* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Trasporto non autorizzato di rifiuti - Nuovo indirizzo giurisprudenziale - Assoluta occasionalità - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Reato di cui all'art. 256, c1, lett.a), d.lgs 152/2006 - Esclusione penale della condotta in ragione della occasionalità - Assenza di "attività" - Necessità - Fattispecie: trasporto e conseguente commercio di rifiuti - Nozione dell'assoluta "occasionalità" - Nozione di "attività" - Artt. 183, 185, 256 e 256-bis d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Fattispecie contravvenzionali - Ignoranza della normativa settoriale - Valutazione di inevitabilità/scusabilità dell'errore - Causa di esclusione della responsabilità penale - Prova della buona fede - Criterio dell'ordinaria diligenza - Scusabilità dell'ignoranza - Richiesta di emissione di decreto penale di condanna dal PM - Prosciglimento da parte del GIP - Criteri tassativi indicate nell'art. 129 cod. proc. pen. - Mancanza della prova rilevanza solo "ad istruttoria ultimata" - Artt. 129, 459, 530 e 611 cod. proc. pen..

Il contenuto completo è disponibile solo per gli abbonati http://www.ambientediritto.it/home/abbonamenti.

Categoria: 

Autorità: