del rapporto di fiducia – Licenziamento per giusta causa – Impossibilità oggettiva della prosecuzione del rapporto – Proroghe per malattia del lavoratore – Esclusione – Apprezzamento di fatto riservato al Giudice di merito.
 
Il licenziamento per giusta causa, prevedendo la cessazione del rapporto di fiducia e comprovando sul versante giuridico l’impossibilità oggettiva della prosecuzione del rapporto, non ammette dilazioni neanche per la malattia del lavoratore. La valutazione della gravità dell’infrazione commessa dal lavoratore e della sua idoneità ad integrare giusta causa di licenziamento si risolve in un apprezzamento di fatto riservato al Giudice di merito e, dunque, incensurabile in sede di legittimità, purché congruamente motivato.


Allegato


Titolo Completo

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. Lavoro 16 gennaio 2012, Sentenza n. 457

SENTENZA

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!