RIFIUTI – Presupposto della tassa di smaltimento dei rifiuti ordinari solidi urbani – Esenzione dalla tassazione – Caratteristiche del rifiuto – Aree inidonee alla produzione di rifiuti – Onere della prova – Art.62 d.lgs. n.507/1993 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – Accertamento dei tributi di competenza degli enti locali – Identità di “ratio” del trattamento impositivo della TARSU o TIA – Variazione della superficie tassabile o della tariffa o della categoria – Verifica dei presupposti della pretesa tributaria – L. n. 296/2006 – Tassabilità dei box auto – Differenza tra autorimesse scoperte esterne e garage siti all’interno di locali – Tributo commisurato a determinati parametri, quantità e qualità dei rifiuti prodotti, costi di smaltimento – C.d. equità contributiva – Legge n. 549/1995 – L. n.147/2013 – Disciplina della Tarsu e principio comunitario “chi inquina paga” – Commisurazione della tassa ad una serie di presupposti variabili o a particolari condizioni – PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO – Tributi locali – Obbligo generalizzato di attivare il contraddittorio preventivo endoprocedimentale per effettuare l’attività di accertamento – Presupposti e limiti – Ricorso per cassazione proposto da un Comune – Sussistenza della procura speciale in capo al difensore – Mandato conferito da soggetto munito di poteri (nella specie il Sindaco pro tempore) – Mutamento della persona in carica – DIRITTO PROCESSUALE CIVILE – Giudizio sulla congruità della motivazione dell’avviso di accertamento – Principio di autosufficienza del ricorso per cassazione – Art. 366 c.p.c..

Per leggere il contenuto completo di questo articolo devi ACCEDERE AL SITO o REGISTRARE UN ACCOUNT. Consulta la pagina Abbonamenti per maggiori dettagli.

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!