L’interesse pubblico tra dinamiche organizzative e profili consensuali.

PUBBLICO E PRIVATO NEL DIRITTO URBANISTICO.

L’interesse pubblico tra dinamiche organizzative e profili consensuali.

Giovanni Maria Caruso* – Emanuele Guarna Assanti**

Abstract (it) Le funzioni in materia urbanistica tendono a produrre una serie di problematiche che investono tanto i rapporti interni alla sfera pubblica quanto quelli che si instaurano fra pubblico e privato. Le prime si manifestano in ragione della distribuzione delle funzioni su diversi livelli di governo e risentono del più generale processo di modifica dell’assetto organizzativo degli enti territoriali attualmente in corso in Italia. Le altre vicende si collegano alle specificità delle funzioni urbanistiche che, in ragione della loro interferenza con aspetti legati alla proprietà, si avvalgono naturalmente di diverse tecniche in grado di coinvolgere i privati nei processi decisionali pubblici attraverso specifici strumenti negoziali o particolari formule di partenariato. L’eccessiva frammentazione organizzativa e il crescente ricorso a modelli mutuati dal diritto privato condizionano inevitabilmente la composizione dei conflitti fra gli interessi in gioco, dimostrando che il vero limite delle funzioni urbanistiche risiede nella disponibilità di risorse economiche.

Abstract (en) Urban-planning functions tend to produce a series of problems that affect both the relations of the public sphere internally and those that arise between the public and private sectors. The former are due to the distribution of the functions among different levels of government and are affected by the more general process of reformation of the organisational structure of local authorities, currently underway in Italy. The other type of problems are connected to the specific features of urban functions which, due to their interference with aspects related to private ownership, naturally make use of different techniques capable of involving individuals in public decision-making processes through specific negotiation instruments or particular partnership formulas. The excessive organisational fragmentation and the growing use of models borrowed from private law inevitably condition the composition of conflicts between interests at stake, showing that the real limit of urban functions lies in the availability of economic resources.

Sommario: 1. Sussidiarietà verticale e sussidiarietà orizzontale nella disciplina delle funzioni urbanistiche. – 2. L’urbanistica fra competenze legislative e funzioni amministrative. – 3. L’urbanistica contrattata e il modello della società di trasformazione urbana. – 4. Tentativi di riforma fra ripensamenti della geografia istituzionale, progetti di disciplina del “governo del territorio” e riforme costituzionali. – 5. L’urbanistica fra sostenibilità organizzativa ed economica.

________________

*  Professore aggregato presso l’Università della Calabria, è autore dei paragrafi 1, 3, 5.
** Dottore di ricerca in Diritto pubblico, urbanistico e dell’ambiente presso l’Università degli Studi di Firenze, è autore dei paragrafi 2 e 4.

Scarica allegato

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!