CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/09/2017, Sentenza n.41592

DIRITTO VENATORIO - CACCIA - Caccia in periodo di divieto generale - Esercizio della caccia nei giorni di silenzio venatorio - Differenza delle due fattispecie - art. 30, c.1, lett. a), f) e h) L. n. 157/1992 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Appello avverso una sentenza che abbia erroneamente ritenuto applicabile la sola pena pecuniaria dell'ammenda - Ricorso proposto dall'imputato - Giurisprudenza - Revoca del decreto penale di condanna o mancata revoca - Effetti - Ex art. 464, c.3, cod. proc. pen..  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/09/2017, Sentenza n.

* RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Raccolta di rifiuti non pericolosi in mancanza della prescritta comunicazione ex art. 216, d.lgs. n. 152/2006 - Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti - Natura di reato comune - Deposito di rifiuti da demolizione - Nozione di sottoprodotti - Destinazione al riutilizzo nel medesimo ciclo produttivo o alla loro utilizzazione da parte di terzi - Certezza oggettiva del riutilizzo - Artt. 183 e 256 d.lgs. 152/2006  - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Impugnazione con mezzo di gravame diverso da quello legislativamente prescritto - Verifica dell'oggettiva impugnabilità del provvedimento da parte del giudice - Trasmissione degli atti  al giudice competente - Art. 568, comma 5, cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/09/2017, Sentenza n.41558

DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Differenza tra cattiva conservazione ed alterazione degli alimenti - Cattive condizioni generali di conservazione e mancanza delle prescritte autorizzazioni sanitarie - Disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari - Reato di danno a tutela del c.d. ordine alimentare - Pericolo per la salute pubblica - Art.5 lett.b) e d) L.283/1962 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro probatorio - Eccezionalità della previsione giustificativa della finalità - Prodotti in sequestro con natura di alimenti obiettivamente nocivi - TUTELA DEI CONSUMATORI - Pericolo di vendita, detenzione per la vendita, somministrazione e distribuzione per il consumo - Mantenimento del sequestro anche dopo il venir meno delle esigenze probatorie - Potenziale pericolo per la salute pubblica - Fattispecie: prodotti caseari.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/09/2017, Sentenza n.41533

RIFIUTI - CAVE - Attività di coltivazione di cave e di livellamenti agrari - Nozione di sottoprodotto - Attività qualificabile come gestione dei rifiuti - Art. 184-bis - 185 dlgs n. 152/2006 - All. 3 dm n. 161/2012 - Materiali da scavo - Caratteristiche per l'esenzione dalla disciplina sui rifiuti - Presupposti e limiti al trattamento derogatorio - Qualificazione giuridica del "mistone" - Impianto di vagliatura e lavaggio degli inerti - Definizione di "normale pratica industriale" - Attività di trattamento dei rifiuti - Autorizzazioni - Necessità - Fattispecie. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/09/2017, Sentenza n.41537

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Abusi edilizi - Demolizione sospensione o revocata in sede esecutiva - Incompatibilità con atti amministrativi o giurisdizionali - Art. 31 c. 9 D.P.r. n. 380/2001 -  Demolizione - Inottemperanza - Decorrenza dei 90 gg. - Effetti - Automatica acquisizione gratuita dell'immobile al patrimonio disponibile del Comune - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. FERIALE 04/09/2017, Sentenza n.39883

INQUINAMENTO ACUSTICO - Emissioni rumorose da impianto di condizionamento d'aria - Esercizio di una professione o di un mestiere rumorosi - Oggettiva idoneità delle emissioni sonore ad arrecare pregiudizio ad un numero indeterminato di persone - Superamento della soglia di normale tollerabilità - Disturbato le occupazioni o il riposo delle persone  - Art. 659 cod. pen. - Fattispecie - RUMORE - Prova dell'effettivo disturbo di più persone - Reato di pericolo - Idoneità della condotta a disturbarne un numero indeterminato - Elementi di prova - Convincimento del giudice - Oggettivo superamento della soglia della normale tollerabilità - Giurisprudenza - Differenza tra Art. 659 cod. pen. 1^ e 2^ fattispecie - Fonte del rumore prodotto - Due autonome fattispecie di reato - Esercizio di mestieri rumorosi - Mero superamento dei limiti massimi o differenziali fissati dalle leggi - Presunzione di turbativa della pubblica tranquillità - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Oggettiva idoneità degli stessi a superare una soglia di normale tollerabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 30/08/2017, Sentenza n.20555

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Immissioni e livello di normale tollerabilità ex art. 844 c.c. - Individuazione  della intollerabilità delle immissioni di gas di scarico derivanti dalle caldaie e da miasmi da sfiati provenienti dal pozzo nero del condominio - Mezzi di prova esperibili - Indagine tecnica e testimoniale sulle stesse circostanze di fatto - CONDOMINIO - Distanze legali nei rapporti fra proprietari - Condizione abitativa e igiene - Apprestamento di accorgimenti idonei ad evitare danni - Giurisprudenza - RUMORE - Edifici in condominio - Immissioni moleste o dannose nella proprietà di altri condomini - Applicabilità dell'art. 844 c.c. - Criterio di valutazione della normale tollerabilità delle immissioni - Principio della sana convivenza - Limiti - Immissioni di fumo o di calore e rapporti tra i proprietari di fondi vicini - Valutazione di sopportabilità - Disciplina applicabile art. 844 c.c. - Normativa tecnica prescritta per limitare l'inquinamento ed i consumi energetici - Giudizio di intollerabilità, ex art. 844 c.c. - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Spetta al giudice di merito accertare in concreto il superamento della normale tollerabilità e individuare gli accorgimenti idonei.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 30/08/2017, Sentenza n.20553

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Immissioni sonore provenienti dal locale "cabina idrica" condominiale - Immissioni di rumore superiore ai limiti di decibel di tolleranza - Immissione di rumori oltre la normale tollerabilità - Domanda di cessazione delle immissioni - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Poteri del giudice - Principio di corrispondenza tra chiesto e pronunciato - Adozione di misure inibitorie - attuazione di accorgimenti che evitino il ripetersi della situazione pregiudizievole - Mezzi di prova esperibili per accertare il livello di normale tollerabilità previsto dall'art. 844 c.c. - Consulenza tecnica d'ufficio con funzione "percipiente" - Limite di tollerabilità delle immissioni rumorose - Accorgimenti idonei - Poteri del giudice di merito.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 30/08/2017 Ordinanza n.20548

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza e di distanza tra i fabbricati - Inserimento automaticamente negli strumenti urbanistici comunali - Sostituzione di prescrizioni contrastanti - Ricolmare eventuali lacune degli stessi strumenti urbanistici - Il DM 1444/1968 nei rapporti fra i privati - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Giudice di merito - Disapplicazione delle disposizioni illegittime - Applicazione diretta per inserzione automatica in sostituzione della norma illegittima che è stata disapplicata.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ del 28/08/2017 Ordinanza n.20445

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Immissioni di polveri, vapori e rumori provenienti da falegnameria - Domanda risarcitoria da danno da immissioni - Domanda di inibitoria - RISARCIMENTO DEL DANNO - Danno non patrimoniale conseguente a immissioni illecite - Prova del pregiudizio subito fornita mediante presunzioni o sulla base delle nozioni di comune esperienza - Artt. 2 e 32 Cost. e 844, 2043, 2067 cod. civ. - Art. 8 Convenzione europea dei diritti dell'uomo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 6^ 22/08/2017, Ordinanza n.20273

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Esercizio della "prospectio" ed "inspectio" - Distanze legale - Violazione - Realizzazione di opere abusive - Richiesta di riduzione in pristino - Fattispecie: aperture di porte a meno di 1.5 metri - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Legittimazione dei titolari del fondo finitimo - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 21/08/2017 Ordinanza n.20214

APPALTI - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Errori del progettista - Errori di progettazione e direzione dei lavori - Responsabilità l'appaltatore se realizza un progetto altrui - RISARCIMENTO DEL DANNO - Responsabilità dell'impresa appaltatrice per danni a una struttura edilizia realizzata in modo non corretto.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 08/08/2017 Sentenza n.38973

INQUINAMENTO ACUSTICO - Schiamazzi e rumori - Condominio - Disturbo delle occupazioni ed il riposo dei condomini - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudicato assolutorio pieno sul reato penale - Estinzione del reato per prescrizione - Appello della sola parte civile e intangibilità delle statuizioni penali - RISARCIMENTO DEL DANNO - Condanna dell'imputato al risarcimento del danno - Art. 659 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/08/2017 Sentenza n.38950

RIFIUTI - Natura di sottoprodotto di una sostanza - Accertamento tramite prova testimoniale - Esclusione - Natura eccezionale e derogatoria rispetto alla disciplina ordinaria in tema di rifiuti - Onere della prova - Profilo prettamente tecnico - Protezione della salute e dell'ambiente - Artt. 184-bis e 256, c.3 d.lgs. n.152/06 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/08/2017 Sentenza n.38953

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere realizzate in violazione della disciplina antisismica e sulle opere in cemento armato - Efficacia estintiva del permesso di costruire in sanatoria - Esclusione - Artt. 44, lett. b), 64, 65, 71,72, 93, 94, 95 d.P.R. n.380/01 - Giurisprudenza - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Intervento abusivo - Violazioni edilizie e paesaggistiche - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Valutazione della particolare tenuità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/08/2017 Sentenza n.38946

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarichi e autorizzazioni - Assimilazione di determinate acque reflue alle acque reflue domestiche - Azienda vinicola - Artt. 101 c.7, 137 c.1 d.lgs. n.152/06 - Nozione di scarico - Immissione discontinua o occasionale - Irrilevanza - Nesso funzionale e diretto - Disciplina applicabile - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/08/2017, Sentenza n.38866

RIFIUTI - Attività di ricovero e custodia cani conto terzi - Esclusione dalla nozione di allevamento del bestiame - Effluenti di allevamento - Utilizzazione agronomica - Presupposti - Smaltimento mediante impianto rudimentale di termocombustione - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Disciplina degli scarichi e delle autorizzazioni - Gestione non autorizzata di rifiuti pericolosi e non pericolosi - Reflui di allevamento (canile) - Risarcimento dei danni in favore della parte civile - Insussistenza di un danno concreto - Artt. 74, 101, 112, 124, 133, 137 c.1 e 256 d.lvo n.152/2006 - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Imprese dedite all'allevamento di bestiame - Disciplina degli scarichi e delle autorizzazioni - Effluenti di allevamento - Utilizzazione agronomica - Assimilazione alle acque reflue domestiche - Utilizzazione agronomica - Casi o limiti consentiti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in cassazione - Ricostruzione e valutazione dei fatti senza individuare vizi di logicità - Inammissibilità - Causa di esclusione della punibilità ex art. 131 bis cod.pen. - Inapplicabilità in caso di più reati della stessa indole - Giurisprudenza - Inammissibilità del ricorso in cassazione per motivi generici - Mancanza di specificità del motivo - Motivi che riproducono le ragioni già discusse e ritenute infondate dal giudice del gravame.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/08/2017 Sentenza n. 38687

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Art. 181, c.1 bis, d.lgs. n. 42/2004 e sentenza della Corte cost. n. 56/2016 - Art. 349 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Dichiarazione di incostituzionalità di norme - Trattamento sanzionatorio - Rilevabilità d'ufficio - Rimodulazione del trattamento sanzionatorio - Inammissibilità del ricorso - Impugnazione tardiva - Preclusioni.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 03/08/2017 Sentenza n. 38688

RIFIUTI - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Mezzo utilizzato per l'abbandono e il trasporto di rifiuti speciali - Terzo estraneo al reato - Sequestro preventivo finalizzato alla confisca obbligatoria - Effetti anche con riguardo a chi il reato non abbia commesso - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Artt. 256, 260 ter c.5, d. lgs. n.152/2006 - Artt. 240, comma 3, cod. pen., e 321, comma 2, cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 02/08/2017 Sentenza n. 38658

RIFIUTI - AGRICOLTURA - Materiali vegetali - Attività di raggruppamento e abbruciamento in piccoli cumuli - Attività di gestione dei rifiuti - Esclusione - CODICE DELL'AMBIENTE - Rifiuti urbani vegetali provenienti da aree verdi, quali giardini parchi e aree cimiteriali - Combustione di residui vegetali abbandonati o depositati in modo incontrollato - Disciplina applicabile - Combustione illecita di materiale agricolo o forestale naturale - Art. 182, 184, 185, 255, 256 e 256 bis d.lgs. n.152/06 - Artt. 674 e 734 cod. pen. - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - ARIA - Getto pericoloso di cose - Emissioni in atmosfera - Potenzialità offensiva dei fumi - Configurabilità dell'articolo 674 cod. pen. - Superamento della normale tollerabilità - motivazione sintetica adeguata - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Evoluzione giurisprudenziale su incenerimento di sfalci e potature - Processi e metodi costituenti normali pratiche agronomiche - Raggruppamento e abbruciamento in piccoli cumuli - Incenerimento di residui vegetali effettuato nel luogo di produzione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 27/07/2017 Ordinanza n.37460

RIFIUTI - Gestione rifiuti - Classificazione - Produttore - Codici CER - Voci specchio - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia UE - Art. 267 del T.F.U.E. - Pericolosità del rifiuto - Principio di precauzione - Principio ed a criteri di ragionevolezza - CODICE DELL'AMBIENTE - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Artt. 183, 184, 260 d.lgs. n.152/2006 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - APPALTI - Frode nelle pubbliche forniture - Truffa in danno di ente pubblico - Illeciti amministrativi - artt. 81, 356, 640 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 25/07/2017 Sentenza n.36819

RIFIUTI - Rifiuti speciali pericolosi - Trasporto in assenza di titolo abilitativo e conferimento all'interno di cassonetti per la raccolta di rifiuti urbani - Modalità di individuazione della natura non occasionale del trasporto di rifiuti - Precedenti attività preliminari - Trasporto illecito di rifiuti - Sequestro preventivo del mezzo finalizzato alla confisca obbligatoria - Terzo estraneo al reato - Buona fede e onere della prova - Comportamento colpevole o negligente - Esclusione - Reato istantaneo - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Riesame di provvedimenti di sequestro (probatorio o preventivo) - Sequestro strumentale alla confisca - Presupposto della confiscabilità - Artt. 321, 444 e 606 cod. proc. pen. - Artt. 256 e 258 d.lgs. n.152/06.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 24/07/2017, Sentenza n.36605

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Natura precaria dell'opera edilizia - Carattere stagionale dell'attività - Elementi della precarietà - Stabilimento balneare - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Natura precaria dell'opera edilizia - Oggettiva temporaneità e contingenza - Opera realizzata in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - DIRITTO DEMANIALE - Fattispecie: occupazione arbitraria dello spazio demaniale marittimo - Alterazione di bellezze naturali - Art. 734 cod. pen. - Artt. 3, 6, 10 e 44, d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 146-181, d.lgs. n. 42/2004 - Alterazione delle bellezze naturali - Stabilimento balneare - Art. 734 cod. pen. - Natura di reato istantaneo - Effetti della prescrizione e decorrenza del termine - Ultimazione dell'opera - Ancoraggio del manufatto alla spiaggia - Natura di reato permanente - Demolizione del manufatto edificato entro la fascia demaniale o conseguimento dell'autorizzazione - Reato di costruzione abusiva - Cessazione con il totale esaurimento dell'attività illecita - Nozione di "ultimazione" dell'edificio - Requisiti di agibilità o abitabilità - Concetto unitario di costruzione e valutazione di un'opera edilizia abusiva - Opera realizzata in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 21/07/2017, Sentenza n.

* RIFIUTI - Terra e rocce da scavo - Sottoprodotti - Stoccaggio e trasporto senza autorizzazione su un fondo al di fuori dell'area di cantiere - Gestione non autorizzata di rifiuti - riutilizzo come sottofondo stradale - materiale rimosso proveniente dagli alvei dei fiumi, laghi e torrenti - Requisti per l'esclusione dal novero dei rifiuti - Artt.184-bis, 184-ter e 256, c.1° lett.a) d. lgs 152/2006 T.U.A. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Caratteristiche del sottoprodotto - Requisiti qualitativi o quantitativi - Successione normativa e disciplina applicabile - Disposizioni amministrative inesistenti all'epoca della loro produzione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 21/07/2017, Sentenza n.

* RIFIUTI - Attività di trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti da terzi effettuata in forma ambulante - Titoli abilitativi - Iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali Artt. 208, 209, 211, 212, 214, 215, 216, 256 e 266 d. lgs 152/2006 T.U.A. - Fattispecie: trasporto di rifiuti pericolosi e non pericolosi in assenza dei formulari di identificazione dei rifiuti e della iscrizione del mezzo nell'albo delle imprese autorizzate al trasporto dei rifiuti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/07/2017, Sentenza n.

* ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Prelevamenti urgenti di campioni finalizzato alle successive analisi chimiche - Tutela delle acque dall'inquinamento - Modificabilità del terreno, anche per possibili agenti atmosferici - Successivi accertamenti tecnici ripetibili - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Campionamento - Metodi di analisi per le acque superficiali e sotterranee - Attività materiale - Esclusione di formalità, discrezionalità o preparazione tecnica per il suo compimento - Artt. 354, 356 e 360, cod. proc. pen. - Art. 220 e 223 disp. att. cod. proc. pen. - Artt. 78-quinquies e 256 c.1, d.lgs. n.152/2006 - Giurisprudenza - Fattispecie. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/07/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi o urbanistici e reati paesaggistici - Sequestro preventivo di manufatto abusivo - Verifiche del giudice di merito - Giurisprudenza - Artt. 44, lett. e), 71, 94 e 95 d.P.R. n.380/01 - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Art. 181 d. Lgs. n.42/04 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo di manufatto abusivo - Riesame del sequestro preventivo - Sindacato sulle misure cautelari reali - Nozione di violazione di legge - Art. 325 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 19/07/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi finalizzati al cambio di destinazione d'uso - Sopravvenuta prescrizione dei reati edilizi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decisione sugli effetti civili nel caso di estinzione del reato per amnistia o per prescrizione - RISARCIMENTO DANNO - Restituzioni o risarcimento dei danni conseguenti a reato - Effetti civili della pronuncia in primo grado - Sopravvivenza - Art. 44, comma 1, lett. b), d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 578 e 622 cod. proc. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 19/07/2017 Sentenza n.

* ARIA - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissioni moleste "olfattive" - Reato di cui all'art. 674 cod.pen. - Configurabilità - Superamento della normale tollerabilità - Accertamento attraverso prova testimoniale - Compimento di accertamenti tecnici specifici - Necessità - Esclusione - Fattispecie: Esalazioni maleodoranti nel giardino confinante provenienti dalle deiezioni canine.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 18/07/2017 Sentenza n.

RIFIUTI - Responsabilità del produttore o detentore dei rifiuti - Conferimento del rifiuto al terzo autorizzato - Onere di accertarmento - Reato di illecita gestione di rifiuti in concorso - Rifiuti non pericolosi e pericolosi di raffineria - Artt. 183, 188 e 256, d.lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 17/07/2017 Sentenza n.34812

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Finalità della destinazione d’uso e strumenti urbanistici - Mutamento di destinazione d'uso giuridicamente rilevante - Categorie funzionalmente autonome - Diversa destinazione di zona - Impatto urbanistico e incremento del carico urbanistico. Artt. 23 ter, 31 e 44 d.P.R. n. 380 del 2001 - Richiesta di cambio della destinazione d'uso di un fabbricato e mutamento di destinazione d'uso realizzato senza l'esecuzione di opere edilizie - Assoggettamento a S.C.l.A. - Aggravio del carico urbanistico - Insanabile contrasto con lo strumento urbanistico - Destinazione a luogo di culto di un edificio - Valutazione delle esigenze urbanistiche con particolare riferimento agli standard fissati dal D.M.1444\68 - Pianificazione e aggravio del carico urbanistico - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ del 17/07/2017, Sentenza n.34782

DIRITTO VENATORIO - Caccia - Nozione di attitudine e di esercizio venatorio - Attività preliminare e predisposizione dei mezzi diretti alla cattura e all'abbattimento - Esercizio della caccia con mezzi vietati - Attività prodromica di appostamento e ricerca della fauna.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/07/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Abuso edilizio - Proprietari dell'immobile danneggiato - RISARCIMENTO - Costituzione di parte civile - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Ottenimento del risarcimento del danno in sede penale - Mancanza di legittimazione ad opporsi alla sospensione dell'ordine di demolizione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/07/2017, Sentenza n.34522

RIFIUTI - Gestione impianto - Inosservanza delle prescrizioni contenute nel provvedimento autorizzatorio - Subordine l'attività autorizzata all'accettazione della polizza fideiussoria - Art. 256, c. 3 e 4 D.Lgs. n. 152/2006 - Qualità di rifiuto - Elementi positivi e negativi - Accordo di cessione a terzi - Effetti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Scusabilità dell'ignoranza della legge penale invocata dall'operatore professionale - Limiti della inevitabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/07/2017 Sentenza n.34550

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione dell'opera abusiva - Efficacia anche nei confronti dell'erede o dante causa del condannato - Natura di sanzione amministrativa di carattere reale a contenuto ripristinatorio - Giurisprudenza - Art. 31 D.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/07/2017 Sentenza n.

* RIFIUTI - Recupero di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata - Inottemperanza alle prescrizioni - Comunicazione di inizio attività - Inosservanza dei requisiti e delle condizioni - Assenza dei requisiti richiesti - Artt. 214 e 256 d.lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza - CODICE DELL'AMBIENTE - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Natura del reato di cui all'art. 256, c.4, d.lgs. n. 152/2006 - Reato autonomo integrante un'ipotesi attenuata.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/07/2017, Sentenza n.34517

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Valori limite di emissione e di qualità dell'aria - Finalità degli artt. 278 e 279 D.L.vo n.152/06 - Rilascio del titolo abilitativo e l'imposizione di specifiche prescrizioni e di obblighi di comunicazione - Tutela dell'ambiente e della salute - Controlli adeguati e meccanismo di tutela anticipata del bene ambientale - ARIA - Disciplina in materia di inquinamento atmosferico - Continuità normativa tra d.lgs. n. 152/2006 e D.P.R. 203/1988 - Situazioni di pericolo per la salute o per l'ambiente - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Autorità di controllo - Potere di ordinanza - Esigenze di precauzione e di controllo - Poteri e limiti - Eccesso di potere - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Verifica del giudice della ragionevolezza delle disposizioni impartite.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 14/07/2017 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Abuso edilizio - Presentazione di una istanza di condono o sanatoria successivamente al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Revoca o sospensione dell'ordine di demolizione - Accertamenti da parte del giudice dell'esecuzione - Art. 31 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/07/2017, Sentenza n.34543

RIFIUTI - Recupero di rifiuti non pericolosi in procedura semplificata - Comunicazione di inizio attività - Inosservanza delle prescrizioni e delle cautele - Effetti - Diversa qualificazione dei rifiuti - Art. 256 c.4, d.lgs. n.152/2006 - Violazione e integrazione del reato - Reato di mera condotta - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Natura di reato autonomo integrante un'ipotesi attenuata - Artt. 214, 216, 256 d.lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/07/2017, Sentenza n.34192

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Animali tenuti in condizioni incompatibili con la loro natura - Configurabilità del maltrattamento - Integrità fisica - Irrilevanza - Reato di cui all’art. 727 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Nesso pertinenziale della cosa al reato - Intrinseca e stabile strumentalità della cosa sottoposta a sequestro all'attività illecita.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2017 Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Immobili sottoposti a vincoli - Ristrutturazione edilizia in zona a "vincolo paesaggistico speciale" - Interventi di demolizione e ricostruzione e gli interventi di ripristino di edifici crollati o demoliti - Rispetto della sagoma della precedente struttura - Permesso di costruire - Necessità - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Differenza legislativa tra disciplina urbanistica e paesaggistica - Art. 181 D.L.vo n.42/2004 - Artt. 2, 3, 44 lett.c) D.P.R. 380/2001 - Legislazione regionale (Sicilia) interpretazione e rispetto dei principi fondamentali della legislazione statale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato di legittimità della Corte di Cassazione - Valutazione della correttezza dell'iter argomentativo seguito dal giudice di merito - Art.606 lett.e) cod.proc.pen. - Giurisprudenza - Prescrizione in presenza di più atti interruttivi - Termine massimo e ordinario - Calcolo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2017 Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Immobili sottoposti a vincoli - Ristrutturazione edilizia in zona a "vincolo paesaggistico speciale" - Interventi di demolizione e ricostruzione e gli interventi di ripristino di edifici crollati o demoliti - Rispetto della sagoma della precedente struttura - Permesso di costruire - Necessità - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Differenza legislativa tra disciplina urbanistica e paesaggistica - Art. 181 D.L.vo n.42/2004 - Artt. 2, 3, 44 lett.c) D.P.R. 380/2001 - Legislazione regionale (Sicilia) interpretazione e rispetto dei principi fondamentali della legislazione statale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato di legittimità della Corte di Cassazione - Valutazione della correttezza dell'iter argomentativo seguito dal giudice di merito - Art.606 lett.e) cod.proc.pen. - Giurisprudenza - Prescrizione in presenza di più atti interruttivi - Termine massimo e ordinario - Calcolo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2017 Sentenza n.

* RIFIUTI - Gestione di rifiuti - Condotta materialmente contestata - Individuazione e riqualificazione corretta del reato - Reato oblabile - Rimessione in termini - Artt. 256 e 260 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attivazione del meccanismo di cui all'art. 141, comma 4 bis, disp. att. cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/07/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi di demolizione e ricostruzione dell'organismo edilizio preesistente - Nozione di ristrutturazione edilizia - DIA e  permesso di costruire solo in caso di "nuova costruzione" necessità - Artt.3, 30, 32, 44 lett.c) e 72 DPR 380/2001 - Attività demolitoria-ricostruttiva - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Ruderi - Disciplina applicabile - Immobili sottoposti a vincoli - Preesistente "consistenza" - Riscontri documentali o altri elementi certi e verificabili - Obbligo di rispettare la precedente sagoma - Interventi eseguiti in zona vincolata - Regime semplificato della s.c.i.a. - Presupposti - Accertamento dell'esistenza dei connotati essenziali dell'edificio preesistente (pareti, solai tetti) o la preesistente consistenza dell'immobile in base a riscontri documentali - Rispetto sagoma ed elementi della precedente struttura - Art. 181, D.L.vo n.42/2004.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/07/2017 Sentenza n.

* RIFIUTI - Discarica non autorizzata di rifiuti - Abusivo deposito ad opera di ignoti - Area sottoposta a sequestro - Bonifica - Messa in sicurezza dei luoghi e totale rimozione dei rifiuti - Patteggiamento e confisca dell'area - CODICE DELL'AMBIENTE - Inquinamento ambientale - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ripristino dello stato dei luoghi - Prerogativa esclusiva del giudice su pronuncia di sentenza di condanna Artt. 192, 250 e 256 d.lgs. n.152/2006 -  Art. 444 cod. proc. pen. e 452-duodecies cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/07/2017 Sentenza n.

* RIFIUTI - Gestione di rifiuti - Sequestro preventivo - Riesame delle prove - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO -Analisi sulle acque e sui materiali trattati - CODICE DELL'AMBIENTE - Inquinamento ambientale - Valutazione delle prove di plurimi reati - Argomenti carenti e manifestamente illogici - Artt. 192, 256 e 260 d.lgs. n.152/2006 - Artt. 273, 274, 321, 325, 606  cod. proc. pen. e art. 416 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Misure cautelari personali e provvedimenti cautelari reali - Ricorso per cassazione - Verifica della gravità del quadro indiziario a carico dell'indagato e di controllo della congruenza della motivazione - Nozione di "violazione di legge".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 05/07/2017 Sentenza n.32363

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Prescrizione del reato di lottizzazione abusiva - Possibilità di confisca nei confronti del terzo estraneo al procedimento penale - Artt. 30, 31, 44, lett. c) d.P.R. 380/01 - Paesaggio, ambiente, la vita e la salute - Valori costituzionali oggettivamente fondamentali - Prevalenza nel bilanciamento con il diritto di proprietà - Giurisprudenza Corte EDU - Artt. 2, 9, 32, 41, 42, 117, c.1^, Cost. - Confisca urbanistica - Non esige una sentenza di condanna da parte del giudice penale - Disposta anche in caso di sentenza di proscioglimento per prescrizione del reato - Confisca nei confronti di terzi - Erede e terzo acquirente - Differenze giuridiche - Giurisprudenza - Competenza generale del giudice dell'esecuzione - Terzo estraneo al reato - Concetto di buona fede - Lottizzazione abusiva - Compatibilità dell'intervento edilizio con gli strumenti urbanistici - Confisca - Accertamento della sussistenza di profili di colpa a carico del terzo acquirente - Cognizione del giudice dell'esecuzione - Presupposti essenziali ed indefettibili - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Confisca - Procedimento di esecuzione - Competenza - Giudice dell'esecuzione - Nozione di "interessato".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. 2^ 04/07/2017 Ordinanza n.16408

INQUINAMENTO ACUSTICO - Immissioni rumorose illecite - Risarcimento del danno non patrimoniale - Assenza di prova di un danno biologico documentato - Ininfluenza - Accertamento di fatto adeguatamente motivato - Superamento della normale tollerabilità - Prova mediante presunzioni - Diritti costituzionalmente garantiti - Diritto al normale svolgimento della vita familiare all'interno della propria abitazione - Art. 8 Conv. Eur. Dir. Uomo - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Esercizio del potere discrezionale conferito al giudice di merito - Motivazione della decisione adeguata - Sindacato in sede di legittimità - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 04/07/2017 Sentenza n.31961

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Manufatto abusivo in zona sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale - Inammissibilità sanatoria in previsione della ultimazione dei lavori - Artt.36 e 45 dPR n. 380/2001 - Art. 181 dlgs n. 42/2004 - Art. 734 cod. pen.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. 2^ 04/07/2017 Ordinanza n.16407

INQUINAMENTO ACUSTICO - Immissioni rumorose illecite - Risarcimento del danno biologico e del danno morale - Assenza di prova di un danno biologico documentato - Ininfluenza - Accertamento di fatto adeguatamente motivato - Superamento della normale tollerabilità - Prova mediante presunzioni -  Art. 844 c.c. - Responsabilità aquiliana del proprietario - Diritti costituzionalmente garantiti - RUMORE - Divieto di immissioni sonore specificamente previsto nel contratto di locazione - Domanda risarcitoria nei confronti del proprietario dell'immobile - Presupposti e limiti - Responsabilità aquiliana -  Fattispecie - Artt. 2043 e 2051 c.c. - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Esercizio del potere discrezionale conferito al giudice di merito - Motivazione della decisione adeguata - Sindacato in sede di legittimità - Esclusione se manca l'indicazione del "fatto storico" - Artt. 366, 369 e 360.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 23/06/2017 Sentenza n.31364

RIFIUTI - Delega di funzioni in materia ambientale - Requisiti della delega di funzioni - Compresenza dei requisiti - Necessità - Art. 256 c.1 lett.a) d. lgs. 152/2006 - CODICE DELL'AMBIENTE - Gestione dei rifiuti - Delega di funzioni - SICUREZZA SUL LAVORO - Deleghe e direzione di singoli rami o impianti - Soggetti dotati di capacità tecnica ed autonomia decisionale - Responsabilità penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2017 Sentenza n.31282

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Esecuzione di un'opera - Doveri e responsabilità del committente e dell'esecutore - Artt. 29, 31 e 44 d.P.R. 380/01 - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Bellezze naturali e zone di "elevata naturalità" - Divieto di distruzione o di alterazione mediante costruzioni, demolizioni, o in qualsiasi altro modo - Riferimento alla “speciale protezione dell’autorità” - Piano Territoriale Paesistico Regionale - Natura dell’art. 734 c.p. - Artt.157 e 181 c.1 bis lett. A) e B) D.Lgs n.42/2004 - Concorso nel reato del progettista - Presupposti - Mera redazione del progetto - Nesso di causalità tra la redazione del progetto e l'attività di attuazione dello stesso - Esclusione - TUTELA DELL'AMBIENTE - La materia urbanistica rientra nella tutela dell'ambiente - Ordinato sviluppo del territorio sotto il profilo urbanistico ed edilizio - Responsabilità per il reato urbanistico e per la contravvenzione di cui all'art. 734 cod. pen. - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Interessi delle associazioni di tutela ambientale in relazione a violazione edilizia e abuso di ufficio - Sussiste - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Non conformità dell'atto amministrativo alla normativa o conseguenza di attività criminosa - Rilevabilità - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Valutazione del giudice penale sulla legittimità dell’atto amministrativo - Giudicato amministrativo - Effetti - Limiti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 22/06/2017 Sentenza n.31262

RIFIUTI - Guasto meccanico - Irrilevanza - Responsabilità del titolare dell'impianto - Guasto nel funzionamento dell'impianto di depurazione - Gestione non autorizzata - Art. 256, lett. a), d. lgs. n. 152/2006 - Testo Unico Ambientale - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Smaltimento dei rifiuti - Impianto deficitario nel garantire il rispetto della normativa sugli scarichi - Impianto di depurazione - Guasto nel funzionamento - Delega conferita dal legale rappresentante - Individuazione delle responsabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/06/2017 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine giudiziale di demolizione - Mancata notifica agli altri eredi o al comproprietario - Nullità - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Reati concernenti violazioni edilizie e giurisprudenza della Corte EDU - Ordine di demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio - Mancanza di un termine di prescrizione dell'ordine di demolizione - Ininfluenza - Manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale - Artt. 3 e 117 Cost., dell'art. 31 del d.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Compatibilità dell'ordine di demolizione e del sequestro con la condanna penale - Ordine eseguito dopo la cessione a terzi del manufatto abusivo.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 20/06/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Immobile abusivamente costruito - Ordine giudiziale di demolizione - Revoca - Presupposti e limiti - Giurisprudenza - Interessi pubblici prevalenti sugli interessi urbanistici - Art. 31, c.3 e 5, D.P.R. n. 380/2001 - Reati edilizi - Ordine di demolizione delle opere abusive - Richiesta di revoca o di sospensione - Istanza di condono o sanatoria successiva al passaggio in giudicato della sentenza di condanna - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Elementi esaminabili e conclusione - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Natura amministrativa della demolizione - Esplicazione di un potere autonomo e non alternativo a quello dell'autorità amministrativa - Prescrizione - Limiti - Sanzione "ripristinatoria" - Efficacia anche nei confronti dell'erede o dante causa del condannato o di chiunque vanti su di esso un diritto reale o personale di godimento - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'Uomo e delle libertà fondamentali - Giurisprudenza della Corte EDU.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Estinzione del reato di costruzione abusiva per prescrizione - Travolge l'ordine di demolizione dell'opera indipendentemente da una espressa statuizione di revoca - Artt. 44 lett. b) 64, 65, 71, 72, 93 e 95 d.P.R. n.380/2001 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Imputato dichiarato contumace - Avviso di deposito della sentenza - Omessa notifica - Effetti - Art. 178, c.1°, lett. e), cod. proc. pen. - Principio di immediata declaratoria di determinate cause di non punibilità - Operatività della causa estintiva e nullità processuale assoluta e insanabile - Art. 129 c.p.p.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.

RIFIUTI - Gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi - Condotta di trasporto abusivo di rifiuti - Rifiuti provenienti da demolizioni edili - Responsabilità del titolare dell'impresa - Omessa vigilanza sull'operato dei dipendenti - Riferimento alla disciplina in materia di SISTRI - Erronea indicazione della norma violata - Effetti - Riqualificazione giuridica del fatto - Artt.  188, 256 d. lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Travisamento di una prova decisiva - Fattispecie: attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.30189

INQUINAMENTO ACUSTICO - RUMORE - Reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone - Responsabilità  del gestore di un pubblico esercizio che non impedisca i continui schiamazzi provocati degli avventori in sosta davanti al locale - Obbligo giuridico di controllare - Art. 659 cod. pen. - Rilevanza penale della condotta produttiva di rumori - Prove - Disturbo potenzialmente idoneo ad essere risentito da un numero indeterminato di persone - Produzione di rumori idonei ad arrecare disturbo o a turbare la quiete e le occupazioni. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.

* INQUINAMENTO ACUSTICO - CONDOMINIO - Attività rumorosa determinata dall'esercizio commerciale - Grave pregiudizio per la quiete pubblica e per il riposo delle persone - Accertamento testimoniale e documentale - Inottemperanza all'ordinanza sindacale che vietava di diffondere musica dopo le ore 24 - RUMORE - Disturbo al riposo o alle occupazioni - Natura di reato di pericolo concreto - Effettiva idoneità della condotta - Semplice dichiarazioni dei soggetti disturbati - Giurisprudenza - Esercizio di professione o mestiere rumoroso - Contravvenzioni concernenti l'ordine pubblico e la tranquillità pubblica - Finalità dell'art. 659 cod. pen. - Messa in pericolo del bene giuridico della pubblica tranquillità - Attività idonee ad interferire nel normale svolgimento della vita privata di un numero indeterminato di persone.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.30177

MALTRATTAMENTO ANIMALI - FAUNA E FLORA - Detenzione di crostacei in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze - Analogie con la  tutela apprestata nei confronti degli animali di affezione - Natura di reato permanente - Art. 727 cod. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/06/2017 Sentenza n.

* RIFIUTI - Attività di raccolta e trasporto di rifiuti (materiale ferroso) - Mancanza di autorizzazione - Esclusione di una assoluta occasionalità - Natura "emergenziale" della norma - Fattispecie - Art. 6, c.1, lett. d) d.l. n. 172/2008 - Art. 256, c.1, lett. a) d.lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30168

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi soggetti a S.C.I.A. su manufatti abusivi non sanati o condonati - Ripetizione delle caratteristiche di illegittimità dell'opera principale - Mancata attestazione della c.d. doppia conformità - Art. 36 d.P.R. 380\01 - Giurisprudenza - Provvedimenti amministrativi di sanatoria o condono - Automatica revoca dell'ordine di demolizione  - Esclusione - Sindacato del giudice penale - Obbligo di accertare la legittimità sostanziale e conformità alla legge.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30171

PESCA - Pesca di frodo con ordigni esplosivi - Limiti all'obbligo motivazionale ed evidente aspecificità - Mere posizioni difensive negatorie o le prospettazioni di tesi interpretative alternative - Illecita detenzione di materiale esplodente - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Disamina di specifiche allegazioni difensive - Controllo del giudice di legittimità - Requisiti - Esposizione delle ragioni giuridicamente significative - Assenza di illogicità evidenti - DANNO AMBIENTALE - Danni all'habitat irrecuperabili - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30157

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Nozione di bellezze paesaggistiche - Luogo soggetto a vincolo paesaggistico - Configurabilità del reato di cui all'articolo 734 cod. pen. - Elementi - Alterate o turbate le visioni di bellezza estetica e panoramica - Artt. 181, co. 1 bis, d. lgs. n. 42/2004  -  DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione urbanistica di "costruzione" - Interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio - Permesso di costruire - Reati urbanistici - Opere abusive - Responsabilità del proprietario non committente - Onere della prova - Elementi indiziari - Compartecipazione morale - Artt. 10, 44, 53, 54, 62, 64, 65, 71, 72 e 75, 93, 94 e 95, d.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Motivi non specifici - Manifesta infondatezza dei motivi - Effetti - Cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen. - Preclusione di rilevarle e dichiararle - Ricorso avverso una sentenza di condanna cumulativa - Ammissibilità dell'impugnazione per uno dei reati - Effetti processuale anche per gli altri reati - Esclusione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30170

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Manufatto abusivo - Ingiunzione alla demolizione - Rigetto della richiesta di revoca o sospensione - Condanna definitiva - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Valutazione effettuata dall'amministrazione comunale - Criteri - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Immobile abusivo in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - Condono edilizio ex legge 326\03 - Provvedimento di sanatoria - Amministrazione comunale - Presupposti per l'emissione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30135

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarico di acque reflue recapitati in pubblica fognatura - Campionamento del refluo - Metodiche di prelievo - Superamento dei limiti di emissione - Minore durata del campionamento - Parametri del cd. "Disciplinare del parmigiano reggiano" - Artt. 101, 137, 140, d.lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 15/06/2017 Sentenza n.30121

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Tettoia di copertura su un terrazzo di un immobile - Necessità del preventivo rilascio del permesso di costruire - Presupposti - Art. 44 c.1 lett. b) d.P.R. n. 380/2001 - Pertinenza - Requisito della individualità fisica e strutturale - Nozione tecnico-giuridica di pertinenza in urbanistica - Natura precaria delle opere di chiusura e di copertura di spazi e superfici - Esclusione di concessione e/o autorizzazione - Criterio strutturale e non funzionale -  Facile rimovibilità dell'opera - Presupposti e limiti - Art. 20 L.R.Sicilia n. 4/2003 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.

* RIFIUTI - Realizzazione e gestione di discarica abusiva - Area collocata all'interno dello stabilimento produttivo - Terreno privato e discarica non autorizzata destinata allo smaltimento di rifiuti pericolosi - Comproprietario - Presupposti per la configurabilità del reato - Art. 6, co. 1, lett. e), legge n. 210/2008 - Art. 256 D.Lvo n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice di appello - Diversa qualificazione del fatto - Compressione o limitazione del diritto al contraddittorio - Esclusione - Corte EDU.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28720

FAUNA E FLORA - C.I.T.I.E.S. - Documentazione necessaria a dimostrare la provenienza delle specie rinvenute - Convenzione di Washington del 3/03/1973 - Art. 1 d.lgs n. 275/2001 - Art. 1 c.3, 5 bis, 7 e 8 legge n. 150/1992 - Regolamento Cee n. 338/97 - Commercio internazionale della flora e della fauna selvatica - Regimi differenziati - Legittima e illegittima detenzione di esemplari protetti - Importazione, esportazione o riesportazione, vendita, trasporto, detenzione - Documentazione CITIES - Disciplina vigente.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28693

RIFIUTI - Residui della lavorazione del marmo - Applicazione del regime giuridico più favorevole relativo al "sottoprodotto" - Presupposti e limiti - Specifica attività di recupero - Nozione di "sottoprodotto" - Giurisprudenza - Artt. 183, 184-bis e 256 D.Lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Irrogazione della pena base in misura pari o superiore alla media edittale - Specifica indicazione dei criteri soggettivi ed oggettivi - Standard motivazionali del giudice di merito - Art. 133 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.

* DIRITTO DEMANIALE - Abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo - Natura permanente - Cessazione venuta meno dell'uso ed il godimento illegittimi - Termine di prescrizione - Decorrenza - Artt. 54 e 1161 cod. nav. - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Deduzione dei vizi della motivazione - Presupposti - Accesso agli atti del processo - Art. 581, 591 e 606 cod.proc.pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.28704

RIFIUTI - Responsabilità omissiva del proprietario del terreno - Esclusione - Condanna basata sul presupposto della comproprietà del fondo e della 'culpa in vigilando' - Violazione del principio di colpevolezza e di responsabilità personale - Obbligo giuridico di impedire la realizzazione o il mantenimento dell'evento lesivo - Necessità - Art. 256 d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sindacato di legittimità sul discorso giustificativo della decisione - Vizio di motivazione - Indagine di legittimità - Travisamento della prova - Natura manifesta della illogicità della motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 09/06/2017 Sentenza n.

* DIRITTO DEMANIALE - Abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo - Esercizio non transeunte di un diritto di proprietà o di godimento - Impedimento della fruibilità da parte di potenziali utenti o da comprimerne in maniera significativa l'uso - Artt. 54 e 1161 cod. nav.. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Travisamento probatorio la prova - Presupposti - Onere di allegazione - Art. 581,  591 e 606 cod.proc.pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.

* CAVE E MINIERE - Coltivazione di cava di calcare per inerti - Domanda di proroga - Zona sottoposta a vincolo ambientate - Coltivazione senza la prescritta autorizzazione - Nuova autorizzazione - Necessità - Reati ex artt. 30 l. n. 394/1991, 146 e 181 d. lgs. n. 42/2004 -  DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Art. 44, lett. e),  d. P. R. n. 380/2001 - VIA VAS AIA - Istanza di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale o a valutazione di incidenza ambientale - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Cava scadenza autorizzazione - Coltivazione subordinata alla nuova richiesta di autorizzazione - Effetti del silenzio dell'amministrazione preposta alla tutela del vincolo - Provvedimento autorizzatorio - Esclusione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.28083

DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Opposizione della persona offesa alla richiesta di archiviazione del PM - Violazione della garanzia del contraddittorio - Ricorso in sede di legittimità - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Fattispecie: Gestione di beni archeologici in sequestro - Violazione di sigilli - Reati di cui agli artt. 21 d.lgs n. 42/2004, Artt. 733 e 349 cod.pen - Declaratoria de plano di inammissibilità dell'opposizione - Violazione del contraddittorio - Ricorso per cassazione avverso il decreto di archiviazione - Valutazione del giudice - Vizio di motivazione - Nullità - Giurisprudenza di legittimità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Manufatto abusivo - Demolizione e ripristino dello stato dei luoghi - Domanda di condono - Prescrizione stabilita dall'art. 173 cod. pen. per le sanzioni penali - Applicabilità - Esclusione - Mancato o incompleto versamento delle somme dovute a titolo di oblazione e di oneri concessori - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Vincolo paesaggistico - Mancata acquisizione del parere favorevole -  Formazione del silenzio assenso - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE -  Opere edili abusive e richiesta di condono - Legittimazione processuale - Interesse giuridicamente protetto - Art. 31, 44 D.P.R. n.380/2001 - Art. 181 d.lgs. n. 42/2004.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.28064

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Revoca o sospensione dell'ordinanza di demolizione - Immobile dichiarato abusivo con sentenza penale già divenuta definitiva - Permesso a costruire in sanatoria - Rinnovata verifica amministrativa - Fattore di novità costituito dal provvedimento cautelare adottato dal TAR - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimento errato del giudice dell'esecuzione - Nullità di ordine generale e a carattere assoluto - Annullamento senza rinvio - Istanza formulata dall'interessato - Forme del decreto e dell'ordinanza - Procedura applicabile - Sospensiva propulsiva - Artt. 127 e 666 cod. proc. pen. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 07/06/2017 Sentenza n.28071

ASSOCIAZIONI E COMITATI - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Associazioni - Costituzione in giudizio - Riconoscimento ministeriale - Necessità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Processo penale - Finalità di tutela degli interessi lesi dal reato - Esercizio dei diritti e delle facoltà attribuiti alla persona offesa dal reato - Limiti - Art. 91 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 06/06/2017 Sentenza n.

RIFIUTI - Spandimento in agricoltura - Fanghi di depurazione - Abusiva miscelazione - Rifiuti pericolosi con elevate concentrazioni di idrocarburi e metalli pesanti - Pericolo "cancerogeno" e "mutageno" - Superamento dei valori limite delle concentrazioni di metalli pesanti quali zinco, cadmio, e rame e di idrocarburi - Decreto legislativo n. 99/1992 - Artt. 127, 258, 260 del decreto legislativo 152/2006 - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - ACQUA - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - INQUINAMENTO IDRICO - Fanghi da depurazione e disciplina applicabile - Applicabilità delle disposizioni sui rifiuti - Presupposti - Tutela ambientale e della salute umana - Decreto legislativo n. 4/2008 - Fanghi e di rifiuti pericolosi - Individuazione della disciplina applicabile - Integrazione con la normativa generale sui rifiuti - Assegnazione codici CER e necessità di verifica - CODICE DELL'AMBIENTE - Fanghi ammessi per l'uso agricolo - Tipologie - Processi di depurazione e trattamenti - Direttiva CEE 12/06/1986, n. 278 - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Scarti liquidi di natura industriale - Fango di depurazione - Specifico ciclo di trattamento compatibile con l'impiego con la destinazione finale - Utilizzazione agronomica -Limiti - Successione di leggi e continuità normativa - Esigenza di assicurare una tutela ambientale in linea con i valori costituzionali e comunitari - Giurisprudenza di legittimità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Uso del verbale dell'interrogatorio di garanzia - Elementi favorevoli all'indagato - Pubblico ministero - Limiti e obblighi - Sistema cautelare processuale penale e sindacato di legittimità - Autonoma valutazione del fumus criminis e dei pericula libertatis - Motivazione del provvedimento - Artt. 273, 274, 275 e 292 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Natura di bene archeologico - Sequestro - Monete di varie epoche storiche - Artt.173 e 174 d.lvo n. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Dissequestro e restituzione all'avente diritto dei beni sequestrati - Contestazioni successive alla definizione del procedimento penale - RISARCIMENTO DEL DANNO - Competenza - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere abusivamente realizzate - Ordini di demolizione e di riduzione in pristino - Atto dovuto - Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio - Patteggiamento ex art.444 cod.proc.pen. - Irrilevanza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordine di demolizione - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio priva di finalità punitiva - Insuscettibile di estinzione per decorso del tempo - Esigenze di ripristino dell'assetto urbanistico violato - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Nozione convenzionale di "pena" elaborata dalla giurisprudenza CEDU - Mancata previsione di un termine di prescrizione dell'ordine di demolizione - Ininfluenza - Artt. 444 e 445 comma 2 c.p.p. - Artt.172, 173 cod.pen. - Artt. 3 e 117 Cost.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordini di demolizione e di riduzione in pristino - Mera presentazione di un'istanza di condono - Verifiche del G.E. - Incompatibilità degli ordini in questione con atti amministrativi - Opere abusivamente realizzate - Ordini di demolizione e di riduzione in pristino - Atto dovuto - Natura di sanzione amministrativa di tipo ablatorio - Patteggiamento ex art.444 cod.proc.pen. - Irrilevanza - Artt.31, c.9, e 44 d.P.R. n.380/2001 - Ordine di demolizione - Natura di sanzione amministrativa a carattere ripristinatorio priva di finalità punitiva - Insuscettibile di estinzione per decorso del tempo - Esigenze di ripristino dell'assetto urbanistico violato - Nozione convenzionale di "pena" elaborata dalla giurisprudenza CEDU - Mancata previsione di un termine di prescrizione dell'ordine di demolizione - Ininfluenza - Artt. 444 e 445 comma 2 c.p.p. - Artt.172, 173 cod.pen. - Artt. 3 e 117 Cost.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.26938

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Attuazione all'ordine di demolizione emesso - Poteri e obblighi del pubblico ministero e del giudice dell'esecuzione - Esistenza di concorrenti provvedimenti dell'Amministrazione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Onere di allegazione - Fattispecie: abuso edilizio in zona di protezione integrale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere edilizie abusive - Responsabilità del proprietario dell'area - Valutazioni fattuali - Poteri e limiti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Lavori edilizi illeciti - Proprietario dell'area - Dovere di controllo - Limiti - Provvedimento di sequestro - Nomina a custode - Continuazione dei lavori - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Violazione ripetuta dei sigilli apposti - Concorso con il committente o l'esecutore dei lavori - Principio del "cui prodest" - Art.349, commi 1 e 2, cod.pen. - Artt. 29, 44, 64, 65, 71 72 DPR n.380/2001 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordini di demolizione e di riduzione in pristino - Rilascio del permesso in sanatoria - Revoca e/o sospensione dell'ingiunzione - Verifiche da parte del giudice dell'esecuzione - Incompatibilità degli ordini in questione con atti amministrativi - Impossibilità tecnica di eseguire la demolizione - Onere della prova - Art.31 DPR 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 30/05/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Inammissibilità dell'istanza di oblazione - Accertamento della sussistenza o meno del reato continuato - Art. 81 c.p. - Artt. 44, 71, 65, 72 d.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rinvio per relationem alla motivazione - Ne bis in idem processuale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 26/05/2017 Sentenza n.26428

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Demolizione del manufatto abusivo - Termine per adempiere - Novanta giorni dal passaggio in giudicato della sentenza - Art. 31 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Condanna per reati edilizi - Pena alla demolizione dei manufatti abusivi - Potere discrezionale del Giudice di subordinare il beneficio della sospensione condizionale della pena - Motivazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/05/2017 Sentenza n.

 * BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Rimessione in ripristino di un bene ambientale - Effetti - Efficacia estintiva della rimessione in pristino - BOSCHI E MACCHIA MEDITERRANEA - Ripristino integrale ed effettivo - Attestato dell'autorità amministrativa preposta alla tutela del vincolo - Condotta che anticipi l'emissione del provvedimento amministrativo ripristinatorio - Fattispecie - Art. 181 d.lgs. n. 42/2004.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/05/2017 Sentenza n.24574

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati di omessa denuncia dei lavori e presentazione dei progetti e di inizio dei lavori senza preventiva autorizzazione - Natura permanente dei reati - Violazione della normativa antisimica - Individuazione della cessazione della permanenza - Artt. 64, 65, 71, 72, 93, 94, 95 e 101 dlgs n. 380/2001 - Giurisprudenza - Opere edilizie in zona sismica - Acquisizione delle autorizzazioni in materia antisismica - Necessità - Individuazione di un errore scusabile in capo all'agente - Integrazione degli elementi soggettivi ed oggettivi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio di corrispondenza fra il fatto contestato e quello accertato in sentenza - Connessione logica fra genus e species - Rapporto di continenza - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/05/2017 Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Esecuzione di opere in conglomerato cementizio armato - Reati contenuti nella disciplina antisismica - Configurabilità - Opere disciplinate e gradi di sismicità - artt.65, 71 (capo a), 83, 93 e 95 (capo b) d.p.r. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reati edilizi e buona fede - Convinzione della liceità del comportamento tenuto - Onere della prova.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 18/05/2017 Sentenza n.

* CODICE DELL'AMBIENTE - RIFIUTI - Trasporto di rifiuti pericolosi senza autorizzazione - Sequestro e successiva confisca di cose pertinenti al reato - Restituzione delle cose sequestrate - Estraneità al reato e buona fede Onere della prova - Fattispecie - Art.256 d.lgs 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Istanza di riesame avverso il decreto di sequestro preventivo - Terzo portatore di interessi civilistici - Mancanza della procura speciale - Inammissibilità - Atti cd. personalissimi - Art.100 c.p.p..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE Sez. 3^ 16/05/2017 Sentenza n.24111

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati paesaggistici e reati urbanistici - Disciplina difforme e differenziata - Effetti - Successivo provvedimento di compatibilità paesaggistica - Condono ambientale - Art. 181 dlgs n. 42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Sanatoria urbanistica e violazione paesaggistica - Artt. 36 e 44, comma 1, lettera e), dPR n. 380/2001 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine