Giurisprudenza: Giurisprudenza Sentenze per esteso massime | Categoria: Diritto sanitario Numero: 262 | Data di udienza:

 DIRITTO SANITARIO – Operazione e decorso post operatorio – Lesioni personali – Imperizia e negligenza – Requisiti – Artt. 582 e 590 c.p..


Provvedimento: Sentenza
Sezione:
Regione: Abruzzo
Città: Aquila
Data di pubblicazione: 29 Febbraio 2012
Numero: 262
Data di udienza:
Presidente: Servino
Estensore: Servino


Premassima

 DIRITTO SANITARIO – Operazione e decorso post operatorio – Lesioni personali – Imperizia e negligenza – Requisiti – Artt. 582 e 590 c.p..



Massima

 


CORTE D’APPELLO DELL’AQUILA, 29 febbraio 2012 sentenza n. 262

 

DIRITTO SANITARIO – Operazione e decorso post operatorio – Lesioni personali – Imperizia e negligenza – Requisiti – Artt. 582 e 590 c.p..
 
Ogni sanitario non può esimersi dal conoscere e valutare l’attività precedente o contestuale svolta da altro collega e dal controllarne la correttezza, se del caso ponendo rimedio a errori altrui che siano evidenti e non settoriali, rilevabili ed emendabili con l’ausilio delle comuni conoscenze scientifiche del professionista medio. Nella specie, un medico oltre che al rispetto dei canoni di diligenza e prudenza connessi alle specifiche mansioni svolte, è tenuto a osservare gli obblighi derivanti dalla convergenza di tutte le attività verso il fine unico della tutela della salute. 

Pres. e rel. Servino

Allegato


Titolo Completo

CORTE D’APPELLO DELL’AQUILA, 29 febbraio 2012 sentenza n. 262

SENTENZA

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!