______________ AMBIENTEDIRITTO ______________

 

POTERI SOSTITUTIVI DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SEPARAZIONE DEI POTERI ED EFFETTIVITÀ DELLA TUTELA: CENNI ALL’ORDINAMENTO ITALIANO.

 

Vera Parisio
Professore ordinario di Diritto amministrativo nell’Università di Brescia

 

 

Abstract [It]: il tema dei limiti che il giudice amministrativo incontra nell’esercizio di poteri sostitutivi nei confronti dell’amministrazione è da sempre oggetto di ampio dibattito, anche perché vede contrapposti, da un lato, il principio dell’effettività della tutela giurisdizionale e, dall’altro, quello della divisione dei poteri, come garanzia di democraticità. Con precipuo riferimento a detta questione, con il presente scritto, si intende fornire un sintetico quadro della situazione italiana, privilegiando uno sguardo d’insieme rispetto alla ricostruzione dettagliata dei singoli istituti coinvolti, che da soli necessiterebbero di ampia trattazione.

Abstract [En]: administrative Courts’ substitutive powers towards Public Administration have always been at a topic of debate. The reason being that the principle of effectiveness of judicial protection and the theory of separation of powers, as a guarantee of democracy, are opposite to each other. In this matter, this short essay aims at providing a short overview of the Italian legal system, by putting the focus on an overall view rather than a thorough reconstruction of the specific legal institutions involved, which otherwise would require an extensive examination.

 

Sommario: 1. Introduzione. – 2. Giudice amministrativo e discrezionalità. – 3. Giudice, amministrazione e giurisdizione di merito. – 4. La giurisdizione estesa al merito nel codice del processo amministrativo (c.p.a.) – 4.1. Il giudizio di ottemperanza come ipotesi più rilevante – 4.2. La giurisdizione estesa al merito sugli atti e le operazioni elettorali. – 4.3. Le controversie sulle sanzioni amministrative pecuniarie. – 4.4. Le contestazioni sui confini tra enti territoriali. – 4.5. I provvedimenti di classificazione delle opere cinematografiche per la visione dei minori – 5. I poteri sostitutivi in caso di silenzio-inadempimento su attività vincolata, ai sensi degli artt. 31 e 117 c.p.a. – 6. Conclusioni.


Scarica allegato

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!