CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/06/2019, Sentenza n.26869

RIFIUTI - Rimessione in pristino dei luoghi e della rimozione e dello smaltimento dei rifiuti - Pena di giustizia condizionalmente sospesa - Mancata astensione del giudice - Violazione del principio di terzietà del giudice - Incompatibilità del giudice - Ricusazione - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Giurisprudenza CEDU - Imparzialità del giudice - Criterio soggettivo e oggettivo - Art. 44, d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 216, 256, d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE -  Attenuanti generiche - Concessione o  esclusione - Poteri del giudice del merito - Accertamento di situazioni idonee a giustificare un trattamento di speciale benevolenza - Art. 133 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/06/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Impianto di gestione dei rifiuti - Attività di recupero di rifiuti non pericolosi costituiti da terre, rocce e scarifica stradale - Responsabilità del gestore - Qualifica quale legale rappresentante o persona fisica - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Inquinamento atmosferico con emissioni diffuse - Preventiva autorizzazione amministrativa - Assenza - Omissione del piano di prevenzione e gestione - Artt. 137, 268, 269 e 279 d.lgs n.152/2006 - Tutela dalle immissioni in atmosfera - Modifica degli impianti - Necessità di una nuova domanda autorizzativa - Responsabilità del gestore dell'attività - Legale rappresentante della persona giuridica - Limiti della generale delega di funzioni in materia ambientale - Fattispecie: società di capitali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/06/2019, Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati urbanistici/paesaggistici - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Estinzione del reato per intervenuta autorizzazione - Limiti - DIRITTO DEMANIALE - Occupazione arbitraria dello spazio demaniale - Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, D.Lgs. n. 42/2004 - Revisione del processo - Sentenza passata in giudicato - Nozione di "prove nuove" - Requisito della novità - Prova dichiarativa - Presupposti e limiti - Revisione della sentenza di condanna - Principio di intangibilità del giudicato e ricorso all'istanza di revisione - Principio devolutivo - Principio di garanzia in dubio pro reo - Declaratoria di inammissibilità della richiesta - Artt. 606, 630 e 631 c.p.p. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.6^ 11/06/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Disciplina della c.d. TIA 1 a quella della c.d. TIA 2 - Prestazioni di servizi - Contratti d'opera, appalto, trasporto, mandato, spedizione,  agenzia, mediazione, deposito - Assoggettabilità ad IVA  - Natura della tariffa non tributaria - Natura privatistica soggetta ad IVA - Giurisdizione dell'autorità giudiziaria ordinaria - Artt. 1, 3, 4, d.P.R. n. 633/1972 - Art. 238 d.lgs n.152/2006 - D.L. n. 78/2010.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/06/2019, Ordinanza n.25731

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - CAVE E MINIERE - Ampliamento di cava in area con sopraggiunto vincolo urbanistico/paesaggistico -  Responsabilità dei soci accomandatari - V.I.A. (Valutazione di impatto ambientale) - Speciale procedura - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riqualificazione del ricorso per cassazione come appello e limite dell'appellabilità - Artt. 134, 136 lett. D, 146, 167 e 181 del d. Lgs. n.42/04.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/06/2019, Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Recinzione in conci di tufo in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Assenza di autorizzazione paesaggistica e permesso di costruire - Reati urbanistici e paesaggistici - Integrazione - Sospensione della pena subordinata alla demolizione e remissione in pristino - Artt. 31, 36, 44 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 c.1 d.lgs. n.42/2004 - Opere abusive - Richiesta di concessione amministrativa in sanatoria - Diniego della richiesta di sospensione del processo in pendenza dell'istruttoria - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Requisito della specificità dei motivi - Effetti del mancato assolvimento di tale onere - Inammissibilità del ricorso per difetto di specificità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/06/2019, Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Prosecuzione dell'attività edilizia vietata - Ultimazione dei lavori - Attività edilizia "c.d. libera" in prosecuzione di un immobile abusivo - Natura permanente dell'illecito urbanistico - Cessazione della permanenza - Artt. 44, 64, 65, 71, 72, 93-95 d.P.R. n. 380/2001 - Reati urbanistici - Concessione edilizia in sanatoria - Effetti - Estinzione del reato e revoca dell'ordine di demolizione - Concessione in sanatoria parziale - Esclusione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/06/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di un pontile galleggiante a carattere stagionale - Strutture di interesse turistico-ricreativo dedicate alla nautica da diporto - Requisito dei "servizi complementari" - Impianti di ancoraggio con corpi morti e catenarie e collegamento con la terraferma - Disciplina urbanistica applicabile - AREE PROTETTE - Area di riserva marina protetta - Ordinamento e mercato del turismo - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Disciplina paesaggistica e ambientale - DIRITTO DEMANIALE - Concessione demaniale marittima o lacuale, anche provvisoria - D.lgs n. 79/2011 - D.P.R. n. 509/1997 - Art. 44 lett. c) del d.P.R. n. 380/2001 - L. n. 246/2005 - Direttiva 2008/122/CE - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Contro ordinanze emesse in sede di appello contro i provvedimenti di sequestro preventivo - Presupposti e limiti - Artt. 322 bis, 325 e 606 cod.proc.pen. - Giurisprudenza.

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/06/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione delle opere abusive - Istanza di condono o sanatoria - Richiesta di revoca o sospensione - Art. 31 d.P.R. n. 380/2001 - Verifiche e poteri del giudice dell'esecuzione - Reati edilizi e pena concordata ex art. 444 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/06/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Decreto di sequestro probatorio - Indizi non supportati da sufficienti elementi probatori - Qualifica di rifiuti dei beni sequestrati - Necessità - Art. 256 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto di perquisizione e sequestro e decreto di convalida - Limiti - Motivazione - Necessità - Finalità probatorie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/06/2019, Sentenza n.24797

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Impianto di depurazione comunale - Trattamento delle acque reflue urbane - Superamento dei limiti tabellari - Disciplina applicabile - Legge n. 36/2010 - Artt. 323, 328, e 54 e 1161 cod. nav. - Artt. 133, 136, 137, d.lgs. n. 152/2006 - Scarico da depuratore convogliante le acque reflue urbane e scarico di acque reflue industriali - Inapplicabilità delle sanzioni di cui all'art. 137, c.5 e 6, d.lgs. n. 152/2006 - Assenza di elementi di prova - Mero illecito amministrativo - Giurisprudenza - VIA VAS AIA - Autorizzazione integrata ambientale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/05/2019, Sentenza n.24149

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere precarie sottratte al permesso di costruire - Destinazione materiale dell'opera ad un uso realmente precario e temporaneo per fini specifici, contingenti e limitati nel tempo - Necessità - Artt. 3, 10, 44 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 d.lgs. n.42/2004 - Nozione di costruzione urbanistica - Incremento del carico urbanistico - Manufatti non precari - Parametri analogicamente applicati ad opere simili - Giurisprudenza amministrativa -  Art. 812 cod. civ - Natura e destinazione dell'opera precaria - Caratteristiche specifiche - Lavori soggetti a permesso di costruire - Poteri, doveri e verifiche del giudice penale - Legittimità del permesso di costruire in sanatoria - Conformità delle opere agli strumenti urbanistici, ai regolamenti edilizi ed alla disciplina legislativa in materia urbanistico-edilizia - Legittimità dell'autorizzazione paesaggistica.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 30/05/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Deposito incontrollato di rifiuti - Configurabilità del reato di cui all'art. 256, c.2, D.L.vo n. 152/2006 - Effetti - RISARCIMENTO DEL DANNO - Risarcimento del danno in favore della parte civile - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Quantificazione della pena ed entità - Dosimetria della pena - Poteri discrezionali del giudice di merito - Erronea applicazione dell'art. 192, comma terzo, cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione - Limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.6^ 29/05/2019, Ordinanza n.14751

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA -  Responsabilità e limiti del direttore lavori - Diligenza in concreto - Tutela la posizione del committente nei confronti dell'appaltatore - Vigilanza sulla conformità a quanto stabilito nel capitolato di appalto ed al progetto - Obbligo continuo di vigilanza - Esclusione - APPALTI - Responsabilità dell’appaltatore - Difformità o vizi dell’opera - Cattiva esecuzione dei lavori riferibile all'appaltatore - Esclusiva responsabilità dell'appaltatore sulla esecuzione delle opere - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Palese infondatezza della domanda di garanzia nei confronti del terzo - Effetti - Principio di soccombenza nel rapporto processuale - Applicazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/05/2019, Sentenza n.23818

RIFIUTI - Illecito trasporto di rifiuti effettuato con il mezzo del coniuge - Confisca obbligatoria del mezzo - Proprietario del mezzo terzo estraneo - Onere di provare la buona fede - Non collegabile ad un comportamento negligente - Artt.  183, 208, 209, 211, 212, 214, 215, 216 ,256, 259 d.lgs n.152/2006 - Attività di gestione dei rifiuti - Assenza di valido titolo abilitativo - Natura di reato istantaneo - Esclusione dell'occasionalità della condotta - Dati significativi - Effetti della sentenza di condanna - Art. 444 cod. proc. pen. - Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti - Concreta attività posta in essere in assenza dei prescritti titoli abilitativi - Non occasionalità della condotta - Indicazione di alcuni elementi significativi non esaustivi - Giurisprudenza - Confisca dei mezzi di trasporto appartenenti ad un terzo estraneo al reato - Buona fede - Violazione di obblighi di diligenza - Addebito di negligenza - Terzo proprietario estraneo al reato - Onere della prova. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/05/2019, Sentenza n.23148

RIFIUTI - Deposito e spandimento rifiuti speciali allo stato liquido - Liquami zootecnici - Deroga alla disciplina sui rifiuti - Presupposti e limiti - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Attività di fertirrigazione - Elementi idonei ad escludere l'utilizzazione di letame incompatibile - Quantità, qualità, tempi e modalità di distribuzione - Onere della prova - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/05/2019, Sentenza n.22579

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Omessa cura di una malattia - Configurabilità del reato - Art. 544 ter, in relazione all'art. 582, cod. pen. - Nozione di lesione - Apprezzabile diminuzione della originaria integrità dell'animale - Conseguenza di una condotta volontaria commissiva od omissiva - Protrarsi della malattia senza adeguate cure - Rilevanza della condotta tenuta per crudeltà o senza necessità - Dolo specifico o generico - Differenza tra un comportamento doloso o colposo - Art. 544 ter e 727 cod. pen. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 22/05/2019, Sentenza n.22451

RIFIUTI - Reato di deposito incontrollato di rifiuti non pericolosi - Configurabilità nei confronti di qualsiasi soggetto - Responsabilità - Qualifica formale dell'agente o della natura dell'attività economica - Ininfluenza - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reato continuato - Pena inflitta nella misura minima edittale - Motivazione esplicita - Esclusione - Potere discrezionale del giudice - Art. 132 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 20/05/2019, Sentenza n.22034

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Trasformazione urbanistica ed edilizia di un terreno inedificabile classificato in zona E (agricola) - Confisca - Effetti della prescrizione del reato già maturata - Accertamento della responsabilità dell'imputato - Artt. 30, 44, D.P.R. n. 380/2001. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 20/05/2019, Sentenza n.22038

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Mediante modifica di destinazione d'uso di immobili - Frazionamento di un complesso immobiliare - Fattispecie: albergo o struttura assimilata per finalità turistico-ricettiva adibita a residenziale - Art. 11, L.R. Emilia-Romagna n.16/2004 - Artt. 30, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Reati urbanistici - Case e appartamenti per vacanze ed intento lottizzatorio abusivo - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Pianificazione del territorio - Violazione di legge e della volontà della P.A. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione avverso provvedimenti cautelari reali - Nozione di "violazione di legge" - Artt. 325 e  606 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 16/05/2019, Sentenza n.21369

RIFIUTI - Gestione non autorizzata di rifiuti - Condotta integrante il reato - Natura di reato istantaneo - Responsabilità - Unicità della condotta - Non occasionalità - Art. 256, c.1, D.Lvo n.152/2006 - Fattispecie: responsabilità di un imprenditore edile per la gestione non autorizzata di rifiuti speciali non pericolosi (consistenti in sfabbricidi).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 16/05/2019, Sentenza n.21383

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione accessorio alla condanna penale per reati edilizi - Riesame in sede esecutiva - Pendenza di un procedimento amministrativo - Sospensione o revoca - Presupposti - Bilanciamento di interessi - Fattispecie - Art. 31 d.P.R. 380/2001 - Reati urbanistici - Ordine di demolizione e istanza di condono o di sanatoria - Passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Riesame in sede esecutiva - Poteri e verifiche del giudice dell'esecuzione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 15/05/2019, Sentenza n.21080

RIFIUTI - Discarica abusiva - Realizzazione e gestione di discarica non autorizzata commessi da terzi - Responsabilità del proprietario del terreno - Configurabilità in forma omissiva - Esclusione - Produttori e detentori dei rifiuti - Presenza di un obbligo giuridico - Limiti - Artt. 192, 256 d.lgs. n.152/2006 - Smaltimento dei rifiuti - Centro di raccolta - Violazione di sigilli - Principio del cui prodest ed altri elementi di fatto di sicuro valore indiziante - Art. 349 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - lista testimoniale - Indicazione delle circostanze sulle quali deve vertere l'esame - Diritto di difesa. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/05/2019, Sentenza n.20467

RIFIUTI - Gestione non autorizzata di rifiuti - Rilevanza della "assoluta occasionalità" - Singola condotta assolutamente occasionale - Valutazione rimessa al giudice del merito - Art. 256, c.1, d.lgs. n. 152/2006 - Natura della assoluta occasionalità - Limiti di carattere soggettivo o oggettivo - Soggetto agente (privato, imprenditore, ecc.) - Ininfluenza - Minimum di organizzazione - Altri elementi - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 13/05/2019, Ordinanza n.

RIFIUTI - Attività di gestione non autorizzata di rifiuti, stoccaggio e deposito incontrollato, pericolosi e non pericolosi - Responsabilità del legale rappresentante - Criteri - Esclusione dell'occasionalità della condotta - Individuazione dell'abitualità - Connotazione di pericolosità dei rifiuti - Fattispecie - Art. 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/05/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione - Natura di sanzione amministrativa di carattere reale a contenuto ripristinatorio - Efficacia anche nei confronti dell'erede o dante causa del condannato o di chiunque vanti su di esso un diritto reale o personale di godimento - Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Sanzione accessoria oggettivamente amministrativa e soggettivamente giurisdizionale - Estinzione per decorso del tempo - Esclusione - Prescrizione ed obbligo di fare per ragioni di tutela del territori - Giurisprudenza della Corte EDU.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/05/2019, Sentenza n.19653

DIRITTO VENATORIO - Nozione di "atteggiamento di caccia" - Necessità d'insieme di elementi - Attività prodromica o preliminare - Fattispecie: cani e richiami senza armi o altri strumenti per la cattura dell'uccellagione  - Artt. 12, 21, 30, L. n. 157/1992. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19230

INQUINAMENTO ACUSTICO - Immissioni rumorose - Disturbo della pubblica quiete - Verifica del superamento della soglia della normale tollerabilità - Elementi probatori - Dichiarazioni - Attività di un bar regolarmente autorizzato dall'autorità amministrativa - Esercizio di un "mestiere rumoroso" - Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone - Piano di zonizzazione acustica - Calcolo dei cd. limiti differenziali - Contenuto del documento unico attività produttive (DUAP) - Fattispecie - Giurisprudenza - Bene tutelato dall'art. 659 cod. pen. - Nozione di quiete pubblica - Configurabilità del reato - Diffusività dell'evento di disturbo - Società in accomandita semplice - Responsabilità ex art. 659 cod. pen. - Individuazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19224

AREE PROTETTE - Aree protette marine - Cattura di esemplari - Soglia di punibilità - Tutela anticipata - Condotte potenzialmente idonee - DANNO AMBIENTALE - Atti prodromici al danno ambientale - L. n.394/91 - DIRITTO DELLA PESCA - Attività di pesca subacquea nell'area marina protetta - Atteggiamento colposo - Condotte vietate - Elencazione non tassativa ma esemplificativa - Evitare comunque il nocumento al bene giuridico protetto - C.d. anticipazione della soglia penale da comportamenti concretamente lesivi dell'assetto floro-faunistico - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19196

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Ampliamento di un fabbricato - Concetto urbanistico di pertinenza - Giurisprudenza - Manufatto distinto e separato da quello principale - Asservimento - Fattispecie: costruzione di un nuovo vano in adiacenza alla preesistente abitazione - Permesso di costruire - Art. 3, 10, 36, 44, 45, 71 e ss. 83, 93, 95, d.P.R. 380/2001 (T.U.E.) - Costruzioni in zona sismica - Natura precaria o permanente dell'intervento e materiali utilizzati - Sicurezza e pubblica incolumità - Controllo preventivo da parte della P.A. - Necessità - Artt. 83 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Disciplina sismica - Applicazione a tutte le costruzioni realizzate in zona sismica - Depositato allo sportello unico  "in sanatoria" degli elaborati progettuali - Effetti - Contravvenzione antisismica - Comunicazione richiesta dall'art. 93 T.U.E. - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Zona paesaggisticamente vincolata - Interventi che incidono sull'aspetto esteriore degli edifici - Natura di reato di pericolo - Effettivo pregiudizio per l'ambiente - Esclusione Art. 181 d.lgs. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nullità della notificazione del decreto di citazione o di inosservanza del termine - Rinnovo della notifica - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Applicabilità e limiti - Reato continuato o comportamento abituale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 02/05/2019, Sentenza n.18000

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati paesaggistici - Realizzazione in zona vincolata di una veranda - Nozione di "superficie utile o di volumi" - Valutazione di compatibilità paesaggistica - C.d. condono ambientale - Verifica di applicabilità - Effetti - Artt. 146, 167 e 181, c.1, d.lgs. n. 42/2004 - Art. 734 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di una veranda - Natura tecnico-giuridico di nuovo locale autonomamente utilizzabile - Esclusione del carattere di precarietà - Permesso di costruire - Natura precaria o permanente dell'intervento - Costruzioni realizzate in zona sismica - Disciplina sismica - Applicazione - Artt. 44, c.1, lett. c), 83, 93, 94, 95, d.P.R. n. 380/2001 - Regione Sicilia - Opere di chiusura e di copertura di spazi e superfici - Nozione di natura precaria e limiti al criterio strutturale - Carattere eccezionale - Prevalenza del criterio funzionale - Riferimento alla temporaneità e provvisorietà dell'uso - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Omessa valutazione di una memoria difensiva - Effetti - Congruità e correttezza logico-giuridica della motivazione del provvedimento. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/04/2019, Sentenza n.17819

RIFIUTI - Deposito incontrollato - Rifiuti speciali non pericolosi - Fanghi derivanti dalle operazioni di lavaggio degli ortaggi - Classificazione tra rifiuto e sottoprodotto - Disciplina eccezionale e derogatoria - Applicabilità - Onere della prova - Responsabilità del legale rappresentante committente e del titolare dell'impresa esecutrice - Artt. 184-bis e 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Bonifica dei siti inquinati da rifiuti - Obbligo di risanamento - Configurabilità del reato per assenza del progetto operativo - Condotta omissiva - Art. 257 c.1 in relazione all'art. 242 c.7 D.Lgs. n. 152/2006 - Tutela dell'ambiente - Predisposizioni dei mezzi per la bonifica da rifiuti - Redazione del progetto operativo di bonifica - Mancato rispetto dell'obbligo per omissione di qualsivoglia condotta funzionale alla redazione e approvazione del progetto operativo degli interventi di bonifica - Elemento normativo extrapenale quale la bonifica - Situazione di inquinamento «qualificata» - Superamento delle «concentrazioni soglie di rischio» - Intervento eseguito in difformità da quanto formalmente pianificato - Permanenza del reato - Attivazione della procedure di bonifica - Obbligo di bonificare del soggetto collettivo - Responsabile dell'inquinamento - Organo rappresentativo - Persona giuridica e persona fisica - Giurisprudenza - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Mancata bonifica - Principio di giustificazione di tipo economico (in specie, assenza di risorse) o principio generale di inesigibilità della condotta - Causa di giustificazione e rimozione della responsabilità - Esclusione - Violazione di interessi di rango costituzionale, come la salute dei cittadini e la protezione delle risorse naturali - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Violazione del principio di autosufficienza o genericità o travisamento di specifici atti del processo - Inammissibilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Costruzione in zona agricola e reati urbanistici - Rilascio del permesso di costruire in zona agricola - Presupposti e condizioni - Destinazione del manufatto all'agricoltura - Possesso dei requisiti soggettivi di imprenditore agricolo - Rilascio della sanatoria - Valutazione e parametri per la conformità - Limiti alla voltura del titolo abilitativo in favore di terzi - Art. 44 lett. b) d.P.R. n. 380/2001 - Cessione di cubatura - Elementi per applicare l'istituto dell'asservimento ai fini della sommatoria della cubatura edificabile di fondi - Comune titolarità dei due terreni - Elusione dei vincoli e disciplina in materia - Limiti alla "cessione di cubature" fra terreni fra loro distanti - Fattispecie: cessione di cubatura tra fondi agricoli in assenza dei presupposti normativi - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Condanna al là di ogni ragionevole dubbio - Dato probatorio acquisito - Ricorso in cassazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17732

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di restauro e risanamento conservativo - Area sottoposta a vincolo - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Mutazione della qualificazione tipologica del manufatto preesistente - Esclusione - Necessità del permesso di costruire e nulla osta Art. 181 d.lgs n. 42/2004 - Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17701

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazione sostanziale e/o formali in materia antisismica - Omessa denuncia lavori in zona sismica - Configurabilità del reato - Zona inclusa tra quelle a basso indice sismico - Violazione delle prescrizioni tecniche antisismiche - Decorrenza del termine di prescrizione - Giurisprudenza - Artt. 44, 83, 93 e 95, d.P.R. n. 380/2001 - Costruzione abusiva - Reato di natura permanente - Decorrenza e cessazione della permanenza - Edificio concretamente funzionale - Provvedimento di sequestro.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17691

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Impiego di piccioni come esca - Sevizia e rilevanti sofferenze - Mancanza del requisito della necessità - DIRITTO DELLA PESCA - Pesca del pesce siluro - Sofferenza provocate all'esca e non giustificate dall'esigenza della pesca - Artt. 544-ter e 727 cod. pen. - Tutela degli animali ed esclusione dell'applicabilità delle norme penali - Ratio ispiratrice della norma n.189/2004 - Giurisprudenza - Titolo IX bis del libro secondo del codice penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Tutela delle acque dall'inquinamento - Impianti di depurazione - Rottura della condotta di adduzione di liquami inquinanti - Sversamento di reflui prodotto da un allevamento zootecnico suinicolo - Caso fortuito o la forza maggiore - Nesso psichico tra azione ed evento - Speciale diligenza - Adozione di accorgimenti tecnici adeguati - Necessità - Interesse della salute dei cittadini e della salvaguardia ambientale - Artt. 192, 256, d. Lgs. n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di "varianti in senso proprio",  "varianti essenziali" - Peculiarità del regime giuridico applicabile - Giurisprudenza consolidata - Artt. 22, 32, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Varianti leggere o minori in corso d'opera - Disciplina sostanziale e procedimentale applicabile - Presupposti e condizioni - Sorte dei diritti quesiti - Autorizzazioni, permessi, SCIA - Nozione di volume tecnico - Esigenze tecniche di funzionalità degli impianti nei limiti imposti dalle norme urbanistiche - Natura del c.d. volume tecnico "aggiuntivo" - Nuova opera e parametri urbanistici - Diritto urbanistico - Norme contenute nei piani regolatori - DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice di merito e amministrativo - Competenze - Limiti al ricorso in sede di legittimità - Nozione di "travisamento della prova" - Ragionamento del giudice e  tenuta del sillogismo - Motivazione insanabilmente contraddittoria - Errore "revocatorio", per omissione, invenzione o falsificazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI -  Attività di gestione di rifiuti non autorizzati - Responsabilità del legale rappresentante della società (amministratore giudiziario) - Attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento di rifiuti pericolosi e non, mediante un impianto di trattamento in assenza di autorizzazione - Art. 256 D.Lvo n.152/2006 - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Getto pericoloso di cose - Emissioni di gas, vapori, fumo, atti a cagionare odori nauseabondi - Art. 674 del codice penale - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Legittimo impedimento - Impegno professionale del difensore in altro procedimento - Presupposti e limiti - Art. 420-ter, c.5, cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Territori con lo stato di emergenza - Gestione dei rifiuti - Raccolta e trasporto - Mancanza di autorizzazione - Dolo generico - Mera consapevolezza - Art. 6 comma 1 lett. d del D.Lvo 172/2008 - Artt. 212 e 256 d.lgs. n.152/2006 - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Natura di reato istantaneo - Sufficiente un unico trasporto abusivo di rifiuti - Responsabilità da parte di "chiunque" gestisce i rifiuti - Titolari di imprese e dei responsabili di enti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.5^ 19/04/2019, Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Immobile iscritto nel catasto fabbricati come rurale - Imposta comunale sugli immobili (ICI) - Esenzione relativa categoria (A/6 o D/10) - DIRITTO AGRARIO - Dimostrazione della ruralità dei fabbricati - Onere della prova da parte del contribuente - Classificazione della ruralità dei fabbricati retroattiva - Quinto anno antecedente a quello di presentazione della domanda - Legislazione e giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/04/2019, Sentenza n.17063

DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Cattivo stato di conservazione delle sostanze alimentari - Criteri di produzione e distribuzione sul mercato - Data di scadenza del prodotto - Irrilevanza con le modalità di conservazione dei prodotti alimentari - Elemento costitutivo del reato di cattivo stato di conservazione dell'alimento - TUTELA DEI CONSUMATORI - Commercializzazione di prodotti alimentari confezionati - Indicazione della scadenza del prodotto - Vendita oltre la scadenza indicata - Effetti e limiti - Sanzione amministrativa - Disciplina applicabile - Presupposto del reato - Concreto stato di cattiva conservazione delle sostanze alimentari - Giurisprudenza.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/04/2019, Sentenza n.

 VIA VAS AIA - Reati ambientali - Modifiche al CODICE DELL'AMBIENTE - Autorizzazione integrata ambientale - Inosservanza delle prescrizioni - Depenalizzazione a illecito amministrativo - Limiti - D.lgs. n. 46/2014, recante attuazione della direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali che modifica il d.lgs. n. 152/2006 - Impianto di macinazione batterie - Attività di recupero di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in violazione delle prescrizioni - Autorizzazione integrata ambientale (AIA) - Inosservanza - Realizzazione di un danno ambientale - Necessità - Esclusione - Art. 29 quattuordecies, c.2, d.lgs. n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 17/04/2019, Ordinanza n.16669

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Aria - Emissioni in atmosfera - Condotta di esercizio abusivo di attività produttiva di emissioni in atmosfera - Artt. 256 e 279, d. lgs. n. 152/2006 - Fattispecie: esercizio di attività di lavorazione marmi e ceramica, in assenza di autorizzazione alle emissioni in atmosfera - Violazione delle semplici prescrizioni autorizzative - Possesso dell'autorizzazione - Sanzione amministrativa. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 17/04/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Attività di gestione non autorizzata di rifiuti - Configurabilità del reato ex art. 256 D.Lvo n.152/2006 - Presupposti e criteri normativi - Mancanza di assoluta occasionalità - Esercizio anche di fatto o in modo secondario o consequenziale ad una attività primaria diversa - Artt. 208, 209, 211, 212, 214, 215 e 216 T.U.A..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 17/04/2019, Ordinanza n.16716

RIFIUTI - Deposito temporaneo - Qualificazione del deposito ex art. 183 T.U.A. - Onere della prova - Produttore rifiuti - Raggruppamento di rifiuti - Condizioni - Tempi e sicurezze - Fattispecie: abbandono di rifiuti in modo incontrollato in un'area di una massa di macerie edili - Artt. 183 e 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^ 16/04/2019, Sentenza n.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Dirigente dell'Ufficio tecnico - Reato di omissione di denuncia - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Condotta del pubblico ufficiale - Denuncia di reato - Verifica dell'esistenza della notitia criminis - Art. 361 cod. pen. - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Richiesta di sanatoria - Accertamento di conformità - Art. 36 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - Reati contro la P.A. - Pubblico ufficiale - Nozione del dolo di omissione - Elemento soggettivo del reato di omissione di denuncia - Obbligo di informazione penalmente inscusabile - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.1^ 15/04/2019, Ordinanza n.10501

APPALTI - Collaudo di opere pubbliche - Azione di garanzia per i vizi e difetti dell'opera nei confronti dell'appaltatore - Termini di decadenza e prescrizione - Art. 1667 c.c. - Presupposti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rigetto del gravame - Conferma della sentenza di 1° - Modifica delle spese processuali assunte dal giudice di 1° - Mancanza di uno specifico motivo di impugnazione - Esclusione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16042

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Aria - Biogas prodotto dalla fermentazione dei rifiuti solidi urbani siti in discarica - Superamento dei limiti di emissione - Gestore dell'impresa di produzione di energia elettrica tramite l'utilizzo di biogas - Natura di reato istantaneo - Momento consumativo del reato - Decorrenza del termine di prescrizione - Singola condotta tipica o a consumazione prolungata o condotta frazionata - Fattispecie - Art. 279, D.Lgs. n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16044

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarichi provenienti dall'attività casearia - Disciplina applicabile - Assimilazione di determinate acque reflue industriali alle acque reflue domestiche - Dimostrazione dell'esistenza delle specifiche condizioni individuate dalle leggi - Necessità - Artt. 101, 137, d.lgs. n.152/2006 - ZOOTECNIA - Nozione di attività di allevamento - Ricovero e custodia animali per conto terzi - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attività di polizia giudiziaria ed inchiesta amministrativa - Prelievo di campioni da utilizzare in successive analisi - Norme di garanzia della difesa - Avviso all'interessato senza particolari modalità - Verbale di apertura del campione - Informazione verbale - Validità - Operatività dell'art. 220 in relazione al successivo articolo 223 disp. att. cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 1^ 12/04/2019, Sentenza n.16123

RIFIUTI - Ecoreati - Attività per il traffico illecito di rifiuti - Natura di reato abituale - Ciclo organizzato e unitario di smaltimento di rifiuti pericolosi al fine di conseguire un ingiusto profitto - Comportamenti non occasionali - Pluralità di condotte in continuità temporale - Competenza nel luogo in cui le varie frazioni della condotta, per la loro reiterazione, hanno determinato il comportamento punibile - Fattispecie - Art. 452 quaterdecies c.p. - Artt. 416, 515 cod. pen. - Artt. 183 e 260 d.lgs. n. 152/2006 - D.lgs. n. 231/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Conflitti di competenza territoriale - G.U.P. dichiarazione d'incompetenza territoriale - Ipotesi di reati connessi - Contestazione formulata dal pubblico ministero - Vis attractiva. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16056

DANNO AMBIENTALE - Ecoreati - Attività organizzate per il traffico illecito - Ingiusto profitto - Nozione e configurabilità - Natura di reato abituale - Unitarietà della condotta - Soglia minima di rilevanza penale della condotta - Valutazione complessiva operata dal giudice - Art. 452-quaterdecies cod. pen. - Art. 258 d.lgs. 152/2006 - RIFIUTI - Ecodelitti - Nozione di "profitto" - Requisito dell'ingiusto profitto - Giurisprudenza - Gestione abusiva dei rifiuti - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Condotta sanzionata - Sistema concorrenziale tra imprese - Rischio o danno all'ambiente e alla salute delle persone - Semplice titolarità dell'impresa - Responsabilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/04/2019, Sentenza n.16036

RIFIUTI - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Ecodelitti - Art. 260 d.lgs. 152/2006 (ora 452-quaterdecies c.p.) - Natura di reato abituale proprio - Reato permanente - Cessazione dell'attività - Ecoreati e natura di reato permanente - Contestazione della condotta con la formula "ad oggi" o "tuttora" o "tutt'oggi" - Momento della cessazione della permanenza - Disciplina della prescrizione - Reati abituale o "reato di durata"- Art. 452-quaterdecies codice penale - Giorno dell'ultima condotta tenuta - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.5^ 11/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Fabbricato accatastato come unità collabente (categoria F/2) - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Non tassabilità in assenza di rendita e in assenza di edificabilità autonoma dell'area - Imposta comunale sugli immobili (ICI) - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Disposizioni urbanistiche introdotte da leggi regionali - Rapporti tra la disciplina regionale e la normativa statale - Deroghe e limiti - Disciplina antisismica - Disciplina paesaggistica - Norme sulla sicurezza - Norme igienico-sanitarie - Inderogabilità - Competenza esclusiva dello Stato - Art. 117, c.2° Cost. - Legge regionale Sicilia n.4/2003 - Artt. 32, 44, 93, 94, 95 d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181 D.L.vo n.42/2004 - Opere precarie non soggette a permesso di costruire - Tettoie, pensiline, gazebo ed altre ancora su balconi, terrazze o su qualunque superficie esistente - Criteri strutturali e funzionali - Differenza - Disciplina applicabile e i controlli preventivi previsti dalla legislazione nazionale - Giurisprudenza - Nozione di "volumi tecnici" - Rapporto di strumentalità necessaria - Evidenti ragioni di funzionalità effettivamente sussistenti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Travisamento della prova - Configurabilità - Sindacato della Corte di cassazione - Limiti - Fattispecie: contestazione della valutazione delle prove (documentale e testimoniale).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/04/2019, Sentenza n.15523

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Tutela del paesaggio e provvedimento autorizzatorio - Effetti del silenzio dell'amministrazione - Concorso di competenze statali e regionali - Definizione di pratiche edilizie mediante sanatoria - Art. 181, c.1, d.lgs. n. 42/2004 - Speciale causa di estinzione del reato paesaggistico - Art. 39, c.8, L. n.724/1994 - Giurisprudenza - Fattispecie - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Intervento edilizio su immobili sottoposti a tutela paesaggistica o ambientale - Istituto del silenzio assenso inoperatività - Preventivo parere o autorizzazione - Artt. 20, 22, 23-bis, 44, D.P.R. n. 380/2001. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 05/04/2019, Sentenza n.15011

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Richiesta di rilascio di un permesso di costruire - Documentazione non veritiera attestante una falsa rappresentazione dello stato dei luoghi - Falso ideologico in sede amministrativa - Configurabilità - Art. 20, c.13, d.P.R. n.380/2001 - Artt. 48 e 480 cod. pen. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Provvedimento adottato da un pubblico ufficiale basato su atti o attestazioni non veri prodotti dal privato - Falso ideologico in documenti a contenuto dispositivo - Effetti - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Rapporti tra il delitto di falso ideologico in atto pubblico per induzione ed il reato di falsità ideologica in atto pubblico commesso da privati - Rapporto di causa-effetto - Condotte riconducibili al decipiens - Artt. 48-479 o 48-480 e 483 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riqualificazione del fatto - Difetto di contraddittorio - Violazione del diritto di difesa - Possibilità di proporre ricorso per cassazione e causa di non punibilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 04/04/2019, Ordinanza n.14762

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Reato di scarico di acque reflue industriali - Officina meccanica e autolavaggio veicoli - Natura di insediamenti produttivi - Assimilabilità agli scarichi civili - Esclusione - Assenza di autorizzazione o scaduta - Art. 137, d.lgs. n. 152/2006 - Reato ambientale - Scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione - Inapplicabilità della circostanza attenuante o diminuente per successivo rilascio dell'autorizzazione - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/04/2019, Sentenza n.14725

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi di ristrutturazione edilizia - Disciplina applicabile - Applicazione retroattiva della norma extrapenale più favorevole - Artt. 3, 10, 22, 23, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Art. 19, L. n.241/1990 - Art. 2, c.4, cod. pen. - Ristrutturazione edilizia e testo vigente - Successione di leggi - Interventi definiti di ristrutturazione edilizia c.d. "pesante" e  ristrutturazione edilizia "leggera" - Differenze - Regime del permesso di costruire o s.c.i.a. - Esecuzione di lavori in assenza del permesso di costruire - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Successione di leggi penali e punibilità del fatto precedentemente commesso - Principio di retroattività della norma favorevole - Giurisprudenza - Responsabilità del progettista - Asseverazione della conformità delle opere da realizzare agli strumenti urbanistici approvati - False dichiarazioni o attestazioni o asseverazioni - C.d. segnalazione certificata - Tecnici abilitati - Eventuale concorso del privato committente - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Verifiche di competenza dell'amministrazione - Fedele rappresentazione dello stato dei luoghi attuale e quello in progetto - Art. 19, c.1, L. 241/1990 e ss.mm..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/04/2019, Sentenza n.14743

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Campeggio - Lottizzazione abusiva - Allestimenti e servizi finalizzati ad un soggiorno occasionale e limitato nel tempo - Artt. 30, 44, 64, 65, 71, 72, 83, 93 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Reati urbanistici - Confisca dei terreni e delle opere abusivamente lottizzati - Conferimento di un diverso assetto del territorio - Operazione di frazionamento - Sanzione - Proporzionalità della confisca - Terzi in buona fede. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/04/2019, Sentenza n.14734

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Impedire a un animali o rendere difficoltosa la deambulazione o il mantenere una posizione eretta - Art. 727 cod. pen. - Configurabilità - Nozione di maltrattamento di animali - Nozione di detenzione impropria di animali - Giurisprudenza - DIRITTO SANITARIO - Produzione del certificato medico - Verifica fiscale - Indicazione generica e certificazione medica inadeguata - Valutazione del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto penale oggetto di opposizione - Effetti e caso di provvedimento abnorme - Art. 464, c.3, cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 28/03/2019, Sentenza n.13607

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Desistenza dalla prosecuzione dell'intervento edilizio abusivo - Presupposti - Definitività e dimostrabilità - Onere della prova - Artt. 25, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Reato urbanistico - Natura di reato permanente - Consumazione inizio e termine - Ultimazione dell'opera, requisiti e valutate nel loro complesso - Immobile abusivo - Prova della concreta ed effettiva funzionalità - Datazione dell'intervento edilizio abusivo - Riferimento all'attivazione delle utenze - Esclusione - Dimostrazione della definitiva cessazione dei lavori - Necessità - Responsabilità per abuso edilizio del proprietario (o comproprietario) dell'area non formalmente committente - Onere della prova - Principio del "cui prodest" - Giurisprudenza - Rapporto di coniugio e compartecipazione di un coniuge nel reato edilizio - Elementi indizianti e prova - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Limiti al riconoscimento delle circostanze attenuanti generiche - Dosimetria della pena - Gravità del fatto - Corretto esercizio del potere discrezionale di determinazione della pena e dei criteri di valutazione - Artt. 62-bis e 133 cod. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 28/03/2019, Sentenza n.13608

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Permesso di costruire in sanatoria e estinzione dei reati per prescrizione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Percezione «ictu oculi» - Evidenza» richiesta dall'art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Causa di estinzione del reato - Artt. 29, 36, 44, 64 , 65, 71, 72, 93 e 95 d.P.R. 380/2001 - Art. 181, c.1 d.lgs. 42/2004. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/03/2019, Sentenza n.13606

RIFIUTI - Abbandono di rifiuti - Obbligo giuridico di impedire l'evento - Esclusione - Condotta omissiva da parte del proprietario del terreno - Responsabilità in caso di inerzia - Presupposti e limiti - Inottemperanza all'ordinanza di rimozione - Artt. 255 e 256 d.lgs n.152/2006 - Giurisprudenza - Mancata indicazione degli articoli di legge violati - Irrilevanza - Esercizio del diritto di difesa. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 25/03/2019, Sentenza n.12916

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Tutela dei beni ambientali - Intervento abusivo su beni vincolati - Limiti volumetrici - Reato paesaggistico - Poteri del giudice dell'esecuzione - Prescrizione e procedimento di esecuzione - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Efficacia del giudicato penale - Principio di certezza e stabilità giuridica - Divieto di "bis in idem" - Applicazione in sede esecutiva - Corte Cost. sent. n.56/2016 - Fattispecie: illegittimità costituzionale parziale dell'art. 181, comma 1-bis, d.lgs. n.42/2004. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.4^ 25/03/2019, Sentenza n.12876

RIFIUTI - Responsabilità per la gestione dei rifiuti - Stoccaggio o smaltimento a mezzo di impianto indipendente - Sostanze gassose - Omessa classificazione - Produttore o detentore di rifiuto - Individuazione - Posizione di garanzia apicale - Obblighi di legge - Soggetti coinvolti nella produzione o nella detenzione - Omessa classificazione - Protezione della salute umana - Omessa imprudente vigilanza sulle operazioni di bonifica - Art. 183 e ss. 208 e ss. D. Lgs. n.152/2006 - Fattispecie: Vittime dovuti dalla pulitura di cisterne dai rifiuti interni rimasti dopo lo scarico di zolfo liquido - ADR - Tank container - Violazione di cui agli artt. 5 e 25 septies D.L.vo 231/2011 - Norme antinfortunistiche violate e all'art.2087 cod.civ. - DVR non aggiornato - Rischi derivanti dal lavaggio di autocisterne utilizzate per il trasporto di prodotti chimici - Caso Eni di Taranto e Scarlino - APPALTI - Responsabilità dei committenti e rischio interferenziale - Obblighi di coordinamento e cooperazione - Dovere informativo su eventuali pericoli - Contratto di appalto e accordo per una mera prestazione d'opera - Posizione di garanzia propria dell'imprenditore - Infortuni sul lavoro - Responsabilità del committente per "culpa in eligendo" - Verifica dell'idoneità tecnico professionale - Fattispecie: pericolosità derivante dai rifiuti gestiti - SICUREZZA SUL LAVORO - Subappaltato dei lavori - Responsabilità dell'imprenditore che frazioni il ciclo produttivo - Norme antinfortunistiche - Casi di lesioni e di omicidi colposi - Nesso di causalità - Evento dannoso un legame causale - Giurisprudenza - Prevenzione degli infortuni sul lavoro - Individuazione del garante nelle strutture complesse - Relazioni intersoggettive - Datore di lavoro - Persona giuridica - Responsabilità del legale rappresentante dell'ente - Successione di norme e corrispondenza contenutistica - Datore di lavoro dell'impresa appaltatrice - Valutazioni di rischio - Omessa redazione del DVR - Prevenzione dei rischi generici e processo causale che ha dato origine all'infortunio - Sistema di sicurezza aziendale - Procedimento di programmazione della prevenzione globale dei rischi - Responsabilità del datore di lavoro committente - Documento di valutazione dei rischi - Obblighi di cooperazione e coordinamento - Titolari della posizione di garanzia - Responsabilità di ogni singola posizione di garanzia - Nesso di causalità e rischio interferenziale - Coinvolgimento funzionale - Violazione di norme antinfortunistiche - Aggravante speciale - Procedibilità di ufficio in caso di lesioni gravi e gravissime - Addebito di colpa specifica - Posizione di garanzia - Assenza di  diligenza, prudenza e accortezza - Impresa strutturata come persona giuridica - Legale rappresentante e responsabilità penale - Destinatario delle normativa antinfortunistica - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Corte di Cassazione annullamento della sentenza impugnata - Effetti civili e penali. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 22/03/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Intervento effettuato su una costruzione realizzata abusivamente da precedente proprietario - Ripetizione delle caratteristiche di illegittimità dall'opera principale - Nuovo reato edilizio - Configurabilità. Art. 44, 83, 95 d.P.R. 380/2001 - Reato urbanistico - Costruzione abusiva - Natura di reato permanente - Consumazione e cessazione della permanenza - Giurisprudenza.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 22/03/2019, Sentenza n.12735

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opera abusiva e conseguenza dannosa dell'illecito edilizio - Persistente offensività dell'opera nei confronti dell'interesse tutelato dalla norma - Demolizione e sospensione condizionale della pena - Funzione ripristinatoria del bene offeso - Amministrazione inerte e poteri del giudice di merito - Giurisprudenza - Art. 31, c.9 T.U. Edilizia. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. UNITE 22/03/2019, Sentenza n.8230

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nullità del trasferimento dell'immobile abusivo attinente al profilo civilistico - C.d. nullità «testuale» - Presenza nell'atto della dichiarazione dell'alienante degli estremi del titolo urbanistico, reale e riferibile all'immobile - Artt. 17 e 40 L n. 47/1985 - Artt. 31, 46, 136 del TUE del 2001 - Art 1418 c.c. - Nullità del contratto di comprovendita per mancata inclusione degli estremi del titolo abilitativo - Dichiarazione reale riferibile all'immobile - Effetti e limiti - Art. 31 Legge Urbanistica - Nullità delle compravendite di terreni abusivamente lottizzati - Sanzione della demolizione - Ordine di demolizione - Responsabilità del dirigente o del funzionario per omissione o ritardo - Illecito permanente - Giurisprudenza amministrativa - Abusivismo edilizio - Disvalore espresso dall'ordinamento - APPALTI - Contratti d'appalto nulli per illiceità dell'oggetto - Importanza della veridicità delle dichiarazioni dell'alienante - Contratto preliminare  - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 21/03/2019, Sentenza n.12703

RIFIUTI - Trasporto abusivo di rifiuti - Confisca dell'automezzo - Natura obbligatoria - Aree in cui vige lo stato di emergenza - Rapporto tra disciplina emergenziale e TU ambientale - Art. 6 lett. d), L. n. 210/2008 -  Patteggiamento ex art. 444 cod.proc.pen. - Giurisprudenza - Artt. 256, 258 e 259 D.Lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/03/2019, Sentenza n.12268

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - DIRITTO DELL'ENERGIA - Aerogeneratori - Realizzazione di distinti impianti di fonti energetiche rinnovabili - Titolo abilitativo semplificato - Applicazione e limiti - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Aree sottoposte a tutela ex d.lgs n. 42/2004 e "aree contermini" - Riconducibilità al medesimo centro di interessi - Acquisizione di autorizzazione unica regionale - Necessità - Elusione artificiosa dei limiti di potenza fino a 1MW - Aartt. 44 dpr n. 380/2001 e 181 d.lgs n. 42/2004 - Giurisprudenza - CODICE DELL'AMBIENTE - Pale eoliche - VIA VAS AIA - Valutazioni di impatto e di incidenza ambientale (V.I.A. e V.incA) - Legislazione concorrente - Emissioni provocat da aerogeneratori - Tutela dell'ambiente, del patrimonio culturale, della salute e della pubblica incolumità - 270, 273 e  282 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Ricorso per cassazione contro ordinanze - Valutazione del fumus commissi delicti - Diritto all'eventuale restituzione delle cose sequestrate - Legittimazione - Necessità - Artt. 321 e 325 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/03/2019, Sentenza n.12264

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Fertirrigazione su terreni in condizioni non idonei all'utilizzo agronomico - Violazione delle prescrizioni - Mancata tenuta dei registri di fertirrigazione - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Utilizzazione degli effluenti derivanti dall'attività di allevamento - Art. 137 c.14 d.lgs n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio di correlazione tra accusa e sentenza - Fatto contestato mutato nei suoi elementi essenziali - Verifica del giudice - Garanzia dei diritti di difesa - Nozione di "fatto" - Effetti dell'inammissibilità del ricorso per cassazione e art. 129 c.p.p. - Giurisprudenza - Cause di non punibilità a norma - Prescrizione del reato - Rilievi e preclusioni. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/03/2019, Sentenza n.

* INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Aria - Emissioni in atmosfera in assenza autorizzazione - Impianto di autocarrozzeria - Responsabilità e ruolo del proprietario dei locali - Condotta illecita del proprietario dei locali - Fatto colposo in fatto doloso altrui - Esclusione - Concorso nel reato - La mera denuncia non determina esonero da responsabilità - Artt. 269 e 279, c.1, d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 15/03/2019, Sentenza n.11505

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ristrutturazione edilizia "ricostruttiva" - Rispetto delle distanze - Differenze di condizioni del preesistente fabbricato - Artt. 3, 13, 29, 36, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Reato di costruzione edilizia abusiva - Condotta colposa - Differenza tra semplici cittadini e soggetti con qualifiche professionali - Reati urbanistici - Titolare del permesso di costruire, committente, costruttore e direttore dei lavori - Responsabilità - Responsabilità del direttore dei lavori - Posizione di garanzia - Casistica giurisprudenziale - Concorso di persone nel reato - Carattere meramente fittizio della prestazione - Assenza di idoneo titolo professionale - Mancanza di un effettivo e costante controllo - Mancata conformità alle leggi urbanistiche ed al progetto autorizzato - Assenza sul cantiere - Negligenza - Casi di esonero di responsabilità - Contestazioni al titolare del permesso di costruire, al committente ed al costruttore delle violazione - Rinuncia contestuale all'incarico - Comunicazione motivata all'Amministrazione comunale  - Interventi di ristrutturazione edilizia - Differenza tra ristrutturazione "conservativa" e ristrutturazione "ricostruttiva" - Titoli abilitativi - Permesso di costruire e procedura semplificata della SCIA - Nozione del termine «consistenza» - Accertamento e limiti della preesistente consistenza di un edificio crollato o demolito - Demolizione dell'immobile abusivo - Ordine alla subordinazione della sospensione condizionale della pena - Omessissione di specifica motivazione - DIRITTO AGRARIO - Edificazione in zona agricola - Posizione soggettiva del committente delle opere - Necessaria destinazione funzionale all'attività agricola - Giurisprudenza - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reati urbanistici - Dirigente o responsabile dello sportello unico - Configurabilità del reato di abuso di ufficio - Elemento soggettivo - Consapevolezza dell'ingiustizia del vantaggio patrimoniale - Macroscopica illiceità dell'atto - Fattispecie - Limiti di applicabilità dell'art. 131-bis cod. pen. - Non particolare tenuità del fatto per contestuale violazione di più disposizioni - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Pronuncia assolutoria a norma dell'art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Poteri e verifiche del giudice - Nozione di "evidenza".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 15/03/2019, Sentenza n.11518

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Autorizzazione allo scarico - Preventivo rilascio di una formale - Necessità - Controllo anticipato delle autorità competenti - Eventuale imposizione di specifiche prescrizioni - Mancato "monitoraggio ecologico" - Att. 124, 125, 137, d.lgs. n.152/2006 - Tutela delle acque dall'inquinamento - Preventiva autorizzazione per tutti gli scarichi - Necessità - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Verifiche del procedimento amministrativo - Taciti assensi o illegittime prassi - Esclusione - Att. 124, 125, 137, d.lgs. n.152/2006 - 231 e responsabilità dell'impresa - Individuazione dell'elemento soggettivo di responsabilità dell'ente nella colpa - Oneri probatori - Artt. 1, 6, 12, 25-undecies e 25-undecies, d.lgs. n.231/01 - Fattispecie: scarico in assenza di autorizzazione - Responsabilità degli enti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attenuante di cui all'art. 12, c.2, lett. a) d.lgs. n.231/2001 - Poteri del giudice - DANNO AMBIENTALE - Risarcimento integrale del danno da parte ente - Eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose del reato - Giurisprudenza - 231 ambito di operatività - Assoluzione della persona fisica e ente - Automatismo - Esclusione - Accertamento autonomo della responsabilità dell'ente. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/03/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI -  Fresato d’asfalto - Attività di scarifica del manto stradale - Sottoprodotto - Casi di esclusione ed eccezioni - Mancanza del processo lavorativo funzionale alla sua produzione - Necessità di lavorazione con altri componenti vergini - Esclusione - Codice CER - Trattamento come sottoprodotto - Inserimento nel ciclo produttivo e utilizzazione senza alcun trattamento nell'impianto - Assenza di operazioni di stoccaggio a tempo indefinito - Inclusione - Artt. 184 bis, 256 d.lgs n.152/2006 - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissioni in aria prodotte dall'attività di manutenzione autostradale - Stabilimento realizzato in difetto di autorizzazione - Natura di reato permanente di pericolo - Sottrazione delle attività al controllo preventivo degli organi di vigilanza - ASSOCIAZIONI E COMITATI - Associazioni ambientaliste e comitati per la tutela della salute e dell'ambiente - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Costituzioni parti civili  "iure proprio" nel processo per reati ambientali - Perseguimento delle finalità statutarie DANNO AMBIENTALE - Risarcimento del danno - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/03/2019, Sentenza n.11463

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Individuazione della data di ultimazione dei lavori - Onere di allegare gli elementi probatori - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Riqualificazione del delitto paesaggistico in contravvenzione - Art. 181, d. Lgs. n. 42/2004 - Costruzione abusiva - Violazioni in materia edilizia ed antisismica - Sequestro - Prosecuzione dei lavori oltre tale data - Procedimento logico - deduttivo - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità - Effetti dell'inammissibilità del ricorso per cassazione - Dichiarare le cause di non punibilità a norma dell'art. 129 cod. proc. pen. - Esclusione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 14/03/2019, Ordinanza n.7336

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Difformità o difetti costruttivi dell’opera - Responsabilità del direttore dei lavori - Vigilanza urbanistica ed alta sorveglianza delle opere - Attività del direttore dei lavori - Controlli, verifiche e istruzioni - Giurisprudenza - Art. 24, 25, 29 D.P.R. n. 380/2001 - APPALTI - Vizi o difformità dell'opera (privata) appaltata - Obblighi del direttore dei lavori - Tutela del committente - Impiego di peculiari competenze tecniche - Normale diligenza - Omissione in vigilanza, controlli o istruzioni - Responsabilità del direttore dei lavori - Sussistenza.   

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/03/2019, Sentenza n.10938

INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Rumore - Accertamento idoneità delle emissioni sonore - Principi giurisprudenziali consolidati - Fattispecie: pubblico esercizio che diffonde musica ad elevato volume anche in ore notturne - Art. 659 c.1, cod. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.1^ 13/03/2019, Ordinanza n.

* APPALTI - Appalto di opera pubblica - Ritardo del collaudo - Condizioni e limiti all'estinzione delle garanzie - Vizio dell'opera riscontrato in sede di tardivo collaudo - Effetti - Responsabilità dell'appaltatore - Presupposti - Giurisprudenza - Esecuzione dei contratti pubblici - Pagamento della rata di saldo delle opere pubbliche - Termini entro i quali deve essere compiuto il collaudo - Ritardo imputabile alla P.A. - Effetti - Azioni dell'appaltatore e messa in mora dell'amministrazione inerte - Decorrenza della prescrizione del credito - Superamento del termine di sei mesi dalla data di ultimazione dei lavori - Ritardo imputabile alla P.A. - Presunzione "iuris tantum" di responsabilità della committenza - Onere della prova - Diritto dell'impresa alla restituzione della cauzione prestata - Estinzione di eventuali fideiussioni - Responsabilità dell'impresa per i vizi dei lavori commessi - Novazione oggettiva - Nuove ed autonome situazioni giuridiche del contratto - Nuovo rapporto obbligatorio in sostituzione del precedente - Elementi essenziali, oltre ai soggetti ed alla causa, l'animus novandi - Transazione contrattuale e interpretazione del contratto - Volontà estintiva della originaria obbligazione - Valutazione del giudice. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/03/2019, Sentenza n.10927

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Parcheggi nel sottosuolo (cd. Legge Tognoli) - Speciale regime di favore - Applicazione e limiti - Realizzazione di parcheggi di servizio a fabbricati esistenti realizzati nel sottosuolo - Requisiti richiesti dalla norma - Atti di cessione nulli - Casistica giurisprudenziale - Permesso di costruire o altro atto abilitativo anche in sanatoria materialmente incompatibile con la legge o difforme da essa - Ipotesi dell'illiceità del provvedimento - Poteri del giudice penale - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reato paesaggistico - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Norme in materia di costruzioni in zone sismiche, di opere in cemento armato, di tutela del paesaggio e dell'ambiente - Condotte riparatorie ed estinzione dell’illecito penale - Effetti e limiti dell'art. 131-bis cod. pen. - L. n.122/89 - Artt. 12, 44. lett. c) d.P.R. 380/2001 - Art. 181 d.lgs. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Inammissibilità del ricorso per manifesta infondatezza dei motivi - Possibilità di dichiarare le cause di non punibilità - Preclusione - Art. 129 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.4^ 12/03/2019, Sentenza n.10873

RIFIUTI - Discarica abusiva - Area adibita a cumuli di rifiuti - Confisca del terreno - Dichiarazione di estinzione del reato - Effetti - Artt. 214, 216, 256, d. Lgs. n. 152/2006 - Art. 240 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso straordinario avverso provvedimenti del giudice di legittimità - Errore materiale e errore di fatto - Termine di prescrizione - Art. 625-bis cod. proc. pen..  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/03/2019, Sentenza n.10799

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Rilascio dell'autorizzazione paesaggistica in sanatoria - Casi di speciale protezione e iter - Legge sul condono edilizio - Inapplicabilità - Art. 146, d.lgs n. 42/2004 - D.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Legge sul condono edilizio e sanatoria su beni paesaggistici - Procedimento per il rilascio del provvedimento in sanatoria - Soprintendenza e spatium deliberandi - Decorso del termine - Silenzio-rifiuto impugnabile in sede di giustizia amministrativa - Differente contesto dei beni che vengono in rilievo - Iter procedimentale più gravoso -  Art. 10-bis L. 7 agosto 1990, n. 241.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/03/2019, Sentenza n.10804

RIFIUTI - Deposito e smaltimento illecito di rifiuti su beni demaniali (aree di golena dei fiumi) - DIRITTO DEMANIALE - Sequestro penale di un'area golenale - Richiesta di dissequestro - Diritto alla restituzione - Esclusione - Assenza di un titolo legittimante - Buona fede e possesso ventennale - Ininfluenza - Reato di occupazione abusiva - Art. 256 d.lgs. n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 11/03/2019, Ordinanza n.

* INQUINAMENTO ACUSTICO - Rumori intollerabili provocati dagli impianti di ventilazione/refrigerazione collocati lungo il muro perimetrale dello stabilimento - Cessazione delle immissioni - Adozione di misure idonee a mantene le immissioni rumorose nei limiti della normale tollerabilità - DANNO AMBIENTALE - Risarcimento di tutti i danni subiti - Danni non patrimoniale risarcibile - Liquidazione equitativa - Art. 844 cod. civ. - Art. 2043 cod. civ. - Art. 2059 cod. civ. - Immissioni moleste che non superino i limiti basati dalle norme d'interesse generale - Giudizio in ordine alla situazione concreta di tollerabilità - Valutazione e poteri del giudice - Tutela della qualità della vita e della salute - Contemperamento delle esigenze della produzione con le ragioni della proprietà - DIRITTO SANITARIO - Immissioni sonore o da vibrazioni o scuotimenti atte a turbare il bene della tranquillità nel godimento degli immobili adibiti ad abitazione - Inapplicabilità della legge 26/10/1995. n. 447 - Rapporti cd verticali fra privati e PA - Art. 844 cod. civ. - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazioni edilizie e diritto a chiedere la cessazione di rumori provenienti dal fondo altrui che superano la normale tollerabilità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/03/2019, Sentenza n.

* INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Rumori molesti idonei ad arrecare oggettivo disturbo - Latrati di cani incessanti e molesti - Superamento del limiti della normale tollerabilità - Art. 659 cod.pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in cassazione - Limiti del sindacato di legittimità - Motivazione manifestamente incongrua.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/03/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi o urbanistici - Presupposti per la configurabilità - Edificazione con permesso di costruire illegittimo - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Mancanza o l'illegittimità di un atto amministrativo - Principio di legalità - Elementi di natura extrapenale - Giurisprudenza -Artt. 30, 44, 64, 65, 71, 72, 93 e 95 D.P.R. 380/01 - Art. 181 D.L.vo 42/04 - Art. 734 cod. pen. - Artt. 13 e 30 L. 394/91 - Poteri del giudice penale nei reati edilizi - Verifica dell'illegittimità del titolo abilitativo - Contrasto con le previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia - Configurazione di reati edilizi o urbanistici - Non-conformità dell'atto amministrativo alla normativa - Frutto di attività criminosa e mancanza delle condizioni previste dalla legge - Reato di lottizzazione abusiva - Natura di reato a consumazione alternativa - Il rilascio della concessione edilizia non esclude l'affermazione della responsabilità penale - Contrasto tra la lottizzazione e la normativa urbanistica - Accertamento di conformità - Responsabilità dei titolari di concessione, dei committenti e dei costruttori. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 04/03/2019, Ordinanza n.9210

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Ordine di demolizione delle opere abusive - Presupposti e limiti di revoca - Incompatibilità con atti amministrativi o giurisdizionali - Sospensione dell'ordine di demolizione - Abusi edilizi - Domanda in sanatoria - Valutazione prognostica - Poteri del giudice dell’esecuzione - Artt. 31, 41, 44, D.P.R. n. 380/2001. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.7^ 01/03/2019, Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Volumi tecnici - Parametri identificativi - Rapporto di strumentalità - Impossibilità di elaborare soluzioni progettuali diverse - Rapporto di proporzionalità tra esigenze edilizie e volumi - Costante orientamento giurisprudenziale - Giurisprudenza amministrativa - Reati urbanistici - Opere interne - Mutamento di destinazione d'uso tra due categorie funzionalmente autonome - Permesso di costruire - Necessità - Interventi di ristrutturazione urbanistica con variazione tra categorie non omogenee - Destinazione d'uso - Interventi di manutenzione straordinaria al frazionamento o accorpamento di unità immobiliari con esecuzione di opere edilizie - Variazione di superficie o del carico urbanistico - Interventi subordinati a permesso di costruire - Artt. 3, 10, 22, 23 ter, 32, 44, lett. b), DPR n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/03/2019, Sentenza n.8965

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazione delle norme sulle distanze nelle costruzioni - RISARCIMENTO DEL DANNO - Danno morale subito dal privato confinante - Danno risarcibile - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato commesso contro la P.A. - Artt. 65 e 72 DPR n. 380/2001 - Art. 2059 c.c. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio della correlazione tra accusa e sentenza - Nozione di "fatto nuovo" - Nozione di "fatto diverso" - Differenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/03/2019, Sentenza n.8970

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Aree destinate a campeggio - Esecuzione di opere stabili - Gestione campeggio con allestimenti e servizi finalizzati alla sosta ed al soggiorno dei turisti - Art. 734 cod. pen. - Artt. 30, 44, d.P.R. 380/2001 - Reati urbanistici - Effetti e limiti sulla persona giuridica proprietaria del bene confiscato rimasta estranea al processo - Verifiche del giudice dell'esecuzione.

Categoria: 

Autorità: 

Pagine