L’art. 38 del d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 alla luce della recente pronuncia dell’adunanza plenaria: Cons. di Stato, Ad. Plen., 7/09/2020, n. 17.

______________ AMBIENTEDIRITTO ______________

 

LA C.D. “FISCALIZZAZIONE DELL’ABUSO EDILIZIO”.

 

L’art. 38 del t.u. edilizia, d.p.r. 6 giugno 2001 n. 380 alla luce della recente pronuncia dell’adunanza plenaria: Cons. di Stato, Ad. Plen., 7 settembre 2020, n. 17.

 

Avv. Stefano De Rosa

 

Abstract (en): The purpose of the article is to analyze the decisions of the Plenary Meeting of the State Council n. 17 of 2020 about the “taxation of building abuse”. As Provided for in Article 38 of D.P.R. 380/2001, in case of annulment of building permits, if it is not possible to remove the breach of administrative procedures or the restoration of the condition of the permises, the Administration have to apply the penality. With the payment of the penality the builder get the same effects of the amnesty provided for in article 36 of D.P.R. 380/2001. The decisions of the Plenary Meeting of the State Council states which types of breach legitimises the implementation of this particular amnesty, only formal and procedural breach or substantive legal flaws.

Abstract (it): Il presente elaborato intende analizzare la decisione dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato n. 17 del 7 settembre 2020 in merito alla c.d. “fiscalizzazione dell’abuso edilizio”. Come previsto dall’art. 38 del D.P.R. 380/2001, in caso di annullamento del permesso di costruire, ove non fosse possibile la rimozione dei vizi delle procedure amministrative ovvero la restituzione in pristino, l’Amministrazione applica una sanzione pecuniaria pari al valore venale delle opere o loro parti abusivamente eseguite. L’integrale corresponsione della sanzione pecuniaria irrogata produce i medesimi effetti del permesso di costruire in sanatoria di cui all’articolo 36 del D.P.R. 380/2001. La pronuncia in esame stabilisce quali tipologie di vizi legittimano l’applicazione della sanatoria in esame, se meramente formali ovvero di natura sostanziale.

 

SOMMARIO: 1. Premessa; – 2. La questione giuridica analizzata dalla IV Sezione del Consiglio di Stato: gli orientamenti giurisprudenziali pregressi.; – 3. La posizione dell’Adunanza Plenaria: Sentenza n. 17 del 7 settembre 2020.; – 4. Considerazioni conclusive.

 

Scarica allegato

Iscriviti alla Newsletter GRATUITA

Ricevi gratuitamente la News Letter con le novità di AmbienteDiritto.it e QuotidianoLegale.

ISCRIVITI SUBITO


Iscirizione/cancellazione

Grazie, per esserti iscritto alla newsletter!