CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^ 16/04/2019, Sentenza n.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Dirigente dell'Ufficio tecnico - Reato di omissione di denuncia - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Condotta del pubblico ufficiale - Denuncia di reato - Verifica dell'esistenza della notitia criminis - Art. 361 cod. pen. - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Richiesta di sanatoria - Accertamento di conformità - Art. 36 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - Reati contro la P.A. - Pubblico ufficiale - Nozione del dolo di omissione - Elemento soggettivo del reato di omissione di denuncia - Obbligo di informazione penalmente inscusabile - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/04/2019, Sentenza n.16056

DANNO AMBIENTALE - Ecoreati - Attività organizzate per il traffico illecito - Ingiusto profitto - Nozione e configurabilità - Natura di reato abituale - Unitarietà della condotta - Soglia minima di rilevanza penale della condotta - Valutazione complessiva operata dal giudice - Art. 452-quaterdecies cod. pen. - Art. 258 d.lgs. 152/2006 - RIFIUTI - Ecodelitti - Nozione di "profitto" - Requisito dell'ingiusto profitto - Giurisprudenza - Gestione abusiva dei rifiuti - Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Condotta sanzionata - Sistema concorrenziale tra imprese - Rischio o danno all'ambiente e alla salute delle persone - Semplice titolarità dell'impresa - Responsabilità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/04/2019, Sentenza n.14734

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Impedire a un animali o rendere difficoltosa la deambulazione o il mantenere una posizione eretta - Art. 727 cod. pen. - Configurabilità - Nozione di maltrattamento di animali - Nozione di detenzione impropria di animali - Giurisprudenza - DIRITTO SANITARIO - Produzione del certificato medico - Verifica fiscale - Indicazione generica e certificazione medica inadeguata - Valutazione del giudice - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decreto penale oggetto di opposizione - Effetti e caso di provvedimento abnorme - Art. 464, c.3, cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 04/04/2019, Sentenza n.14743

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Campeggio - Lottizzazione abusiva - Allestimenti e servizi finalizzati ad un soggiorno occasionale e limitato nel tempo - Artt. 30, 44, 64, 65, 71, 72, 83, 93 e 95 d.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - Reati urbanistici - Confisca dei terreni e delle opere abusivamente lottizzati - Conferimento di un diverso assetto del territorio - Operazione di frazionamento - Sanzione - Proporzionalità della confisca - Terzi in buona fede. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 28/03/2019, Sentenza n.13607

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Desistenza dalla prosecuzione dell'intervento edilizio abusivo - Presupposti - Definitività e dimostrabilità - Onere della prova - Artt. 25, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Reato urbanistico - Natura di reato permanente - Consumazione inizio e termine - Ultimazione dell'opera, requisiti e valutate nel loro complesso - Immobile abusivo - Prova della concreta ed effettiva funzionalità - Datazione dell'intervento edilizio abusivo - Riferimento all'attivazione delle utenze - Esclusione - Dimostrazione della definitiva cessazione dei lavori - Necessità - Responsabilità per abuso edilizio del proprietario (o comproprietario) dell'area non formalmente committente - Onere della prova - Principio del "cui prodest" - Giurisprudenza - Rapporto di coniugio e compartecipazione di un coniuge nel reato edilizio - Elementi indizianti e prova - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Limiti al riconoscimento delle circostanze attenuanti generiche - Dosimetria della pena - Gravità del fatto - Corretto esercizio del potere discrezionale di determinazione della pena e dei criteri di valutazione - Artt. 62-bis e 133 cod. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 28/03/2019, Sentenza n.13608

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Permesso di costruire in sanatoria e estinzione dei reati per prescrizione - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Percezione «ictu oculi» - Evidenza» richiesta dall'art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Causa di estinzione del reato - Artt. 29, 36, 44, 64 , 65, 71, 72, 93 e 95 d.P.R. 380/2001 - Art. 181, c.1 d.lgs. 42/2004. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 22/03/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Intervento effettuato su una costruzione realizzata abusivamente da precedente proprietario - Ripetizione delle caratteristiche di illegittimità dall'opera principale - Nuovo reato edilizio - Configurabilità. Art. 44, 83, 95 d.P.R. 380/2001 - Reato urbanistico - Costruzione abusiva - Natura di reato permanente - Consumazione e cessazione della permanenza - Giurisprudenza.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/03/2019, Sentenza n.12268

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - DIRITTO DELL'ENERGIA - Aerogeneratori - Realizzazione di distinti impianti di fonti energetiche rinnovabili - Titolo abilitativo semplificato - Applicazione e limiti - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Aree sottoposte a tutela ex d.lgs n. 42/2004 e "aree contermini" - Riconducibilità al medesimo centro di interessi - Acquisizione di autorizzazione unica regionale - Necessità - Elusione artificiosa dei limiti di potenza fino a 1MW - Aartt. 44 dpr n. 380/2001 e 181 d.lgs n. 42/2004 - Giurisprudenza - CODICE DELL'AMBIENTE - Pale eoliche - VIA VAS AIA - Valutazioni di impatto e di incidenza ambientale (V.I.A. e V.incA) - Legislazione concorrente - Emissioni provocat da aerogeneratori - Tutela dell'ambiente, del patrimonio culturale, della salute e della pubblica incolumità - 270, 273 e  282 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sequestro preventivo - Ricorso per cassazione contro ordinanze - Valutazione del fumus commissi delicti - Diritto all'eventuale restituzione delle cose sequestrate - Legittimazione - Necessità - Artt. 321 e 325 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 20/03/2019, Sentenza n.12264

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Fertirrigazione su terreni in condizioni non idonei all'utilizzo agronomico - Violazione delle prescrizioni - Mancata tenuta dei registri di fertirrigazione - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Utilizzazione degli effluenti derivanti dall'attività di allevamento - Art. 137 c.14 d.lgs n. 152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio di correlazione tra accusa e sentenza - Fatto contestato mutato nei suoi elementi essenziali - Verifica del giudice - Garanzia dei diritti di difesa - Nozione di "fatto" - Effetti dell'inammissibilità del ricorso per cassazione e art. 129 c.p.p. - Giurisprudenza - Cause di non punibilità a norma - Prescrizione del reato - Rilievi e preclusioni. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 15/03/2019, Sentenza n.11505

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ristrutturazione edilizia "ricostruttiva" - Rispetto delle distanze - Differenze di condizioni del preesistente fabbricato - Artt. 3, 13, 29, 36, 44, D.P.R. n. 380/2001 - Reato di costruzione edilizia abusiva - Condotta colposa - Differenza tra semplici cittadini e soggetti con qualifiche professionali - Reati urbanistici - Titolare del permesso di costruire, committente, costruttore e direttore dei lavori - Responsabilità - Responsabilità del direttore dei lavori - Posizione di garanzia - Casistica giurisprudenziale - Concorso di persone nel reato - Carattere meramente fittizio della prestazione - Assenza di idoneo titolo professionale - Mancanza di un effettivo e costante controllo - Mancata conformità alle leggi urbanistiche ed al progetto autorizzato - Assenza sul cantiere - Negligenza - Casi di esonero di responsabilità - Contestazioni al titolare del permesso di costruire, al committente ed al costruttore delle violazione - Rinuncia contestuale all'incarico - Comunicazione motivata all'Amministrazione comunale  - Interventi di ristrutturazione edilizia - Differenza tra ristrutturazione "conservativa" e ristrutturazione "ricostruttiva" - Titoli abilitativi - Permesso di costruire e procedura semplificata della SCIA - Nozione del termine «consistenza» - Accertamento e limiti della preesistente consistenza di un edificio crollato o demolito - Demolizione dell'immobile abusivo - Ordine alla subordinazione della sospensione condizionale della pena - Omessissione di specifica motivazione - DIRITTO AGRARIO - Edificazione in zona agricola - Posizione soggettiva del committente delle opere - Necessaria destinazione funzionale all'attività agricola - Giurisprudenza - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reati urbanistici - Dirigente o responsabile dello sportello unico - Configurabilità del reato di abuso di ufficio - Elemento soggettivo - Consapevolezza dell'ingiustizia del vantaggio patrimoniale - Macroscopica illiceità dell'atto - Fattispecie - Limiti di applicabilità dell'art. 131-bis cod. pen. - Non particolare tenuità del fatto per contestuale violazione di più disposizioni - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Pronuncia assolutoria a norma dell'art. 129, c.2, cod. proc. pen. - Poteri e verifiche del giudice - Nozione di "evidenza".

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 15/03/2019, Sentenza n.11518

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Autorizzazione allo scarico - Preventivo rilascio di una formale - Necessità - Controllo anticipato delle autorità competenti - Eventuale imposizione di specifiche prescrizioni - Mancato "monitoraggio ecologico" - Att. 124, 125, 137, d.lgs. n.152/2006 - Tutela delle acque dall'inquinamento - Preventiva autorizzazione per tutti gli scarichi - Necessità - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - Verifiche del procedimento amministrativo - Taciti assensi o illegittime prassi - Esclusione - Att. 124, 125, 137, d.lgs. n.152/2006 - 231 e responsabilità dell'impresa - Individuazione dell'elemento soggettivo di responsabilità dell'ente nella colpa - Oneri probatori - Artt. 1, 6, 12, 25-undecies e 25-undecies, d.lgs. n.231/01 - Fattispecie: scarico in assenza di autorizzazione - Responsabilità degli enti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Attenuante di cui all'art. 12, c.2, lett. a) d.lgs. n.231/2001 - Poteri del giudice - DANNO AMBIENTALE - Risarcimento integrale del danno da parte ente - Eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose del reato - Giurisprudenza - 231 ambito di operatività - Assoluzione della persona fisica e ente - Automatismo - Esclusione - Accertamento autonomo della responsabilità dell'ente. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.2^ 14/03/2019, Ordinanza n.7336

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Difformità o difetti costruttivi dell’opera - Responsabilità del direttore dei lavori - Vigilanza urbanistica ed alta sorveglianza delle opere - Attività del direttore dei lavori - Controlli, verifiche e istruzioni - Giurisprudenza - Art. 24, 25, 29 D.P.R. n. 380/2001 - APPALTI - Vizi o difformità dell'opera (privata) appaltata - Obblighi del direttore dei lavori - Tutela del committente - Impiego di peculiari competenze tecniche - Normale diligenza - Omissione in vigilanza, controlli o istruzioni - Responsabilità del direttore dei lavori - Sussistenza.   

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 14/03/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI -  Fresato d’asfalto - Attività di scarifica del manto stradale - Sottoprodotto - Casi di esclusione ed eccezioni - Mancanza del processo lavorativo funzionale alla sua produzione - Necessità di lavorazione con altri componenti vergini - Esclusione - Codice CER - Trattamento come sottoprodotto - Inserimento nel ciclo produttivo e utilizzazione senza alcun trattamento nell'impianto - Assenza di operazioni di stoccaggio a tempo indefinito - Inclusione - Artt. 184 bis, 256 d.lgs n.152/2006 - INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissioni in aria prodotte dall'attività di manutenzione autostradale - Stabilimento realizzato in difetto di autorizzazione - Natura di reato permanente di pericolo - Sottrazione delle attività al controllo preventivo degli organi di vigilanza - ASSOCIAZIONI E COMITATI - Associazioni ambientaliste e comitati per la tutela della salute e dell'ambiente - LEGITTIMAZIONE PROCESSUALE - Costituzioni parti civili  "iure proprio" nel processo per reati ambientali - Perseguimento delle finalità statutarie DANNO AMBIENTALE - Risarcimento del danno - Fattispecie.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/03/2019, Sentenza n.10938

INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Rumore - Accertamento idoneità delle emissioni sonore - Principi giurisprudenziali consolidati - Fattispecie: pubblico esercizio che diffonde musica ad elevato volume anche in ore notturne - Art. 659 c.1, cod. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/03/2019, Sentenza n.10927

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Parcheggi nel sottosuolo (cd. Legge Tognoli) - Speciale regime di favore - Applicazione e limiti - Realizzazione di parcheggi di servizio a fabbricati esistenti realizzati nel sottosuolo - Requisiti richiesti dalla norma - Atti di cessione nulli - Casistica giurisprudenziale - Permesso di costruire o altro atto abilitativo anche in sanatoria materialmente incompatibile con la legge o difforme da essa - Ipotesi dell'illiceità del provvedimento - Poteri del giudice penale - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reato paesaggistico - Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Norme in materia di costruzioni in zone sismiche, di opere in cemento armato, di tutela del paesaggio e dell'ambiente - Condotte riparatorie ed estinzione dell’illecito penale - Effetti e limiti dell'art. 131-bis cod. pen. - L. n.122/89 - Artt. 12, 44. lett. c) d.P.R. 380/2001 - Art. 181 d.lgs. 42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Inammissibilità del ricorso per manifesta infondatezza dei motivi - Possibilità di dichiarare le cause di non punibilità - Preclusione - Art. 129 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/03/2019, Sentenza n.10799

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Rilascio dell'autorizzazione paesaggistica in sanatoria - Casi di speciale protezione e iter - Legge sul condono edilizio - Inapplicabilità - Art. 146, d.lgs n. 42/2004 - D.P.R. n. 380/2001 - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Legge sul condono edilizio e sanatoria su beni paesaggistici - Procedimento per il rilascio del provvedimento in sanatoria - Soprintendenza e spatium deliberandi - Decorso del termine - Silenzio-rifiuto impugnabile in sede di giustizia amministrativa - Differente contesto dei beni che vengono in rilievo - Iter procedimentale più gravoso -  Art. 10-bis L. 7 agosto 1990, n. 241.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/03/2019, Sentenza n.10804

RIFIUTI - Deposito e smaltimento illecito di rifiuti su beni demaniali (aree di golena dei fiumi) - DIRITTO DEMANIALE - Sequestro penale di un'area golenale - Richiesta di dissequestro - Diritto alla restituzione - Esclusione - Assenza di un titolo legittimante - Buona fede e possesso ventennale - Ininfluenza - Reato di occupazione abusiva - Art. 256 d.lgs. n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.4^ 12/03/2019, Sentenza n.10873

RIFIUTI - Discarica abusiva - Area adibita a cumuli di rifiuti - Confisca del terreno - Dichiarazione di estinzione del reato - Effetti - Artt. 214, 216, 256, d. Lgs. n. 152/2006 - Art. 240 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso straordinario avverso provvedimenti del giudice di legittimità - Errore materiale e errore di fatto - Termine di prescrizione - Art. 625-bis cod. proc. pen..  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/03/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi o urbanistici - Presupposti per la configurabilità - Edificazione con permesso di costruire illegittimo - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Mancanza o l'illegittimità di un atto amministrativo - Principio di legalità - Elementi di natura extrapenale - Giurisprudenza -Artt. 30, 44, 64, 65, 71, 72, 93 e 95 D.P.R. 380/01 - Art. 181 D.L.vo 42/04 - Art. 734 cod. pen. - Artt. 13 e 30 L. 394/91 - Poteri del giudice penale nei reati edilizi - Verifica dell'illegittimità del titolo abilitativo - Contrasto con le previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia - Configurazione di reati edilizi o urbanistici - Non-conformità dell'atto amministrativo alla normativa - Frutto di attività criminosa e mancanza delle condizioni previste dalla legge - Reato di lottizzazione abusiva - Natura di reato a consumazione alternativa - Il rilascio della concessione edilizia non esclude l'affermazione della responsabilità penale - Contrasto tra la lottizzazione e la normativa urbanistica - Accertamento di conformità - Responsabilità dei titolari di concessione, dei committenti e dei costruttori. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 05/03/2019, Sentenza n.

* INQUINAMENTO ACUSTICO - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone - Rumori molesti idonei ad arrecare oggettivo disturbo - Latrati di cani incessanti e molesti - Superamento del limiti della normale tollerabilità - Art. 659 cod.pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso in cassazione - Limiti del sindacato di legittimità - Motivazione manifestamente incongrua.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 04/03/2019, Ordinanza n.9210

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Ordine di demolizione delle opere abusive - Presupposti e limiti di revoca - Incompatibilità con atti amministrativi o giurisdizionali - Sospensione dell'ordine di demolizione - Abusi edilizi - Domanda in sanatoria - Valutazione prognostica - Poteri del giudice dell’esecuzione - Artt. 31, 41, 44, D.P.R. n. 380/2001. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.7^ 01/03/2019, Ordinanza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Volumi tecnici - Parametri identificativi - Rapporto di strumentalità - Impossibilità di elaborare soluzioni progettuali diverse - Rapporto di proporzionalità tra esigenze edilizie e volumi - Costante orientamento giurisprudenziale - Giurisprudenza amministrativa - Reati urbanistici - Opere interne - Mutamento di destinazione d'uso tra due categorie funzionalmente autonome - Permesso di costruire - Necessità - Interventi di ristrutturazione urbanistica con variazione tra categorie non omogenee - Destinazione d'uso - Interventi di manutenzione straordinaria al frazionamento o accorpamento di unità immobiliari con esecuzione di opere edilizie - Variazione di superficie o del carico urbanistico - Interventi subordinati a permesso di costruire - Artt. 3, 10, 22, 23 ter, 32, 44, lett. b), DPR n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/03/2019, Sentenza n.8965

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Violazione delle norme sulle distanze nelle costruzioni - RISARCIMENTO DEL DANNO - Danno morale subito dal privato confinante - Danno risarcibile - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato commesso contro la P.A. - Artt. 65 e 72 DPR n. 380/2001 - Art. 2059 c.c. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Principio della correlazione tra accusa e sentenza - Nozione di "fatto nuovo" - Nozione di "fatto diverso" - Differenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/03/2019, Sentenza n.8970

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Lottizzazione abusiva - Aree destinate a campeggio - Esecuzione di opere stabili - Gestione campeggio con allestimenti e servizi finalizzati alla sosta ed al soggiorno dei turisti - Art. 734 cod. pen. - Artt. 30, 44, d.P.R. 380/2001 - Reati urbanistici - Effetti e limiti sulla persona giuridica proprietaria del bene confiscato rimasta estranea al processo - Verifiche del giudice dell'esecuzione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/02/2019, Sentenza n.8684

RIFIUTI - Gestione discarica - Delega di funzioni responsabilità e corresponsabilità - Ruolo di procuratore speciale - Natura piramidale delle funzioni di controllo nell'ambito di una società - Subordine rispetto a soggetti gerarchicamente superiori - Onere della prova - Reato di cui all'art. 29-quaterdecies, c.3, d.lgs. n. 152/2006 - D.lgs. n. 36/2003. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/02/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Definizione di gestore della discarica - Responsabilità delle fasi di gestione, "post-operativa compresa" - Delega di funzioni e attività in concreto svolta - Art. 2 d.lgs. n.36/2003 - Attuazione della direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti - Giurisprudenza - Obblighi in capo ai soggetti responsabili della discarica - Reato di cui all'art. 29-quaterdecies, c.3, del d.lgs. n. 152/2006 - Miasmi emanati dai rifiuti e necessità di adeguata copertura giornaliera - VIA VAS AIA - Violazione dell'autorizzazioni integrate ambientali.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/02/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi edilizi in violazioni alle disposizioni in materia antisismica e urbanistica - Effetti del permesso di costruire in sanatoria - Estinzione del reato urbanistico ma non del reato di cui alla disciplina antisismica - Concorso della disciplina urbanistica e sismica - Ordine di demolizione - Revoca - Esclusione - Artt. 36, 44, 94, 95 e 98 d.P.R. n.380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 26/02/2019, Sentenza n.8350

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reato di lottizzazione abusiva in presenza dell'autorizzazione della P.A. - Configurabilità - Artt. 30 e 44 d.PR. n.380/2001 - Fattispecie - Lottizzazione abusiva - Natura di reato a consumazione alternativa integrabile anche a titolo di sola colpa - Concorso materiale -  Difetto di autorizzazione - Contrasto con le prescrizioni della legge o degli strumenti urbanistici - Giurisprudenza - Configurabilità anche senza la costruzione di edifici o altri interventi che, singolarmente considerati, richiedano il permesso di costruire - Lottizzazione negoziale - Interpretazione  giuridica del termine "frazionamento" - Limiti alla buona fede - Connessione tra le persone fisiche e persona giuridica - Onere della prova - Attività lottizzatoria - Configurabilità mediante qualsiasi utilizzazione del suolo, anche in presenza di un'autorizzazione a lottizzare - Convenzione lottizzatoria e permesso di costruire - Confisca urbanistica in assenza della sentenza di condanna da parte del giudice penale - Il proscioglimento per intervenuta prescrizione non osta alla confisca del bene lottizzato - Poteri di confisca del giudice di primo grado - Art. 578-bis cod. proc. pen. - Limite al potere del giudice di disporre la confisca dei terreni lottizzati - Provvedimenti giurisdizionali del giudice amministrativo passati in giudicato - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Prescrizione del reato - Effetti - Formula di proscioglimento nel merito prevale - Rinuncia alla prescrizione - Diritto personalissimo riservato all'imputato - Necessità di una dichiarazione di volontà espressa e specifica - Accertamento della correttezza dei procedimenti amministrativi - Ricorso in cassazione - Esclusione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI GIUSTIZIA UE Sez. Un., 21/03/2019 Sentenza C-497/17

ZOOTECNIA – Benessere degli animali – Protezione degli animali durante l’abbattimento – Metodi particolari di macellazione prescritti da riti religiosi – Compatibilità con la produzione biologica – Regolamento (CE) n. 889/2008 – Articolo 57, primo comma – Logo di produzione ed etichettatura dei prodotti biologici dell’Unione europea - Rinvio pregiudiziale – Articolo 13 TFUE Regolamento (CE) n. 1099/2009 – Articolo 3 e articolo 14, paragrafo 1, lettera b), VIII) Regolamento (CE) n. 834/2007. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 14/02/2019, Sentenza n.7038

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - La prescrizione nei reati edilizi - Inizio e decorso del termine di prescrizione - Onere della prova a carico dell'imputato - Principio del "favor rei" - Giurisprudenza - Reati in materia di abusi edilizi - Natura di reato permanente - Cessazione della permanenza della condotta illecita - Prescrizione del reato e principio del favore rei - Artt. 10, 17, 44 d.P.R. n.380/2001 - Interventi subordinati a permesso di costruire - Aumento della volumetria complessiva e carico urbanistico - Variante non sostanziale rispetto al progetto approvato - Permesso in variante - Interventi soggetti a segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A., ex D.I.A) - Realizzazione di una piscina posta al servizio di una residenza privata - Natura pertinenziale - Presupposti.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 14/02/2019, Sentenza n.7042

RIFIUTI - Fanghi derivanti dal lavaggio di inerti provenienti da cava - Reato di smaltimento diffuso ed incontrollato nel terreno di rifiuti liquidi - Presupposti - CAVE - Reflui liquidi derivanti dal ciclo di lavorazione - Assenza di autorizzazione - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO -Disciplina applicabile - Artt. 74, 104, 137, 185 e 256 d.lgs n.152/2006 - Attività di sfruttamento della cava - Materiali derivati e presupposti per l'esclusione dalla normativa sui rifiuti - Smaltimento, ammasso, deposito e discarica entro il ciclo produttivo dell'estrazione e connessa pulitura - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/02/2019, Sentenza n.6717

RIFIUTI - Gestione di rifiuti - Regime semplificato - Requisiti richiesti per lo svolgimento - Necessità di prescrizone e cautele - La comunicazione di inizio attività sostituisce l'autorizzazione - Effetti della mancanza di prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione - Artt. 208, 209, 211, 212, 213, 214, 216 e 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/02/2019, Sentenza n.6728

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Calcio violento al cane - Condotta violenta su animali - Lesioni di una certa entità confermati anche da certificazione sanitaria - Configurabilità dell'art. 544 ter cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità sulla motivazione - Limiti e presupposti - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 12/02/2019, Sentenza n.

* DIRITTO DEMANIALE - Occupazione di spazio demaniale - Permanenza del reato di arbitraria - Termine di prescrizione - Decorrenza - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Differenza tra occupazione di un bene demaniale ed esecuzione su un bene demaniale - Natura di  reato permanente - Perfezionamento ed esaurimento dell'azione vietata - Artt. 44, .1, lett. c), D.P.R. n. 380/2001 - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Art. 181 d.lgs. n. 42/2004 - Artt. 54 e 1161 cod. nav.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/02/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Direttore dei lavori - Posizione di garanzia - Obbligo di vigilare sulla corretta esecuzione delle opere - Responsabilità ed esonero - Irregolare vigilanza sull'esecuzione delle opere edilizie - Ottemperando agli obblighi di comunicazione e rinuncia all'incarico - Comunicazione resa al dirigente UTC - Art. 29 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 - Recesso tempestivo dalla direzione dei lavori - Artt. 11, 29, 44 lett. C) e 83-95 D.P.R. n. 380/2001 - Giurisprudenza - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Effetti in bonam partem della pronuncia della Corte Costituzionale n.56/2016 - Art. 181 c.1 bis d.lgs n. 42/2004 - Giudizi ancora in corso - Invalidità originaria della norma - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Notificazione al difensore mediante invio dell'atto tramite posta elettronica certificata (c.d. pec) - Invio di un'unica copia dell'atto da notificare non dà luogo ad alcuna irregolarità - Presupposti e limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/02/2019, Sentenza n.6364

RIFIUTI - Provvedimento autorizzativo e prescrizione - Effetto di contenuto essenzialmente precettivo - Ininfluenza dell'intitolazione - Art. 256, c.4, d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Operato del giudice abnorme - Restituzione degli atti al P.M. per genericità od indeterminatezza dell'imputazione - Correlazione tra accusa e sentenza - Nuove contestazioni e diritto di difesa dell'imputato - Nozione strutturale di "fatto". 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 11/02/2019, Sentenza n.6366

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Mutamento di destinazione d'uso giuridicamente rilevante - Nozione di destinazione d'uso - Connotazione del bene immobile a precisi scopi di interesse pubblico - Organizzazione e gestione del territorio comunale - Carichi urbanistici - Mutamento di destinazione d'uso senza opere - Necessità di S.C.I.A. o permesso di costruire - Destinazione d'uso funzionale - Condizioni - Artt. 31, 44, D.P.R. n. 380/2001.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/02/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Tettoia di copertura di strutture aperte all'esterno - Preventivo rilascio del permesso di costruire - Necessità - Pertinenza tecnico-giuridica - Esclusione - Mancanza di una propria individualità fisica e strutturale - Costruzioni in zone sismiche e  controllo preventivo della P.A. - Artt. 31, 34, 44, 93-95 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 d.lgs. n.42/2004 - Condanna dell'esecutore e/o del direttore dei lavori per il reato di cui all'art. 44 del d.P.R. n. 380/2001 - Subordinare il beneficio della sospensione condizionale della pena alla effettiva eliminazione delle opere abusive - Esclusione - Soggetto passivamente legittimato è solo il proprietario. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/02/2019, Sentenza n.

RIFIUTI - Ecodelitti - Impianto di compostaggio - Attività illecita di gestione di rifiuti - Inquinamento ambientale - Nuova iscrizione e termini per le indagini preliminari - Mero aggiornamento della notizia di reato già iscritta - Differenze - Rapporti tra iscrizione della notizia di durata (art. 335 cod. proc. pen.) e rispetto dei termini di durata delle indagini (art. 405 ss. cod. proc. pen.) -  Modifica della qualificazione giuridica del fatto o precisazioni dell'esistenza di elementi circostanziali - Identità del fatto - Corrispondenza storico-naturalistica nella configurazione del reato - Rilevanza della responsabilità dell'amministratore unico e del procuratore generale della società - Fattispecie: sequestro preventivo e contestazione artt. 674 cod. pen. e 256 d.lgs n.152/2006 succ. art. 452 bis cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo o probatorio - Limiti al ricorso per cassazione - Violazione di legge - Art. 325 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/02/2019, Sentenza n.

* DANNO AMBIENTALE - Ecodelitti - INQUINAMENTO DEL SUOLO - Inquinamento ambientale - Nozione di compromissione e deterioramento - CAVE E MINIERE - Attività di coltivazione di cava - Innesco di una frana - Compromissione e sicurezza di immobili - Fattispecie: sequestro preventivo avente ad oggetto denaro e/o beni nella disponibilità dell'indagato fino alla concorrenza di un milione di euro - Art. 5, c.1, lett. i-ter), del d.lgs. n.152/2006 - Art. 452 bis cod. pen. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 08/02/2019, Sentenza n.6260

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Nozione di acque meteoriche di dilavamento - Contaminazioni con altre sostanze o materiali inquinanti - Qualificazione come acque reflue industriali - Assenza della prescritta autorizzazione - Configurabilità del reato ambientale - Responsabilità dell'amministratore - Direttore tecnico - Artt. 74, 113, 124 c.1 e 137 c.1 d. Lgs. n. 152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 07/02/2019, Sentenza n.5936

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Confisca dei terreni e delle opere abusive in sequestro - Confisca urbanistica in caso di sentenza di prescrizione - Pressupposti - Standard probatori e rispetto delle garanzie proprie delle pronunce formali di condanna reato - Art. 30 e 44, lett. c), d.P.R. 380/2001 - Lottizzazione abusiva - Confisca del bene - Proscioglimento per intervenuta prescrizione maturato nel corso del processo - Verifiche del giudice del dibattimento - Accertamento del reato nelle sue componenti oggettive e soggettive - Diritto alla prova e al contraddittorio - Art. 129 cod. proc. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Decisione sulla confisca in casi particolari nel caso di estinzione del reato per amnistia o per prescrizione - Accertamento della responsabilità del reato in tutti i suoi elementi costitutivi - Standard probatorio richiesto per la pronuncia della sentenza di condanna - Riserva di codice - Nuovo art. 578 bis cod. proc. pen..  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez.6^ 07/02/2019, Ordinanza n.3674

APPALTI - Gravi difetti dell’opera - Appalti di lavori privati - Responsabilità dell'appaltatore nei confronti dei committente e dei suoi aventi causa - Vizi non impeditivi dell’uso dell’immobile - Risarcimento dei danni - Art. 1669 c.c. - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Denuncia del pericolo di rovina o di gravi difetti nella costruzione di un immobile - Decorrenza del termine - Rilevanza del nesso di causale - Decadenza dall'azione di responsabilità contro l'appaltatore - Sicura conoscenza dei difetti e delle loro cause - Necessità.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/02/2019, Sentenza n.5813

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO -  Scarichi e rifiuti liquidi - Abusivo smaltimento su suolo di effluenti provenienti dal proprio allevamento - Disciplina applicabile -  RIFIUTI - Reflui da considerarsi rifiuti allo stato liquido - Artt. 101 e 256 D.Lgs. n. 152/2006 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/02/2019, Sentenza n.5817

RIFIUTI - Illecita gestione di rifiuti - Configurabilità del reato - Verifica del titolo abilitativo - Distinzione tra requisiti e condizioni incidenti - Carenza dei requisiti e delle condizioni per le iscrizioni o comunicazioni - Modalità di esercizio dell'attività - Artt. 184, 216, 256, 258 d.lgs n.152/2006 - Svolgimento di attività di gestione in forma semplificata - Condizioni prescritte all'atto della richiesta iniziale o nella richiesta di rinnovo - Attività ad un controllo della Pubblica Amministrazione - Effetti della prosecuzione in difformità - Nozione della messa in riserva - Attività prodromica al recupero dei rifiuti - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Violazione del principio del difetto di correlazione tra imputazione e sentenza - Diritto alla difesa - Concetto ampio del principio del contraddittorio - Corte Europea dei diritti dell'uomo - Diversa qualificazione giuridica del fatto - Art. 521 cod. proc. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 06/02/2019, Sentenza n.5821

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione di opera precaria - Manufatti precari e assenza di titolo abilitativo - Presupposti - Artt. 3, 6, 44, lett. c), 93, 94 e 95 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181, c.1 d.lgs. n.42/04  - Intervento abusivo - Violazioni urbanistiche/paesaggistiche e verifica della particolare tenuità del fatto - Elementi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Eliminazione dell'opera abusiva - Effetti - Cessazione della permanenza - Applicazione della causa di non punibilità e assenza dei presupposti - Motivazione implicita in presenza di dati obiettivamente preclusivi - Art. 131-bis cod. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/02/2019, Sentenza n.4976

RIFIUTI - Nozione di miscelazione dei rifiuti - Attività non consentita di miscelazione - Accatastamento di vari rifiuti aventi codici identificativi diversi -  Prova della miscelazione - Attività di gestione dei rifiuti da autodemolizione - Disciplina, applicabile e limiti - Att. 6 e 13 d.lgs. n. 209/2003 - Artt. 187, 256 d.lgs n.152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/02/2019, Sentenza n.4973

RIFIUTI - Operazioni di deposito delle terre e delle rocce da scavo - Mancanza di autorizzazione e del controllo amministrativo preventivo - Inosservanza delle prescrizioni - Procedura di conformità "end of wast" - Potenziali danni per l'ambiente - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Natura di reato di pericolo - Principio della personalità della responsabilità penale - Verifiche e compiti del giudice di merito. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/02/2019, Sentenza n.4952

RIFIUTI - Nozione di sottoprodotto - Sanza - Operazioni di asciugatura ed essiccazione - Riconducibilità nella categoria dei rifiuti - Normale pratica industriale - Esclusione - Attività di raccolta e gestione di rifiuti speciali non pericolosi - Artt. 183, 184 bis, 256, D. Lgs. n. 152/2006. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 01/02/2019, Sentenza n.

 ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Discarica comunale di inerti - Inquinamento ambientale - Differenza tra acque reflui industriali ed acque meteoriche di dilavamento - Responsabilità del presidente del Consiglio direttivo del C.S.I. Consorzio sviluppo imprese e del direttore tecnico e responsabile tecnico ambientale - Scarico di acque reflue industriali nel rio Vernotico - Valido accertamento - Necessità - Art. 74, 137, d. Lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 31/01/2019, Sentenza n.4876

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Amputazione della coda (taglio volontario e non necessario) - Nozione di lesione - Detenzione in condizioni incompatibili con la natura degli animali - Stato di malnutrizione - Fattispecie ontologicamente distinte ed autonome - Reato permanente - Artt. 582, 544 ter e 727 cod.pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 31/01/2019, Sentenza n.4877

DIRITTO VENATORIO - Caccia di animali a rischio di estinzione - Specie specifiche protette - Convenzione di Berna - Reato di uccellagione - Fattispecie di pericolo a consumazione anticipata - Differenza tra caccia e uccellagione - Giurisprudenza - Legge n. 157/1992 - Causa di non punibilità  ex art. 131 bis cod. pen. - Limite alla discrezionalità del giudizio - Fattispecie:  cattura con rete a tramaglio con particolare e prolungata sofferenza per l'esemplare di avifauna catturato a causa del tentativo di liberarsi. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/01/2019, Sentenza n.4238

RIFIUTI - Reati ambientali - Particolarità degli accertamenti - Corretta classificazione - Contemperamento delle garanzie di difesa e esigenze investigative - Qualificazione di un rifiuto come pericoloso - Artt. 127, 83, 188, 260 d.lgs. n.152/06 - Giurisprudenza - Fertilizzanti e ammendanti - Definizione di compost di qualità - Compostaggio di rifiuti organici raccolti separatamente - ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Fanghi di depurazione destinati all'agricoltura - Reflui assimilabili a quelli civili - Disciplina applicabile e limiti - Cicli di lavorazione e processi di depurazione - AGRICOLTURA E ZOOTECNIA - Gestione dei fanghi di depurazione - Utilizzo in agricoltura - Novità legislativa - D.L. 28/09/2018, n. 109 - Ricerca dei marker di cancerogenicità - Situazioni di criticità - Limiti specifici per gli idrocarburi. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/01/2019, Sentenza n.4250

INQUINAMENTO ATMOSFERICO - Emissioni di fumi in atmosfera - Sequestro dell'impianto - Contravvenzione di cui all'art. 279 c.1 d.lgs. n.152/2006 - Natura di reato permanente - Requisiti della concretezza ed attualità del pericolo - Esercizio o istallazione di impianto in assenza di autorizzazione - Natura di reato permanente - Consumazione e termine della permanenza - Verifiche della pubblica amministrazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 29/01/2019, Sentenza n.4237

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Destinazione urbanistica di zona - Disposizioni di pianificazione - D.lgs. 23/05/2011, n. 79, noto come Codice del Turismo - Funzioni amministrative in materia di turismo - Artt. 44, 64, 65, 71, 72, d.P.R. n.380/2001 - Art. 146 e 181, d.lgs. n.42/2004 - Art. 734 cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Revoca della misura cautelare reale - Nozione di motivazione meramente apparente - Inidoneità a delineare l'itinerario logico - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.6^ 29/01/2019, Sentenza n.4462

INQUINAMENTO ACUSTICO - Rumori idonei ad arrecare disturbo o a turbare la quiete pubblica - Schiamazzi e rumori molesti - Emissioni sonore - Elementi probatori - Art. 659 cod. pen.. Fattispecie: disturbato di notte del riposo delle persone, cantando a squarciagola e tenendo alto il volume della radio e dell'autovettura parcheggiata sulla pubblica via - RISARCIMENTO DEL DANNO - Liquidazione del danno morale in relazione a lesioni refertate - Correlazione tra la gravità effettiva del danno e l'ammontare dell'indennizzo. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 28/01/2019, Sentenza n.3976

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi in zona sismica - Permesso di costruire in sanatoria - Rilascio della "doppia conformità" agli strumenti urbanistici - Estintiva dell'illecito penale - Effetti del rilascio dell'autorizzazione paesaggistica - Potere-dovere di sindacare la legittimità dell'atto - Artt. 31, 33, 34, 36, 44, 45, 64,  65, 71, 72, 93, 95 d.P.R. n. 380/2001 - Veranda, nozione tecnico-giuridico - Difetta normalmente del carattere di precarietà - Assenza di esigenze temporanee e contingenti - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Reati paesaggistici - Provvedimento di compatibilità paesaggistica - Accertamento - Effetti e limiti - C.d. condono ambientale - Nozione di "creazione di superfici utili" - Nozione di "volumetria" - Art. 181, c. 1, d.lgs. n. 42/2004. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3582

RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti costituiti da materiale inerte - Trasporto, deposito e abbandono in modo incontrollato sul terreno di terzi - Disciplina normativa dei rifiuti ed emergenziale - Criteri di applicazione - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Emergenza rifiuti - Questione di legittimità costituzionale - Disciplina eccezionale e temporanea - Principio della riserva di legge - Art. 6, D.L. n. 172/2008 - Giurisprudenza - Stato di emergenza e adozione di norme derogatorie nel settore dei rifiuti - Criteri e presupposti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Diniego della causa di non punibilità - Parametri di valutazione - Natura e struttura oggettiva - Gravità della condotta - Allarme sociale - Fattispecie: scarico di rifiuti su terreni altrui - Art. 131 bis cod.pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3594

RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti non autorizzata - Smaltimento non autorizzato - Sequestro sostenuto da elementi indiziari - Esatta tipizzazione dei rifiuti ininfluente per confermare il fumus commissi delicti - Fattispecie: autista spurgatore professionale - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanze in materia di sequestro preventivo - Requisiti minimi - Limiti al ricorso per cassazione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3579

RIFIUTI - Rifiuti speciali prodotti da terzi - Attività di raccolta e trasporto senza autorizzazione svolta in maniera non professionale o in forma non imprenditoriale - Illecita gestione di rifiuti - Elemento psicologico del reato - Buona fede - Onere della prova - Art. 256 d.lgs n.152/2006 - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Reati necessariamente abituali e quelli eventualmente abituali - Inapplicabilità -  Art. 131-bis cod. pen. - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Concessione delle attenuanti generiche - Elementi e circostanze - Valutazione del giudice - Limite all'onere di motivazione del diniego. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Gestione dei rifiuti vegetali - Trasporto dei residui vegetali dai terreni dei committenti su altro terreno per lo smaltimento mediante combustione - Presupposti per il sequestro preventivo del terreno - Fumus commissi delicti - AGRICOLTURA - Combustione di residui vegetali - Smaltimento non autorizzato - Artt. 182, c. sesto bis, 255 e 256 d.lgs n.152/2006 - Residui vegetali incendiati - Materiale agricolo o forestale naturale - Condizioni - Smaltimento non autorizzato di rifiuti speciali non pericolosi - Combustione di rifiuti urbani vegetali, abbandonati o depositati in modo incontrollato - Disciplina applicabile - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ordinanze emesse in materia di sequestro preventivo o probatorio - Ricorso per cassazione - Presupposti e limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 24/01/2019, Sentenza n.3578

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Beni culturali allo stato - Impossessamento illecito - Effetti della declaratoria di estinzione del reato per amnistia o prescrizione - Onere di dimostrare di averli legittimamente acquistati in epoca antecedente all'entrata in vigore della L. n. 364/1909 - Art. 176 d.lgs n. 42/2004 - Sequestro preventivo - Prova della legittimità del possesso davanti al giudice dell'esecuzione - Art. 323 cod.proc.pen. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 22/01/2019, Sentenza n.2848

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Deposito "in sanatoria" degli elaborati progettuali e rilascio in sanatoria dell'autorizzazione dell'Ufficio del Genio civile - Reati di violazione della normativa antisismica - Effetti - Giurisprudenza - Artt. 36, 44, 45, 71, 72, 93 e 94 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, d.P.R. n.380/2001 - Art. 181, d.lgs. n.42/2004. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 22/01/2019, Sentenza n.

* DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati urbanistici - Limiti alla demolizione se pregiudica la porzione di fabbricato non abusiva - Procedura di cd. "fiscalizzazione" di cui all'art. 34 del d.P.R. n. 380/2001 - Ipotesi di parziale difformità - Giurisprudenza - Revoca o sospensione dell'ordine di demolizione del fabbricato - Poteri del giudice dell'esecuzione - Controllo circa la pendenza delle domande di sanatoria - Nuovi atti amministrativi incompatibili con la demolizione - Necessità - Insufficiente la mera pendenza di ricorso al TAR.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 22/01/2019, Ordinanza n.

* RIFIUTI - Individuazione della natura dei rifiuti - Qualifica attraverso l’osservazione diretta della P.G. - Necessità di una analisi disposta dal giudice - Casi di esclusione - Ricavabilità attraverso elementi del processo - Attività di gestione dei rifiuti - Mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione - Configurabilità del reato - Carattere da assoluta occasionalità - Presupposti e limiti all'applicazione della deroga - Esercizio di attività commerciale in forma ambulante - Artt. 189, 190, 193, 208, 209, 211, 212, 214, 215, 216, 256 e 266 d.lgs. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 22/01/2019, Sentenza n.2833

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Direttore dei lavori - Responsabilità ed esonero - Irregolare vigilanza sull'esecuzione delle opere edilizie - Contestazione ad altri soggetti la violazione delle prescrizioni del permesso di costruire - Rinuncia contestuale all'incarico - Comunicazione resa al dirigente UTC - Art. 29 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 22/01/2019, Sentenza n.2849

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Realizzate di scavi e sbancamenti - Lavori edili oggetto di comunicazione al Comune - Accertamento sul cantiere in corso d'opera - Intervento di permanente trasformazione del suolo - Necessità del permesso di costruire e/o dell'autorizzazione paesaggistica - Artt. 6, 44, d.P.R. n.380/2001 - Art. 181, d.lgs. n.42/2004 - Reati edilizi - Accertamenti e valutazioni di carattere tecnico-scientifico - Deduzioni logiche e massime di comune esperienza e semplici congetture - Differenza - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Valutazione della prova indiziaria - Ricorso al criterio di verosimiglianza e alle massime d'esperienza - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 7^ 22/01/2019, Ordinanza n.2765

RIFIUTI - Sversamento di materiale olioso inquinante - Configurabilità della responsabilità della società (rectius: del legale rappresentante) - Necessità di sopralluogo nelle aziende vicine - Esclusione se individuata la sostanza nei pozzetti dell’azienda - Presenza in azienda di impianto di riciclo dell'olio - Ininfluenza se contrastante con evidenze indiziarie - gravi - Art. 256, c.1 e 2, d. lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE CIVILE, Sez. 5^ 18/01/2019, Ordinanza n.1344

RIFIUTI - Criteri di assimilabilità ai rifiuti urbani i rifiuti speciali - Potere regolamentare dei Comuni in assenza del decreto Ministeriale - Criteri qualitativi e quantitativi per la gestione dei rifiuti speciali assimilati a quelli urbani - Art. 195, c. 2, lett. e), d.lgs. n. 152/2006.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 17/01/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Operazioni di recupero dei rifiuti regime semplificato - Prescrizioni amministrative - Verifiche e controlli - Inottemperanza del titolare - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Potere d’intervento dell'ente pubblico provinciale - Procedura semplificata e attività prescrizionale - Artt. 192, 216 e 256 d.lgs n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Struttura motivazionale della sentenza - Motivi di Appello saldati a quelli di primo grado - Migliore comprensione delle censure. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 16/01/2019, Sentenza n.1913

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Realizzazione di una piscina interrata e di locali annessi in zona vincolata - Permesso di costruire e autorizzazione paesaggistica - Necessità - Art. 167 e 181 D.Lgs. n. 42/2004 - DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Intervento edilizio - Piscina interrata e pertinenze - Valutazione unitaria delle opere - Artt. 3, 10, 11, 44, d.P.R. n.380/2001 - Usufruttuario e legittimazione al rilascio del permesso di costruire - Natura del rapporto "qualificato" che intercorre tra usufruttuario e l'immobile - Giurisprudenza - Reati edilizi - Responsabile dell'abuso edilizio - Proprietario non committente - Natura indiziaria della compartecipazione.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 14/01/2019, Sentenza n.1517

RIFIUTI - Discarica abusiva - Responsabilità e limiti del proprietario del terreno - Accordo verbale con il proprietario - Concorso nel reato - Condotta commissiva alla illecita gestione dei rifiuti - Art. 184 bis, 256 d.lvo n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Notifica all'imputato nelle mani di persona convivente con il destinatario - Attestazione compiuta dall'ufficiale giudiziario - Inesistenza del rapporto di convivenza - Discordanti certificazioni anagrafiche - Onere della prova - Applicazione delle circostanze attenuanti generiche - Incensuratezza dell'imputato non idonea da sola a giustificarne la concessione. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 09/01/2019, Sentenza n.

* RIFIUTI - Attività di abbandono/deposito incontrollato - Responsabilità dei titolari dell’impresa o responsabili di enti - Omessa vigilanza - Art. 256, c.2, D.L.vo n.152/2006 - Abbandono di rifiuti occasionale e in misura limitata effettuato dall'impresa - Configurabilità del reato in un'unica azione - Giurisprudenza.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 08/01/2019, Sentenza n.400

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Opera precaria stagionale - Mancata rimozione alla scadenza dell'opera - Effetti - Assenza di titolo abilitativo - Configurabilità delle violazioni alla disciplina antisismica, paesaggistica e occupazione di suolo pubblico - Nozione di precarietà di un'opera - Artt. 6, 44, 93, 94 e 95 d.P.R. n.380/2001 - Art. 181 d.lgs. 42/2004 - Artt. 633 e 639 bis cod. pen. - Giurisprudenza - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Reato di occupazione di suolo pubblico per scadenza del termine previsto nella concessione - Configurabilità - Nozione di invasione e della condotta arbitraria. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 07/01/2019, Sentenza n.342

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Nozione "volumi tecnici" - Realizzazione in difetto di permesso di costruire - Pertinenza urbanistica e limiti della responsabilità penale - Artt. 3, 6, 44, d.P.R. n.380/2001 - Nozione di manufatto precario - Obiettive esigenze contingenti e temporanee - Fattispecie: struttura di copertura di una preesistente piscina - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione "tardivo" - Specifica contestazione - Riepilogo dei motivi di appello - Necessità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 02/01/2019, Sentenza n.22

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Presunzione di proprietà pubblica - Rivendicazione da parte del privato della legittima proprietà - Ipotesi tassative e particolari - Patrimonio indisponibile dello Stato dei beni culturali - Presunzione di proprietà statale - Finalità recuperatoria della confisca stabilita dall'art. 174, c.3, dlgs n.42/2004 - Esportazione illecita di beni culturali - Diritto la confisca illegittimamente esportata, anche se il reato è prescritto - Fattispecie: statua «atleta vittorioso» di Lisippo di Sicione - Confisca obbligatoria e Corte di Strasburgo - Lottizzazione abusiva e  bene culturale - Interessi tutelati - Differenza - Finalità recuperatoria - Dominio dello Stato sul bene culturale - Concetto di estraneità al reato - Limiti - Getty Museum quale istituzione filantropica - Irrilevanza - Detenzione di res furtiva - Confisca ex art. 174, c.3, dlgs n.42/2004 - Effetti e finalità - Soggetto inciso dal provvedimento e commissione del reato - Beni culturali soggetti al regime del demanio pubblico non sono suscettibili di valida possessio ad usucapionem - Continuità normativa tra art.66 L. n.1089/1939 ora art.174 dlgs n.42/2004 - DIRITTO PROCESSUALE EUROPEO - Diritto dell'individuo ad un equo processo - Conformità alle regole della Convenzione Edu - Udienza davanti alle giurisdizioni ulteriori - Amministrazione della giustizia - Presenza e controllo del pubblico - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Celebrazione nella forma della udienza pubblica - Legittimità dell'adozione di un procedimento non partecipato - Fase de plano - Confisca del bene - Diversità della oggettività giuridica delle condotte - Violazione del principio del bis in idem - Esclusione - Presupposti giuridici diversi - Confisca - Procedura di esecuzione - Convenzione di Vienna - Facoltà dell'autorità consolare - Attività di carattere giudiziario all'interno della sua circoscrizione - Rogatoria internazionale - Esclusione - Abnormità strutturale e abnormità funzionale - Differenza - Riferimenti giurisprudenziali recenti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 02/01/2019, Sentenza n.4

MALTRATTAMENTO ANIMALI - Detenzione di animali in condizioni incompatibili - Reato di maltrattamento di animali ex art. 727, c.p. - Grave sofferenza - Elemento oggettivo della fattispecie - Presunzione in re ipsa - Fattispecie - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Impedimento del difensore a comparire in udienza debitamente documentate e tempestivamente comunicate - Obbligo di nominare un sostituto processuale o di indicare le ragioni della mancata nomina - Esclusione - Controllo sulla motivazione della Suprema Corte - Verifica di tre requisiti - Necessità. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 28/12/2018, Sentenza n.58448

RIFIUTI - Reato di attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti - Nozione e configurabilità del reato - Elementi e presupposti - Conseguimento di un ingiusto profitto - Art. 260, D.L.vo 152/2006 oggi art. 452-quattuordecies cod. pen. - Cconfigurabilità del reato di cui all'art. 452-quaterdecies cod. pen. - Natura di reato abituale - Elementi tipici - Consumazione del reato - DANNO AMBIENTALE - Pregiudizio o pericolo per l'ambiente - Esclusione - Giurisprudenza - Fattispecie - APPALTI - Esecuzione di un contratto di appalto - Configurabilità del delitto di frode in pubbliche forniture o nell'adempimento degli altri obblighi contrattuali - Reato in concorso - Principio di buona fede nell'esecuzione del contratto - Violazione - Art. 356 cod. pen. - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Differenza tra art. 356 cod. pen. (frode in pubbliche forniture) e art. 355 cod. pen. (Inadempimento di contratti di pubbliche forniture) - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità sulla motivazione - Presupposti e limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 27/12/2018, Sentenza n.58313

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati concernenti le costruzioni nelle zone sismiche e citazione dirigente ufficio tecnico regionale - Valutazione circa la rilevanza della deposizione - L'omissione non genera nullità - artt. 44, 83, 95 e 98 d.p.r. 380/2001 - Reati riguardanti la prevenzione del rischio sismico - Comuni o aree sottoposte alla legislazione antisismica - Fonti secondarie di diritto oggettivo - Principio "iura novit curia" - Applicabilità della disciplina - Controllo preventivo da parte della P.A. - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - Sanatoria e configurabilità dell'ipotesi di "comportamento abituale" - Art. 131-bis cod. pen.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 27/12/2018, Sentenza n.58316

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Realizzazione di una tettoia - Disciplina antisismica - Applicazione a tutte le costruzioni realizzate in zona sismica - Pericolo per la pubblica incolumità - Fattispecie: leggi della regione Sicilia in deroga alla legislazione nazionale - Artt. 83 e 93, 95 d.P.R. n.380/2001 - Normativa antisismica - Omesso preavviso d'inizio attività è reato istantaneo - Termine di prescrizione delle contravvenzioni - Decorrenza - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/12/2018, Sentenza n.58302

RIFIUTI - Attività di gestione di rifiuti da demolizione utilizzati per riempimento di cava - Responsabilità del proprietario del terreno e dell'esecutore dei lavori - Artt. 183, 184 bis, e 256 d.l.vo n.152/2006 - Terre e rocce da scavo - Sottoprodotto - Requisiti - Disciplina eccezionale e derogatoria - Onere della prova.  

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 27/12/2018, Sentenza n.58324

RIFIUTI - Trasporto non autorizzato di rifiuti - Albo Gestori - Procedure disciplinari - Sequestro preventivo degli autocarri utilizzati per la consumazione del reato - Sussistenza indiziaria - Necessità di impedire l'ulteriore prosecuzione del reato - D.M. 120/2014 - Art. 256 c.2 d.lgs. n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Adozione dei provvedimenti cautelari reali - Esigenze cautelari e degli indizi di reato - Autonoma valutazione - Motivazione per relationem o alla tecnica del copia-incolla. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 27/12/2018, Sentenza n.58312

RIFIUTI - Motori di veicoli fuori uso - Rifiuti pericolosi - Rimozione dell'olio (motore e circuito idraulico) - Operazioni di recupero e messa in sicurezza - Piccola tolleranza o tracce e cospicui spandimenti di olio - Differenza - Fattispecie - Artt. 183, 184 ter, 258 D. L.vo n.152/2006 - Trasporto di rifiuti pericolosi eseguito senza formulario o con formulario recante dati incompleti o inesatti - Penale rilevanza delle condotte - Art. 483 cod. pen. delitto di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico - Operatore nel settore - Obbligo di acquisire informazioni circa la specifica normativa applicabile - Invocazione della buona fede - Onere della prova - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Sentenza di appello confermativa della decisione di primo grado - Termini apodittici e stereotipati di adesione - Vizio per carenza di motivazione - Ipotesi di sostanziale elusione delle questioni poste dall'appellante - Limiti alla motivazione per relationem

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez. 3^ 21/12/2018, Sentenza n.58001

RIFIUTI - Nozione di rifiuto - Beni destinati al riuso - Individuablità  e limiti - Fattispecie: Materiale corroso e totalmente ricoperto dalla vegetazione, riversato all’esterno di un capannone in seguito ad alluvione - Art. 256 c.2 d.lgs. n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Ricorso per cassazione - Accertamento peritale - Discrezionalità  del giudice - Artt. 495 c.2 e 606, c.1, lett. d), cod. proc. pen..

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 21/12/2018, Sentenza n.57989

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Reati edilizi - Modifica della destinazione d'uso giuridicamente rilevante - Interventi edilizi sugli edifici - Rilascio del permesso di costruire preventivo - Necessità - Manutenzione straordinaria e risanamento conservativo - Originaria destinazione d'uso - Artt. 3, 10, 23 ter, 44, d.P.R. n.380/2001 - Categorie d'interventi funzionalmente autonome e centri storici - Opere interne, ristrutturazione edilizia ordinaria e straordinaria, restauro e di risanamento conservativo - Titoli abilitativi - Permesso di costruire, s.c.i.a., c.i.l.a., nulla osta - Modifica della destinazione d'uso senza opere - Assoluta modestia di opere conservative - Giurisprudenza - Cambio destinazione d'uso di immobili esistenti nei centri storici - Funzionalità delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria - Precisi scopi di interesse pubblico del bene - Disciplina normativa sugli standard - Misura del contributo di urbanizzazione e organizzazione dei servizi - Leggi regionali e strumenti urbanistici comunali - Applicazione e limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 17/12/2018, Sentenza n.56678

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Titolo abilitativo illegittimo - Principio di tassatività della norma incriminatrice - Limite della responsabilità penale - Procedimento per rilascio del permesso di costruire  - Giurisprudenza - Provvedimenti cautelari reali - Artt. 6, 20, 44, d.P.R. n.380/2001 - Titolo giuridicamente inesistente o illecito - Abuso ricadente in zona vincolata - Provvedimento illegittimo per vizio macroscopico - Collusione tra amministratore e soggetti interessati - Prova non neccessaria - Disciplina urbanistico-sostanziale - Trasformazione del territorio - Permesso di costruire - Conformità degli interventi edilizi - Sanzioni e ratio - Giurisprudenza - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Lavori edilizi eseguiti in assenza di permesso o di titoli equipollenti - Controllo riservato alla P.A. - Condotte criminose fraudolente o collusive - Segnalazione certificata e perfezionamento tacito del necessario titolo giuridico - Falso ideologico di cui all'art. 20, comma 13, d.P.R. 380/2001 - Autoresponsabilità del privato - Violazione - Effetti - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Permesso di costruire  illegittimo - Sindacato del giudice penale sul provvedimento amministrativo presupposto o elemento costitutivo di un reato - Poteri del giudice penale.

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 17/12/2018, Sentenza n.56670

ACQUA - INQUINAMENTO IDRICO - Esercente di un'attività autorizzata - Unico scarico illecito - Rischio di un'offesa all'ambiente - Natura di reato di pericolo -  Reato di cui all'art. 137, c.3 d.lgs. n.152/2006 - Configurabilità - Giurisprudenza - Metodiche di prelievo e campionamento del refluo - Modalità diverse di campionamento - Criterio legale di valutazione della prova - All.5 Parte II^ d. L.vo n.152/2006 - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Giudizio di legittimità - Preclusioni e controlli. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/12/2018, Sentenza n.56101

RIFIUTI - Terre e rocce da scavo (materiale tufaceo e terreno vegetale) - Attività organizzate per traffico illecito e gestione illecita di rifiuti - Differenze - Configurabilità del reato - Compimento di più operazioni e l'allestimento di mezzi e attività continuative organizzate - Nozione di condotta abusiva - Soglia minima di rilevanza penale della condotta - Ulteriori requisiti e azioni propedeutiche - Definizione di "finalità di ingiusto profitto" - Artt. 186, 256 e 260 d.lgs. n.152/2006 - Art. 452-quaterdecies c.p. - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 13/12/2018, Sentenza n.56096

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Interventi di ristrutturazione edilizia su edifici crollati o demoliti - Ripristino o ricostruzione di edifici o parti di essi - Accertamenti sulla preesistente consistenza - Volumetria delle opere - Ristrutturazione di edifici demoliti o crollati - Identificabilità della preesistente consistenza con assoluta certezza - Nozione di "consistenza" - Verifica e limiti - Giurisprudenza  - Lavori eseguiti con permesso di costruire decaduto - Illeciti - Efficacia temporale e della decadenza del permesso di costruire - Situazione fattuale e normativa è mutata - Rilascio di nuovo permesso per le opere ancora da eseguire - Necessità - Art. 15 del d.P.R. 380/01 - BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Zona paesaggisticamente vincolata - Obbligo di rispetto della precedente sagoma - Disciplina applicabile - Artt. 142, 145, d.lgs. n.42/2004 - PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Conferenza di servizi - Valore sostitutivo - Presupposti stabiliti dalla legge per il valido e lecito rilascio del provvedimento - Necessità - Art. 36 e 44  d.P.R. 380/01 - Art. 14, c.3 bis, L. n. 241/1990 e ss.mm.. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 12/12/2018, Sentenza n.55500

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI - Rilascio autorizzazione paesaggistica - Mancata pronuncia della soprintendenza nel termine perentorio di 120 giorni - Valore di silenzio-assenso - Reato di cui all'artt. 146, 181 d.lgs. n. 42/2004 - Deroga alla disciplina statale - L. regione Sicilia art. 46 n.17/2004 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 10/12/2018, Sentenza n.55028

DIRITTO URBANISTICO - EDILIZIA - Ordine di demolizione impartito con la sentenza di condanna - Sospensione o revoca - Domanda di sanatoria - Potere-dovere di verifica del giudice dell'esecuzione - Controllo sulla legittimità dell'atto concessorio - Reati edilizi - Disposizioni introdotte da leggi regionali - Rapporti tra la disciplina regionale e la normativa statale - Artt. 36 e 45 del d.PR. n.380\01 - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 07/12/2018, Sentenza n.54702

RIFIUTI - Materiali provenienti da demolizione - Regime giuridico applicabile - Deposito temporaneo o sottoprodotto - Requisiti - Inosservanza anche di una sola delle condizioni - Illecita gestione dei rifiuti o in abbandono di rifiuti - Grava sul produttore dei rifiuti l'onere della prova - Artt. 183 e 256, D. L.vo n.152/2006 - Giurisprudenza - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Controllo di legittimità sulla motivazione - Limiti. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 07/12/2018, Sentenza n.54703

RIFIUTI - Spedizioni transfrontaliere (Repubblica Popolare cinese) - Regolamenti comunitari e carattere abusivo dell'esportazione - Rispetto delle garanzie e delle formazioni presentate dagli Stati riceventi - Reato di attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti - Artt. 194, 260 D. L.vo n.152/2006 - Tracciabilità - Accordi bilaterali - Soggetto originatore dei rifiuti - Notifier/exporter deve coincidere con il nominativo del soggetto titolare della licenza AQSIQ - Effettivo recupero del rifiuto - Traffico illecito di rifiuti - Requisito dell'ingiusto profitto - Condotta continuativa ed organizzata dei rifiuti finalizzata a conseguire vantaggi - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Errore scusabile - Ignoranza della legge - Criterio dell'ordinaria diligenza per il comune cittadino - Buona fede - Onere della prova - Attività professionale - Configurabilità dell'illecito anche in virtù di una culpa levis - Giurisprudenza. 

Categoria: 

Autorità: 

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, Sez.3^ 07/12/2018, Sentenza n.54704

RIFIUTI - Attivita' di gestione di rifiuti non autorizzata - Rifiuti contenenti olio - Trasporto non autorizzato di olio contenuto in bidoni - Attività reiterata nel tempo non occasionale - Art. 6, c.1, lett. d), d.l. n. 172/2008, conv. con mod., dalla L. n.210/2008 - Reato di trasporto abusivo di rifiuti pericolosi - Configurabilità - Art. 256 e All. D d.lgs. n. 152/2006 - Condotte illecite di gestione dei rifiuti - Provvedimento dichiarativo dello stato di emergenza - Calabria - DIRITTO PROCESSUALE PENALE - Corte di cassazione - Preclusione  della rilettura degli elementi di fatto. 

Categoria: 

Autorità: 

Pagine