CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/06/2017 Sentenza n.31364

RIFIUTI - Delega di funzioni in materia ambientale - Requisiti della delega di funzioni - Compresenza dei requisiti - Necessità - Art. 256 c.1 lett.a) d. lgs. 152/2006 - CODICE DELL'AMBIENTE - Gestione dei rifiuti - Delega di funzioni - SICUREZZA SUL LAVORO - Deleghe e direzione di singoli rami o impianti - Soggetti dotati di capacità tecnica ed autonomia decisionale - Responsabilità penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 15/03/2017 Sentenza C-324/15 P

DIRITTO SANITARIO - Impugnazione – Regolamento (CE) n. 1907/2006 (regolamento REACH) – Articolo 57, lettera f) – Autorizzazione – SICUREZZA SUL LAVORO - Sostanze estremamente preoccupanti – Identificazione – Livello di preoccupazione equivalente – Anidride esaidrometilftalica, anidride esaidro-4-metilftalica, anidride esaidro-1-metilftalica e anidride esaidro-3-metilftalica.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.1^ 15/03/2017 Sentenza C-323/15 P

SICUREZZA SUL LAVORO - Impugnazione – Articolo 57, lettera f) Regolamento (CE) n. 1907/2006 (regolamento REACH) – Autorizzazione – Sostanze estremamente preoccupanti – Identificazione – Livello di preoccupazione equivalente – Anidride cicloesan-1,2-dicarbossilica, anidride cis-cicloesan-1,2-dicarbossilica e anidride trans-cicloesan-1,2-dicarbossilica.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/11/2016 Sentenza n.46169

SICUREZZA SUL LAVORO - Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro - Obblighi del preposto - Fattispecie: omissione di intervento sulle modalità  pericolose di rimozione e movimentazione delle flange - Artt. 19, comma 1, lett. f), e 56, comma 1, lett. a), d.lgs. n.81/2008 - PROCEDURA PENALE - conversione del mezzo di impugnazione - Erronea indicazione del nomen iuris - Rettifica "ope iudicis" - Poteri doveri e limiti del giudice - Art. 568, comma 5, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez.2^ 27/10/2016

* ENERGIA – RUMORE - VIA - Valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente – Presupposti per l’installazione degli impianti eolici, fissati con decreto regolamentare – Nozione di “piani e programmi” – SICUREZZA SUL LAVORO - Disposizioni riguardanti in particolare misure di sicurezza, di controllo, di ripristino e di salvaguardia, nonché norme relative al livello acustico, definite in considerazione della destinazione delle zone - Rinvio pregiudiziale – Artt. 2, lett. a), e 3, par. 2, lett.a) Direttiva 2001/42/CE - Convenzione di Aarhus.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 13/10/2016 Sentenza n.43246

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - ARIA - Emissioni in atmosfera senza autorizzazione - Modifica di impianto e delega di funzioni - Soggetto legittimato a richiedere l'autorizzazione ex art. 279 d.lgs n.152/2006 - Persona giuridica - Legale rappresentate - Artt. 183, 256, 268, 269, 279 d.lgs n.152/2006 - Richiesta di autorizzazione - Soggetto legittimato è il legale rappresentante della persona giuridica - Possibilità di delega per lo specifico atto - SICUREZZA SUL LAVORO - Reati ambientali e prevenzione degli infortuni sul lavoro - Validità e l'efficacia della delega di funzioni - Art. 16 d.lgs. n. 81/2008 - CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Deposito "controllabile" di rifiuti - Omessa rimozione nei tempi e nei modi previsti dall'art. 183, c.1, lett. bb), D.Lgs. n. 152/2006 - Reato di deposito incontrollato - Natura permanente - Reato di abbandono incontrollato di rifiuti - Natura istantanea con effetti permanenti - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. FERIALE 10/08/2016 Sentenza n.34782

SICUREZZA SUL LAVORO - Obblighi di vigilanza e colpa concorrente del lavoratore - Funzione delle norme antinfortunistiche - Obbligo di sicurezza - Responsabilità del datore di lavoro - Dispositivi di protezione individuale - Azione precauzionale - Obblighi di vigilanza e controllo gravanti sul datore - Responsabile del servizio di protezione e prevenzione (RSPP) - Compiti e limiti - Funzione di ausilio e non sostitutiva del datore di lavoro - Artt. 18 e 63, d.lgs n. 81/2008 - Condanna per la violazione della disciplina antinfortunistica e reato di omicidio colposo o lesioni colpose - Principio del ne bis in idem - Presupposti e limiti di applicazione - Art. 649 cod. proc. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in Cassazione - Poteri e limiti della Corte - Vizi di legittimità - Valutazione delle risultanze processuali - Concessione delle attenuanti generiche - C.d. motivazione implicita e criteri di cui all'art. 133 cod. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 24/06/2016 Sentenza n.26434

RIFIUTI - Delega di funzioni da parte dei vertici aziendali - Responsabilità ambientale dell'amministratore delegato - Assenza di una delega formale - Aziende private nessun obbligo della forma scritta - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Obbligo di delega scritta di funzioni ai soggetti preposti nella P.A. - Individuazione delle responsabilità penali nelle strutture complesse - DIRITTO ALIMENTARE - Obbligo di delega scritta di funzioni settore alimentare - SICUREZZA SUL LAVOROObbligo di delega scritta di funzioni nel settore lavoro - Infortuni sul lavoro - Artt. 110 e 256 c.4° D.Lgs. n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 10/03/2016 Sentenza n.9950

BENI CULTURALI E AMBIENTALI - MOBILE USER OBJECTIVE SYSTEM (cd. MUOS) - Intervento edilizio abusivo in area sottoposta a vincolo paesaggistico - Sequestro preventivo per reati paesaggistici - Requisito dell'attualità del pericolo indipendentemente dall'essere l'edificazione ultimata o meno - Rischio di offesa al territorio ed all'equilibrio ambientale - DIRITTO URBANISTICO - Carico urbanistico - Giurisprudenza - Art. 181, c.1, d.lgs. n.42/2004, (in relazione al combinato disposto di cui agli artt. 142, comma 1, lett. f, e 146, d.lgs. n.42/2004 e 44, c.1, lett.c, d.P.R. n. 380/2001) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - MUOS - Sequestro preventivo - Pericolosità sociale della cosa e non dalla colpevolezza di colui che ne abbia la disponibilità - Mobile User Objective System (cd. MUOS) - Sussistenza anche solo indiziaria del reato - Art. 321, c.1, cod. proc. pen. - Giurisprudenza -  Presunzione di legittimità degli atti amministrativi - Potere-dovere del G.O. di conoscerli e di disapplicarli ove in contrasto con la legge - M.U.O.S. - Ricorso per cassazione - Motivi non specifici generici ed indeterminati - Inammissibilità - MUOS - Sentenza non definitiva del C.G.A. per la Regione Siciliana - Irrilevanza - TUTELA DELLA SALUTE - Norme in materia paesaggistica e ambientale e pericoli per la salute dell'uomo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/03/2016 Sentenza n.

SICUREZZA SUL LAVORO - Ponteggio privo di parapetti - Visita medica preventiva - Mancanza di redazione del piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio - Artt. 126, 168, comma 2, lett. d), e 136 del d.lgs. 81/2008 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Divieto di testimonianza indiretta - Artt. 351, 357, c.2° lett. a) e b) e 195, c.4, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 18/02/2016 Sentenza n.6681

SICUREZZA SUL LAVORO - Prevenzione infortuni ed igiene del lavoro - Speciale causa estintiva dei reati contravvenzionali - Oblazione amministrativa termine perentorio di giorni trenta - Obbligo di informare i dipendenti sui rischi e la sicurezza del proprio lavoro - Omissione - Art.36 D. .lgs 9 aprile 2008, n. 81.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.4^ 21/01/2016 Sentenza n.2544

SICUREZZA SUL LAVORO - Responsabilità dell'ente - Attuazione di efficaci modelli organizzativi - Vigilanza sul funzionamento - D.LGV. N.231/01 - Concetti di interesse e vantaggio - Fattispecie - Artt. 5, 6 e 12 D.Lgv. n.231/01 - D.Lgv. n.626/94 (Art. 30 D. L.vo n.81/2008) - Concetti di interesse e vantaggi nei reati colposi d'evento - Reato nell'interesse proprio o di terzi - Reati colposi d'evento - DIRITTO DEL LAVORO - Verificarsi dell'evento morte o lesioni del lavoratore - Requisito dell'interesse - Mancata adozione delle cautele antinfortunistiche - Requisito del vantaggio - Riduzione dei costi, contenimento delle spese con conseguente massimizzazione del profitto - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato della Corte di Cassazione - Ricostruzione o valutazione dei fatti - Preclusione - Art. 606 c.p.p. - Vizio logico della motivazione - Sindacato di legittimità - Limiti - Rilettura degli elementi di fatto - Preclusione - Presunzione di completezza dell'istruttoria dibattimentale - Rinnovazione anche parziale del dibattimento in sede di appello - Carattere eccezionale - Esercizio del potere di rinnovazione istruttoria - Natura discrezionale - Esclusione. (Sentenza annotata a cura dell'avv. F. Graziotto)

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE DI PALERMO, Sez. 3^ penale – ordinanza 13 ottobre 2015

AMIANTO – SICUREZZA SUL LAVORO – Omicidio o lesioni colpose commessi con violazione della normativa antinfortunistica – Costituzione di parte civile delle associazioni sindacali – Ammissibilità – Ambiente di lavoro insalubre – Associazioni ambientaliste – Costituzione di parte civile – Ammissibilità (Si ringrazia l'avv. N. Giudice per la segnalazione)

Categoria: 

Autorità: 

TAR TOSCANA - 27 luglio 2015

* SICUREZZA – DIRITTO URBANISTICO – EDILIZIA - Rischio di incidenti rilevanti – Individuazione e disciplina delle aree interessate dalla presenza di stabilimenti a rischio – Strumenti urbanistici – Accorgimenti ambientali o edilizi – Riduzione della vulnerabilità delle costruzioni – Fattispecie: impiego di infissi a tenuta stagna – Distanze tra gli stabilimenti e le zone residenziali – Rapporto di sicurezza.

Categoria: 

Autorità: 

CONSIGLIO DI STATO - 27 gennaio 2015

* SICUREZZA – Controllo dei rischi di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose – D.lgs. n. 334/1999 – Enti locali – Pianificazione urbanistica – Istanza edilizia avanzata nelle more dell’aggiornamento della pianificazione – Parere tecnico dell’autorità competente -  Valorizzazione di interessi che possano comportare aggravio del rischio – Principio di proporzionalità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Milano 30 agosto 2013

* INQUINAMENTO ACUSTICO – Pianificazione acustica – Attività già legittimamente insediate – Zone cuscinetto – Piani di risanamento acustico – L.r. Lombardia n. 13/2001, art. 2, c. 1, lett. d) – Presupposti – Infrastrutture stradali – Previsione di fasce di rispetto – d.P.R. n. 42/2004 - SICUREZZA – Stabilimenti a rischio di incidente rilevante – Enti locali – Attività di pianificazione urbanistica – Zone residenziali - Valutazione del rischio e previsioni di opportune distanze.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sezione Lavoro 7/05/2013 Sentenza n.10553

SICUREZZA SUL LAVORO - Omissione delle misure di sicurezza da parte del lavoratore - Licenziamento in tronco del lavoratore - Legittimità - Contratto sinallagmatico - Inadempienze delle parti - Effetti - Verifica comparativa - Rapporti di causalità e proporzionalità delle rispettive inadempienze - Funzione economico-sociale del contratto - Gravità del comportamento - Licenziamento - Fattispecie - Artt. 1175 e 1460 c.c. - Obblighi del datore di lavoro - Prevenzione antinfortunistica - Controlli degli obblighi del lavoratore - Effetti - Recesso dal rapporto lavorativo.

Categoria: 

Autorità: 

TAR MOLISE 15 febbraio 2013

* SICUREZZA SUL LAVORO – Sicurezza delle aule scolastiche – Criteri numerici di composizione delle classi – D.P.R. n. 81/2009 – Implicita abrogazione del D.M. 18.12.1975 – Inconfigurabilità – D.lgs. n. 81/2008 – Applicabilità agli istituti scolastici – Alunni – Qualifica di “utenti del servizio” – Responsabile del servizio di prevenzione e protezione – Dimensionamento delle aule - Parametro di riferimento – D.M. 18.12.1975 – Legittimità – Art. 5, c. 2 d.lgs. n. 23/1996 - Accorpamento di più classi – Accertamento dell’incompatibilità con le esigenze di sicurezza e salubrità delle aule – Ufficio scolastico regionale – Adozione delle misure organizzative di cui al D.M. 81/2009 – Rispetto delle misure di tutela della salubrità degli ambienti di lavoro e di sicurezza dei lavoratori e degli utenti del servizio – Condizione di legittimità – Obiettivi di razionalizzazione dell’organizzazione scolastico e di contenimento della spesa – Valutazione in concreto circa le condizioni di sicurezza e salubrità degli ambienti – SICUREZZA ANTINCENDIO – Art. 5 D.M. 26 agosto 1991 – Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica – Dimensionamento delle classi – Vincolatività – Derogabilità del limite di 26 persone – Condizioni.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LOMBARDIA, Brescia 28 dicembre 2012

* SICUREZZA SUL LAVORO – Infortuni sul lavoro – Risarcimento del danno - Lavoratore – Prova – Inadempimento – Nesso di causalità tra l'inadempimento e il danno - Datore di lavoro – Esclusione di responsabilità – Prova della non imputabilità del danno – Obbligo di rispettare le norme antinfortunistiche - Personale militare – Applicabilità – Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza – Nomina – Obbligo datoriale – Fondamento – Infortunio - Equo indennizzo da causa di servizio – Risarcimento del danno – Diversità – Cumulo – Possibilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE - 30 novembre 2012

* SICUREZZA IN GENERE - SOSTANZE PERICOLOSE – Classificazione, imballaggio, etichettatura – Proventi delle sanzioni – Art. 14, c. 3 D.lgs. n. 186/2011 – Illegittimità costituzionale nella parte in cui non prevede che i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie da versare all’entrata del bilancio dello Stato siano quelli di competenza statale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. Lavoro 12/10/2012 sentenza n.17438

SICUREZZA SUL LAVORO - INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO - Uso di telefoni cordless e cellulari e patologie tumorali - Malattia professionale non tabellata - Malattia ad eziologia multifattoriale – Causa di lavoro - Nesso causale - Onere della prova.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PUGLIA, Lecce 12 luglio 2012

* SICUREZZA IN GENERE – Utilizzo di sostanze pericolose nei processi industriali - Pericolo di incidente rilevante – Art. 27, c. 4 d.lgs. n. 334/1999 – Rapporto di sicurezza – Altri documenti richiesti al fine di dimostrare l’approntamento delle misure di sicurezza e di quelle integrative indicate dall’autorità competenze – Omessa presentazione – Adozione delle misure prescrittive, coercitive e sanzionatorie – Corretta individuazione dei rischi – Organo competente alla verifica – ARPA.

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE DI PALERMO, Sez. 1^ penale - Ordinanza 20 giugno 2012

SICUREZZA SUL LAVORO – Omicidio colposo e lesioni colpose commesse con violazione delle norme antinfortunistiche – Costituzione di parte civile – INAL –  Legittimazione – Associazioni sindacali  – Ammissibilità – Iscrizione del lavoratore al sindacato – Necessità – Esclusione – Associazioni ambientaliste –  Tutela del diritto alla salute dei lavoratori (Si ringraziano gli avv.ti Nicola Giudice e Daniela Ciancimino per la segnalazione)

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA Napoli 14 maggio 2012

* SICUREZZA SUL LAVORO  – Rendita da inabilità permanente per malattia professionale – Termine di prescrizione – Decorrenza dal momento dalla certezza dell’esistenza dello stato morboso o della sua conoscibilità da parte dell’assicurato – Danno biologico del lavoratore per assunzioni di polveri tossiche – Mancata conoscenza dell’effetto nocivo dell’amianto – Mancata predisposizione di misure di sicurezza – Responsabilità dell’ente – Sussistenza.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA Napoli Sez.5^ 8/05/2012 n.2114

SICUREZZA IN GENERE – Giudizio sulla pericolosità sociale di un soggetto – Sussistenza di prove compiute sulla commissione di reati – Necessità – Esclusione – In presenza di meri sospetti – Sussistenza delle condizioni di pericolosità sociale – Applicazione delle misure di prevenzione da parte del giudice – Possibilità.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA Napoli Sez.1^ 28 marzo 2012

* SICUREZZA IN GENERE - Misure per il coordinamento della lotta contro la delinquenza mafiosa - Divieto o sospensione appalti - Procedure ad evidenza pubblica - Principi regolatori - Deroga ex art. 12, d.P.R. n. 252 del 1998 - Finalità - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Comunicazione di avvio del procedimento - Provvedimenti relativi ad informazioni prefettizie - Tutela antimafia - Necessità - Esclusione - APPALTI - Esclusione dalla gara - Accertamento dell’illegittimità della partecipazione - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Concorrente escluso - Non sussiste.

Categoria: 

Autorità: 

TAR CAMPANIA Napoli Sez.1^ 28 marzo 2012

* APPALTI - Informativa antimafia atipica - Efficacia interdittiva - Valutazione autonoma e discrezionale della P.A. - Anticipazione dell’autotutela amministrativa - Informativa antimafia – Stazione appaltante – Potere discrezionale ridotto – Finalità - Informativa antimafia atipica - Stazione appaltante - Effetto vincolante - Determina - Misura inibitoria - Scostamento dall’indicazione prefettizia - Motivazione - Necessità - SICUREZZA IN GENERE - Informativa antimafia - Parere degli organi investigativi - Assunzione da parte del Prefetto - E’ facoltativa - Sindacato in sede giurisdizionale - Prefetto - Ampia discrezionalità - Art. 4 del d.lgs. n. 490/1994 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Procedimento penale archiviato - Assoluzione dibattimentale – Fatti oggetto del procedimento penale - Presupposti di una informativa antimafia -Idoneità - Fattispecie. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE COSTITUZIONALE – 9 marzo 2012, n. 52

APPALTI – SICUREZZA SUL LAVORO –  Art. 2, cc. 4 e 5 l.r. Marche n. 4/2011 – Tutela della salute e della sicurezza nel cantiere – Elementi di valutazione – D.Lgs. n. 163/2006 – Configurazione quali “criteri di ammissibilità” -  Illegittimità costituzionale – Modifiche introdotte dall’art. 22 della l.r. n. 20/2011 – Illegittimità in via consequenziale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE SEZ.4^ 21 febbraio 2012 Sentenza n.6854

SICUREZZA SUL LAVORO - Infortuni sul lavoro - Incidente mortale - Nesso di causalità - Mezzi e strumenti di lavoro sicuri - Sicurezza aziendale - Datore di lavoro - Responsabilità - Dir. 98/37/CE c.d. 'direttiva macchine' - Art. 2087 C.C.- Nesso causale - Art. 40 C.P.P. c.2. - DIRITTO DEL LAVORO - Incidente mortale - Responsabilità del datore di lavoro - Sussistenza di cause di giustificazione - Onere della prova - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Appello - Rinnovazione del dibattimento - Istituto eccezionale - Determinazione del giudice - Attenuanti generiche - Dosimetria della pena ed i limiti del sindacato di legittimità - C.d. motivazione implicita e deduzione esplicita - Censure in sede di legittimità - Limiti - Art. 133 c.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE 13/01/2012

* SICUREZZA SUL LAVORO - Lavori di rimozione di una copertura in cemento-amianto di un capannone - Manutenzione dei macchinari - Omissione – Responsabilità per colpa consistita in negligenza, imprudenza ed imperizia - Inosservanza della speciale normativa – Prospettazioni peritali - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Vizio di motivazione - Giudice di legittimità - Poteri e limiti – Art. 606 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

TRIBUNALE DI MONZA PENALE 9/01/2012

* SICUREZZA SUL LAVORO - Infortuni sul lavoro - Omessa adozione di adeguati provvedimenti per ridurre al minimo i rischi - Elevazione della contravvenzione - Delega delle funzioni per la sicurezza - Responsabilità - Delega di funzioni - Formalizzazione dell'incarico tramite atto notarile - Ininfluenza - Delibera del Consiglio di Amministrazione - D.Lgs. n. 81/08.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE 22/12/2011

* SICUREZZA SUL LAVORO - Infortunio sul lavoro - Risarcimento del danno – Limiti - Colpa del lavoratore - Effetto esimente - Obblighi del datore di lavoro - Prevenzione degli infortuni sul lavoro - Obbligo di sicurezza - Domanda di risarcimento di danno - Responsabilità del datore di lavoro ex art. 2087 cod. civ. - Riparto degli oneri probatori - Artt. 1374 e 1218.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3 11/11/2011 Sentenza n.41073

SICUREZZA SUL LAVORO - Contravvenzioni in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori - Adempimento delle prescrizioni dell'organo di vigilanza e pagamento - Notifica al contravventore - Modalità alternative idonee allo scopo - Ammissibilità - Irreperibilità del contravventore per colpa del contravventore - Azione penale - Procedibilità - Art. 24 Dlgs n. 758/1994.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE 24 Ottobre 2011

* SICUREZZA SUL LAVORO - Infortunio sul lavoro - Reato di omicidio colposo - Incidenza causale della negligenza del lavoratore - Responsabilità  del datore di lavoro - Esclusione - Area di rischio della lavorazione - Caratteri dell'eccezionalità, dell'abnormità, dell'esorbitanza - Norme antinfortunistiche - Fattispecie: lavori di pulizia di una vasca di accumulo di reflui idrici, esalazioni nocive sviluppate dai fanghi di risulta, assenza di mezzi di protezione individuale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE D'APPELLO FIRENZE 19 Settembre 2011

* SICUREZZA DEL LAVORO - Normativa antinfortunistica – Finalità – C.d. obbligo di prevenzione - Incidenti derivanti dal comportamento colposo del danneggiato - Responsabilità dell'imprenditore – Sussistenza - Limiti - Prevenzione degli infortuni sul lavoro - Prelievi di acqua ad uso irriguo da laghetti - Struttura gestita a fini imprenditoriali – Dispositivi di protezione in relazione all'attività esercitata - Effetti - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. IV 17/08/2011 Sentenza n.32119

SICUREZZA SUL LAVORO – APPALTI - Contratti di appalto - Tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori - Responsabilità dell’appaltatore e del committente - Configurabilità - Presupposti - Fattispecie: sganciamento dalle forche del carrello elevatore e corretta procedura di prelevamento della merce dagli scaffali più alti - APPALTI - Appalto o prestazione di lavoro autonomo - Datore di lavoro committente - Responsabilità ed obblighi - Intero  ciclo produttivo dell’azienda - Informazioni sui rischi specifici esistenti nell’ambiente - C.d.  rischio interferenziale - SICUREZZA SUL LAVORO - Normativa antinfortunistica - Finalità - Tutela del lavoratore - Datore di lavoro - Responsabilità - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE 29/07/2011

 * DIRITTO URBANISTICO – SICUREZZA IN GENERE - Disciplina antisismica - Sicurezza statica degli edifici - Competenza esclusiva dello Stato - Art. 117, 2°c. Cost. - Zone dichiarate sismiche – Interventi edilizi - Presentazione dei progetti - Obbligo di denuncia – Finalità: tutela e sicurezza della pubblica incolumità – Artt. 9, 83 e 94, d.P.R. n. 380/2001 – APPALTI - Intervento edilizio in zona sismica – Obblighi – Preventiva denuncia e controlli - di Lavori pubblici – Deroga – Esclusione - Appalto di opere pubbliche e varianti in corso d’opera - Art. 95 d.P.R. n. 380/2001 - Art. 25 L. n. 109/1994 - Art. 256 d. lgs. n. 163/2006.

Categoria: 

Autorità: