CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 16/07/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati urbanistici - Demolizione disposta con la sentenza irrevocabile di condanna e prosecuzione di lavori eseguiti su un manufatto originario - Rapporto di pregiudizialità - Esclusione - Autonomia dei due procedimenti oggetto di violazioni distinte - Aggiunte o modifiche successive all'esercizio dell'azione penale e/o alla condanna - Opere accessorie e complementari o superfetazioni successive - Effettive incertezze in ordine all'esatta individuazione delle parti da demolire - Competenza del giudice dell'esecuzione - Artt. 44 e 98 d.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/07/2019, Sentenza n.29963

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di muro perimetrale di recinzione - Modifica dell'assetto urbanistico del territorio per struttura ed estensione - Permesso di costruire - Necessità - Artt. 3, 6, 9, 31, 44, 45, D.P.R. n. 380/2001 - Natura pertinenziale di una piscina - Presupposti e limiti - Piazzale - Pavimentazione di una vasta area in cemento - Assenza di permesso di costruire - Configurabilità del reato ex art. 44, lett. b), d.P.R. n. 380/2001 - Interventi di urbanizzazione e destinazione di zona prevista dal piano regolatore generale - Regime dell'attività edilizia libera - Reati edilizi - Attività edificatoria abusiva - Valutazione dell'opera nella sua unitarietà - Reati urbanistici - Rilascio del permesso in sanatoria - Estinzione del reato - Subordine della demolizione delle opere alla sospensione condizionale della pena. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/07/2019, Sentenza n.

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Illeciti urbanistici e paesaggistici - Diversità dei beni giuridici tutelati - Condono ambientale e  ordine di demolizione - Piena autonomia normativa - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Cd. "sanatoria" in senso stretto, "sanatoria" in senso lato e  cd. "condono ambientale" - Nozione, differenza ed effetti - Permesso di costruire - Reati urbanistici - Accertamento di conformità - Reati paesaggistici - Disciplina difforme e differenziata - Differente tutela di beni giuridici - Artt. 3, 31, 34, 35, 36, DPR 380/01 - Artt. 146, 167, 181, d.lgs n. 42/2004 - Legge n. 308/2004 - Rimessione in pristino delle aree o degli immobili soggetti a vincoli paesaggistici - Principio della non sanabilità dell'illecito paesaggistico in via ordinaria - Eccezione - Valutazione postuma della compatibilità paesaggistica - Procedura - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/07/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Ecodelitti - Delitto di inquinamento ambientale - Natura di reato di danno - Deterioramento e compromissione - Nozione e differenza - Sussistenza del fumus del delitto di inquinamento ambientale - Provvedimento di sequestro preventivo - Natura e durata nel tempo degli scarichi abusivi - Art. 452-bis cod. pen. - Giurisprudenza - Occultamento illecito dei rifiuti - Discarica abusiva - Condotta abituale - Plurimi conferimenti o un'unica azione strutturata - Abbandono di rifiuti - Unicità ed estemporaneità della condotta - Artt. 256, 259 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inquinamento ambientale - Sequestro preventivo dell'area - Fumus commissi delicti - Astratta sussumibilità d'ipotesi di reato del fatto contestato. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/07/2019, Sentenza n.29417

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Ecodelitti - Contaminazione delle acque di falda sotterranee - Inosservanza delle prescrizioni imposte in un progetto di bonifica - Requisito della «abusività» della condotta - Configurabilità - Malfunzionamenti/rotture/inadeguatezze degli impianti di recupero e trasferimento delle acque inquinate - Ecoreati - Concetti di «compromissione» e «deterioramento» - Alterazione significativa e misurabile - Inquinamento e disastro ambientale - Situazione di macroscopica evidenza -  Responsabile dell'inquinamento - Obblighi di bonifica - Realizzazione di barriera idraulica - Attività di messa in sicurezza di emergenza (cd. MISE) - Inidoneità e/o insufficienza degli interventi di MISE - Amministratore delegato - Omissione di un obbligo di attivarsi - Art. 242, 244, Dlgs. n.152/06 - Dlgs. n. 231/2001 - Artt. 452 bis e 452-quinquies cod. pen. - Fattispecie: Contaminazione dell'acqua industriale e dell'acqua destinata al consumo umano - Sequestro preventivo (termovalorizzatore) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione contro ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo o probatorio - Limiti -  "Errores in iudicando" o "in procedendo" - Giurisprudenza.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 03/07/2019, Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazioni urbanistiche - Reati edilizi - Convalida del sequestro preventivo - Promissario acquirente dell'immobile già in possesso - Artt. 44 lett. B), 81, 93 e 95 del d.P.R. n.380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Poteri del P.M. - Impugnazione riqualificata - Art. 322 bis cod. proc. pen. - Autonomo rimedio giurisdizionale - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 03/07/2019, Sentenza n.29097

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazioni urbanistiche - Reati edilizi - Effetti della morte dell'imputato nel corso del processo - Tardiva conoscenza dell'evento - Art. 20 lett. b) L n. 47/1985 e 44, D.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Obbligo del giudice penale - Accertamento dello stato in vita - Presupposto essenziale del processo - Estinzione del reato - Art. 130 cod. proc. pen. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 02/07/2019, Sentenza n.28570

INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo alle occupazioni o al riposo delle persone - Momento consumativo del reato - Unica condotta rumorosa o di schiamazzo - Configurabilità - Natura di reato eventualmente permanente - Art. 659, comma primo, cod.pen. - Giurisprudenza - Responsabilità del gestore di un pubblico esercizio - Schiamazzi provocati degli avventori - Qualità di titolare della gestione dell'esercizio pubblico - Obbligo giuridico di controllare - DANNO AMBIENTALE - Risarcimento del danno - Liquidazione definitiva al risarcimento del danno - Ricorso per cassazione - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/06/2019, Sentenza n.28181

RIFIUTI - Disciplina delle terre e rocce da scavo - Applicabilità della normativa speciale - Limiti - Giurisprudenza - Presenza di materiali non rappresentati unicamente da terriccio e ghiaia - Artt. 152 e 256 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Inammissibilità del ricorso per cassazione - Mancanza di specificità del motivo - Criteri di valutazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/06/2019, Sentenza n.28175

RIFIUTI - Discarica abusiva - Confisca dell'area - Potere di ordinare la bonifica ed il ripristino dello stato dei luoghi - Natura di sanzione amministrativa irrogata dal giudice penale - Attribuzione di funzioni speciali aventi carattere amministrativo - Giurisprudenza - Artt. 152, 240, 242, 256, 257, d.lgs n.152/2006 - Patteggiamento ex art. 444 cod.proc.pen. - Riserva di legge - Art. 23 Cost. - INQUINAMENTO DEL SUOLO - DANNO AMBIENTALE - Eliminazione delle conseguenze del danno ambientale - Poteri del giudice - Subordine della sospensione condizionale della pena alla bonifica del sito - Controllo dell'autorità giudiziaria o di un organo tecnico appositamente delegato. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 26/06/2019, Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Condono edilizio - Soggetti legittimati alla presentazione dell'istanza di concessione in sanatoria - Domande tutte imputabili ad un unico centro sostanziale di interesse - Giurisprudenza - Reati edilizi - Ordine di demolizione delle opere abusive - Possibile frazionabilità della domanda di sanatoria - Esclusione - Divieto di frazionamento o accorpamento di unità immobiliari.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 26/06/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Sanatoria urbanistica e pendenza di un procedimento di accertamento della compatibilità paesaggistica delle opere - Onere di allegazione e relativi accertamenti - Istruttoria diretta ad accertare i possibili esiti e i tempi di definizione del procedimento amministrativo - Fattispecie: informazioni ricevute dal funzionario dell'Ufficio tecnico comunale di Pompei. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 26/06/2019, Sentenza n.27979

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Ordine di sgombero - Manufatto abusivo - Immobili adibiti ad uso abitativo - Sospensione dell'esecuzione del sequestro preventivo - Considerazione delle condizioni di salute - Limiti - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Principi di adeguatezza e di proporzionalità - Diritti fondamentali - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Esecuzione al provvedimento giurisdizionale - Riparto delle competenze.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 25/06/2019, Ordinanza n.27918

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Demolizione del manufatto abusivo - Natura di sanzione amministrativa dell'ordine della demolizione - Autonoma funzione ripristinatoria del bene giuridico leso - Poteri e doveri del giudice - Giurisprudenza europea e integrazione con il diritto italiano - Artt. 31 e 44, D.P.R. n. 380/2001 - Reato urbanistico - Natura amministrativa dell'ordine di demolizione disposta dal giudice penale con sentenza di condanna - Potere attribuito al giudice, potestà residuale e sanzione del sindaco/Dirigente - Effetti - Istanza amministrativa ed istanza giurisdizionale - Coordinamento amministrativo e penale - Inosservanza di una circolare ministeriale in sede di giudizio di legittimità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimenti cautelari reali - Procedimento di misure di prevenzione e di impugnazione delle ordinanze - Difetto di legittimazione all'impugnazione da parte del difensore per mancanza di apposita procura speciale - Inapplicabilità - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 25/06/2019, Sentenza n.27911

RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti pericolosi e non pericolosi non autorizzata - Area su cui terzi depositino in modo incontrollato rifiuti - Responsabilità del proprietario - Doveri di diligenza per la mancata adozione di tutte le misure necessarie per evitare illeciti - Fattispecie: contratto di locazione e attività di autoriparazioni/carrozzeria - Art. 42 Costituzione - Art. 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/06/2019, Sentenza n.27692

RIFIUTI - Realizzazione o gestione di una discarica in assenza di autorizzazione - Condotte prodromiche al conferimento di un rifiuto in discarica - Valutazione - Artt. 183, 256 d.lgs. n.152/2006 - Abbandono - Mera occasionalità - Differenze - Modalità della condotta - Discarica - Condotta abituale o un'unica azione strutturata - Realizzazione e gestione di discarica non autorizzata commessi da terzi - Responsabilità del proprietario di un terreno - Limiti - Condotta attiva - Compimento di atti di gestione o movimentazione dei rifiuti - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Terreno agricolo trasformato in maniera permanente e sottratto alla sua originaria destinazione - Reato edilizio - Artt. 3, 10, 23 ter, 44 lett. b) d.P.R. n.380/2001 - Confisca dell'area - Sentenza di condanna o sentenza emessa in sede di patteggiamento - Articolo 444 codice di procedura penale - Obblighi di bonifica o di ripristino dello stato dei luoghi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Effetti dell'inammissibilità del ricorso - Atti in sede di esecuzione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 6^ 21/06/2019, Ordinanza n.16684

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Imposta comunale sugli immobili (ICI) - Idoneità del bene a produrre reddito o incrementare il valore o il reddito prodotto - Necessità - Esclusione - Area edificabile soggetta ad un vincolo urbanistico - ESPROPRIAZIONE - Esenzione dall'imposta - Esclusione - Giurisprudenza - Art. 1 d.lgs. n. 504/1992 - Unità immobiliare - Iscrizione nel catasto dei fabbricati - Effetti - Assoggettamento all'imposta - Presupposti per la riduzione l'imposta del 50%. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 20/06/2019, Sentenza n.27523

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati edilizi - Opere sottoposte ad autorizzazione edilizia e paesaggistica - Assenza o difformità delle autorizzazioni prescritte - Valutazione del giudice - Causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto - Pluralità dei comportamenti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio di correlazione tra accusa e sentenza - Rapporto di continenza - Art. 181 c.1-bis d.lgs n. 42/2004 -  Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Artt. 131-bis, 133 cod. pen. - Direttore dei lavori - Onere di vigilare - Assenza dal cantiere - Responsabilità - Art. 29 D.P.R. n. 380/2001 - SICUREZZA SUL LAVORO - Prevenzione degli infortuni sul lavoro - Impresa strutturata come persona giuridica - Destinatario delle normativa antinfortunistica - Responsabilità - Individuazione - Legale rappresentante - Onere della prova - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/06/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Impianto di gestione dei rifiuti - Attività di recupero di rifiuti non pericolosi costituiti da terre, rocce e scarifica stradale - Responsabilità del gestore - Qualifica quale legale rappresentante o persona fisica - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Inquinamento atmosferico con emissioni diffuse - Preventiva autorizzazione amministrativa - Assenza - Omissione del piano di prevenzione e gestione - Artt. 137, 268, 269 e 279 d.lgs n.152/2006 - Tutela dalle immissioni in atmosfera - Modifica degli impianti - Necessità di una nuova domanda autorizzativa - Responsabilità del gestore dell'attività - Legale rappresentante della persona giuridica - Limiti della generale delega di funzioni in materia ambientale - Fattispecie: società di capitali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/06/2019, Sentenza n.26869

RIFIUTI - Rimessione in pristino dei luoghi e della rimozione e dello smaltimento dei rifiuti - Pena di giustizia condizionalmente sospesa - Mancata astensione del giudice - Violazione del principio di terzietà del giudice - Incompatibilità del giudice - Ricusazione - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Giurisprudenza CEDU - Imparzialità del giudice - Criterio soggettivo e oggettivo - Art. 44, d.P.R. n. 380/2001 - Artt. 216, 256, d.lgs. n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE -  Attenuanti generiche - Concessione o  esclusione - Poteri del giudice del merito - Accertamento di situazioni idonee a giustificare un trattamento di speciale benevolenza - Art. 133 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 14/06/2019, Sentenza n.26285

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi abusivi realizzati su immobile esistente - Aumento della volumetria dell'immobile - Concessione in sanatoria parziale - Effetti - Esclusione - Integrale conformità alla disciplina urbanistica - Necessità - Non è consentito scindere e considerare separatamente i singoli componenti -  Artt. 10, 36, 44, e 45 d.P.R. 380/2001 - Reati edilizi - Abbassamento del piano di calpestio - Aumento dell'altezza e della volumetria del fabbricato - Assenza di permesso di costruire - Mutazione della destinazione da rurale ad abitativa - Reato di cui all'art. 44 d.P.R. 380/2001 - Configurabilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/06/2019, Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati urbanistici/paesaggistici - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Estinzione del reato per intervenuta autorizzazione - Limiti - DIRITTO DEMANIALE - Occupazione arbitraria dello spazio demaniale - Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Art. 181, D.Lgs. n. 42/2004 - Revisione del processo - Sentenza passata in giudicato - Nozione di "prove nuove" - Requisito della novità - Prova dichiarativa - Presupposti e limiti - Revisione della sentenza di condanna - Principio di intangibilità del giudicato e ricorso all'istanza di revisione - Principio devolutivo - Principio di garanzia in dubio pro reo - Declaratoria di inammissibilità della richiesta - Artt. 606, 630 e 631 c.p.p. - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/06/2019, Sentenza n.25993

DIRITTO DEMANIALE - Titolarità di una concessione demaniale valida ed efficace - Presupposti - Rinnovi o proroghe automatiche delle concessioni demaniali - Esclusione - Occupazione del demanio marittimo - Violazione del diritto di stabilimento e di tutela della concorrenza - Direttiva n. 123/2006 (cd Direttiva Bolkestein) - Art. 49 del T.F.U.E  - Art. 1161 codice della navigazione - Art. 117, 1° c., Cost. - Giurisprudenza - APPALTI - Rilascio delle concessioni demaniali marittime e lacuali - Gara pubblica - Esclusione della proroga automatica per attività turistico ricreative - Giurisprudenza della Corte di Giustizia Europea - Artt. 49, 56 e 106 del TFUE - CGUE. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/06/2019, Ordinanza n.25731

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - CAVE E MINIERE - Ampliamento di cava in area con sopraggiunto vincolo urbanistico/paesaggistico -  Responsabilità dei soci accomandatari - V.I.A. (Valutazione di impatto ambientale) - Speciale procedura - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riqualificazione del ricorso per cassazione come appello e limite dell'appellabilità - Artt. 134, 136 lett. D, 146, 167 e 181 del d. Lgs. n.42/04.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/06/2019, Sentenza n.

* BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Recinzione in conci di tufo in zona sottoposta a vincolo paesaggistico - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Assenza di autorizzazione paesaggistica e permesso di costruire - Reati urbanistici e paesaggistici - Integrazione - Sospensione della pena subordinata alla demolizione e remissione in pristino - Artt. 31, 36, 44 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 c.1 d.lgs. n.42/2004 - Opere abusive - Richiesta di concessione amministrativa in sanatoria - Diniego della richiesta di sospensione del processo in pendenza dell'istruttoria - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Requisito della specificità dei motivi - Effetti del mancato assolvimento di tale onere - Inammissibilità del ricorso per difetto di specificità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.6^ 11/06/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Disciplina della c.d. TIA 1 a quella della c.d. TIA 2 - Prestazioni di servizi - Contratti d'opera, appalto, trasporto, mandato, spedizione,  agenzia, mediazione, deposito - Assoggettabilità ad IVA  - Natura della tariffa non tributaria - Natura privatistica soggetta ad IVA - Giurisdizione dell'autorità giudiziaria ordinaria - Artt. 1, 3, 4, d.P.R. n. 633/1972 - Art. 238 d.lgs n.152/2006 - D.L. n. 78/2010.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/06/2019, Sentenza n.25546

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Usufruttario non committente - Responsabililità e limiti - Elementi sintomatici della compartecipazione anche solo morale - Necessità - Artt. 29, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Immobile abusivamente realizzato - Comproprietario dell'immobile o mera qualifica d'usufruttuario - Individuazione dell'eventuale corresponsabilità dell'usufruttuario - Responsabilità - Altrui condotta illecita - Inerzia di chi non rivesta una posizione di garanzia - Reati urbanistici - Conformità dell'opera al permesso di costruire - Responsabilità del titolare della permesso edilizio del committente del costruttore e del direttore dei lavori - Obbligo giuridico di impedire o di denunciare l'attività illecita di costruzione abusiva - Esclusione della responsabilità del proprietario inerte.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/06/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Nozione di rifiuto - Giurisprudenza della Corte di Giustizia - Tutela della salute umana e dell'ambiente - Principi di precauzione e prevenzione - Intenzione o obbligo di disfarsi - Mancanza di utilità per il detentore - Accertamento della natura di un oggetto quale rifiuto - Giudice di merito - Insindacabilità in sede di legittimità - Artt. 183, 192 e 256, d.lgs. n.152/2006 - Realizzazione o gestione di discarica non autorizzata - Presupposti - Giurisprudenza - Responsabilità dei titolari di imprese o responsabili di enti nel settore dei rifiuti - Abbandono di rifiuti e deposito incontrollato - Natura dei reati - Momento consumativo ai fini del decorso del termine di prescrizione - Plurime condotte di accumulo di rifiuti - Attività di smaltimento abusivo dei rifiuti - Disciplina generale sui rifiuti e disciplina emergenziale - Soggetti e condotte - Effetti della riqualificazione giuridica del fatto nel meno grave reato - L. n. 225/1992 - Art. 6, c.1, lett. a), d.l. 172/2008 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Motivo manifestamente infondato - Mancato esame - Effetti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/06/2019, Sentenza n.25340

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Deroga al divieto di scarico delle acque reflue urbane o industriali sul suolo - Presupposti - Impossibilita tecnica o di eccessiva onerosità - Onere della prova - Artt. 101, 103 137, d.lgs. n. 152/2006 - Acque reflue urbane provenienti dagli impianti di depurazione - Scarico non autorizzato sul suolo - Ente gestore del servizio idrico integrato - Tutela ambientale - Delega di funzioni - Responsabilità del dirigente e responsabile dell'area tecnica dell'Ente - Configurabilità - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità sulla motivazione - Presupposti e limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/06/2019, Sentenza n.

* INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Attività di verniciatura industriale - Emissione di fumi, gas o polveri o esalazioni - Richiesta dell'autorizzazione ambientale alle emissioni in atmosfera - Necessità - Danni all'ambiente - Emissioni sono scarsamente rilevanti agli effetti dell'inquinamento atmosferico - Fattispecie: attività di autocarrozzeria - Artt. 269, 272, e 279, d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Inammissibilità originaria - Effetti - Preclusioni.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/06/2019, Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Prosecuzione dell'attività edilizia vietata - Ultimazione dei lavori - Attività edilizia "c.d. libera" in prosecuzione di un immobile abusivo - Natura permanente dell'illecito urbanistico - Cessazione della permanenza - Artt. 44, 64, 65, 71, 72, 93-95 d.P.R. n. 380/2001 - Reati urbanistici - Concessione edilizia in sanatoria - Effetti - Estinzione del reato e revoca dell'ordine di demolizione - Concessione in sanatoria parziale - Esclusione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE Sez. LAVORO CIVILE 07/06/2019, Sentenza n.15514

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - PUBBLICO IMPIEGO - DIRITTO DEL LAVORO - Assunzione di un dirigente a tempo determinato - Procedura pubblica - Disciplina degli incarichi dirigenziali - Potestà esclusiva dello Stato - Possesso dei requisiti di accesso alla dirigenza - Formazione universitaria e postuniversitaria, pubblicazioni scientifiche e concrete esperienze di lavoro - Attività svolta in organismi ed enti pubblici o privati - Almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali - Art. 19, c.6, d.l.gs. n.165/20011. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/06/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Decreto di sequestro probatorio - Indizi non supportati da sufficienti elementi probatori - Qualifica di rifiuti dei beni sequestrati - Necessità - Art. 256 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto di perquisizione e sequestro e decreto di convalida - Limiti - Motivazione - Necessità - Finalità probatorie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/06/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di un pontile galleggiante a carattere stagionale - Strutture di interesse turistico-ricreativo dedicate alla nautica da diporto - Requisito dei "servizi complementari" - Impianti di ancoraggio con corpi morti e catenarie e collegamento con la terraferma - Disciplina urbanistica applicabile - AREE PROTETTE - Area di riserva marina protetta - Ordinamento e mercato del turismo - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Disciplina paesaggistica e ambientale - DIRITTO DEMANIALE - Concessione demaniale marittima o lacuale, anche provvisoria - D.lgs n. 79/2011 - D.P.R. n. 509/1997 - Art. 44 lett. c) del d.P.R. n. 380/2001 - L. n. 246/2005 - Direttiva 2008/122/CE - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Contro ordinanze emesse in sede di appello contro i provvedimenti di sequestro preventivo - Presupposti e limiti - Artt. 322 bis, 325 e 606 cod.proc.pen. - Giurisprudenza.

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/06/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione delle opere abusive - Istanza di condono o sanatoria - Richiesta di revoca o sospensione - Art. 31 d.P.R. n. 380/2001 - Verifiche e poteri del giudice dell'esecuzione - Reati edilizi e pena concordata ex art. 444 cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 6^ 04/06/2019, Sentenza n.

* APPALTI - Informativa antimafia prefettizia attestante la mafiosità dell'impresa - Revoca dell'aggiudicazione - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Informativa non sindacabile da parte dell'Amministrazione - Recesso - Atto necessitato - Scelta di proseguire nel rapporto contrattuale - Interesse pubblico - Prudente e motivato apprezzamento discrezionale - Eccezione - Art. 94, d. L.gs n. 159/2011 - RIFIUTI - Fornitura del servizio di raccolta dei rifiuti - Emissione dell'ordinanza sindacale contingibile ed urgente di affidamento diretto del contratto - Sostituibilità in tempi rapidi del contraente - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Ordinanza contingibile e urgente che il Sindaco può emanare in materia di smaltimento dei rifiuti - Presupposti e limiti - Motivazione adeguata - Art. 191 d.lgs n. 152 del 2006 - Ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti anche in deroga - Giurisprudenza - Normativa antimafia - Codice degli appalti pubblici - Codice dell'Ambiente - Disciplina applicabile - Turbamento di gara - Condotta sanzionata - Nozione di collusione - Accordo clandestino diretto ad influenzare il normale svolgimento delle offerte - Mezzo fraudolento o anomalie procedimentali - Danno immediato ed effettivo e danno mediato e potenziale - Contratti pubblici - Revoca o di recesso dal contratto di appalto per infiltrazione mafiosa - Stazione appaltante - Divieto di stipulare o approvare i contratti e i subcontratti - Esecuzione del contratto - Causa di decadenza e nuovo contraente. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 04/06/2019, Sentenza n.24797

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Impianto di depurazione comunale - Trattamento delle acque reflue urbane - Superamento dei limiti tabellari - Disciplina applicabile - Legge n. 36/2010 - Artt. 323, 328, e 54 e 1161 cod. nav. - Artt. 133, 136, 137, d.lgs. n. 152/2006 - Scarico da depuratore convogliante le acque reflue urbane e scarico di acque reflue industriali - Inapplicabilità delle sanzioni di cui all'art. 137, c.5 e 6, d.lgs. n. 152/2006 - Assenza di elementi di prova - Mero illecito amministrativo - Giurisprudenza - VIA VAS AIA - Autorizzazione integrata ambientale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/05/2019, Sentenza n.24149

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opere precarie sottratte al permesso di costruire - Destinazione materiale dell'opera ad un uso realmente precario e temporaneo per fini specifici, contingenti e limitati nel tempo - Necessità - Artt. 3, 10, 44 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 d.lgs. n.42/2004 - Nozione di costruzione urbanistica - Incremento del carico urbanistico - Manufatti non precari - Parametri analogicamente applicati ad opere simili - Giurisprudenza amministrativa -  Art. 812 cod. civ - Natura e destinazione dell'opera precaria - Caratteristiche specifiche - Lavori soggetti a permesso di costruire - Poteri, doveri e verifiche del giudice penale - Legittimità del permesso di costruire in sanatoria - Conformità delle opere agli strumenti urbanistici, ai regolamenti edilizi ed alla disciplina legislativa in materia urbanistico-edilizia - Legittimità dell'autorizzazione paesaggistica.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 30/05/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Deposito incontrollato di rifiuti - Configurabilità del reato di cui all'art. 256, c.2, D.L.vo n. 152/2006 - Effetti - RISARCIMENTO DEL DANNO - Risarcimento del danno in favore della parte civile - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Quantificazione della pena ed entità - Dosimetria della pena - Poteri discrezionali del giudice di merito - Erronea applicazione dell'art. 192, comma terzo, cod. proc. pen. - Ricorso per cassazione - Limiti - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/05/2019, Sentenza n.23794

RIFIUTI - Abbandono in modo incontrollato dei rifiuti - Associazione dilettantistica senza scopo di lucro - Associazione di tiro a volo - Nozione di Ente - Condotta di abbandono - Illecita gestione - Attività di smaltimento mediante combustione - Condotta sanzionata riferibile a chiunque - In assenza di titolo abilitativo - Assoluta occasionalità - Differenza tra artt. 256, comma 2 e 256, comma 1, lett. b) d.lgs. 152/2006 n.152/06 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Provvedimento giurisdizionale impugnato con un mezzo di gravame diverso da quello legislativamente stabilito - Verifica dell'oggettiva impugnabilità e dell'esistenza della volontà - Principio di conservazione degli atti - Requisiti dell'atto convertito - Art. 568, c.5° cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.6^ 29/05/2019, Ordinanza n.14751

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA -  Responsabilità e limiti del direttore lavori - Diligenza in concreto - Tutela la posizione del committente nei confronti dell'appaltatore - Vigilanza sulla conformità a quanto stabilito nel capitolato di appalto ed al progetto - Obbligo continuo di vigilanza - Esclusione - APPALTI - Responsabilità dell’appaltatore - Difformità o vizi dell’opera - Cattiva esecuzione dei lavori riferibile all'appaltatore - Esclusiva responsabilità dell'appaltatore sulla esecuzione delle opere - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE - Palese infondatezza della domanda di garanzia nei confronti del terzo - Effetti - Principio di soccombenza nel rapporto processuale - Applicazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/05/2019, Sentenza n.23818

RIFIUTI - Illecito trasporto di rifiuti effettuato con il mezzo del coniuge - Confisca obbligatoria del mezzo - Proprietario del mezzo terzo estraneo - Onere di provare la buona fede - Non collegabile ad un comportamento negligente - Artt.  183, 208, 209, 211, 212, 214, 215, 216 ,256, 259 d.lgs n.152/2006 - Attività di gestione dei rifiuti - Assenza di valido titolo abilitativo - Natura di reato istantaneo - Esclusione dell'occasionalità della condotta - Dati significativi - Effetti della sentenza di condanna - Art. 444 cod. proc. pen. - Configurabilità del reato di gestione abusiva di rifiuti - Concreta attività posta in essere in assenza dei prescritti titoli abilitativi - Non occasionalità della condotta - Indicazione di alcuni elementi significativi non esaustivi - Giurisprudenza - Confisca dei mezzi di trasporto appartenenti ad un terzo estraneo al reato - Buona fede - Violazione di obblighi di diligenza - Addebito di negligenza - Terzo proprietario estraneo al reato - Onere della prova. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/05/2019, Sentenza n.23148

RIFIUTI - Deposito e spandimento rifiuti speciali allo stato liquido - Liquami zootecnici - Deroga alla disciplina sui rifiuti - Presupposti e limiti - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Attività di fertirrigazione - Elementi idonei ad escludere l'utilizzazione di letame incompatibile - Quantità, qualità, tempi e modalità di distribuzione - Onere della prova - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/05/2019, Sentenza n.23140

SICUREZZA SUL LAVORO - Cantieri - Prevenzione degli infortuni sul lavoro - Lavorazioni da eseguire ad altezza superiore ai due metri - Obbligo di parapetti, impalcature, ponteggi o altre opere - Sostituzione con uso di cinture di sicurezza - Impossibilità - Attuazione della direttiva 92/57/CEE concernente le prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei o mobili - Cantiere e piani di sicurezza (PSC, POS, PSS) - Responsabilità del datore di lavoro o del committente, appaltatore o del concessionario - Responsabile dei lavori e sicurezza - Sussistenza - Giurisprudenza - Comportamento negligente o imprudente del lavoratore - Irrilevanza - Cautele insufficienti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/05/2019, Sentenza n.22579

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Omessa cura di una malattia - Configurabilità del reato - Art. 544 ter, in relazione all'art. 582, cod. pen. - Nozione di lesione - Apprezzabile diminuzione della originaria integrità dell'animale - Conseguenza di una condotta volontaria commissiva od omissiva - Protrarsi della malattia senza adeguate cure - Rilevanza della condotta tenuta per crudeltà o senza necessità - Dolo specifico o generico - Differenza tra un comportamento doloso o colposo - Art. 544 ter e 727 cod. pen. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/05/2019, Sentenza n.

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Costruzioni in zona sismica - Sentenza irrevocabile di condanna - Effetti del rilascio del titolo abilitativo in sanatoria - Revoca o sospensione dell'ordine di demolizione -  Poteri e verifiche del giudice dell'esecuzione - Sicurezza per l'incolumità delle persone e delle cose - Artt. 36, 44, 98, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 22/05/2019, Sentenza n.22451

RIFIUTI - Reato di deposito incontrollato di rifiuti non pericolosi - Configurabilità nei confronti di qualsiasi soggetto - Responsabilità - Qualifica formale dell'agente o della natura dell'attività economica - Ininfluenza - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Reato continuato - Pena inflitta nella misura minima edittale - Motivazione esplicita - Esclusione - Potere discrezionale del giudice - Art. 132 cod. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 20/05/2019, Sentenza n.22038

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Mediante modifica di destinazione d'uso di immobili - Frazionamento di un complesso immobiliare - Fattispecie: albergo o struttura assimilata per finalità turistico-ricettiva adibita a residenziale - Art. 11, L.R. Emilia-Romagna n.16/2004 - Artt. 30, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Reati urbanistici - Case e appartamenti per vacanze ed intento lottizzatorio abusivo - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Pianificazione del territorio - Violazione di legge e della volontà della P.A. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione avverso provvedimenti cautelari reali - Nozione di "violazione di legge" - Artt. 325 e  606 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 20/05/2019, Sentenza n.22034

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Trasformazione urbanistica ed edilizia di un terreno inedificabile classificato in zona E (agricola) - Confisca - Effetti della prescrizione del reato già maturata - Accertamento della responsabilità dell'imputato - Artt. 30, 44, D.P.R. n. 380/2001. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 16/05/2019, Sentenza n.21369

RIFIUTI - Gestione non autorizzata di rifiuti - Condotta integrante il reato - Natura di reato istantaneo - Responsabilità - Unicità della condotta - Non occasionalità - Art. 256, c.1, D.Lvo n.152/2006 - Fattispecie: responsabilità di un imprenditore edile per la gestione non autorizzata di rifiuti speciali non pericolosi (consistenti in sfabbricidi).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 16/05/2019, Sentenza n.21383

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione accessorio alla condanna penale per reati edilizi - Riesame in sede esecutiva - Pendenza di un procedimento amministrativo - Sospensione o revoca - Presupposti - Bilanciamento di interessi - Fattispecie - Art. 31 d.P.R. 380/2001 - Reati urbanistici - Ordine di demolizione e istanza di condono o di sanatoria - Passaggio in giudicato della sentenza di condanna - Riesame in sede esecutiva - Poteri e verifiche del giudice dell'esecuzione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 15/05/2019, Sentenza n.21080

RIFIUTI - Discarica abusiva - Realizzazione e gestione di discarica non autorizzata commessi da terzi - Responsabilità del proprietario del terreno - Configurabilità in forma omissiva - Esclusione - Produttori e detentori dei rifiuti - Presenza di un obbligo giuridico - Limiti - Artt. 192, 256 d.lgs. n.152/2006 - Smaltimento dei rifiuti - Centro di raccolta - Violazione di sigilli - Principio del cui prodest ed altri elementi di fatto di sicuro valore indiziante - Art. 349 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - lista testimoniale - Indicazione delle circostanze sulle quali deve vertere l'esame - Diritto di difesa. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 13/05/2019, Ordinanza n.

RIFIUTI - Attività di gestione non autorizzata di rifiuti, stoccaggio e deposito incontrollato, pericolosi e non pericolosi - Responsabilità del legale rappresentante - Criteri - Esclusione dell'occasionalità della condotta - Individuazione dell'abitualità - Connotazione di pericolosità dei rifiuti - Fattispecie - Art. 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/05/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione - Natura di sanzione amministrativa di carattere reale a contenuto ripristinatorio - Efficacia anche nei confronti dell'erede o dante causa del condannato o di chiunque vanti su di esso un diritto reale o personale di godimento - Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Sanzione accessoria oggettivamente amministrativa e soggettivamente giurisdizionale - Estinzione per decorso del tempo - Esclusione - Prescrizione ed obbligo di fare per ragioni di tutela del territori - Giurisprudenza della Corte EDU.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 13/05/2019, Sentenza n.20467

RIFIUTI - Gestione non autorizzata di rifiuti - Rilevanza della "assoluta occasionalità" - Singola condotta assolutamente occasionale - Valutazione rimessa al giudice del merito - Art. 256, c.1, d.lgs. n. 152/2006 - Natura della assoluta occasionalità - Limiti di carattere soggettivo o oggettivo - Soggetto agente (privato, imprenditore, ecc.) - Ininfluenza - Minimum di organizzazione - Altri elementi - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/05/2019, Sentenza n.19653

DIRITTO VENATORIO - Nozione di "atteggiamento di caccia" - Necessità d'insieme di elementi - Attività prodromica o preliminare - Fattispecie: cani e richiami senza armi o altri strumenti per la cattura dell'uccellagione  - Artt. 12, 21, 30, L. n. 157/1992. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19196

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Ampliamento di un fabbricato - Concetto urbanistico di pertinenza - Giurisprudenza - Manufatto distinto e separato da quello principale - Asservimento - Fattispecie: costruzione di un nuovo vano in adiacenza alla preesistente abitazione - Permesso di costruire - Art. 3, 10, 36, 44, 45, 71 e ss. 83, 93, 95, d.P.R. 380/2001 (T.U.E.) - Costruzioni in zona sismica - Natura precaria o permanente dell'intervento e materiali utilizzati - Sicurezza e pubblica incolumità - Controllo preventivo da parte della P.A. - Necessità - Artt. 83 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Disciplina sismica - Applicazione a tutte le costruzioni realizzate in zona sismica - Depositato allo sportello unico  "in sanatoria" degli elaborati progettuali - Effetti - Contravvenzione antisismica - Comunicazione richiesta dall'art. 93 T.U.E. - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Zona paesaggisticamente vincolata - Interventi che incidono sull'aspetto esteriore degli edifici - Natura di reato di pericolo - Effettivo pregiudizio per l'ambiente - Esclusione Art. 181 d.lgs. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Nullità della notificazione del decreto di citazione o di inosservanza del termine - Rinnovo della notifica - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Applicabilità e limiti - Reato continuato o comportamento abituale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19230

INQUINAMENTO ACUSTICO - Immissioni rumorose - Disturbo della pubblica quiete - Verifica del superamento della soglia della normale tollerabilità - Elementi probatori - Dichiarazioni - Attività di un bar regolarmente autorizzato dall'autorità amministrativa - Esercizio di un "mestiere rumoroso" - Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone - Piano di zonizzazione acustica - Calcolo dei cd. limiti differenziali - Contenuto del documento unico attività produttive (DUAP) - Fattispecie - Giurisprudenza - Bene tutelato dall'art. 659 cod. pen. - Nozione di quiete pubblica - Configurabilità del reato - Diffusività dell'evento di disturbo - Società in accomandita semplice - Responsabilità ex art. 659 cod. pen. - Individuazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/05/2019, Sentenza n.19224

AREE PROTETTE - Aree protette marine - Cattura di esemplari - Soglia di punibilità - Tutela anticipata - Condotte potenzialmente idonee - DANNO AMBIENTALE - Atti prodromici al danno ambientale - L. n.394/91 - DIRITTO DELLA PESCA - Attività di pesca subacquea nell'area marina protetta - Atteggiamento colposo - Condotte vietate - Elencazione non tassativa ma esemplificativa - Evitare comunque il nocumento al bene giuridico protetto - C.d. anticipazione della soglia penale da comportamenti concretamente lesivi dell'assetto floro-faunistico - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 02/05/2019, Sentenza n.18000

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati paesaggistici - Realizzazione in zona vincolata di una veranda - Nozione di "superficie utile o di volumi" - Valutazione di compatibilità paesaggistica - C.d. condono ambientale - Verifica di applicabilità - Effetti - Artt. 146, 167 e 181, c.1, d.lgs. n. 42/2004 - Art. 734 cod. pen. - Giurisprudenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di una veranda - Natura tecnico-giuridico di nuovo locale autonomamente utilizzabile - Esclusione del carattere di precarietà - Permesso di costruire - Natura precaria o permanente dell'intervento - Costruzioni realizzate in zona sismica - Disciplina sismica - Applicazione - Artt. 44, c.1, lett. c), 83, 93, 94, 95, d.P.R. n. 380/2001 - Regione Sicilia - Opere di chiusura e di copertura di spazi e superfici - Nozione di natura precaria e limiti al criterio strutturale - Carattere eccezionale - Prevalenza del criterio funzionale - Riferimento alla temporaneità e provvisorietà dell'uso - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Omessa valutazione di una memoria difensiva - Effetti - Congruità e correttezza logico-giuridica della motivazione del provvedimento. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Bonifica dei siti inquinati da rifiuti - Obbligo di risanamento - Configurabilità del reato per assenza del progetto operativo - Condotta omissiva - Art. 257 c.1 in relazione all'art. 242 c.7 D.Lgs. n. 152/2006 - Tutela dell'ambiente - Predisposizioni dei mezzi per la bonifica da rifiuti - Redazione del progetto operativo di bonifica - Mancato rispetto dell'obbligo per omissione di qualsivoglia condotta funzionale alla redazione e approvazione del progetto operativo degli interventi di bonifica - Elemento normativo extrapenale quale la bonifica - Situazione di inquinamento «qualificata» - Superamento delle «concentrazioni soglie di rischio» - Intervento eseguito in difformità da quanto formalmente pianificato - Permanenza del reato - Attivazione della procedure di bonifica - Obbligo di bonificare del soggetto collettivo - Responsabile dell'inquinamento - Organo rappresentativo - Persona giuridica e persona fisica - Giurisprudenza - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Mancata bonifica - Principio di giustificazione di tipo economico (in specie, assenza di risorse) o principio generale di inesigibilità della condotta - Causa di giustificazione e rimozione della responsabilità - Esclusione - Violazione di interessi di rango costituzionale, come la salute dei cittadini e la protezione delle risorse naturali - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Violazione del principio di autosufficienza o genericità o travisamento di specifici atti del processo - Inammissibilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 30/04/2019, Sentenza n.17819

RIFIUTI - Deposito incontrollato - Rifiuti speciali non pericolosi - Fanghi derivanti dalle operazioni di lavaggio degli ortaggi - Classificazione tra rifiuto e sottoprodotto - Disciplina eccezionale e derogatoria - Applicabilità - Onere della prova - Responsabilità del legale rappresentante committente e del titolare dell'impresa esecutrice - Artt. 184-bis e 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17701

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazione sostanziale e/o formali in materia antisismica - Omessa denuncia lavori in zona sismica - Configurabilità del reato - Zona inclusa tra quelle a basso indice sismico - Violazione delle prescrizioni tecniche antisismiche - Decorrenza del termine di prescrizione - Giurisprudenza - Artt. 44, 83, 93 e 95, d.P.R. n. 380/2001 - Costruzione abusiva - Reato di natura permanente - Decorrenza e cessazione della permanenza - Edificio concretamente funzionale - Provvedimento di sequestro.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17691

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Impiego di piccioni come esca - Sevizia e rilevanti sofferenze - Mancanza del requisito della necessità - DIRITTO DELLA PESCA - Pesca del pesce siluro - Sofferenza provocate all'esca e non giustificate dall'esigenza della pesca - Artt. 544-ter e 727 cod. pen. - Tutela degli animali ed esclusione dell'applicabilità delle norme penali - Ratio ispiratrice della norma n.189/2004 - Giurisprudenza - Titolo IX bis del libro secondo del codice penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Costruzione in zona agricola e reati urbanistici - Rilascio del permesso di costruire in zona agricola - Presupposti e condizioni - Destinazione del manufatto all'agricoltura - Possesso dei requisiti soggettivi di imprenditore agricolo - Rilascio della sanatoria - Valutazione e parametri per la conformità - Limiti alla voltura del titolo abilitativo in favore di terzi - Art. 44 lett. b) d.P.R. n. 380/2001 - Cessione di cubatura - Elementi per applicare l'istituto dell'asservimento ai fini della sommatoria della cubatura edificabile di fondi - Comune titolarità dei due terreni - Elusione dei vincoli e disciplina in materia - Limiti alla "cessione di cubature" fra terreni fra loro distanti - Fattispecie: cessione di cubatura tra fondi agricoli in assenza dei presupposti normativi - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Condanna al là di ogni ragionevole dubbio - Dato probatorio acquisito - Ricorso in cassazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 29/04/2019, Sentenza n.17732

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di restauro e risanamento conservativo - Area sottoposta a vincolo - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Mutazione della qualificazione tipologica del manufatto preesistente - Esclusione - Necessità del permesso di costruire e nulla osta Art. 181 d.lgs n. 42/2004 - Art. 44, D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Tutela delle acque dall'inquinamento - Impianti di depurazione - Rottura della condotta di adduzione di liquami inquinanti - Sversamento di reflui prodotto da un allevamento zootecnico suinicolo - Caso fortuito o la forza maggiore - Nesso psichico tra azione ed evento - Speciale diligenza - Adozione di accorgimenti tecnici adeguati - Necessità - Interesse della salute dei cittadini e della salvaguardia ambientale - Artt. 192, 256, d. Lgs. n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di "varianti in senso proprio",  "varianti essenziali" - Peculiarità del regime giuridico applicabile - Giurisprudenza consolidata - Artt. 22, 32, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Varianti leggere o minori in corso d'opera - Disciplina sostanziale e procedimentale applicabile - Presupposti e condizioni - Sorte dei diritti quesiti - Autorizzazioni, permessi, SCIA - Nozione di volume tecnico - Esigenze tecniche di funzionalità degli impianti nei limiti imposti dalle norme urbanistiche - Natura del c.d. volume tecnico "aggiuntivo" - Nuova opera e parametri urbanistici - Diritto urbanistico - Norme contenute nei piani regolatori - DIRITTO PROCESSUALE AMMINISTRATIVO - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudice di merito e amministrativo - Competenze - Limiti al ricorso in sede di legittimità - Nozione di "travisamento della prova" - Ragionamento del giudice e  tenuta del sillogismo - Motivazione insanabilmente contraddittoria - Errore "revocatorio", per omissione, invenzione o falsificazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Territori con lo stato di emergenza - Gestione dei rifiuti - Raccolta e trasporto - Mancanza di autorizzazione - Dolo generico - Mera consapevolezza - Art. 6 comma 1 lett. d del D.Lvo 172/2008 - Artt. 212 e 256 d.lgs. n.152/2006 - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Natura di reato istantaneo - Sufficiente un unico trasporto abusivo di rifiuti - Responsabilità da parte di "chiunque" gestisce i rifiuti - Titolari di imprese e dei responsabili di enti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 23/04/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI -  Attività di gestione di rifiuti non autorizzati - Responsabilità del legale rappresentante della società (amministratore giudiziario) - Attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento di rifiuti pericolosi e non, mediante un impianto di trattamento in assenza di autorizzazione - Art. 256 D.Lvo n.152/2006 - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Getto pericoloso di cose - Emissioni di gas, vapori, fumo, atti a cagionare odori nauseabondi - Art. 674 del codice penale - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Legittimo impedimento - Impegno professionale del difensore in altro procedimento - Presupposti e limiti - Art. 420-ter, c.5, cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.5^ 19/04/2019, Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Immobile iscritto nel catasto fabbricati come rurale - Imposta comunale sugli immobili (ICI) - Esenzione relativa categoria (A/6 o D/10) - DIRITTO AGRARIO - Dimostrazione della ruralità dei fabbricati - Onere della prova da parte del contribuente - Classificazione della ruralità dei fabbricati retroattiva - Quinto anno antecedente a quello di presentazione della domanda - Legislazione e giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/04/2019, Sentenza n.

 VIA VAS AIA - Reati ambientali - Modifiche al CODICE DELL'AMBIENTE - Autorizzazione integrata ambientale - Inosservanza delle prescrizioni - Depenalizzazione a illecito amministrativo - Limiti - D.lgs. n. 46/2014, recante attuazione della direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali che modifica il d.lgs. n. 152/2006 - Impianto di macinazione batterie - Attività di recupero di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in violazione delle prescrizioni - Autorizzazione integrata ambientale (AIA) - Inosservanza - Realizzazione di un danno ambientale - Necessità - Esclusione - Art. 29 quattuordecies, c.2, d.lgs. n.152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 18/04/2019, Sentenza n.17063

DIRITTO DEGLI ALIMENTI - Cattivo stato di conservazione delle sostanze alimentari - Criteri di produzione e distribuzione sul mercato - Data di scadenza del prodotto - Irrilevanza con le modalità di conservazione dei prodotti alimentari - Elemento costitutivo del reato di cattivo stato di conservazione dell'alimento - TUTELA DEI CONSUMATORI - Commercializzazione di prodotti alimentari confezionati - Indicazione della scadenza del prodotto - Vendita oltre la scadenza indicata - Effetti e limiti - Sanzione amministrativa - Disciplina applicabile - Presupposto del reato - Concreto stato di cattiva conservazione delle sostanze alimentari - Giurisprudenza.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 17/04/2019, Ordinanza n.16669

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Aria - Emissioni in atmosfera - Condotta di esercizio abusivo di attività produttiva di emissioni in atmosfera - Artt. 256 e 279, d. lgs. n. 152/2006 - Fattispecie: esercizio di attività di lavorazione marmi e ceramica, in assenza di autorizzazione alle emissioni in atmosfera - Violazione delle semplici prescrizioni autorizzative - Possesso dell'autorizzazione - Sanzione amministrativa. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 17/04/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Attività di gestione non autorizzata di rifiuti - Configurabilità del reato ex art. 256 D.Lvo n.152/2006 - Presupposti e criteri normativi - Mancanza di assoluta occasionalità - Esercizio anche di fatto o in modo secondario o consequenziale ad una attività primaria diversa - Artt. 208, 209, 211, 212, 214, 215 e 216 T.U.A..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 17/04/2019, Ordinanza n.16716

RIFIUTI - Deposito temporaneo - Qualificazione del deposito ex art. 183 T.U.A. - Onere della prova - Produttore rifiuti - Raggruppamento di rifiuti - Condizioni - Tempi e sicurezze - Fattispecie: abbandono di rifiuti in modo incontrollato in un'area di una massa di macerie edili - Artt. 183 e 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^ 16/04/2019, Sentenza n.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Dirigente dell'Ufficio tecnico - Reato di omissione di denuncia - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Condotta del pubblico ufficiale - Denuncia di reato - Verifica dell'esistenza della notitia criminis - Art. 361 cod. pen. - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Richiesta di sanatoria - Accertamento di conformità - Art. 36 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - Reati contro la P.A. - Pubblico ufficiale - Nozione del dolo di omissione - Elemento soggettivo del reato di omissione di denuncia - Obbligo di informazione penalmente inscusabile - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.1^ 15/04/2019, Ordinanza n.10501

APPALTI - Collaudo di opere pubbliche - Azione di garanzia per i vizi e difetti dell'opera nei confronti dell'appaltatore - Termini di decadenza e prescrizione - Art. 1667 c.c. - Presupposti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Rigetto del gravame - Conferma della sentenza di 1° - Modifica delle spese processuali assunte dal giudice di 1° - Mancanza di uno specifico motivo di impugnazione - Esclusione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16044

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Scarichi provenienti dall'attività casearia - Disciplina applicabile - Assimilazione di determinate acque reflue industriali alle acque reflue domestiche - Dimostrazione dell'esistenza delle specifiche condizioni individuate dalle leggi - Necessità - Artt. 101, 137, d.lgs. n.152/2006 - ZOOTECNIA - Nozione di attività di allevamento - Ricovero e custodia animali per conto terzi - Esclusione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attività di polizia giudiziaria ed inchiesta amministrativa - Prelievo di campioni da utilizzare in successive analisi - Norme di garanzia della difesa - Avviso all'interessato senza particolari modalità - Verbale di apertura del campione - Informazione verbale - Validità - Operatività dell'art. 220 in relazione al successivo articolo 223 disp. att. cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 1^ 12/04/2019, Sentenza n.16123

RIFIUTI - Ecoreati - Attività per il traffico illecito di rifiuti - Natura di reato abituale - Ciclo organizzato e unitario di smaltimento di rifiuti pericolosi al fine di conseguire un ingiusto profitto - Comportamenti non occasionali - Pluralità di condotte in continuità temporale - Competenza nel luogo in cui le varie frazioni della condotta, per la loro reiterazione, hanno determinato il comportamento punibile - Fattispecie - Art. 452 quaterdecies c.p. - Artt. 416, 515 cod. pen. - Artt. 183 e 260 d.lgs. n. 152/2006 - D.lgs. n. 231/2001 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Conflitti di competenza territoriale - G.U.P. dichiarazione d'incompetenza territoriale - Ipotesi di reati connessi - Contestazione formulata dal pubblico ministero - Vis attractiva. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16056

DANNO AMBIENTALE - Ecoreati - Attività organizzate per il traffico illecito - Ingiusto profitto - Nozione e configurabilità - Natura di reato abituale - Unitarietà della condotta - Soglia minima di rilevanza penale della condotta - Valutazione complessiva operata dal giudice - Art. 452-quaterdecies cod. pen. - Art. 258 d.lgs. 152/2006 - RIFIUTI - Ecodelitti - Nozione di "profitto" - Requisito dell'ingiusto profitto - Giurisprudenza - Gestione abusiva dei rifiuti - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Condotta sanzionata - Sistema concorrenziale tra imprese - Rischio o danno all'ambiente e alla salute delle persone - Semplice titolarità dell'impresa - Responsabilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/04/2019, Sentenza n.16036

RIFIUTI - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Ecodelitti - Art. 260 d.lgs. 152/2006 (ora 452-quaterdecies c.p.) - Natura di reato abituale proprio - Reato permanente - Cessazione dell'attività - Ecoreati e natura di reato permanente - Contestazione della condotta con la formula "ad oggi" o "tuttora" o "tutt'oggi" - Momento della cessazione della permanenza - Disciplina della prescrizione - Reati abituale o "reato di durata"- Art. 452-quaterdecies codice penale - Giorno dell'ultima condotta tenuta - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16042

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Aria - Biogas prodotto dalla fermentazione dei rifiuti solidi urbani siti in discarica - Superamento dei limiti di emissione - Gestore dell'impresa di produzione di energia elettrica tramite l'utilizzo di biogas - Natura di reato istantaneo - Momento consumativo del reato - Decorrenza del termine di prescrizione - Singola condotta tipica o a consumazione prolungata o condotta frazionata - Fattispecie - Art. 279, D.Lgs. n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.5^ 11/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Fabbricato accatastato come unità collabente (categoria F/2) - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Non tassabilità in assenza di rendita e in assenza di edificabilità autonoma dell'area - Imposta comunale sugli immobili (ICI) - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 10/04/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Disposizioni urbanistiche introdotte da leggi regionali - Rapporti tra la disciplina regionale e la normativa statale - Deroghe e limiti - Disciplina antisismica - Disciplina paesaggistica - Norme sulla sicurezza - Norme igienico-sanitarie - Inderogabilità - Competenza esclusiva dello Stato - Art. 117, c.2° Cost. - Legge regionale Sicilia n.4/2003 - Artt. 32, 44, 93, 94, 95 d.P.R. n. 380/2001 - Art. 181 D.L.vo n.42/2004 - Opere precarie non soggette a permesso di costruire - Tettoie, pensiline, gazebo ed altre ancora su balconi, terrazze o su qualunque superficie esistente - Criteri strutturali e funzionali - Differenza - Disciplina applicabile e i controlli preventivi previsti dalla legislazione nazionale - Giurisprudenza - Nozione di "volumi tecnici" - Rapporto di strumentalità necessaria - Evidenti ragioni di funzionalità effettivamente sussistenti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Travisamento della prova - Configurabilità - Sindacato della Corte di cassazione - Limiti - Fattispecie: contestazione della valutazione delle prove (documentale e testimoniale).

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/04/2019, Sentenza n.15523

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Tutela del paesaggio e provvedimento autorizzatorio - Effetti del silenzio dell'amministrazione - Concorso di competenze statali e regionali - Definizione di pratiche edilizie mediante sanatoria - Art. 181, c.1, d.lgs. n. 42/2004 - Speciale causa di estinzione del reato paesaggistico - Art. 39, c.8, L. n.724/1994 - Giurisprudenza - Fattispecie - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Intervento edilizio su immobili sottoposti a tutela paesaggistica o ambientale - Istituto del silenzio assenso inoperatività - Preventivo parere o autorizzazione - Artt. 20, 22, 23-bis, 44, D.P.R. n. 380/2001. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 05/04/2019, Sentenza n.15011

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Richiesta di rilascio di un permesso di costruire - Documentazione non veritiera attestante una falsa rappresentazione dello stato dei luoghi - Falso ideologico in sede amministrativa - Configurabilità - Art. 20, c.13, d.P.R. n.380/2001 - Artt. 48 e 480 cod. pen. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Provvedimento adottato da un pubblico ufficiale basato su atti o attestazioni non veri prodotti dal privato - Falso ideologico in documenti a contenuto dispositivo - Effetti - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Rapporti tra il delitto di falso ideologico in atto pubblico per induzione ed il reato di falsità ideologica in atto pubblico commesso da privati - Rapporto di causa-effetto - Condotte riconducibili al decipiens - Artt. 48-479 o 48-480 e 483 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Riqualificazione del fatto - Difetto di contraddittorio - Violazione del diritto di difesa - Possibilità di proporre ricorso per cassazione e causa di non punibilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/04/2019, Sentenza n.14743

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Campeggio - Lottizzazione abusiva - Allestimenti e servizi finalizzati ad un soggiorno occasionale e limitato nel tempo - Artt. 30, 44, 64, 65, 71, 72, 83, 93 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Reati urbanistici - Confisca dei terreni e delle opere abusivamente lottizzati - Conferimento di un diverso assetto del territorio - Operazione di frazionamento - Sanzione - Proporzionalità della confisca - Terzi in buona fede. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/04/2019, Sentenza n.14734

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Impedire a un animali o rendere difficoltosa la deambulazione o il mantenere una posizione eretta - Art. 727 cod. pen. - Configurabilità - Nozione di maltrattamento di animali - Nozione di detenzione impropria di animali - Giurisprudenza - DIRITTO SANITARIO - Produzione del certificato medico - Verifica fiscale - Indicazione generica e certificazione medica inadeguata - Valutazione del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto penale oggetto di opposizione - Effetti e caso di provvedimento abnorme - Art. 464, c.3, cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 04/04/2019, Ordinanza n.14762

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Reato di scarico di acque reflue industriali - Officina meccanica e autolavaggio veicoli - Natura di insediamenti produttivi - Assimilabilità agli scarichi civili - Esclusione - Assenza di autorizzazione o scaduta - Art. 137, d.lgs. n. 152/2006 - Reato ambientale - Scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione - Inapplicabilità della circostanza attenuante o diminuente per successivo rilascio dell'autorizzazione - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

Pagine