TAR LAZIO, Roma 15 maggio 2014

* DIRITTO DEGLI ALIMENTI – IGP – Qualità, reputazione o altra caratteristica del prodotto – Origine geografica determinata – Periodo anteriore all'attribuzione di IGP – Produzione con diverse modalità – Irrilevanza – Prodotto ottenibile con una tecnica in concreto utilizzata al di fuori del territorio da tutelare – Elemento ostativo alla registrazione - Esclusione – Registrazione – Scopo – Denominazione generica – Presupposti.

Categoria: 

Autorità: 

TAR PIEMONTE, 27 febbraio 2014

* DIRITTO DEGLI ALIMENTI – SALUTE –  Rischi connessi con alimenti e mangimi - RASFF – Sistema di allerta rapido – Funzionamento – Notifiche di mercato e respingimento alla frontiera – Notifiche di allarme e notifiche di informazione – Notifica RASFF di allarme  – Obiettivo –  Materiali e oggetti destinati a venire in contatto con prodotti alimentari – Raccolta di campioni – Presenza del produttore del bene – Necessità – Esclusione – Comunicazione di alert a seguito delle analisi – Provvedimento cautelare d’urgenza – Art. 7, c. 2 L. n. 241/1990 – Regolamento CE n. 1935/2004 – Mantenimento di disposizioni nazionali – Metalli e leghe – Assenza di misure comunitarie specifiche – D.M. 21.03.1977 e D.M. 21.12.2010.

Categoria: 

Autorità: 

TAR LAZIO, Roma 4 luglio 2013

* TUTELA DEI CONSUMATORI  – DIRITTO DEGLI ALIMENTI – Informazione sul prodotto – Art. 21 d.lgs. n. 206/2005 – Chiarezza e completezza – Composizione di un prodotto alimentare – Dicitura “senza zuccheri” accompagnata da “aggiunti” in carattere più piccolo – Pratica scorretta n. 1924/2006 – Succo d'uva concentrato – Cd. “zucchero nascosto”.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez.3^ 22/12/2011

* DIRITTO DEGLI ALIMENTI – Evidente cattivo stato di conservazione degli alimenti - Analisi volte ad accertare la concreta nocivita' per la salute umana – Obbligo – Esclusione - Detenzione per la vendita presso un bar - Art. 5 e 16 L. n. 283/1962 - Responsabilità e ripartizione di competenze all'interno di strutture di ridotte dimensioni - Concetto di "detenzione" - Insussistenza dell'obbligo di etichettatura degli alimenti freschi - Prodotti privi di protezione dai fattori di insudiciamento - Evidente cattivo stato di conservazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sezione feriale 7/11/2011

* DIRITTO ALIMENTARE - Sostanze alimentari - Detenzione per la destinazione alla vendita di alimenti - Sicurezza ed igiene alimentare – Fattispecie: campione di mozzarella di bufala campana D.O.P. - Art. 5, lett. a) L. n. 283/1962 - Omesso controllo della correttezza della lavorazione - Condotta colposa – Compiti del titolare dell’impresa - Vigilanza ed e attuazione di controlli idonei – Fattispecie: percentuale di latte vaccino nella mozzarella di bufala - Art. 5 e 6, L. n. 1962/283.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/10/2011

* DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Tentativo di frode in commercio - Miscelazione di  olio d'oliva - Produzione ed etichettatura - Frode nell’esercizio del commercio - Configurabilità del reato - Elementi - Provenienza e l’origine del prodotto alimentare - Tutela dell’affidamento del consumatore - Attribuzione dei c.d. marchi e qualità del prodotto finale - Art. 515 c.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE Sez. Fer. 21/09/2011 Sentenza n.34396

DIRITTO DEGLI ALIMENTI – Analisi di campioni e garanzie per l’interessato - Alimenti detenuti per la vendita - Verifica sullo stato di conservazione - Revisione delle analisi di un alimento - Non deteriorabilità del campione - Reato di cui all'art. 5, lett. b) L. n.283/62 - Art. 223 disp. att. C.P.P. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE – Accertamenti analitici su sostanze alimentari - Procedura - Sostanze deteriorabili e non deteriorabili - Revisione delle analisi di un alimento - Utilizzabilità dei risultati analitici - Garanzie difensive e principio del contraddittorio - Artt. 230 e 431 C.P.P..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA CE Sez. 4^ 08 SETTEMBRE 2011 Sentenze da C-58/10 a C-68/10

DIRITTO AGRARIO - O.G.M. - DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Mangimi geneticamente modificati - Misure urgenti - Rischio per la salute umana, la salute degli animali o dell’ambiente - Misura adottata da uno Stato membro - Sospensione provvisoria di un’autorizzazione accordata in forza della direttiva 90/220/CEE - Fondamento giuridico - Normativa del settore - Clausola di salvaguardia  - Prodotti esistenti - Artt. 53 e 54 Reg. (CE) n. 178/2002 - Presupposti d’applicazione - Artt. 20 e 34 Reg. (CE) n. 1829/2003 - Artt. 12 e 23 Dir. 2001/18/CE.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA CE, Sez. Un., 06/09/2011, Sentenza C-442/09

DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Alimenti geneticamente modificati – Prodotti apicoli – Miele e integratori alimentari – Presenza di polline di varietà vegetali geneticamente modificate – Conseguenze – Immissione in commercio – Nozioni di “organismo” e di “alimenti che contengono ingredienti prodotti a partire da organismi geneticamente modificati” - Legislazione alimentare - Autorità europea per la sicurezza alimentare – Istituzione – Competenze - Procedure nel campo della sicurezza alimentare - Obbligo di autorizzazione e di vigilanza di un alimento - Soglia di tolleranza – Etichettatura e pubblicità - Artt. 2-4 e 12 Reg.(CE) n. 1829/2003 - Art. 2 Dir. 2001/18/CE – Art. 6 Dir. 2000/13/CE – Art. 2 Reg. (CE) n. 178/2002.

Categoria: 

Autorità: